Mi piace quello alto con le stampelleUn film che non fa sconti: parla di malattia e di dolore, tenendosi però attentamente alla larga da facili pietismi e adottando una cifra diretta e antiretorica, fedelissima, anche in questo, alla sensibilità degli adolescenti che rappresenta.




Milano, 15 novembre 2011 - Le giornate di nove adolescenti ammalati di tumore fra esercizi al clarinetto, shopping, tuffi, allenamenti, compiti in classe e terapie. Tra luce ed ombra, fiducia e paura, si snoda il racconto di giorni difficili e importantissimi, vissuti con il coraggio di una “normalità” straordinaria, che non si arrende, non cede alla malattia, ma anzi sembra del tutto intenzionata a metterla ai margini.
Mi piace quello alto con le stampelle” è un film che non fa sconti: parla di malattia e di dolore, tenendosi però attentamente alla larga da facili pietismi e adottando una cifra diretta e antiretorica, fedelissima, anche in questo, alla sensibilità degli adolescenti che rappresenta.


L’idea di un film-documentario dedicato ai pazienti adolescenti ammalati di tumore è nata da Fondazione Magica Cleme, che lo ha coprodotto insieme al Centro per l’eLearning e la produzione multimediale dell’Università degli Studi di Milano, in collaborazione con la Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (Struttura Complessa  di Pediatria Oncologica) e l’Azienda  Ospedaliera San Gerardo di Monza (Emato-oncologia pediatrica), attivamente impegnati in progetti specificamente dedicati agli adolescenti e al miglioramento della qualità della loro vita durante il periodo di cura dentro e fuori l’ospedale.


Gli adolescenti ammalati di tumore sono pazienti speciali, proprio come speciale è la loro età. Salvare lanormalità” durante la malattia si rivela una risorsa fondamentale per la riuscita del percorso di cura: un sereno reinserimento scolastico e sociale, riuscire a mantenere un contatto con i compagni di classe, gli amici e i professori possono fare la differenza. 
Per questo motivo l’obiettivo è di utilizzare il film per scopi didattici e diffonderlo nelle scuole superiori, oltre che attraverso i canali ordinari di cinema, internet e televisione più sensibili. Per riannodare una relazione, non solo ideale, tra i ragazzi rimasti in classe e i loro compagni malati, per raccontare cosa succede a quel “banco vuoto” troppo spesso abbandonato al silenzio.


La prima proiezione pubblica del film è prevista per venerdì 18 Novembre alle ore 14.00 nel corso del Convegno “Love, Chemo & rock’n’roll”, in programma presso Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Via Venezian 1, Milano.



Mi piace quello alto con le stampelle
Da un’idea di: Fondazione Magica Cleme Onlus, Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori e Azienda Ospedaliera  San Gerardo.
Autore: Andrea Caccia
Produttore Esecutivo: Marco Carraro
Montaggio: Emiliana Poce
Fotografia: Andrea Caccia, Massimo Schiavon
Musica: Sigur Rós
Suono: Simone Abarno
Produzione: Fondazione Magica Cleme/CTU - Università degli Studi di Milano, in collaborazione con Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori  e Azienda Ospedaliera San Gerardo.
Nazionalità: Italia, Durata: 56 min., Anno: 2011



***


Andrea Caccia - Regista sensibile a temi sociali legati ai ragazzi e alla malattia, Andrea Caccia è già noto al grande pubblico per il lungometraggio “Vedozero”, un ritratto dell’adolescenza realizzato grazie al contributo di 70 ragazzi che con i loro telefonini hanno filmato e raccontato la loro vita. Il regista è anche autore di "La vita al tempo della morte" film sul tema dell' avvicinamento alla morte e “Hospice”, un documentario sulla vita in una struttura intraospedaliera riservata ai malati terminali.



Fondazione Magica Cleme - La Fondazione Magica Cleme è stata creata in onore e memoria di Clementina Niada, una bambina che si credeva magica e che, quando è venuta a mancare a causa di un neuroblastoma diagnosticatole all’età di 4 anni, ha lasciato come compito ai suoi genitori  quello di aiutare i bambini malati di tumore e i loro familiari, affinché possano passare più  tempo possibile  lontano dal dolore e dalla sofferenza che la malattia e le terapie comportano. La Fondazione collabora con l’Ospedale San Gerardo di Monza e con l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e si occupa di organizzare tutte le settimane, gite, feste e tutto ciò che può contribuire a mantenere il bambino e i suoi genitori nelle migliori condizioni di umore e serenità. Oltre a questo la Fondazione si occupa di produrre strumenti per il benessere del bambino malato e della sua famiglia, cioè film, libri, cd rom e tutto quello che può aiutare ad interpretare la malattia e il  periodo delle cure, in modo sereno e lieto, dando un contributo alla parte umorale e psicologica del bambino.
www.magicacleme.org



Fondazione IRCCS, Istituto Nazionale Tumori - La Struttura Complessa di Pediatria dell’Istituto Nazionale dei Tumori è una delle oltre 50 strutture di pediatria oncologica riconosciute dall’AIEOP (Associazione Italiana di Ematologia ed Oncologia Pediatrica), di cui è quella con il maggior numero di nuove diagnosi annuali di tumore in Italia e la seconda in Europa dopo l’Istituto Gustave Roussy di Parigi. Con i suoi oltre 200 nuovi casi diagnosticati all’anno, infatti, si occupa del 15% dei bambini che si ammalano di cancro ogni anno nel nostro Paese.
www.istitutotumori.mi.it



Azienda Ospedaliera SAN GERARDO - Il reparto di Emato-oncologia Pediatrica all'interno dell'Azienda Ospedaliera San Gerardo di Monza,  è gestito dalla Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma. Grazie anche al supporto e all'aiuto del Comitato Maria Letizia Verga, da oltre 30 anni vengono garantite ai nostri  bambini e ragazzi colpiti da leucemia  le migliori cure e la ricerca più' avanzata.
www.fondazionembbm.it



CTU-Università degli Studi di Milano - Il CTU è il Centro d’Ateneo per l’eLearning e la produzione multimediale al servizio della comunicazione istituzionale e della didattica dell’Università degli Studi di Milano.
Realizza attività di eLearning, di produzione audiovisiva, gestisce workshop multimediali, offre percorsi di approfondimento sui temi della progettazione e comunicazione online, nonché sulle tecniche di produzione multimediale. Gli studi, le attrezzature e le competenze tecnico metodologiche di professionisti di alto profilo sono a disposizione anche di enti, imprese ed aziende del territorio e fanno del CTU una realtà unica nel panorama universitario nazionale.



Per informazioni:


Ufficio Stampa Università degli Studi di Milano
Anna Cavagna – Glenda Mereghetti
Tel. 02.50312983 – 02.50312025
ufficiostampa@unimi.it
anna.cavagna@unimi.it


Ufficio Stampa Fondazione Magica Cleme
Ottavia Borella
Tel. 346.6686011
ottavia@magicacleme.org


Ufficio Stampa SEC Relazioni Pubbliche e Istituzionali srl
Laura Arghittu - 02.6249991 - cell. 335.485106
Federico Ferrari – 02.6249991 – cell. 347.6456873 
ufficiostampa.int@secrp.it 






Inserita il 15-11-2011