Pubblicato il: 26/02/2018
Francesco Viganò

Francesco Viganò

Si è laureato all’Università Statale di Milano il nuovo giudice della Corte Costituzionale Francesco Viganò, nominato ieri dal Presidente della Repubblica in sostituzione del giudice uscente Paolo Grossi.

Allievo del grande penalista, professore emerito Giorgio Marinucci, Viganò in Statale è stato anche docente di Diritto penale e Giurisprudenza per dodici anni, un periodo appassionante che ha ricordato di recente in questo suo contributo al sito di AmiSta, l’Associazione Alumni dell’Università degli Studi di Milano:

“Mi ero iscritto a giurisprudenza a metà degli anni ottanta […] I primi due anni di lezioni allora affollatissime, impartite dal palco del teatro Carcano, non avevano risvegliato in me il fuoco sacro per il diritto. Poi, il terzo anno, l'incontro con le lezioni di diritto penale di Giorgio Marinucci: un'autentica folgorazione.

Da quel momento lo studio del diritto mi apparve come un grande viaggio intellettuale, e assieme come un cammino carico di umanità. Mi laureai con il professor Marinucci, partii per un viaggio di studio in Germania, iniziai un dottorato all'Università di Pavia, continuando a collaborare, giovane assistente, con le cattedre di diritto penale della Statale.

Divenni quindi ricercatore e poi professore all'Università di Brescia, per essere infine di nuovo chiamato alla Statale, dove ho insegnato per dodici anni.

Avendo così il privilegio di poter incontrare, ogni anno, centinaia di studenti di ogni provenienza sociale durante le mie lezioni nelle grandi aule a parlamento di via Festa del Perdono, dalle quali uscivo portandomi sempre dietro qualcosa in più di quanto avevo quando ero entrato: spunti di riflessione, obiezioni, critiche, ma anche tanti sorrisi e tanta simpatia, che mi hanno costantemente accompagnato nelle mie giornate di lavoro nel Dipartimento Beccaria".

In Statale, Francesco Viganò ha formato tanti giovani allievi come coordinatore del dottorato in Scienze giuridiche presso il dipartimento di Scienze Giuridiche “Cesare Beccaria”, di cui è stato anche vice direttore.

Viganò è direttore di “Diritto penale contemporaneo”, la rivista online nata da un’iniziativa comune con Luca Santa Maria – avvocato, laureato in Statale e anche lui allievo di Giorgio Marinucci – nell’ambito di una partnership che ha coinvolto docenti, ricercatori e giovani cultori della materia della Sezione di Scienze penalistiche del dipartimento di Scienze giuridiche dell'Ateneo.