Pubblicato il: 13/12/2017

Porticato del Cortile d'onore

Un altro prestigioso riconoscimento al contributo culturale, formativo e di ricerca dell’Università Statale di Milano giunge dall’assegnazione degli Ambrogini d’Oro del Comune di Milano a Eva Cantarella, Michele Salvati e Filippo De Braud.

Già docente di Istituzioni di diritto romano e di Diritto greco antico fino al 2010 in Statale, Eva Cantarella ha speso la sua lunga carriera accademica nello studio della condizione femminile nel mondo antico, senza mai dimenticare il confronto con il presente. La professoressa Cantarella è anche tra i soci fondatori di Amista, Associazione Alumni dell’Università degli Studi di Milano.

Dopo la laurea in Giurisprudenza a Pavia, seguita da in B.A e un Phd in Economics all’Università di Cambridge nel 1966, Michele Salvati ha dedicato prevalentemente i suoi studi alla teoria dell’impresa, all’economia industriale e del lavoro, passando, a partire dagli anni ‘90, alla political economy, alla storia comparata dello sviluppo economico italiano nel dopoguerra, divenendo, nel 1992, docente di Economia politica in Statale. Dal 2012 è anche professore emerito dell’Ateneo di via Festa del Perdono.

L’oncologia medica è, invece, il campo di studi di Filippo De Braud, docente presso il dipartimento di Oncologia ed Emato-Oncologia dell’Università Statale e Direttore del dipartimento e della Divisione di Oncologia Medica dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia nel 1984, il professor de Braud prosegue la sua formazione presso il Royal Free Hospital School of Medicine di Londra, l’Institute Gustave Roussy di Parigi e la Wayne State University di Detroit (USA).

Dal 1994 vice-direttore della Divisione di Oncologia medica all’Istituto Europeo di Oncologia di Milano, nel 2011 Filippo De Braud riceve l’incarico per dirigere la Divisione di Oncologia Medica all’Istituto Nazionale dei Tumori, dove dal marzo 2012 diviene direttore di dipartimento di Oncologia Medica.