Pubblicato il: 08/09/2017

Il Giardino della scienza - Estratto dalla locandina

Tre percorsi - storico, scientifico e botanico – nell'arco di un intero weekend alla scoperta dell'Orto Botanico di Città Studi, luogo tanto splendido quanto poco conosciuto di Milano.

È quanto propone "Il Giardino della Scienza", evento di due giorni - 16 e 17 settembre - promosso dalla delegazione di Milano del Fondo Ambiente Italiano (FAI) e dal dipartimento di Bioscienze dell'Università Statale.

Ingresso dell'Orto Botanico di Città Studi - Foto tratta da archivio dell'Orto

Un'apertura straordinaria - per un intero weekend e a ingresso gratuito - in cui il pubblico di visitatori - guidati dai volontari del FAI e dai ricercatori della Statale - potranno scoprire le bellezze naturalistiche, le specie botaniche e i principali studi condotti nel dipartimento di Bioscienze, come quelli dedicati alle cellule staminali, ai parassiti, al miglioramento di specie coltivate, al DNA delle piante e a tanto altro ancora.

Scorcio dell'Orto Botanico di Città Studi - Foto tratta dall'archivio dell'Orto

I protagonisti storico-culturali di questa oasi di 2,5 ettari di verde tra i quartieri Ortica e Lambrate sono i più disparati: da primo insediamento rurale, passando per la Cascina Rosa, ricovero di Napoleone, alla Milano operaia cantata da Jannacci, i Gufi e Nanni Svampa, fino all'affermarsi come polo cittadino della ricerca scientifica con la Città degli Studi voluta da Luigi Mangiagalli. L’Orto di via Golgi 11 può, infatti, raccontare molto delle trasformazioni storiche, economiche, sociali e culturali vissute dalla città di Milano negli ultimi 250 anni.

Tra le curiosità legate all’Orto Botanico Città Studi basta citare la celebre pellicola Miracolo a Milano, film di Vittorio De Sica del 1951 che scelse questo angolo di città proprio per il suo essere una delle "terre di nessuno" agli albori del boom economico e al crepuscolo della Milano rurale.

All'interno di una delle serre didattiche - Foto tratte dall'archivio dell'Orto botanico di Città Studi

Le sue tre serre ad alta tecnologia utilizzate per la ricerca e la formazione universitaria in campo vegetale e delle scienze della vita, accanto alle ricostruzioni di alcuni habitat naturali e agricoli della Lombardia e le collezioni di piante carnivore e di alcune specie autoctone fanno dell'Orto Botanico Città Studi - per usare le parole di Lucia Colombo, direttrice del dipartimento di Bioscienze - "un vero e proprio museo a cielo aperto che offre ai visitatori l'opportunità di coniugare momenti di svago e di crescita culturale e scientifica, in un contesto suggestivo e stimolante".

In programma, infine, anche numerose attività per i più piccoli, da giochi legati alla scienza e alla natura a quelli più tradizionali della vecchia Milano.

Il giardino della scienza
16 e 17 settembre 2017
Ore 10 - 18, via Golgi 11

Ingresso libero


Come raggiungere l'Orto Botanico Città Studi
Mezzi pubblici
M2, stazione Lambrate
Bus 61, capolinea largo Murani
Filobus 93, fermate via Celoria o piazzale Gorini
Bikemi, stazione piazzale Gorini angolo via Strambio

Per informazioni
Università degli Studi di Milano
Dipartimento di Bioscienze
Prof. Stefano Ricagno
stefano.ricagno@unimi.it

Prof.ssa Sara Epis
sara.epis@unimi.it

Prof. Luca Gianfranceschi
luca.gianfranceschi@unimi.it

Prof.ssa Chiara Zuccato
chiara.zuccato@unimi.it