Pubblicato il: 10/01/2018

L’appuntamento del 18 gennaio con Mauro Massulli, della Direzione Generale per il Coordinamento, la Promozione e la Valorizzazione della Ricerca del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, MIUR, è stata l'occasione per conoscere nel dettaglio il nuovo Bando PRIN (Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale) tanto atteso, che finanza progetti di ricerca di base in tutte le discipline, pubblicato il 27 dicembre scorso.

Introdotto dai saluti del Rettore Gianluca Vago e del Prorettore alla Ricerca Chiara Tonelli, il dirigente del MIUR, responsabile del Bando PRIN, ha illustrato i criteri di ripartizione del finanziamento di 391 milioni di euro suddiviso in 3 linee:

  • Principale con una dotazione di 305 milioni di euro
  • Giovani, con una dotazione di 22 milioni di euro
  • Sud, con una dotazione di 64 milioni di euro.

L'evento – trasmesso anche in diretta streaming, sul Portale video d’Ateneo - è stato rivolto a tutti gli interessati, università, enti e singoli ricercatori, riuniti - a partire dalle ore 10 - nell’Aula Magna di via Festa del Perdono.

Il cospicuo finanziamento del PRIN 2017 segnala una nuova attenzione sia alla ricerca di base che ai giovani ricercatori, e apre alla partecipazione, accanto alle università, degli enti pubblici di ricerca vigilati dal MIUR in qualità di coordinatori.

Alle call possono partecipare tutti gli aventi diritto - indipendentemente dal fatto che abbiano partecipato o meno al PRIN precedente.
Le domande vanno presentate dal 15 febbraio al 29 marzo 2018.

Contatti