Pubblicato il: 14/05/2018
Giulio Andreotti

Giulio Andreotti - Foto tratta da sito LiveSicilia

Chi era Giulio Andreotti e qual è stato il suo ruolo nei rapporti tra mafia e politica? E ancora, la sentenza della Cassazione del 2004, che chiudeva il processo avviato dalla Procura di Palermo nel 1993, ha realmente significato un'assoluzione piena per uno dei politici più influenti d'Italia?

Sono alcune delle domande su cui si confronteranno Gian Carlo Caselli e Guido Lo Forte, autori de La verità sul processo Andreotti (Editori Laterza), con i docenti dell'Università Statale, Nando Dalla Chiesa, Fabio Basile e Paolo Provenzano, nell'incontro del 16 maggio, presso l'aula 201 di via Festa del Perdono 7. Ore 16.30.

Prendendo le mosse dal recente libro, scritto a quattro mani da Caselli e Lo Forte, rispettivamente procuratore della Repubblica e sostituto procuratore al Tribunale di Palermo durante il processo Andreotti, i tre docenti dell'Università Statale offriranno una lettura del processo a Giulio Andreotti a partire dal proprio campo di indagine: la sociologia della criminalità organizzata per il professor Dalla Chiesa, che è anche il coordinatore dell'Osservatorio Cross, e gli studi sulle strategie di contrasto alle mafie per i professori Fabio Basile (Diritto penale) e Paolo Provenzano (Diritto amministrativo).

Il libro di Caselli e Lo Forte ricostruisce con precisione e meticolosità le relazioni tra mafia, politica, imprenditoria e massoneria deviata che hanno "inchiodato" a precise responsabilità Giulio Andreotti, sottolineando, in particolare, come non si sia trattato di un'assoluzione piena dell'imputato, contrariamente all'idea comune diffusasi all'indomani della sentenza del 2004.

Contatti

  • Fabio Basile
    DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE "CESARE BECCARIA"