Voi siete qui

Il Catasto dei ghiacciai del Central Karakorum National Park01-06-2017

Lo stato dei ghiacciai del Karakorum pakistano, le masse glaciali più estese del Pianeta dopo quelle di Antartide e Groenlandia, nel volume - disponibile gratuitamente in versione digitale – opera del team di glaciologi del dipartimento di Scienze e Politiche ambientali, nell'ambito di un progetto di cooperazione internazionale tra Italia e Pakistan.

Il ghiacciaio del Karakorum (Pakistan)È dedicato allo stato dei ghiacciai del Karakorum pakistano, i più grandi dopo quelli di Antartide e Groenlandia, il volume dal titolo The Central Karakorum National Park Glacier Inventory, opera del team di glaciologi del dipartimento di Scienze e Politiche ambientali dell'Università Statale di Milano, guidato Guglielmina Diolaiuti e Claudio Smiraglia.

Nato nell’ambito del Progetto SEED (Social Economic Environment Development in the Central Karakorum National Park), finanziato dai governi pakistano e italiano nell'ambito del Pakistan-Italian Debt Swap Agreement (PIDSA), il volume - disponibile gratuitamente in versione digitale - sintetizza i risultati di un lavoro di ricerca avviata nel 2004 sul campo e proseguita nei laboratori dell'Università Statale fino al 2016, che ha visto la fattiva collaborazione di ricercatori e operatori pakistani coinvolti in tutte le fasi della ricerca.

I dati raccolti su oltre 600 ghiacciai analizzati con immagini satellitari multispettrali, e ora raccontati nel volume The Central Karakorum National Park Glacier Inventory, rappresentano non solo un prestigioso risultato a livello di ricerca internazionale, ma anche e soprattutto una fonte di dati utili per le popolazioni del Karakorum pakistano, dove l'acqua derivante dalla fusione dei ghiacciai è una fonte d'acqua potabile cruciale per l'intera regione.Membri della spedizione sul Ghiacciaio del Karakorum (Pakistan)

Per il gruppo di glaciologi dell'Università Statale il Karakorum pakistano è il luogo di una lunga esperienza sul campo, iniziata oltre 60 anni fa, nel 1954, con la spedizione guidata da Ardito Desio, allora docente di Geologia in Ateneo, alla guida del team che raggiunse per la prima volta al mondo la vetta del K2 (8611 m slm).

The Central Karakorum National Park Glacier Inventory è stato presentato ufficialmente lo scorso 5 maggio al Trento Film Festival, durante una sessione dedicata a Karakorum e K2, alla presenza del Governatore del Gilgit Baltistan (Pakistan).

 

Il volume è interamente in lingua inglese e si può scaricare dal sito del gruppo di Glaciologia dell'Università Statale.

 

 

Per informazioni
Università degli Studi di Milano
Dipartimento di Scienze e Politiche ambientali
Prof.ssa Guglielmina Diolaiuti
Tel. 02 503 15510
guglielmina.diolaiuti@unimi.it