Voi siete qui

La Polifonica Ambrosiana12-06-2017

La storia dello storico complesso milanese, che nell’Italia del secondo dopoguerra ebbe un ruolo pionieristico nella riscoperta della musica antica, nell’incontro che vede tra i partecipanti il giornalista Angelo Foletto e l’assessore Filippo del Corno. 16 giugno, ore 17, Sala Crociera, via Festa del Perdono 7.

Immagine di copertina del volumeNato da un progetto di ricerca finanziato dall’Universit à degli Studi di Milano e da Fondazione Cariplo il volume La Polifonica Ambrosiana (1947-1980): musica antica nell’Italia del secondo dopoguerra, a cura di Livio Aragona e Claudio Toscani, è dedicato allo storico complesso milanese fondato e diretto da don Giuseppe Biella, che nell’Italia del secondo dopoguerra ebbe un ruolo pionieristico nella riscoperta della musica antica.

Lo presenta, nella Sala Crociera di Studi Umanistici della Statale, lo storico della musica e giornalista di Repubblica Angelo Foletto, introdotto dai saluti dell’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno, di Arnoldo Mosca Mondadori, per la Fondazione Cariplo, del Rettore, Gianluca Vago, e del Direttore del dipartimento di Beni Culturali e Ambientali, Fabrizio Slavazzi.

Al volume è allegato un CD con la storica incisione del Vespro della Beata Vergine di Monteverdi, che nel 1964 vinse il premio internazionale della critica discografica.
 

Scarica la locandina dell’evento

16 giugno, ore 17, Sala Crociera di Studi Umanistici, via Festa del Perdono 7

Per informazioni
Università degli studi di Milano
Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali
Tel. 02 503 32063
claudio.toscani@unimi.it