Voi siete qui

Parkinson: stimolazione cerebrale profonda adattativa12-06-2017

Pubblicati su Movement Disorders i risultati della nuova sperimentazione di un sistema per la stimolazione cerebrale profonda adattativa brevettato, costruito e sperimentato dai ricercatori della Statale e della Fondazione IRCCS Ca’ Granda.

neuroniMovement Disorders pubblica i risultati della sperimentazione in 10 pazienti affetti da malattia di Parkinson di un sistema per la stimolazione cerebrale profonda adattativa (aDBS) brevettato, costruito e sperimentato dai ricercatori dell’Università Statale di Milano e della Fondazione IRCCS Ca’ Granda.

I risultati dello studio, condotto per la prima volta con i pazienti liberi di muoversi nello spazio ospedaliero, mostrano che la aDBS - che è una forma “intelligente” di stimolazione che si adatta momento per momento allo stato clinico del paziente - produce risultati migliori della DBS convenzionale, particolarmente nel controllare i movimenti involontari (discinesie) prodotti dai farmaci nelle fasi avanzate di malattia. Inoltre mostra che il sistema è ben tollerato dai pazienti.

Lo studio costituisce un modello accademico che va dalla ricerca multidisciplinare di base e traslazionale, allo sviluppo della proprietà intellettuale, alla sperimentazione clinica sul paziente: un’eccellenza che ha avuto anche delle implicazioni industriali con la creazione di uno spin-off partecipato dall’Ateneo e dalla Fondazione IRCCS Ca’ Granda.

 

Per informazioni
Università degli Studi di Milano
Dipartimento di Scienze della Salute
Prof. Alberto Priori
alberto.priori@unimi.it