Voi siete qui

Opzione tempo pieno - tempo definito dei professori ordinari e dei professori associati

L'impegno dei professori universitari di ruolo (I e II fascia) può essere a tempo pieno o a tempo definito.

I professori universitari hanno l'obbligo di svolgere attività didattica, attività di ricerca. Il personale medico universitario della Facoltà di Medicina e Chirurgia convenzionato con strutture accreditate dal S.S.N. è tenuto a svolgere anche attività assistenziale. Tuttavia solo l'impegno orario da dedicare all'attività didattica è stato quantificato dal legislatore nell'art 10 del D. P. R. 382/80 ove è stabilito che i professori di I e II fascia debbano dedicare alle attività didattiche non meno di 250 ore annuali, se optano per il tempo definito e non meno di 350 ore annuali, se optano per il tempo pieno.

 Le attività didattiche comprendono lo svolgimento di uno o pi insegnamenti, la partecipazione alle commissioni d'esame e alle commissioni di laurea, lo svolgimento di compiti di orientamento degli studenti, con particolare riferimento alla predisposizione dei piani di studio, ecc. Sono altresì tenuti ad assicurare il loro impegno per la partecipazione agli organi collegiali e di governo dell'Ateneo secondo i compiti previsti per ciascuna fascia.

Una specifica disciplina è prevista per i professori e i ricercatori universitari della Facoltà di Medicina e Chirurgia che svolgono attività assistenziale per i quali l'opzione, ai sensi dell'art. 5 - commi 7 e 8 - del D.Lgs. 21-12-1999n. 517, per l'esercizio di attività assistenziale intramuraria (o attività assistenziale esclusiva) comporta l'obbligo della scelta del tempo pieno, mentre la scelta di svolgere attività libero professionale extramuraria comporta l'obbligo di optare per il tempo definito.
L'opzione per l'attività assistenziale esclusiva, e conseguentemente l'opzione per il tempo pieno, è requisito necessario per l'attribuzione ai professori e ai ricercatori universitari di incarichi di direzione di struttura semplice e complessa o di gestione di direzione di specifici programmi.

Ai professori con regime di impegno a tempo definito è preclusa l'assunzione di determinate cariche nell'Ateneo, quali le funzioni di Rettore, di Preside, di membro elettivo del Consiglio di Amministrazione, di Direttore di Dipartimento ecc., e l'esercizio dell'industria e del commercio. Possono, invece, svolgere attività professionali ed attività di consulenza. (art. 11 D. P. R. 382/80)

La scelta, che impegna i docenti per almeno un biennio, va manifestata per i professori di prima nomina all'atto della nomina stessa, mentre per i professori già in servizio va esercitata almeno sei mesi prima dell'inizio dell'anno accademico, con domanda indirizzata al Rettore.
Il docente che non manifesta, nei modi e nei tempi indicati alcuna volontà di mutamento del regime di impegno, conferma tacitamente il regime in godimento per i successivi anni accademici. Decorso, quindi, il primo biennio ed intervenuta la conferma tacita del regime prescelto, il docente ha la facoltà di modificare, ancor prima che sia decorso il nuovo biennio, l'opzione cui è rimasto vincolato.

L'opzione deve necessariamente coincidere con l'inizio dell'anno accademico e può essere esercitata non oltre l'inizio del biennio precedente il collocamento fuori ruolo. La predetta limitazione non si applica allorché dal regime di impegno a tempo pieno si opta per quello a tempo definito.
I nominativi dei professori che hanno optato per il tempo pieno devono essere comunicati all'ordine professionale al cui albo i professori/ricercatori risultino iscritti ai fini della loro inclusione in un elenco speciale.

Normativa di riferimento:
- D. P. R. 11 luglio 1980 n. 382 artt - 11 - 36- 39
- Legge 9 dicembre 1985 n. 705 - art. 3
- Legge 18 marzo 1989 n. 118 artt. 3 e 4
- D. L. vo 21 dicembre 1999 n. 517 art. 5


Documento scaricabile

Domanda di opzione per il regime d'impegno a tempo pieno o tempo definito