Voi siete qui

Servizio Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro

ATTIVITA' PRINCIPALI DELL'UFFICIO DEL SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO

a) Valutazione dei rischi in tutti gli ambienti di lavoro (ivi comprese aule, laboratori didattici, ecc.), attraverso specifici sopralluoghi nelle singole strutture per:

  1. la definizione del lay-out dell'ateneo;
  2. l'individuazione e la caratterizzazione delle fonti potenziali dei pericoli;
  3. l'individuazione dei soggetti eventualmente esposti;
  4. l'individuazione e la caratterizzazione del danno eventuale;
  5. l'individuazione degli interventi correttivi da realizzare per la eliminazione o riduzione dei rischi.

b) Definizione del programma di attuazione delle misure di prevenzione e protezione attraverso:

  1. l'indicazione di provvedimenti che possono comprendere l'adozione di misure organizzative, tecniche, impiantistiche e comportamentali;
  2. l'elaborazione di un programma di informazione e formazione;
  3. Rapporti con gli organi di controllo e vigilanza (A.S.L., Comune, Regione, ecc.).

c) Elaborazione e attuazione di un sistema di controllo delle misure di prevenzione e protezione che devono essere adottate. d) Gestione del servizio di ritiro, trasporto, smaltimento finale dei rifiuti di varia natura prodotti nell'ateneo:

  1. Istruzione delle pratiche relative alla produzione dei rifiuti (speciali pericolosi e non pericolosi e radioattivi, nonché urbani e da raccolta differenziata) ed assistenza burocratico-amministrativa alle strutture interessate.
  2. Rapporti con gli organi preposti al controllo (Regione, Provincia, Comune, Camera di Commercio, A.S.L., concessionarie del servizio pubblico di raccolta).
  3. Rapporti con le ditte aggiudicatarie dei diversi appalti concernenti la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti sopra specificati e monitoraggio del servizio svolto.
  4. Controllo della corretta gestione dei depositi temporanei destinati allo stoccaggio dei rifiuti e delle modalità di raccolta dei medesimi.
  5. Controllo della documentazione relativa al trasporto e di avvenuto smaltimento finale, prodotta dalla/e Ditta/e aggiudicataria/e del servizio, per autorizzazione al pagamento delle fatture.
  6. Elaborazione e presentazione alle autorità competenti, del modello unico di dichiarazione (MUD), relativo alle quantità di rifiuti prodotte nel corso di ciascun anno solare.

e) Detenzione e utilizzo alcoli

  1. Istruzione delle pratiche ed assistenza burocratico-amministrativa per l'autorizzazione all'acquisto, detenzione ed impiego degli alcoli etilico, metilico, propilico ed isopropilico, ecc.; rapporti con l'Ufficio Tecnico di Finanza (U.T.F.).

f) Controllo della detenzione, utilizzazione, manipolazione di materie radioattive e apparecchiature radiogene, da parte delle strutture universitarie, attraverso:

  1. Adempimenti burocratico-amministrativi per la richiesta di Nulla osta prefettizio per l'impiego di materie radioattive e/o apparecchiature radiogene per conto delle strutture universitarie interessate e di quant'altro previsto dal decreto legislativo 230/95 in materia di radiazioni ionizzanti.
  2. Rapporti con gli organi preposti al controllo (Prefettura, VV.FF., ASL., etc.).
  3. Coordinamento degli esperti qualificati deputati, per legge, alla sorveglianza fisica del personale radioesposto (classificazione degli ambienti di lavoro e dei lavoratori).
  4. Gestione del personale radioesposto al fine di garantire tutte le procedure protezionistiche, ivi compresa la sorveglianza sanitaria, e le procedure, d'intesa con le strutture dell'ateneo preposte (Divisione stipendi e carriere del personale), per la corresponsione della indennità di rischio da radiazioni ai sensi dell'art.55 del C.C.N.L. comparto università.
  5. Rapporti con gli Enti convenzionati pubblici e privati (ospedali, Centri di Ricerca, ecc.) per il controllo del personale universitario, soggetto alla normativa radioprotezionistica, che opera presso di loro.

g) Sorveglianza sanitaria

  1. Individuazione del personale esposto a condizioni insalubri e/o all'azione di sostanze tossiche, nocive o infettanti, al quale vanno aggiunti, in base anche a quanto previsto dal su citato D. I. n. 363/98, tutti i soggetti equiparati al personale strutturato dell'Ateneo, quando sono esposti a rischio e gli operatori ai videoterminali.
  2. Sorveglianza sanitaria in tutti i casi previsti dalla normativa vigente presso l'Ambulatorio di Via Mercalli, 21, a cura del Medico Competente dell'Ateneo; comprende:
    • accertamenti preventivi intesi ai fini della valutazione della idoneità alla mansione specifica;
    • accertamenti periodici per controllare lo stato di salute dei lavoratori ed esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica;
    • esami clinici e biologici eseguiti presso il Laboratorio Analisi dell'Università degli Studi di Milano.

h) Verifica condizione di igiene e sicurezza degli ambienti di lavoro su specifica richiesta delle strutture i) Rapporti con i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) l) Collaborazione con le strutture universitarie per:

  1. La preparazione, la diffusione e la spiegazione delle disposizioni e delle normative di sicurezza, allo scopo di sviluppare nel personale convincimenti e comportamenti di tipo preventivo.
  2. La definizione del programma di attuazione delle misure di prevenzione e protezione.
  3. L'elaborazione e l'attuazione di un sistema di controllo delle misure di prevenzione e protezione.
  4. L'effettuazione di riunioni periodiche per la promozione e il controllo di interventi preventivi e/o correttivi nel campo della sicurezza ed igiene del lavoro e della prevenzione.

Al fine della realizzazione dei punti di cui sopra, è necessario, inoltre:

  • mantenere e sviluppare i collegamenti operativi con le strutture organizzative dell'Amministrazione Centrale maggiormente coinvolte nella prevenzione e protezione (Divisione Edilizia, Divisione del Personale, Divisione Economato e Patrimonio, etc.);
  • programmare e coordinare, qualora necessari, gli interventi e le verifiche svolte da specialisti esterni al servizio;
  • sviluppare i rapporti operativi ed informativi con le figure che rivestono compiti di responsabilità (rettore, dirigenti e preposti);
  • programmare, d'intesa con le strutture dell'ateneo preposte, iniziative di informazione e formazione per l'applicazione della normativa e sugli aspetti gestionali in tema di prevenzione infortuni e sicurezza sul lavoro (seminari, corsi di formazione, corsi di informazione etc.);
  • mantenere i rapporti con gli organi di vigilanza (ASL, etc.).

 

Ufficio del Servizio Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro
Via Chiaravalle, 11 - 20122 Milano
Responsabile: Dott. Ing. Giovannino Messina