VQR  Valutazione Qualità della Ricerca

La Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR) ha preso in considerazione i risultati scientifici di atenei ed enti di ricerca nel periodo 2011-2014.

Articolata su 16 Aree di Ricerca, la VQR 2011-2014 ha suddiviso due delle 14 aree CUN (la 08 e la 11) a metà, sulla base di abitudini di pubblicazione che collegavano alcuni settori  alle aree bibliometriche, altri a quelle non bibliometriche.

Per ogni area, l'ANVUR ha costituito un Gruppo di Esperti della Valutazione (GEV) con il compito di valutare i prodotti della ricerca. Parte dei lavori sono stati valutati attraverso un algoritmo bibliometrico, parte dei lavori (almeno il 50%) sono stati valutati attraverso il metodo della informed peer review.

Il giudizio di qualità si basa sui criteri di originalità; rigore metodologico e impatto attestato o potenziale.
Questa analisi converge poi in un giudizio sintetico sul prodotto della ricerca, articolato su cinque livelli: eccellente; elevato; discreto; accettabile; limitato.

Le strutture vengono valutate anche rispetto alla capacità di attrarre risorse esterne sulla base di bandi competitivi, corsi di alta formazione erogati, qualità della ricerca del personale in mobilità nel quadriennio considerato. A fini conoscitivi è stato inoltre considerato anche il profilo di competitività delle istituzioni per le attività di Terza Missione.

La VQR 2011-2014 (così come il precedente esercizio VQR 2004-2010) è stata seguita dall’ Ufficio pianificazione organizzativa e valutazione, che ha coordinato e supportato i Dipartimenti e i loro referenti in tutte le fasi di raccolta e presentazione dei dati e supportato l'analisi dei risultati dell’Ateneo.

Leggi i rapporti di area  e il rapporto sull'Università Statale di Milano  disponibili sul sito dell'ANVUR.

 

Dipartimenti di eccellenza

La Legge di Stabilità 2017 (n. 232/2016) istituisce un "Fondo per il finanziamento dei dipartimenti universitari di eccellenza", volta ad incentivare, con un finanziamento quinquennale, l'attività dei dipartimenti universitari che si caratterizzano per l'eccellenza nella qualità della ricerca e nella progettualità scientifica, organizzativa e didattica con riferimento alle finalità di ricerca di Industria 4.0.

16 dei 32 Dipartimenti dell'Università di Milano sottoposti a VQR sono stati ammessi alla selezione, 6 hanno ottenuto il punteggio ISPD massimo (100), 8 fanno parte della rosa dei 180 dipartimenti finanziati.