Voi siete qui

Percorso MD/PhD  

L'Università Statale di Milano racconta, con un sito dedicato, il percorso sperimentale per la formazione di medici ricercatori, MD/PhD: un progetto pioneristico di eccellenza nel panorama nazionale, realizzato con il sostegno della Fondazione Cariplo.

Cominciato nel 2012, il percorso di studio ha offerto agli iscritti al corso di laurea in Medicina e Chirurgia dell'Università Statale un programma formativo che integra le attività didattiche del corso di laurea con quelle di formazione e ricerca del dottorato, puntando su multidisciplinarietà, internazionalizzazione, correlazione tra le scienze di base e cliniche e collegamento con l'ambiente assistenziale e il mondo imprenditoriale.

Sul sito, insieme alle interviste ad alcuni degli studenti che lo hanno sperimentato direttamente, gli interventi video del rettore Gianluca Vago e del coordinatore del Comitato del percorso MD/PhD, Massimiliano Marco Corsi Romanelli, danno un'idea concreta di cosa significhi lavorare alla costruzione di percorsi di studio universitari con un forte taglio internazionale.

Il rettore, in particolare, sottolinea il successo e la bontà di un esperimento che ha destato un grande interesse anche in altri atenei italiani, alcuni dei quali hanno già iniziato attività legate a questo tipo di formazione, con il sostegno della Fondazione Cariplo, in attesa che il corso possa assumere una dimensione normativa consolidata a livello nazionale.

L'intervento di Corsi Romanelli riassume le tappe importanti di una sperimentazione presentata anche nei convegni internazionali di Pittsburgh e di Basilea, dove il programma formativo proposto dalla Statale è stato molto apprezzato.

Sia Gianluca Vago che Massimiliano Marco Corsi Romanelli ringraziano in modo particolare gli studenti che hanno scelto di sperimentare il nuovo percorso, misurandosi positivamente con le attività di ricerca medica.

Oltre al dettaglio del progetto, sul sito ci sono ampi riferimenti alle iniziative e agli incontri pubblici che hanno avuto sempre una platea numerosa e interessata e hanno visto la partecipazione di ospiti di prestigio internazionale.