Voi siete qui

Finanziamenti per attività conto terzi

Sempre più imprese si rivolgono all’Università degli Studi di Milano per commissionare ricerche e consulenze nei più svariati campi della conoscenza.

L’attività per conto terzi è progressivamente cresciuta negli ultimi anni: oggi l’Ateneo è in grado di offrire una vasta gamma di “prodotti”, costituendo, grazie a strutture e know-how all’avanguardia, un ottimo supporto per quelle aziende, generalmente di piccole e medie dimensioni, che avvertano l’esigenza di esternalizzare l’innovazione.

Anche aziende di grandi dimensioni e multinazionali si sono avvalse dell’esperienza e dell’eccellenza dei nostri ricercatori.

Le prestazioni eseguite possono rientrare nei seguenti ambiti:

  • attività di ricerca pura o applicata;
  • attività di consulenza concernenti studi a carattere monografico, formulazione di pareri tecnici o scientifici, pareri su attività progettuali, studi di fattibilità, assistenza tecnica e scientifica, nonché attività di coordinamento o supervisione;
  • attività di formazione, concernenti la progettazione, organizzazione ed esecuzione di corsi, seminari, cicli di conferenze, la predisposizione di materiale didattico, la partecipazione a progetti di formazione;
  • analisi, controlli, tarature, prove, esperienze e misure effettuate su materiali, apparecchi, manufatti e strutture di interesse del soggetto committente;
  • attività cliniche in campo veterinario;
  • cessione di risultati di ricerca, quale trasferimento di risultati già acquisiti di uno studio o di una ricerca svolti in ambito universitario.

In questa sezione del sito si trovano tutte le informazioni sulle procedure amministrative per:

  • l’approvazione e la stipula dei contratti per attività di ricerca, consulenza, formazione svolta dall’Università con finanziamenti esterni;
  • l’approvazione e gestione delle prestazioni per conto terzi di tipo routinario (c.d. prestazioni a tariffario);
  • l'accettazione degli atti di liberalità in denaro a favore della ricerca.

Si ricorda che la normativa vigente prevede agevolazioni e incentivi fiscali per le imprese e i privati che supportano la Ricerca scientifica.