Marie Sklodowska-Curie actions

Documentazione generale

Documenti scaricabili

Work Programme 2016-2017

Outreach and Communication Activities in the MSCA under Horizon 2020

IP Management in Horizon 2020 MSCA

IP Management in Horizon 2020 - Focus on MSCA

Webinar
inizio pagina

Individual Fellowships (IF)

E’ stato pubblicato in data 12 aprile 2016 il bando Marie Sklodowska-Curie Action “Individual Fellowship” (MSCA-IF) con scadenza 14 settembre 2016. Le MSCA-IF finanziano progetti di mobilità e formazione di singoli scienziati, in qualsiasi ambito disciplinare e su qualsiasi argomento di ricerca. Ogni scienziato può inviare una sola proposta per questo bando. Lo scienziato presenta una proposta progettuale in collaborazione con un ente ospitante e sotto la supervisione di un responsabile scientifico della stessa. La costituzione di un partenariato di enti non è prevista.

Il bando comprende due tipologie di azioni:

  1. European Individual Fellowship (EIF): lo scienziato si muove verso un ente con sede in uno stato membro dell’Unione Europea (UE) o in un paese associato ad Horizon. Durata mobilità: minimo 12 massimo 24 mesi.
  2. Global Individual Fellowship (GIF): lo scienziato si muove verso un ente con sede in un paese terzo (cioè un paese che non sia né stato membro né paese associato a Horizon) avendo come base un ente con sede in uno stato membro della UE o in un paese associato ad Horizon, in cui dovrà tornare dopo il periodo di mobilità. Questa azione prevede dunque una “fase in uscita” (minimo 12, massimo 24 mesi) presso un ente situato in paese terzo e una “fase di rientro” obbligatoria di 12 mesi presso l’ente di origine sito in uno stato membro o in un paese associato. Pertanto la durata massima complessiva di una GIF è di 36 mesi.

Criteri di ammissibilità

Possono presentare proposte scienziati con esperienza, ossia che, alla scadenza del bando, abbiano già ottenuto il PhD oppure abbiano maturato un’esperienza professionale di ricerca per almeno 4 anni. L’età anagrafica non è rilevante. I candidati devono inoltre rispettare il criterio della mobilità, cioè non essere stati nel paese di destinazione per più di 12 mesi nei 3 anni precedenti la scadenza della call.

Per le European Individual Fellowship, gli scienziati possono essere di qualunque nazionalità. Nel caso delle Global Individual Fellowship (GIF) lo scienziato può avere la nazionalità di un paese dell’UE o di un paese associato ad Horizon, oppure deve avervi risieduto per un lungo periodo (long term resident).

H2020-MSCA-IF-2016

Call Summary

scadenza 14 settembre 2016

Guida per i proponenti

inizio pagina

Innovative Training Networks (ITN)

IN EVIDENZA

Importanti informazioni per la partecipazione al bando Marie Sklodowska-Curie "Innovative Training Networks"(ITN)

Il bando Marie Sklodowska-Curie "Innovative Training Networks" (ITN), che sarà pubblicato ogni anno per tutta la durata di HORIZON (2014-2020), comprende al proprio interno tre tipologie di azioni che prevedono la costituzione di partenariati di enti in Europa:

  1. European Training Networks (ETN) (minimo tre enti/beneficiary di tre paesi diversi)
  2. European Industrial Doctorates (EID) (due enti/beneficiary di due paesi diversi)
  3. European Joint Doctorates (EJD) (minimo tre enti/beneficiary di tre paesi diversi)

Gli enti possono partecipare al bando secondo due modalità:

  1. Beneficiary: in questo caso gli enti sono partecipanti a tutti gli effetti del partenariato e, in caso di finanziamento, firmano il contratto con la Commissione Europea e ricevono il relativo finanziamento. Sono responsabili dell’implementazione del progetto e delle attività di training e formazione e di conseguenza reclutano, ospitano, immatricolano ed erogano lo stipendio agli Early Stage Researchers (dottorandi). Tutte le spese sono coperte dal finanziamento della Commissione Europea.
  2. Partner Organization: la partecipazione di questi enti non è obbligatoria all’interno dei partenariati, ma facoltativa. Se presenti, non firmano il contratto con la Commissione Europea e non ricevono fondi dalla Commissione Europea, ma devono impegnarsi per iscritto a collaborare, firmando una lettera di intenti già in fase di proposta. Il loro compito è di collaborare all’organizzazione delle attività di formazione degli Early Stage Researchers (dottorandi) e per questo, per coprire i costi delle attività, possono ricevere fondi dai beneficiari del progetto.

L'Università degli Studi di Milano, in qualità di ente che eroga formazione e rilascia il titolo di “Dottore di ricerca”, in questi progetti svolge il ruolo di Beneficiary.

European Joint Doctorates (EJD)

L’azione n. 3 European Joint Doctorates - EJD ha ereditato le attività precedentemente denominate Erasmus Mundus Joint Doctorate (EMJD).
In questo caso, diversamente dalle azioni 1 e 2, non si tratta semplicemente di creare una rete europea di dottorandi, quanto di definire un percorso comune di dottorato, con relativa equiparazione dei crediti e rilascio congiunto del titolo.
A questo fine, è necessario sottoscrivere accordi tra gli enti partecipanti fin dalla fase di proposta e prima della scadenza dei bandi.

Considerando che la definizione di questi accordi richiede approfondimenti e negoziazioni con le altre università che necessitano di tempi non immediati, nel caso si stia valutando di partecipare a questa specifica azione 3, si prega cortesemente di inviare una e-mail almeno 3 mesi prima della scadenza del bando ai seguenti indirizzi:

Nella e-mail dovranno essere indicate le informazioni principali sull’idea progettuale, così da permettere l’attivazione tutti i passaggi necessari, nello specifico:

  • nome e cognome del responsabile scientifico del progetto per l'Università degli Studi di Milano
  • indirizzo email del responsabile scientifico del progetto per l'Università degli Studi di Milano
  • specificare se UNIMI è coordinatore del progetto: si/no
  • nome dell’ente coordinatore del progetto (nel caso in cui non sia l'Università degli Studi di Milano)
  • a quale edizione del bando EJD si intende partecipare (specificare data scadenza bando)
  • corso di dottorato di riferimento presso l'Università degli Studi di Milano
  • paesi europei coinvolti nel partenariato

H2020-MSCA-ITN-2016

Guida per i proponenti

inizio pagina

Research and Innovation Staff Exchange Scheme (RISE)

Informazioni generali

In data 8 dicembre 2015 la Commissione Europea ha pubblicato il bando Marie Sklodowska-Curie "Research and Innovation Staff Exchange" (RISE). Grazie a questo strumento la Commissione Europea intende finanziare progetti di ricerca che mirino sia alla collaborazione internazionale sia a quella tra settore accademico e non accademico per favorire la diffusione e la condivisione di conoscenza.

Scadenza: 28 aprile 2016

Cosa finanzia il bando?

Il bando finanzia esclusivamente i cosiddetti “distacchi” (secondment), ossia le spese di mobilità (viaggio, alloggio etc.) per il trasferimento temporaneo presso un altro ente di personale di ricerca, tecnico e amministrativo, nonché le attività di training, networking, management, comunicazione e disseminazione all’interno di un partenariato di enti al fine di realizzare un progetto di ricerca della durata di max 48 mesi.

Il numero massimo di mesi di secondment finanziabili per progetto è pari a 540.

Caratteristiche del partenariato

Le proposte progettuali dovranno essere presentate da un partenariato minimo di 3 enti di 3 paesi diversi, con l’obbligo che almeno 2 paesi siano Stati membri o paesi associati a Horizon 2020.

Il bando stabilisce due condizioni vincolanti relativamente ai “distacchi” possibili:

  • se gli enti hanno sede in Stati Membri o Paesi Associati, il partenariato e i distacchi devono essere trans-settoriali, cioè dal settore accademico a quello non-accademico
  • nei confronti di enti con sede in Paesi Terzi cade l’obbligo della trans-settorialità. In ogni caso, anche se il partenariato prevede enti di Paesi Terzi, tra enti di Paesi Membri o Associati sono ammessi solo distacchi tra settore accademico e non accademico

Per essere ammissibile ai secondment il personale deve essere assunto dall’ente di origine da almeno 6 mesi prima della data di inizio del primo distacco.

H2020-MSCA-RISE-2016

Guida per i proponenti

 
inizio pagina