Voi siete qui

AGRICOLTURA: Programma regionale di ricerca in campo agricolo 2007-2009Programma regionale di ricerca in campo agricolo 2007-2009

Descrizione del programma

Il Programma:

  • delinea gli scenari di riferimento per la ricerca agricola lombarda
  • illustra le attività e i risultati dei precedenti Programmi (2001-2003 e 2004-2006)
  • definisce le linee strategiche per la ricerca regionale in agricoltura per il triennio 2007-2009
  • individua gli obiettivi generali e, per ogni comparto, gli obiettivi specifici e le azioni cui dovranno rispondere i progetti finanziati nel triennio

I principali ambiti d’azione sono:

  • gli interventi strutturali, infrastrutturali e di supporto finalizzati ad ampliare l’offerta di ricerca applicata
  • il sostegno finanziario di progetti di ricerca mirati a rispondere alle esigenze del settore agricolo e forestale

Linee strategiche 2007-2009

1. Finanziare progetti di ricerca di forte impatto sul sistema regionale
12 mil. € per progetti, di cui:

  • 65% per Invito Permanente (7,8 mil)
  • 20% per Inviti Mirati (2,4 mil)
  • 15% per attività diretta (1,8 mil)
  • Almeno il 60% dei progetti finanziati con l’Invito permanente con filiera nella partnership
  • Almeno 40% di compartecipazione

2. Sostenere l’eccellenza della ricerca agraria e biotecnologica regionale

  • 11,5 mil € per AdP per il Polo dell’Università e della ricerca di Lodi
  • 1,8 mil € per il sostegno agli enti di ricerca
  • 3 mil € per grandi progetti interregionali, nazionali, internazionali

3. Aumentare l’accesso all’innovazione tecnologica da parte delle imprese

  • Aumento del 10% delle iniziative di divulgazione realizzate nel 2005
  • 15% del budget per progetti per attività di trasferimento dei risultati
  • Iniziative congiunte tra ricerca e servizi di sviluppo agricolo (n. e valore finanziario)
  • Messa a disposizione di linee guida per la stesura dei materiali per la comunicazione

4. Aumentare la massa critica delle risorse finanziarie investite nella ricerca agraria

  • Condivisione Inviti (permanente e mirati) con altre Direzioni Generali
  • 15% del budget per progetti a carico di altre Direzioni Generali
  • Incontri di lavoro e accordi con finanziatori esterni a Regione Lombardia (n. e valore di iniziative cofinanziate)

5. Rafforzare la rete di relazioni, il confronto e la collaborazione tra enti di ricerca e le filiere produttive

  • Almeno il 60% dei progetti finanziati con l’Invito permanente con filiera nella partnership
  • Realizzazione di almeno dieci incontri tematici con ricercatori e rappresentanti delle principali filiere produttive

6. Migliorare il sistema di valutazione del Programma e le procedure di accesso ai contributi

  • Elaborazione di un rapporto di valutazione delle politiche di ricerca attivate con i Programmi
  • Revisione sistema di valutazione
  • Integrazione con sistema QuESTIO
  • Aggiornamento modulistica
inizio pagina

Procedure per presentare le domande

Cosa è rimasto invariato

  • Tipologie di intervento finanziabili (studi, ricerca applicata, ricerca orientata, sperimentazione dimostrazione)
  • Beneficiari (chi può fare domanda)
  • Durata massima triennale
  • Spese ammissibili e contributo massimo annuo (€ 150.000) per progetto
  • Modalità di erogazione dei contributi
  • Schede di valutazione “Elementi di priorità regionale” e “Coerenza congiunturale e con gli indirizzi della programmazione regionale”

Chiarimenti introdotti

  • Non si finanzia ricerca di base e progetti di interesse di singole imprese o gruppi di imprese
  • Definizione dei ruoli (proponente, beneficiario, partner, capofila, consulente, responsabile scientifico)
  • Ruolo degli enti regionali: ERSAF, IRER, ARPA possono partecipare solo in qualità di consulenti, quando il loro ruolo è indispensabile

Semplificazioni e novità

  • Non è richiesta alcuna documentazione che comprovi la qualificazione degli enti di ricerca
  • Iscrizione al sistema QuESTIO non obbligatoria
  • Aggiustamenti negli “adempimenti a carico del beneficiario” (soprattutto per rapporti con i partner)
  • Modifiche alla scheda di valutazione “Tecnico scientifica”

Obiettivi

  • Obiettivi generali (già nel Programma)
  • Obiettivi e azioni per comparto: dal programma, con poche esclusioni (faunistico, un’azione per il comparto vitivinicolo)
  • Obiettivi in ordine di priorità (con punteggi differenziati)

Risorse finanziarie

Nel triennio 2004-2006:

  • 10,5 milioni (3,5/anno)
  • 98 progetti (32,6/anno)

Nel triennio 2007-2009:

  • 7,8 milioni (media 2,6/anno)
  • Ipotesi:73 progetti (24,3/anno)

Inviti mirati

  • Tematiche strategiche legate alla valorizzazione e gestione del territorio rurale, alla sostenibilità ambientale delle attività agricole e all’approfondimento delle conoscenze sul contesto economico e sociale di riferimento per il settore agricolo
  • € 2,4 milioni nel triennio

Come presentare la domanda

La domanda di contributo deve essere fatta da un unico soggetto: il Proponente.

Con un’unica domanda il Proponente può chiedere il contributo per più progetti.

La domanda deve essere compilata in DoRA.

Alla domanda bisogna allegare:

  • la versione cartacea del progetto
  • la versione cartacea della sintesi del progetto emessa da DoRA
  • un supporto informatico contenente:
  • file DoRA_Export.mdb prodotto da DoRA
  • file .doc del/i progetto/i

A ogni progetto devono essere allegati:

  • una dichiarazione per ogni Partner
  • una dichiarazione per ogni Cofinanziatore non Partner
  • la dichiarazione del Responsabile scientifico afferente ad un Ente di ricerca, con allegato curriculum
  • una dichiarazione per ogni ente coinvolto come Consulente

Le domande devono essere:

  • indirizzate a Regione Lombardia - Direzione Generale Agricoltura - Via Pola 12/14 - 20124 MILANO
  • consegnate alla stessa o alle Sedi Territoriali Regionali presenti in tutti i capoluoghi di provincia (consultare il file "Indirizzi Sportelli Protocollo Federato").


Scadenze

  • Le domande pervenute entro le ore 16.30 del 15 febbraio 2007 saranno avviate alla valutazione per la predisposizione del Piano per la ricerca e lo sviluppo 2007.
  • Le domande pervenute entro le ore 16.30 del 27 settembre 2007 saranno avviate alla valutazione per la predisposizione del Piano per la ricerca e lo sviluppo 2008.
  • Le domande pervenute entro le ore 16.30 del 29 settembre 2008 saranno avviate alla valutazione per la predisposizione del Piano per la ricerca e lo sviluppo 2009.
inizio pagina

Valutazione: elementi determinanti per il successo delle proposte

Il progetto deve:

  • essere di interesse “lombardo” e il più ampio possibile;
  • portare a risultati concreti e prontamente trasferibili (non sono finanziabili progetti di ricerca di base);
  • essere di durata (massimo 3 anni) logica con il raggiungimento di risultati “spendibili”;
  • essere coerente con gli Obiettivi generali, gli obiettivi specifici e relative azioni dichiarate per Comparto nell’Invito.

Inoltre è opportuno che il progetto:

  • coinvolga i soggetti rappresentativi della filiera o del comparto interessato e/o le istituzioni competenti (a garanzia dell’interesse del Sistema agricolo e della rapida ricaduta dei risultati)
  • preveda risultati trasferibili in particolare ai servizi tecnici agricoli pubblici, ai Servizi di Sviluppo Agricolo regionali e alle imprese, per il loro tramite
  • preveda una significativa compartecipazione finanziaria da parte dei soggetti (Partner o no) interessati ai risultati del progetto
  • preveda nella partnership la presenza di soggetti della filiera interessata a garanzia della buona aderenza del progetto alle esigenze del comparto e di una efficace ricaduta dei risultati.

Il progetto deve essere così articolato:

  • Analisi dei fabbisogni e stato dell’arte
  • Obiettivi del progetto e risultati attesi
  • Ricaduta e destinatari dei risultati
  • Descrizione analitica del progetto e piano di attività
  • Dati finanziari
  • Analisi costi/benefici

La nuova Scheda di valutazione TS

1) Qualità tecnico-scientifica e innovazione
1.1 Descrizione dello stato dell’arte e analisi dei fabbisogni
1.2 Chiarezza e concretezza degli obiettivi del progetto 
1.3 Qualità scientifica della ricerca e livello di innovazione
1.4 Adeguatezza dell’approccio metodologico e del piano di attività

2) Trasferibilità e modalità di sfruttamento e trasferimento dei risultati
2.1 Presenza di indicatori di risultato e loro coerenza 
2.2 Qualità del programma di iniziative di informazione e di trasferimento dei risultati 
2.3 Utilità e immediatezza di fruibilità da parte dei destinatari individuati 

3) Competenza e capacità operativa degli attuatori, congruità e gestione delle risorse
3.1 Competenza degli attuatori  e presenza di tutte le professionalità e le figure necessarie (anche in qualità di Partner e/o consulenti) 
3.2 Adeguatezza delle modalità di gestione del progetto e della partnership 
3.3 Congruità della durata rispetto agli obiettivi 
3.4 Adeguatezza delle risorse finanziarie previste e qualità dell’analisi costi/benefici

inizio pagina

Documentazione

Documenti scaricabili:

Programma regionale di ricerca in campo agricolo 2007-2009

Invito a presentare domande di contributo per progetti di ricerca in agricoltura

Istruzioni e modulistica per presentare le domande di contributo

DoRA 2007

Manuale d'uso di DoRA

Traccia per la compilazione del progetto

Indirizzi Sportelli Protocollo Federato

Modelli compilabili per le dichiarazioni

Esito valutazioni Bando Agricoltura 2006

inizio pagina

Contattateci

Per le informazioni iniziali e la redazione delle proposte:

Sportello Finanziamenti per la Ricerca

e-mail ufficio: sportello.ricerca@unimi.it

Sede: Via Festa del Perdono, 7 - 20122 MILANO
Fax: +39.02.503.12035

Chiara Rengo +39.02.503.12759 chiara.rengo@unimi.it
Massimo Bianchi +39.02.503.12069 massimo.bianchi@unimi.it 
Vittoria Mastromauro +39.02.503.12753 vittoria.mastromauro@unimi.it
Laura Sangalli  +39.02.503.12773 laura.sangalli@unimi.it

 

Per la consulenza alla rendicontazione:

Ufficio Auditing e Consulenza Contabile Progetti

e-mail ufficio: audit.ricerca@unimi.it

Sede: Via Festa del Perdono, 7 - 20122 MILANO
Fax: +39.02.503.12035

Gerardo D'Errico +39.02.503.12051 gerardo.derrico@unimi.it
Maurizio Santoro +39.02.503.12089 maurizio.santoro@unimi.it
Raffaella Caporaso  +39.02.503.12054 raffaella.caporaso@unimi.it

inizio pagina