Bando FIRB Futuro in Ricerca 2012

IN EVIDENZA

AVVISO

ESITO PRE-SELEZIONE BANDO PRIN 2010-2011 E FIRB FUTURO IN RICERCA 2012

Il 15 giugno 2012 si è conclusa la fase di pre-selezione, operata da parte dei singoli Atenei, rispetto ai bandi PRIN 2010-2011 e FIRB Futuro in Ricerca 2012.

Alla scadenza dei due bandi (rispettivamente 29 febbraio 2012 e 16 marzo 2012) i progetti di UNIMI da valutare erano n. 66 per il bando PRIN 2010/2011  e n. 54 per il bando FIRB 2012.

La Commissione di Garanzia, nominata dal Senato Accademico in data 9 febbraio 2012, ha coordinato le operazioni di valutazione identificando e contattando n. 366 valutatori per il bando PRIN e n. 286 valutatori per il bando FIRB. Tutti i progetti sono stati valutati da almeno due valutatori indipendenti individuati nell'ambito della banca dati MIUR gestita dal CINECA.

In base a quanto previsto dai due bandi, UNIMI ha potuto inviare, al termine della fase di preselezione, 30 progetti PRIN (45,45% dei presentati) e 11 progetti FIRB (20,37% dei presentati).

In data 12 giugno 2012, il Senato Accademico di UNIMI ha individuato i 30 progetti PRIN e gli 11 progetti FIRB da inviare al MIUR per la seconda fase di valutazione.

Entro la fine del mese di giugno 2012, tutti i coordinatori dei progetti saranno allertati dal CINECA via e-mail e potranno consultare nella propria pagina docente le schede di valutazione.

:::::::::: Elenco dei progetti selezionati ::::::::::

Informazioni generali

Il MIUR ha pubblicato in data 27 dicembre 2011 il nuovo bando FIRB Futuro in ricerca 2012, con successive modifiche apportate con D.M. 12 gennaio 2012 n. 3/ric

Testo del nuovo bando FIRB Futuro in ricerca 2012 (aggiornato al D.M. 12/01/2012)

inizio pagina


A chi è rivolto

Il bando finanzia tre linee di intervento:

  • Linea 1 – si rivolge a dottori di ricerca italiani o comunitari, non strutturati presso gli atenei italiani, statali o non statali, e gli enti pubblici di ricerca afferenti al MIUR, che non abbiano già compiuto il 33° anno di età alla data di scadenza del bando e che alla stessa data abbiano conseguito il dottorato di ricerca da almeno  2 anni e prodotto almeno cinque pubblicazioni dotate di ISBN o ISSN; 
  • Linea 2 – si rivolge a dottori di ricerca italiani o comunitari, non strutturati presso gli atenei italiani, statali o non statali, e gli enti pubblici di ricerca afferenti al MIUR, che non abbiano compiuto il 36° anno di età alla data di scadenza del bando e che, alla stessa data, abbiano conseguito il dottorato di ricerca da almeno 4 anni e  prodotto almeno dieci pubblicazioni dotate di ISBN o ISSN; 
  • Linea 3 – si rivolge a  giovani professori o ricercatori già assunti a tempo indeterminato presso  gli atenei italiani, statali o non statali, e gli enti pubblici di ricerca afferenti al MIUR  che non abbiano già compiuto il 40° anno di età alla data di scadenza del presente bando e che abbiano prodotto almeno quindici , pubblicazioni dotate di ISBN o ISSN.

inizio pagina


Caratteristiche dei progetti

Il Programma prevede che i giovani ricercatori presentino, in qualità di Coordinatore scientifico nazionale oppure di responsabile unità locale, progetti di ricerca fondamentale di durata almeno triennale e che coinvolga, indipendentemente dall’appartenenza alla linea di intervento, può prevedere da tre a cinque unità di ricerca; anche le singole unità di ricerca debbono ricadere sotto la responsabilità scientifica di un giovane dottore di ricerca (Linea 1 e/o Linea 2) o docente o ricercatore (Linea 3) in possesso degli stessi requisiti del coordinatore.

inizio pagina


Principali novità introdotte

  • Dimensionamento-tipo dei progetti che prevede, per numero di partecipanti e entità delle risorse, una soglia più elevata rispetto a quella finora seguita
  • Limitazione del numero dei progetti con capofila nazionale l’Ateneo, candidabili alla fase finale di valutazione, che sarà gestita dal Ministero
  • Modalità esplicita di selezione, in carico ai singoli Atenei capofila, per ridurre le eventuali eccedenze di candidature presentate nella prima fase
  • Dotazione più consistente di risorse
  • Meccanismo certificato di selezione attraverso la valutazione di peer review ministeriale

È previsto che la valutazione vera e propria dei progetti presentati avvenga in due fasi e sia preceduta da un’azione di orientamento e di sostegno e monitoraggio alla presentazione delle candidature. Sulla base dei progetti presentati al Ministero entro le scadenze di marzo (vedi Riepilogo scadenze), tutte le proposte eleggibili in cui UNIMI è l’ente del Coordinatore nazionale saranno sottoposte a una prima fase di valutazione esterna.

Questa prima fase della valutazione si svolgerà a cura di UNIMI e terminerà il 15 giugno 2012. I progetti che supereranno questa prima fase di valutazione verranno inviate alla seconda fase di valutazione che si svolgerà a cura del MIUR.

Il contingentamento del progetti ammissibili alla seconda fase, indicato per UNIMI in un massimo di undici, impone una logica in grado di:

  • ridurre, attraverso una preselezione, le candidature già presentate nella prima fase con capofila l’Ateneo, anche avvalendosi delle possibilità collegate alla partecipazione come partner a progetti con altri capofila;
  • favorire i processi di convergenza su proposte forti, strutturate e con alta possibilità di successo, anche attraverso il ricorso a una prevalutazione che anticipi possibili critiche e introduca cambiamenti migliorativi;
  • proiettare l’intera operazione negli scenari che si vanno delineando nei prossimi anni, dall’avvio nel nuovo Programma Quadro Europeo Horizon 2020 alla possibilità di ripresa di canali di finanziamento mirato su progetti di ricerca d’Ateneo, anche in collaborazione con terzi, che vedano i nuovi Dipartimenti come soggetti ordinatori con la relativa dotazione di idonee risorse.

Al fine di organizzare al meglio il processo di valutazione, e considerati i tempi molto ristretti, tutti coloro che intendono presentare progetti “FIRB futuro in ricerca 2012”, con UNIMI in qualità di Coordinatore nazionale, sono invitati a compilare apposita scheda predisposta dalla Divisione Servizi per la Ricerca e a inviarla a consultazioni.ricerca@unimi.it entro e non oltre lunedì 6 febbraio 2012 (ore 12.00).

inizio pagina


Budget e aspetti finanziari

I progetti potranno essere finanziati sino ad un limite del 70% del costo progetto. Il costo relativo a ciascun progetto dovrà risultare compreso tra euro 500.000 ed euro 1.200.000. Tutti i Responsabili Unità (sia linea 1, sia linea 2, sia linea 3) dell’Università degli Studi di Milano dovranno predisporre il budget.

Per approfondimenti è possibile contattare la Segreteria Amministrativa del proprio Dipartimento e/o l'Ufficio Auditing e Consulenza Contabile Progetti (preferibilmente per e-mail audit.ricerca@unimi.it).

Documenti scaricabili

Linee guida per la gestione e rendicontazione 2012

File per la costruzione del budget

inizio pagina

Riepilogo scadenze

6 febbraio 2012 (ore 12) scadenza interna per l'invio della scheda progetto a consultazioni.ricerca@unimi.it
15 febbraio 2012 scadenza interna entro la quale far pervenire all’Ufficio Sportello Finanziamenti per la Ricerca – Via Festa del Perdono, 7 – 20122 Milano la Delibera del Consiglio di Dipartimento (o, in caso di impossibilità, lettera del Direttore di Dipartimento), il cui modello è disponibile nel box download sottostante
22 febbraio 2012 (ore 17) scadenza prevista dal bando per la presentazione dei progetti tramite procedura CINECA (unità B - partner)
29 febbraio 2012 (ore 17) scadenza prevista dal bando per la presentazione dei progetti tramite procedura CINECA (unità A - coordinatori)
6 marzo 2012 scadenza prevista dal bando per la consegna dei modelli A e B, debitamente sottoscritti dal Responsabile scientifico, all’Ufficio Sportello Finanziamenti per la Ricerca (Via Festa del Perdono, 7 – 20122 Milano)
1 marzo 2012 inizio della prima fase di valutazione
16 giugno 2012 scadenza della prima fase di valutazione

IMPORTANTE: qualsiasi proposta che dovesse giungere oltre le ore 12 del 6 febbraio 2012 non potrà essere considerata e trattata nelle successive fasi del processo di valutazione, come da circolare rettorale (versione in pdf)

Documenti scaricabili

Circolare rettorale PRIN 2010-2011 e FIRB Futuro in ricerca 2012

Sintesi bando FIRB Futuro in ricerca 2012

Scheda progetto FIRB (UNIMI capofila)

Schema di delibera del Consiglio di Dipartimento o Centro

Facsimile lettera di intenti in italiano per le collaborazioni con organismi nazionali

Facsimile lettera di intenti in inglese per le collaborazioni con organismi internazionali

Facsimile lettera di intenti in italiano da utilizzare esclusivamente per le consulenze/commesse di ricerca

Facsimile lettera di intenti in italiano per le collaborazioni con altre Università italiane o Enti di ricerca italiani vigilati dal MIUR

inizio pagina