Voi siete qui

Borse di Ateneo - servizio e merito  

IN EVIDENZA

GRADUATORIA PROVVISORIA BORSA DI STUDIO DI ATENEO PER GLI ISCRITTI AL 1° ANNO DI LAUREA MAGISTRALE - ANNO ACCADEMICO 2017/2018

Pubblicata la graduatoria provvisoria dei richiedenti la borsa di studio di Ateneo, di merito e di servizio, rivolta agli studenti iscritti al 1° anno dei corsi di laurea magistrale anno accademico 2017/2018.
Si accede al proprio esito da UNIMIA o attraverso i Servizi online SIFA  > Diritto allo studio, borse, alloggi e ristorazione > Sportello online borse, alloggi, mense > Esito graduatorie.
Eventuali ricorsi avverso l'esito potranno essere presentati entro il 12 giugno 2018, tramite la funzione all'esito online.
Per informazioni scrivere allo sportello online Infostudenti: www.unimi.infostudente.it selezionando la categoria "borse di studio".

Documenti scaricabili

Borse di studio di Ateneo anno accademico 2017/2018

Il bando è stato modificato con decreto rettorale 3032/2017 del 4/8/2017.

Borse di studio di Ateneo anno accademico 2016/2017

Borse di servizio

Rivolte a chi supera la fascia di reddito massima prevista per partecipare ai bandi di assegnazione delle borse regionali (DSU) per il diritto allo studio, le 500 borse di servizio, dell’importo di 1.800 euro, messe a concorso dall’Ateneo per l’anno accademico 2018-2019 comprendono:

  • 120 per studenti iscritti per la prima volta al primo anno di corso, suddivise in: 90 destinate alle matricole dei corsi di laurea e laurea magistrale a ciclo unico e 30 riservate alle matricole dei corsi di laurea magistrale
  • 380 per studenti iscritti ad anni successivi al primo.

Per concorrere all’assegnazione di queste borse bisogna innanzitutto essere in possesso di:

  • ISEE superiore a 23.000 e fino a 40.000,00 euro e ISPE non superiore a 75.000 euro
  • ISEE inferiore a 23.000 euro e ISPE compreso tra 50.000 e 75.000 euro

Nel bando sono specificati nel dettaglio tutti gli altri requisiti richiesti.

inizio pagina


Borse di merito

Le borse di merito, dell’ammontare massimo di 6000 euro, sono contributi integrativi destinati ai beneficiari di borse regionali (DSU) per il diritto allo studio e borse di servizio dell'Ateneo.

Chi ne ha titolo, viene inserito d’ufficio nelle graduatorie delle borse di merito, a condizione di avere una media ponderata acquisita non inferiore al 95 percentile della distribuzione dei voti del proprio corso di laurea.

Gli idonei all'assegnazione delle borse di merito beneficiano anche dell’esonero totale dalle tasse e dai contributi.

Sono 160 le borse di merito previste per l’anno accademico 2018-2019, suddivise in:

  • 60 destinate agli iscritti per la prima volta al primo anno, di cui: 30 destinate per le matricole dei corsi di laurea e laurea a ciclo unico e 30 riservate alle matricole dei corsi di laurea magistrali
  • 100 riservate agli iscritti ad anni successivi al primo.

inizio pagina