Voi siete qui

FAQ: le risposte alle domande più frequenti

1. Dove trovo le informazioni per iscrivermi a uno dei vostri corsi, per partecipare ai programmi Socrates/Erasmus o accedere a programmi rivolti agli studenti stranieri?

Gli studenti stranieri che intendono iscriversi a un’università italiana devono seguire le indicazioni ministeriali. E' bene quindi consultare attentamente le Norme per l'accesso degli studenti stranieri ai corsi universitari emanate dal MIUR (Ministero dell’Università e della Ricerca).
Le disposizioni del MIUR  forniscono informazioni di carattere generale, notizie sul numero dei posti a disposizione degli studenti stranieri nelle varie università, sulle scadenze sulle procedure di iscrizione, sui titoli utili per l'immatricolazione (allegati 1 e 2).
Inoltre è possibile trovare informazioni su accordi particolari come il Programma Marco Polo, che prevede un contingente di posti destinato agli studenti cinesi.
Da visitare anche Universitaly, il portale del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, creato appositamente per accompagnare gli studenti nel loro percorso di studi.

Sul portale del nostro Ateneo si trovano invece sia indicazioni di carattere più generale sul sistema universitario italiano che informazioni più specifiche sui nostri corsi di studio, sulle procedure da seguire per iscriversi e per usufruire delle borse di studio, delle agevolazioni e delle opportunità  a disposizione degli iscritti all’Università degli Studi di Milano in generale e degli studenti stranieri in particolare. 

L’Ufficio Studenti Internazionali

Per tutte le informazioni che non è possibile reperire nel portale contattare l’Ufficio Studenti Internazionali international.students@unimi.it: oltre a ricevere aiuto nella fase di ammissione o immatricolazione, un Welcome Desk garantirà tutto il supporto possibile per organizzare il soggiorno in Italia, prima e dopo l'arrivo.
Per conoscere gli altri uffici di riferimento per gli studenti internazionali cliccare qui.

I programmi Socrates/Erasmus

Gli studenti EU interessati ai programmi Socrates/Erasmus, trovano tutte le informazioni sulle università partner, su come fare domanda e cosa fare prima di partire per Milano sul nostro portale d'Ateneo.

I docenti stranieri e gli uffici relazioni internazionali delle università straniere che intendono stabilire una collaborazione con il nostro Ateneo nell’ambito dei vari programmi EU, possono consultare le pagine dedicate alla Formazione internazionale o, nel caso dei programmi LLP-Erasmus, contattare i singoli delegati di facoltà.

Informazioni online

Il nostro Ateneo mette a disposizione degli studenti  anche un servizio di informazioni online.

Le domande vanno formulate e inoltrate usando un apposito modulo elettronico specificando, prima di tutto,  se si è uno studente “iscritto” o “non iscritto”.

inizio pagina

2. A quali corsi può iscriversi uno studente internazionale?

Gli studenti internazionali che hanno un titolo di studio valido e superano le prove di ammissione previste possono iscriversi a tutti i corsi di studio attivati dall'Ateneo.  

 

inizio pagina


3. Qual è la procedura che devono seguire i cittadini non-EU residenti all’estero?

I cittadini non-EU residenti all’estero  che intendono iscriversi a un corso di laurea, o ad una scuola di specializzazione non medica, devono seguire le indicazioni ministeriali e presentare una domanda di preiscrizione all’ Ambasciata o al Consolato italiano nel loro paese di residenza.
Per essere ammessi all'Università, una volta che sia stata accettata la domanda, dovranno sostenere una prova di lingua italiana,  obbligatoria per tutti i corsi, tranne quelli che si svolgono completamente in lingua straniera.

Gli studenti cinesi possono avvalersi del Programma Marco Polo, uno specifico accordo internazionale che ne agevola le procedure di immatricolazione.

Per iscriversi alle lauree magistrali non a ciclo unico (biennali) è necessario inoltre presentare una domanda di ammissione per la valutazione del proprio curriculum di studi.

Per iscriversi ai corsi di laurea ad accesso programmato, una volta superata la prova di conoscenza della lingua, bisogna sostenere il test di ingresso previsto dal corso che si è scelto di frequentare.

Per l’ammissione alle scuole di specializzazione mediche , ai master , ai corsi di perfezionamento o ai dottorati di ricerca  bisogna consultare le informazioni contenute nei singoli bandi di concorso.

Può essere molto utile inoltre consultare il portale UniversItaly  il portale del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, creato appositamente per accompagnare gli studenti nel loro percorso di studi.

inizio pagina


4. Qual è la procedura che devono seguire i cittadini EU, i cittadini non-EU con un permesso di soggiorno valido e i cittadini italiani con diploma di scuola secondaria conseguito all’estero?

I cittadini EU e non-EU con regolare permesso di soggiorno (come da Legge n. 189 del 30.07.2002, comma 26) accedono all’università alle stesse condizioni dei cittadini italiani e non devono sostenere il test di conoscenza della lingua italiana.


 

inizio pagina


5. Quali sono i documenti necessari per ottenere il riconoscimento del titolo di studio accademico?

I cittadini non europei residenti all’estero devono presentare domanda di riconoscimento all’ambasciata o al consolato italiano del loro paese, allegando i titoli universitari che intendono far riconoscere, legalizzati dalle autorità competenti, e ufficialmente tradotti in italiano.
La rappresentanza diplomatica italiana rilascerà per ogni titolo di studio un particolare documento, detto "Dichiarazione di valore in loco" necessario per stabilire la validità del titolo ottenuto all'estero.

La documentazione validata dalla rappresentanza italiana, con la dichiarazione di valore in loco dovrà essere presentata all'Università insieme al diploma di scuola superiore, al certificato con l'elenco di tutti gli esami sostenuti, e ai relativi programmi di studio se richiesti per lo specifico corso di studi. Il certificato e i programmi sono accettati anche in lingua, francese, inglese, tedesca, o spagnola (salvo diversamente indicato per lo specifico corso).

Gli studenti EU, dovunque risiedano, e gli studenti non-EU con permesso di soggiorno valido, possono presentare la domanda direttamente all’Ufficio Studenti Internazionali allegando la documentazione elencata sopra, se necessario richiedendola alla rappresentanza italiana nel Paese in cui il titolo è stato ottenuto (Modulo C)

I candidati che fanno domanda di riconoscimento di un titolo di studio devono pagare un contributo di 75 Euro.

Per avere ulteriori informazioni sulle procedure di iscrizione ai corsi di laurea, sui moduli e sulle scadenze, consultare attentamente la sezione Come iscriversi o la sezione Courses  del nostro sito internazionale, oppure scrivere all'indirizzo e-mail: international.students@unimi.it.

inizio pagina


6. Quali sono gli uffici di riferimento per gli studenti stranieri?

Innanzitutto l'Ufficio Studenti Internazionali, al quale rivolgersi per ottenere informazioni sui requisiti di ammissione all'università e sulla validità dei titoli conseguiti all'estero. Grazie al suo Welcome Desk, sarà possibile ottenere supporto per l'organizzazione del soggiorno in Italia.

Ci sono poi altri uffici dedicati agli studenti erasmus o specializzati in attività rivolte a tutti gli studenti. Indirizzi, orari di apertura e  mezzi di trasporto pubblico per raggiungerli sono disponibili nella sezione Contatti e notizie utili .

inizio pagina


7. Quanto costa l’iscrizione a un corso di laurea per un anno accademico?

I costi di iscrizione all'università variano a seconda del proprio reddito familiare e del corso scelto.
Vengono definiti annualmente intorno a Marzo e approssimativamente corrispondono ai seguenti importi:

  • una prima rata, di circa 690 euro, da pagarsi al momento dell’immatricolazione
  • una seconda rata del valore massimo di 3900, che varia a seconda del corso di studi scelto e al reddito familiare, e che in alcuni casi può essere rateizzata. 

Affinché la seconda rata venga calcolata in proporzione al reddito, è necessario ottenere l'attestazione ISEE per il diritto allo studio universitario, altrimenti l’università attribuirà l’importo massimo previsto per il corso di studi scelto.

Per richiederla è necessaria la documentazione che attesta i redditi e il patrimonio (ad es. abitazione, utili societari, depositi bancari) di tutte le persone che appartengono alla famiglia dello studente, riferiti all’anno solare precedente all'immatricolazione.

I documenti devono essere rilasciati dalle autorità competenti del Paese in cui i redditi sono stati prodotti, tradotti in italiano e legalizzati con le modalità previste dalla legge.

 

inizio pagina


8. Cos’è un corso singolo e come ci si iscrive?

Chi desidera ampliare le proprie conoscenze, per tenersi aggiornato o semplicemente per interesse personale, può frequentare uno qualsiasi dei corsi d’insegnamento offerti dal nostro Ateneo e sostenere l’esame finale ottenendo un certificato di frequenza.

L’elenco degli insegnamenti è reperibile sulle guide dello studente, o sui manifesti degli studi, disponibili sui siti dei corsi di studio.

Per essere ammessi ai corsi singoli  bisogna avere: un diploma di scuola secondaria o una laurea di primo o secondo livello, oppure un titolo straniero equivalente. In questo caso il titolo di studio deve essere tradotto in italiano da traduttore ufficiale, legalizzato dalle autorità competenti, secondo la normativa vigente e accompagnato da dichiarazione di valore in loco rilasciata dalla Rappresentanza diplomatica italiana nel Paese in cui è stato rilasciato.

Costi

L'importo da versare per l’iscrizione ai corsi singoli è di 180,00 € ad esame, per tutti i corsi di laurea, con riduzione del 30% per ogni corso successivo al primo.

Chi si iscrive a corsi singoli afferenti al corso di laurea online in Sicurezza dei sistemi e delle reti informatiche (sede di Crema) deve versare un contributo di 300,00 € per ogni corso singolo fino al massimo di 2 corsi.

Gli studenti stranieri che partecipano a programmi interuniversitari – o che sono iscritti a università straniere che hanno stabilito accordi specifici con il nostro Ateneo – e i titolari di borse di studio del governo italiano sono esentati dal pagamento delle tasse di iscrizione, anche se devono comunque versare un contributo di 75 euro per le spese amministrative.

inizio pagina

9. Cos’è un corso di perfezionamento e come vi si accede?

I corsi di perfezionamento sono corsi di formazione e aggiornamento permanenti che consentono di sviluppare, a chi li frequenta, la propria preparazione e le proprie capacità  in modo da migliorarne le competenze professionali. I corsi durano in genere dai tre ai sei mesi e differiscono dai master perchè non rilasciano alcun titolo accademico. Alla fine del corso viene rilasciato un attestato di frequenza che riporta le caratteristiche del corso.
 
Per essere ammesso ai corsi di perfezionamento bisogna avere una laurea di primo o secondo livello o un titolo straniero equivalente, a seconda di quanto richiesto dal singolo bando concorso, e superare una prova d'esame. 

I bandi si possono consultare nell'apposita sezione dove, insieme all'elenco dei corsi di formazione offerti dalla nostra Università, vengono indicate anche le procedure di iscrizione



 

inizio pagina


10. Ci sono servizi di alloggio e mense per studenti?

La nostra Università offre una serie di servizi pensati per aiutare gli studenti nel loro percorso di studio. Questi riguardano anche i servizi di mensa e alloggio.
Tutti gli studenti iscritti a un corso di laurea possono fare domanda per un alloggio (le domande vengono valutate in base al rendimento scolastico e al reddito familiare) e per ottenere il tesserino di accesso alle mense.

Esistono poi una serie di link utili per risolvere il problema abitativo e a trovare un alloggio sia temporaneo che di più lunga durata.

inizio pagina


11. Ci sono corsi di italiano per studenti stranieri?

Il nostro Ateneo offre una serie di corsi di lingua italiana

Ci sono corsi gratuiti destinati agli studenti Erasmus, agli iscritti al corso di Mediazione culturale e corsi destinati agli studenti cinesi che partecipano al Programma Marco polo, oltre ai corsi avanzati di approfondimento della lingua e della cultura italiana gestiti dal CALCIF (Centro d’Ateneo per la promozione della lingua e della cultura italiana) che organizza anche corsi estivi.

Una volta arrivati a Milano potrete anche decidere di perfezionare il vostro italiano iscrivendovi ai corsi per stranieri del Comune di Milano.

inizio pagina


12. Esistono dei servizi per gli studenti disabili?

La nostra Università mette a disposizione una serie di servizi orientati al counseling e supporto e all’integrazione, di tutti gli studenti nell’ambiente universitario, e in particolare promuove l’integrazione degli studenti e del personale disabile che opera in Università, fornendo loro una serie di appositi servizi.

inizio pagina