Borse di specialità non mediche  

Guida alla procedura del Pagamento delle Borse di Specialità Non Mediche
l. 398/1989 a cura della Direzione Risorse Umane

Il Senato Accademico delibera annualmente il numero di borse di studio da attribuire per ogni singola scuola di specializzazione. Agli ammessi alle scuole di specializzazione, cui il Senato Accademico  ha attribuito borse di studio, è corrisposta, per tutta la durata del corso, ad esclusione dei periodi di sospensione della formazione specialistica, una borsa di studio determinata in 11.357,00 Euro annui non soggetta a dichiarazione dei redditi né imposizione IRPEF (L. 476/1984 art. 4; L. 398/1989 art. 6, comma 6). Il limite di reddito per aver diritto alla corresponsione della borsa di studio è per l'anno solare di conferimento della borsa, pari a euro 7.746,85 lordi.
La borsa di studio viene corrisposta in 2 rate, la prima all'emanazione del decreto di conferimento della borsa e la seconda previa presentazione, da parte del Direttore della Scuola, di regolare attestazione di frequenza, da consegnare  alla Direzione Risorse Umane (Ufficio Contratti di Formazione e Ricerca). Ai fini della corresponsione della borsa occorre che sia presentata alla Direzione Risorse Umane, la dichiarazione dei dati anagrafici e bancari (scheda anagrafica).
 

Per informazioni sui pagamenti rivolgersi all'Ufficio Contratti di Formazione e Ricerca (marilena.dibella@unimi.it; 0250313267 o cinzia.denti@unimi.it 0250313303)


Scheda anagrafica

scheda anagrafica