Esonero a domanda  

Sono disponibili diverse tipologie di esonero, da richiedere presentando domanda di esonero con le modalità indicate al paragrafo dedicato.


Modalità di presentazione della domanda di esonero

Per poter inoltrare la domanda di esonero dal contributo onnicomprensivo (seconda rata) è necessario avere effettuato l'iscrizione all'anno accademico 2018/2019 con il versamento della prima rata delle tasse, pari a 156 Euro.

Le richieste di esonero si presentano online dal 2 novembre al 30 novembre 2018, con le seguenti modalità:

  • accedere, tramite la pagina personale UNIMIA ai Servizi online SIFA –> Pagamenti, tasse ed esoneri -> Domanda di esonero dalle tasse.
  • scegliere dalla lista il tipo di esonero che si intende richiedere

La procedura verifica se, in base alla posizione amministrativa, il richiedente può effettivamente beneficiare del tipo di esonero richiesto e rilascia una ricevuta con l'indicazione del possesso o meno dei requisiti (in caso di mancanza dei requisiti ne è indicata la motivazione e la domanda si intende non presentata).

Sulle richieste di esonero è effettuato un controllo a campione: in tale eventualità gli studenti trovano indicato sulla ricevuta l'elenco dei documenti e le modalità di presentazione all'Ufficio che effettuerà la valutazione.

E' facoltà dell’Ufficio richiedere ogni documento ritenuto necessario per una migliore valutazione della richiesta di esonero.

inizio pagina


Per chi si laurea in corso

Sono rimborsati dal contributo onnicomprensivo (seconda rata) riferito all’ultimo anno accademico di iscrizione gli studenti

  • con attestazione ISEE non superiore a 35.000 Euro
  • che conseguono la laurea nel numero minimo di anni previsto dai rispettivi ordinamenti a decorrere dalla data di prima immatricolazione all'Università, senza iscrizioni come "fuori corso" o "ripetente", con voto di laurea di 110/110.

Non possono beneficiare di questa tipologia di esonero i laureati a cui sono stati convalidati degli esami da una precedente carriera.

La  richiesta deve essere inoltrata tramite il Servizio Infostudente entro 30 giorni dalla data di conseguimento della laurea.

 

inizio pagina


Per portatori di handicap

Gli studenti con disabilità, con riconoscimento di handicap ai sensi dell'articolo 3, comma 1, della legge 5 febbraio 1992,  n. 104, o con un'invalidità pari o superiore al 66%, sono esonerati totalmente dalla tassa regionale e dal contributo onnicomprensivo (seconda rata).

Tutti i richiedenti dovranno in ogni caso effettuare il versamento dell'importo di 16 Euro quale imposta di bollo.

Le matricole possono chiedere l’esonero in fase di immatricolazione online.

Gli studenti che devono rinnovare l'iscrizione ad anni successivi al primo

  • se NON hanno già ottenuto l’esonero nell’anno accademico precedente, prima di effettuare il versamento dell'importo di 16 Euro, devono inviare all'Ufficio Esoneri tramite il servizio Infostudenti i seguenti documenti:
    • certificato della Commissione medica per l’accertamento degli stati di invalidità civile da cui risulti il grado di invalidità e/o certificato della Commissione medica per l’accertamento della condizione di handicap ai sensi della L. 104/92

 

  • se hanno beneficiato di tale tipologia di esonero nell’anno accademico precedente non devono inoltrare alcuna richiesta di esonero.

L'Ufficio effettua un controllo a campione sul possesso dei requisiti previsti per l’ottenimento del beneficio.

Si invitano gli studenti a comunicare eventuali variazioni del grado di invalidità al di sotto del 66%, o la revoca del riconoscimento di handicap ai sensi della L. 104/92, avvenute dall'anno accademico precedente.

Studenti con invalidità inferiore al 66%
Le richieste di esonero per gli studenti con invalidità inferiore al 66% sono valutate caso per caso, tenendo conto anche della condizione economica del richiedente, da un’apposita Commissione che stabilisce se assegnare l'esonero e l'entità dell’esonero concesso. E' necessario richiedere l'attestazione ISEE.

inizio pagina


Per beneficiari di borsa di studio Ministero Affari Esteri

Sono esonerati dal pagamento del contributo onnicomprensivo (seconda rata) gli studenti beneficiari di borsa di studio del Ministero Affari Esteri.

inizio pagina


Per più iscritti all'Ateneo nel nucleo familiare

Sono esonerati dal pagamento di 100 Euro, da scalare dal contributo onnicomprensivo (seconda rata) dovuto, gli studenti:

  • con attestazione ISEE non superiore a 35.000 Euro
  • appartenenti a un nucleo familiare con la presenza di più studenti universitari iscritti per l’anno accademico 2018/2019 a questo Ateneo.

Questa tipologia di esonero è cumulabile con le altre.
La domanda di esonero è riferita al solo richiedente, pertanto dovrà presentare la richiesta ogni avente diritto presente nel nucleo familiare.

inizio pagina


Avvertenze

Non possono beneficiare di alcuna forma di esonero gli studenti iscritti alle scuole di specializzazione dell'area medica e gli iscritti ai master.

Non possono beneficiare delle tipologie di esonero disciplinate dall'Ateneo gli iscritti alle scuole di specializzazione e al dottorato di ricerca.

Dall'ammontare delle tasse e dei contributi sono esclusi, ai fini dell'esonero: la tassa regionale per il diritto allo studio di 140 Euro e l'imposta di bollo di 16 Euro.

L'esonero dalla tassa regionale per il diritto allo studio è previsto per gli studenti portatori di handicap con invalidità a partire dal 66% e/o con riconoscimento di handicap ai sensi della L. 104/92.

Gli studenti beneficiari di esonero sono tenuti a versare entro le scadenze, accedendo alla pagina personale di UNIMIA – Servizi online Sifa – Gestione Pagamenti, eventuali more per tardivo rinnovo dell’iscrizione o tardiva presentazione dell’attestazione Isee Università e il conguaglio di seconda rata, se dovuto.

Lo studente che presenti dichiarazioni non veritiere, proprie o dei propri congiunti per usufruire di agevolazioni, sarà soggetto al pagamento di una penale; perde inoltre il diritto ad altre agevolazioni per tutta la durata della carriera accademica. Le dichiarazioni mendaci saranno denunciate alla competente autorità giudiziaria.

inizio pagina