Attestazione ISEE e calcolo ISEEU (a.a. 2012/2013)


Che cosa sono ISEE e ISEEU e come si calcolano

L'attestazione ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) è una certificazione prodotta sulla base di una Dichiarazione sostitutiva unica (autocertificazione, composta da   Modello base della Dichiarazione Foglio allegato  Istruzioni per la compilazione ) sottoscritta da uno dei componenti del nucleo famigliare dello studente da consegnare ad uno dei CAF convenzionati con l'Ateneo.   L'ISEE è calcolato sulla base della composizione del nucleo familiare, dei redditi percepiti e dal patrimonio immobiliare e mobiliare posseduto da ciascun componente. Per ulteriori dettagli sulle modalità di calcolo e per effettuare eventuali simulazioni si rinvia al sito dell'INPS  (scegliere "Simulazione" dal menu di sinistra).

L'ISEEU è un ricalcolo dell'ISEE che tiene conto di alcuni criteri specifici previsti per l'Università dal Dpcm 9 Aprile 2001, e precisamente:

•i redditi e i patrimoni dei fratelli/sorelle sono calcolati al 50%;
•sono presi in considerazione redditi e patrimoni posseduti all'estero;
•lo studente avente nucleo familiare a sé stante potrà essere considerato indipendente solo qualora si verifichino le condizioni previste dal DPCM 9 aprile 2001 .

 


TERMINE ENTRO IL QUALE OTTENERE L'ATTESTAZIONE ISEEU

Dal mese di luglio al 15 novembre 2012.


 

inizio pagina


A chi rivolgersi per ottenere l'attestazione ISEEU

Per ottenere gratuitamente il rilascio dell’attestazione ISEEU, lo studente deve prendere appuntamento con un Centro di Assistenza Fiscale (CAF) convenzionato con l’Università, che trasmette i dati relativi al valore ISEEU direttamente alla banca dati dell’Università.

I CAF convenzionati provvedono dal mese di luglio a prestare adeguata assistenza agli studenti per la compilazione della dichiarazione sostitutiva unica.

Attenzione
L’Università non si occupa dell'assistenza nella compilazione della dichiarazione sostitutiva unica perchè il servizio è svolto esclusivamente dai CAF convenzionati, per conto dell’Università.

Le attestazioni rilasciate fino al 1 febbraio 2013 dai CAF convenzionati sono trasmesse telematicamente. Gli studenti sono tenuti a verificare, online, l'avvenuta trasmissione dell'attestazione ISEEU, accedendo ai Servizi online SIFA - Servizi di segreteria - Posizione amministrativa oppure tramite UNIMIA e , in caso di mancata trasmissione e trascorsi 20 giorni dal rilascio, a consegnare una copia cartacea in Segreteria allo sportello del proprio corso di laurea, tenuto conto che la seconda rata dovrà essere versata entro il 10 maggio 2013

Presentazione tardiva:
Gli studenti che presentano la dichiarazione sostitutiva unica per il rilascio dell’attestazione ISEEU oltre il 15 novembre 2012 e fino al 1 febbraio 2013, sono tenuti al pagamento di una sanzione pari a 150 Euro.
Gli studenti che presentano la dichiarazione sostitutiva unica per il rilascio dell’attestazione ISEEU dal 2 febbraio 2013 e fino al 10 maggio 2013, sono tenuti al pagamento di una sanzione amministrativa pari a 300 Euro.
Le attestazioni rilasciate fino al 1 febbraio 2013 dai CAF convenzionati sono trasmesse telematicamente. Le attestazioni rilasciate dal 2 febbraio 2013 e sino al 10 maggio 2013 non saranno trasmesse telematicamente e lo studente è tenuto a consegnare una copia cartacea in segreteria, tenuto conto che la seconda rata dovrà comunque essere versata entro il 10 maggio 2013.

Mancata presentazione
Gli studenti che non hanno ottenuto l’attestazione ISEEU entro il 10 maggio 2013, devono versare l’importo massimo di seconda rata.

Modifiche dei dati dell’attestazione isee/iseeu
Gli studenti possono presentare un’attestazione isee/iseeu che sostituisca la precedente riferita all’a.a. 2012/2013, entro il termine di scadenza del 10 maggio 2013.
Sarà attribuita la sanzione amministrativa per dichiarazione tardiva se la successiva attestazione isee/iseeu, presentata oltre il termine del 15 novembre 2012, differisce dalla precedente per variazioni del nucleo familiare o di dati relativi alla condizione economica del nucleo familiare.

Non sarà addebitata la sanzione amministrativa per dichiarazione tardiva, solo nel caso in cui nell’attestazione isee/iseeu vi è un errore materiale riconosciuto dal caf che ha provveduto al rilascio del documento.

Senza l’ISEEU non è possibile presentare la domanda di esonero dalle tasse e dai contributi, né ottenere il punteggio previsto per il reddito in caso di iscrizione all’albo delle collaborazioni studentesche 150 ore.


ATTENZIONE
Sono tenuti al pagamento dell'importo massimo di seconda rata se non presentano l'attestazione ISEE/ISEEU e al pagamento della mora per dichiarazione tardiva, se richiesta oltre i termini,  anche gli studenti che hanno presentato domanda di laurea entro la terza sessione dell’a.a. 2011/2012 e hanno preso iscrizione all’a.a. 2012/2013 oltre i termini.


 

inizio pagina


Documenti necessari

Per il rilascio dell’attestazione ISEEU gli studenti possono recarsi presso i CAF convenzionati con la dichiarazione sostitutiva unica già compilata, muniti di documento di identità, codice fiscale e numero di matricola (facoltativo).
Gli studenti che vogliono avvalersi del servizio di assistenza, fornito dai CAF convenzionati, per la compilazione della dichiarazione sostitutiva unica devono disporre della seguente documentazione:

  • Composizione del nucleo familiare
  • dati anagrafici e codici fiscali di tutti i componenti il nucleo familiare, fotocopia della carta di identità del dichiarante, numero di matricola dello studente (facoltativo);
  • certificazione dello stato di invalidità rilasciata dall’ASL, qualora nel nucleo familiare vi siano soggetti con handicap permanente grave o invalidità superiore al 66%.
    Gli studenti stranieri possono rivolgersi ai CAF convenzionati solo se in possesso di codice fiscale. In caso contrario devono farsi rilasciare un codice fiscale presso l’Agenzia delle Entrate di via Manin, 25 - Milano, e successivamente recarsi in un CAF convenzionati per richiedere l’attestazione ISEEU.

 

  • Redditi
  • copia della dichiarazione dei redditi 2011 di tutti i componenti del nucleo familiare (mod. 730/2012, UNICO/2011) o CUD/2012 e dichiarazione IRAP
    (imprenditori agricoli);
  • copia del contratto di locazione (se la casa di abitazione non è di proprietà) indicante il canone annuo e gli estremi della registrazione del contratto
    redditi prodotti all’estero.

  • Patrimonio mobiliare
    Deve essere considerato l’ammontare del patrimonio mobiliare al 31 dicembre 2011 di tutti i componenti del nucleo familiare:
    • saldo depositi bancari e postali
    • valore nominale o quotazione dei titoli di Stato, obbligazioni, certificati di deposito, buoni fruttiferi e assimilati, azioni e altre forme di investimento;
    • contratti di assicurazione mista sulla vita e di capitalizzazione da cui risulti l’importo dei premi complessivamente versati dalla stipula al 31/12/2011;
    • bilancio di società non quotate, società non azionarie, imprese individuali oppure, in assenza dell’obbligo del bilancio, documentazione comprovante il patrimonio netto (rimanenze finali al 31/12/2011, costo dei beni strumentali al netto dei relativi ammortamenti al 31/12/2011, altri cespiti o beni patrimoniali al 31/12/2011) patrimonio mobiliare posseduto all’estero.


  • Patrimonio immobiliare
    Deve essere considerato l’ammontare del patrimonio immobiliare al 31 dicembre 2011 di tutti i componenti del nucleo familiare:
    • certificati catastali, dichiarazione ICI (ultima presentata), ricevute mutuo da cui risulta il capitale residuo del mutuo
    •  patrimonio immobiliare posseduto all’estero. Il patrimonio immobiliare localizzato all’estero, posseduto alla data del 31 dicembre 2011, è valutato solo nel caso di fabbricati ed è considerato sulla base del valore di 500 Euro al metro quadrato

    Attenzione
    Il reddito e il patrimonio dei fratelli e/o sorelle appartenenti al nucleo familiare dello studente concorre alla formazione di tutti gli indicatori della situazione economica nella misura del 50%.

inizio pagina


Studente indipendente

Al fine di tenere adeguatamente conto dei soggetti che sostengono l'onere del mantenimento dello studente, il nucleo dello studente è integrato con quello dei suoi genitori quando non ricorrano entrambi i seguenti requisiti:

  • residenza, risultante dall'evidenza anagrafica, esterna all'unità abitativa della famiglia di origine, stabilita da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda e in un immobile non di proprietà di un componente del  nucleo familiare
  • redditi propri derivanti da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarato da almeno due anni, non inferiore a euro 7.766,00 Euro.


Se non si verificano entrambe le condizioni sopra richiamate - debitamente documentate - si tiene conto della situazione patrimoniale ed economica della famiglia di origine.

ECCEZIONI

Non è soggetto a tale disposizione e forma nucleo familiare a sé stante, in conformità all’art. 5 DPR 223/1989, lo studente che verte nelle condizioni tassativamente elencate:

  • motivi religiosi
  • di cura 
  • di assistenza
  •  militari 

Tali studenti possono richiedere l’attestazione isee/iseeu riferita alla propria condizione economica dell’anno solare 2011 esclusivamente se non sono coniugati o fiscalmente a carico di altre persone.

 

inizio pagina


Quali sono e dove si trovano i CAF convenzionati?

I CAAF convenzionati sono:


 


inizio pagina

Disposizioni per studenti stranieri

La situazione economica e patrimoniale del nucleo familiare deve essere certificata con apposita documentazione rilasciata dalle competenti autorità del Paese in cui i redditi sono stati prodotti e deve essere tradotta in lingua italiana dalle Autorità diplomatiche italiane competenti per territorio.

Per quei Paesi in cui il rilascio della documentazione da parte della locale Ambasciata italiana presenta particolari difficoltà lo studente può rivolgersi alle Rappresentanze diplomatiche o Consolari estere in Italia: in tal caso la certificazione rilasciata deve essere legalizzata dalle Prefetture ai sensi dell’art. 33, del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

Per gli studenti stranieri provenienti da Paesi particolarmente poveri (specificati con decreto del Ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca scientifica d’intesa con il Ministro per gli Affari Esteri) la valutazione della condizione economica è effettuata sulla base di una certificazione della Rappresentanza italiana nel paese di provenienza che attesti che lo studente non appartiene a una famiglia notoriamente di alto reddito e di elevato livello sociale.

Tale certificazione può essere rilasciata anche dall’università di iscrizione estera collegata da accordi o convenzioni con gli atenei o da parte di enti italiani abilitati alla prestazione di garanzia di copertura economica di cui alle vigenti disposizioni in materia di immatricolazione degli studenti stranieri nelle università italiane. Lo studente è comunque obbligato a dichiarare i redditi e il patrimonio eventualmente detenuti in Italia dal proprio nucleo familiare in base al decreto legislativo 31 marzo 1999, n. 109, come modificato dal decreto legislativo 3 maggio 2000, n. 130.

La condizione economica e patrimoniale per gli studenti stranieri non appartenenti all’area dell’Euro è valutata sulla base del cambio medio del 2011.

 

inizio pagina


Accertamenti fiscali

L’Università degli Studi di Milano esercita un controllo sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive uniche svolge con ogni mezzo a sua disposizione, anche avvalendosi dell’anagrafe tributaria, tutte le indagini che ritiene opportune chiedendo informazioni all’Amministrazione Finanziaria dello Stato, agli Uffici Catastali e alla Polizia Tributaria.

In caso di comunicazione di dati non corrispondenti alle risultanze evidenziate attraverso la documentazione fiscale, o attraverso i dovuti controlli effettuati tramite gli Uffici finanziari e la Guardia di Finanza, lo studente è tenuto al versamento dovuto in base al proprio ISEEU e al pagamento di una penale pari alla differenza tra la seconda rata risultante dalla verifica e quella dovuta in base all’autocertificazione.

Le dichiarazioni mendaci sono denunciate alla competente autorità giudiziaria.

 

inizio pagina


Normativa di riferimento

Informazioni dettagliate sulla disciplina ISEE 


La normativa di riferimento è la seguente:

  • Definizioni di criteri unificati di valutazione della situazione economica dei soggetti che richiedono prestazioni sociali agevolate                        

                        Decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109 modificato dal Decreto legislativo 3 maggio 2000, n. 130

  • Regolamento concernente le modalità attuative e gli ambiti di applicazione dei criteri unificati di valutazione della situazione economica dei soggetti che richiedono prestazioni agevolate

                       Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 maggio 1999, n. 221 modificato dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 aprile 2001, n. 242

Le disposizioni relative all’applicazione della disciplina ISEE in materia di diritto allo studio universitario sono contenute nell’art. 5 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 aprile 2001 “Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari, ai sensi dell'articolo 4 della legge 2 dicembre 1991, n. 390”


 

inizio pagina