BIOTECNOLOGIE DEL FARMACO (Classe LM-9)-Immatricolati dall'a.a. 2014/2015

scienze del farmaco
Laurea magistrale
A.A. 2015/2016
LM-9 - Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche
Laurea magistrale
120
Crediti
Accesso
Programmato
2
Anni
Italiano
Il corso di laurea magistrale in Biotecnologie del farmaco ha lo scopo di preparare laureati che abbiano avanzate capacità nello sviluppo e applicazione di nuove metodologie scientifiche, che siano in grado di partecipare attivamente a progetti di studio e di ricerca a livello nazionale ed internazionale, che siano in possesso di approfondite competenze negli aspetti scientifici e tecnico-produttivi delle biotecnologie applicate alla sanità umana con particolare riferimento al disegno e la progettazione di farmaci biotecnologici innovativi. Ai fini indicati, il corso di laurea in Biotecnologie del Farmaco comprenderà attività formative comuni a tutti gli studenti organizzate nei primi due semestri del CdS, che permetteranno di acquisire conoscenze essenziali per la formazione del biotecnologo farmaceutico. Successivamente, le attività formative saranno suddivise in due percorsi curriculari denominati:
a) "Biotecnologie nella ricerca e sviluppo del farmaco". Caratterizzato da discipline e attività formative dedicate all'approfondimento degli aspetti più specifici della ricerca biotecnologica, con particolare riferimento all'identificazione di nuovi bersagli terapeutici e al disegno di nuovi farmaci biotecnologici, anche con l'ausilio di metodologie computazionali e introdurrà tematiche innovative quali la terapia genica e cellulare.
b) "Sviluppo e produzione di farmaci biotecnologici". Volto all'acquisizione di competenze necessarie per la produzione, analisi e formulazione di farmaci biotecnologici, diagnostici e vaccini, più strettamente legate alle fasi che vanno dallo sviluppo e sperimentazione clinica dei farmaci biotecnologici, alla loro produzione industriale, fino all'immissione sul mercato.
Il titolo di laurea magistrale in Biotecnologie del Farmaco viene conferito a studenti con avanzate capacità di sviluppo delle metodologie scientifiche, in grado di coordinare progetti di ricerca nazionali ed internazionali ed in possesso di approfondite conoscenze specialistiche nei settori delle biotecnologie applicate a ricerca, sviluppo e applicazione di farmaci, diagnostici, vaccini, nutraceutici prodotti attraverso processi biotecnologici.
Gli specifici ruoli e professionalità del laureato magistrale in Biotecnologie del Farmaco, in base alla nomenclatura e classificazione redatta dall'ISTAT, rientrano nel Gruppo 2.3.1.1 (Specialisti nelle scienze della vita) delle Professioni Intellettuali, scientifiche e di elevata specializzazione e sono:

Chimici e professioni assimilate - (2.1.1.2.1)
Chimici informatori e divulgatori - (2.1.1.2.2)
Biologi e professioni assimilate - (2.3.1.1.1)
Biochimici - (2.3.1.1.2)
Biotecnologi - (2.3.1.1.4)
Farmacologi - (2.3.1.2.1)

I laureati potranno trovare sbocchi occupazionali nei seguenti ambiti professionali:

- attività didattica in ambito disciplinare scientifico negli istituti di istruzione secondaria;
- attività didattica e di ricerca nelle strutture universitarie pubbliche e private;
- attività di ricerca scientifica e di sviluppo tecnologico in strutture pubbliche (Istituto Superiore di Sanità, CNR, AIFA, Agenzia Nazionale per l'Ambiente, Istituzioni di ricerca, ecc.), in strutture pubbliche e private indirizzate ad attività precliniche in campo biomedico;
- attività di ricerca scientifica e di sviluppo nell'industria biotecnologia, farmaceutica, diagnostica e cosmetica, nell'industria alimentare e di trasformazione alimentare;
- attività di ricerca scientifica e di sviluppo tecnologico
- attività di clinical monitoring e di informazione tecnico scientifica farmaceutica;
- attività di gestione nel controllo qualità e nella valutazione e controllo della sicurezza ambientale

I laureati potranno inoltre svolgere attività di creazione, gestione e regolamentazione d'impresa biotecnologica in ambito pubblico e privato per lo svolgimento di funzioni direttive, gestionali e di consulenza nei sotto indicati campi:

. terapeutico, con particolare riguardo allo sviluppo e alla sperimentazione di prodotti a potenzialità terapeutica innovativi da applicare alla patologia umana ed animale,
. produttivo e della progettazione, in relazione a brevetti in campo sanitario;
. della formulazione, con riferimento alla preparazione di vettori, cellule e di forme farmaceutiche avanzate per la somministrazione di nuovi prodotti terapeutici;
. diagnostico, attraverso la gestione delle tecnologie di analisi molecolare e delle biotecnologie cellulari applicate ai campi biomedico, farmacologico, tossicologico, cosmetologico e ambientale;
. della sperimentazione in campo biomedico, con particolare riferimento all'utilizzo dei modelli in vivo ed in vitro per la comprensione dei meccanismi d'azione di nuovi farmaci.

Il corso consente di conseguire l'abilitazione alla professione di Biologo.
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?cod…
Possono accedere al Corso di laurea Magistrale in Biotecnologie del Farmaco i laureati di I livello nelle seguenti classi, nonché nelle corrispondenti classi relative al D.M. 509/99: L 2, L 13, L 25, L 26, L 38.
Al fine di incentivare il processo di internazionalizzazione, verrà fornita adeguata informazione e sollecitata la partecipazione ai progetti del programma Erasmus in Europa ed Erasmus Mundus attivati nell'ambito del Corso di Laurea. Sono previsti anche incontri seminariali con docenti stranieri o stages presso laboratori di università straniere. Si prevede che alcuni insegnamenti possano essere impartiti anche in lingua inglese al fine di offrire allo studente la possibilità di acquisire confidenza con la lingua inglese parlata e con la terminologia scientifica di uso internazionale.
Agli studenti del corso di laurea magistrale in Biotecnologie del farmaco sono aperte le sedi universitarie di Antwerp (Belgio), Bradford (UK), Brasov (Romania), Cork (Irlanda), Heidelberg (Germania), Londra (UK), Lubjiana (Slovenia), Madrid (Spagna), Nejmegen (Olanda) Stoccolma (Svezia), Umea (Svezia), Wroclaw (Polonia).

Procedura per il riconoscimento dei periodi di studio all'estero: Ogni studente a seconda del periodo di tempo di permanenza all'estero deve proporre un Learning Agreement che preveda attività formative per un numero di CFU adeguati:
- un anno accademico: 60 CFU;
- un semestre accademico:30 CFU;

Valutazione del periodo di studio all'estero: gli studenti debbono acquisire almeno il 70% dei CFU previsti nel learning agreement. Per attività di tesi/tirocinio l'adempimento comporta che lo studente abbia acquisito tutti i crediti previsti dal learning agreement.

Incentivi: Per gli studenti che abbiano portato a compimento in modo soddisfacente il programma formativo, sono previsti opportuni incentivi da corrispondere in punteggio aggiuntivo al voto di laurea. Tale punteggio prevede da un minimo di 1 ad un massimo di 3 punti (a seconda della durata del periodo di studio, dell'ammontare di CFU conseguiti e del risultato complessivo ottenuto) che, su proposta del Docente responsabile verranno attribuiti dalla Commissione di laurea.
La frequenza è obbligatoria per tutti i corsi.

Elenco insegnamenti

Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Biochimica metabolica e funzionale 6 48 Italiano
Biologia dello sviluppo e del differenziamento 6 56 Italiano
Fisiologia dei sistemi integrati 6 56 Italiano
Fisiopatologia d'organo 6 48 Italiano
Virologia molecolare e malattie infettive 6 56 Italiano
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Basi molecolari dell'azione di ormoni e farmaci 8 64 Italiano
Bioinformatica strutturale e modellistica molecolare 10 88 Italiano
Biotecnologie in farmacologia 8 72 Italiano
Purificazione e formulazione di farmaci biotecnologici 8 64 Italiano
annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Facoltativo
Laboratorio sperimentale biotecnologico (9 CFU) 9 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Biotecnologie farmacologiche avanzate 7 80 Italiano
Farmaci biotecnologici innovativi 9 72 Italiano
Attività conclusive
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Tirocinio pratico applicativo 10 Italiano
Prova finale 21 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Biochimica metabolica e funzionale 6 48 Italiano
Biologia dello sviluppo e del differenziamento 6 56 Italiano
Fisiologia dei sistemi integrati 6 56 Italiano
Fisiopatologia d'organo 6 48 Italiano
Virologia molecolare e malattie infettive 6 56 Italiano
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Biotecnologie in farmacologia 8 72 Italiano
Farmacologia e biochimica clinica 9 88 Italiano
Preparazione e sviluppo di farmaci con metodi biotecnologici 9 72 Italiano
Purificazione e formulazione di farmaci biotecnologici 8 64 Italiano
annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Facoltativo
Laboratorio sperimentale biotecnologico (9 CFU) 9 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Analisi e controllo di qualità dei farmaci biotecnologici 9 72 Italiano
Fabbricazione di medicinali biotecnologici 7 56 Italiano
Attività conclusive
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Tirocinio pratico applicativo 10 Italiano
Prova finale 21 Italiano
Sedi didattiche
Sede dei Corsi: Settori Didattici di Città Studi
Sedi laboratori
Il corso di laurea è caratterizzato da un'intensa attività di laboratorio. I corsi di laboratorio sono obbligatori e devono essere frequentati nell'anno di competenza. Durante le lezioni pratiche vengono fornite le necessarie norme di sicurezza e di corretto comportamento in laboratorio.
Presidente del Collegio Didattico
LAURA CALABRESI
Professori tutor
Radaelli Antonia
Contatti