VALORIZZAZIONE E TUTELA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO MONTANO (Classe L-25)-Immatricolati dall'anno accademico 2011/12

Area Scienze Agrarie e Alimentari
Laurea triennale
A.A. 2018/2019
L-25 - Scienze e tecnologie agrarie e forestali
Laurea triennale
180
Crediti
Accesso
Programmato
3
Anni
Edolo (BS)
Italiano
Il Corso di Laurea in Valorizzazione e Tutela dell'Ambiente e del Territorio Montano, come previsto dal decreto ministeriale per la classe di Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali (classe L 25), ha lo scopo di preparare laureati che abbiano acquisito - oltre al metodo scientifico di indagine e della sperimentazione - buone conoscenze di base nei principali settori delle scienze agrarie e forestali. Essi saranno in grado di svolgere compiti tecnici, gestionali e professionali in attività inerenti il settore agro-biologico e le relative tecnologie. Avranno, altresì, la capacità di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro, in ambito europeo ed extraeuropeo, essendo in grado di utilizzare adeguatamente una lingua straniera ed avendo buone competenze per la comunicazione e la gestione dell'informazione.
In particolare, il corso ha il fine di preparare laureati:
· che possiedano una buona competenza di base nel settore agroforestale montano;
· che siano in grado di operare professionalmente nei vari aspetti connessi con l'organizzazione dell'attività produttiva montana, con particolare riferimento alla salvaguardia dell'equilibrio territoriale, alla difesa dell'ambiente e allo sviluppo rurale;
· che siano capaci di lavorare in gruppo, operando con definiti gradi di autonomia, e di inserirsi prontamente nel mondo del lavoro.
Il Corso di Laurea fornirà anche le basi formative necessarie per l'accesso ai master e alle lauree magistrali dell'area culturale di pertinenza. La formazione del laureato comprende discipline di base e professionali di natura biologica, chimica, ingegneristica, tecnologica ed economica.
Il corso crea una figura professionale specializzata nella tutela e difesa delle risorse naturali e del territorio, nella valorizzazione delle produzioni vegetali e animali e dei prodotti tipici, nella gestione del turismo all'interno di un progetto di sviluppo sostenibile dell'ambiente montano.
L'inserimento del laureato in Valorizzazione e Tutela dell'Ambiente e del Territorio Montano nel mondo del lavoro può essere prevista nei seguenti settori: produzioni agro-zootecniche e forestali, assistenza tecnica, amministrazione pubblica e privata, e insegnamento.
Rientrano, infatti, nelle competenze del laureato:
· la gestione tecnica ed economica delle risorse agricolo-forestali e delle loro interrelazioni con gli altri settori di attività (artigianato, commercio, turismo, ecc.);
· i progetti di sviluppo integrato con particolare riguardo alle aziende di montagna;
· la difesa del suolo con particolare riferimento agli interventi a basso impatto ambientale e la gestione delle aree protette e dei parchi naturali;
· la gestione del turismo ecosostenibile e di attività agrituristiche;
· la valorizzazione delle risorse storico-culturali alpine;
· la produzione e l'utilizzo dei prodotti agroforestali;
· la gestione dell'attività zootecnica-pastorale con particolare riferimento all'ambito della multifunzionalità;
· il marketing dei prodotti tipici montani;
· l'assistenza tecnica alle aziende di montagna.
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?cod…
Buona conoscenza delle discipline proprie della Scuola Media Superiore.
Il Corso di Laurea in Valorizzazione e Tutela dell'Ambiente e del Territorio Montano offre ampie possibilità di studio all'estero principalmente attraverso il programma Erasmus+ cui afferiscono circa 30 Università straniere dislocate nei paesi della Comunità Europea ed il programma Swiss Mobility Programme. Globalmente ogni anno circa 5 studenti usufruiscono della possibilità di trascorrere un periodo di studio/lavoro presso queste Università. I settori che possono essere sviluppati presso le università partner abbracciano tutti i settori specifici del Corso di Laurea. In generale, gli studenti che usufruiscono di tale possibilità sono orientati per la maggior parte a seguire corsi che tendono ad ampliare le loro conoscenze scientifiche, nonché a svolgere tirocini o tesi di laurea in laboratori affermati. La definizione del programma di studio (learning agreement) avviene in collaborazione con il responsabile Erasmus del corso di studi, sia per quanto riguarda la scelta degli esami che per l'organizzazione del tirocinio presso l'Università partner. Prima della compilazione del learning agreement, lo studente deve ottenere l'approvazione formale, da parte di docenti titolari di insegnamenti equivalenti o affini presso l'Università degli Studi di Milano, degli esami da svolgere presso l'Università ospitante. Per lo svolgimento all'estero di un'attività sperimentale, che può costituire una parte o la totalità dell'attività di tirocinio, viene richiesta una lettera di consenso da parte di un docente dell'Università partner e l'approvazione formale degli obiettivi, del programma e del periodo di svolgimento del tirocinio da parte di un docente del corso di studi che funge da relatore.
La votazione e i relativi CFU ottenuti nelle Università partner vengono riconosciuti nella quasi totalità dando così agli studenti la certezza che quanto fatto nell'Università ospitante sia poi valutato positivamente nel loro curriculum degli studi. Esistono anche altre opportunità per scambi culturali con Università che hanno stabilito degli agreement con il nostro Ateneo e non facenti parte del sistema Erasmus. Queste appartengono ad aree non comunitarie come Cina, Giappone, America Latina.
Consigliata

Elenco insegnamenti

Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Chimica generale e inorganica 6 60 Italiano
Matematica e statistica 10 88 Italiano
- Unità didattica 1: Matematica6
- Unità didattica 2: Statistica4
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Biologia vegetale e animale 12 116 Italiano
- Unità didattica 1: Botanica agraria8
- Unità didattica 2: Biologia animale4
Chimica organica (G24) 6 56 Italiano
Elementi di economia 6 48 Italiano
Fisica (G24) 6 60 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Costruzioni rurali e territorio agroforestale 8 72 Italiano
- Unità didattica 1: costruzioni rurali4
- Unità didattica 2: cartografia e pianificazione territoriale4
Scienza del suolo 10 96 Italiano
- mod. 1: chimica del suolo5
- mod. 2: pedologia5
Sistemi faunistici 8 76 Italiano
- mod. 1: anatomia e fisiologia degli animali domestici4
- mod. 2: zootecnia montana4
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Agronomia 7 72 Italiano
Biochimica e fisiologia vegetale 6 56 Italiano
Coltivazioni arboree 6 48 Italiano
Sistemi selvicolturali 8 80 Italiano
- Unità didattica 1: selvicoltura generale4
- Unità didattica 2: assestamento forestale4
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Estimo ed economia forestale e dell'ambiente 8 80 Italiano
- Unità didattica 1: estimo ambientale4
- Unità didattica 2: economia e politica ambientale4
Meccanizzazione agroforestale 6 56 Italiano
Trasformazione delle produzioni 11 96 Italiano
- mod. 1: microbiologia agraria5
- mod. 2: industrie agrarie6
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Difesa del suolo 8 80 Italiano
Difesa delle piante 10 98 Italiano
- mod. 1: entomologia forestale5
- mod. 2: patologia forestale5
Produzioni zootecniche 6 64 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Informatica 3 18 Italiano
Lingua straniera 6 72 Italiano
Facoltativo
Energie rinnovabili in ambiente montano 4 32 Italiano
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Facoltativo
Gestione della fauna selvatica 4 40 Italiano
Attività conclusive
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Tirocinio 4 Italiano
Prova finale 7 Italiano
Regole di composizione
- A libera scelta: CFU 12
Non sono previste propedeuticità obbligatorie per l'iscrizione agli esami tuttavia il superamento degli esami del primo anno di corso è fortemente raccomandato prima dell'iscrizione al secondo anno e, comunque, prima di sostenere gli esami successivi. Il tirocinio formativo potrà essere iniziato solo dopo aver superato tutti gli esami previsti al primo anno.
Sede
Edolo (BS)