ASSISTENZA SANITARIA (Classe L/SNT4)-Immarticolati dall'Anno Accademico 2011/12

Medicina e Chirurgia
Laurea triennale
A.A. 2019/2020
L/SNT4 - Professioni sanitarie della prevenzione
Laurea triennale
180
Crediti
Accesso
Programmato
3
Anni
Milano
Italiano
I laureati nel Corso di Laurea in Assistenza Sanitaria dovranno essere dotati:
- delle basi scientifiche e della preparazione teorico-pratica necessarie per la comprensione dei fenomeni biologici ed ereditari, dei principali meccanismi di funzionamento degli organi e degli apparati, nonché degli aspetti psicologici, sociali ed ambientali;
- della conoscenza dei concetti fondanti della professione, dei principi e delle norme che definiscono il campo proprio di attività e di responsabilità dell'Assistente Sanitario;
- dei principi di bioetica, deontologici, giuridici e medico legali della professione; di quelli culturali e professionali che orientano il processo, i modelli di pensiero, l'agire dell'Assistente Sanitario nei confronti del singolo, della famiglia e della collettività, applicando questi principi in esperienze presso strutture sanitarie, sociali, educative e assistenziali accreditate;
- di autonomia professionale, decisionale ed operativa derivante da un percorso formativo caratterizzato da un approccio olistico alla prevenzione, all'educazione e alla promozione della salute per la persona nelle diverse fasi della vita, per la famiglia e per la collettività, anche in relazione all'ambiente chimico-fisico, biologico, sociale e culturale che le circonda;
- della capacità di osservare, rilevare e valutare criticamente i dati relativi ai bisogni di salute della persona, della famiglia e della collettività formulando i relativi obiettivi, identificando le priorità di intervento e adottando le metodologie opportune;
- delle conoscenze, delle abilità e dell'esperienza utili a pianificare, gestire e valutare l'intervento dell'Assistente Sanitario;
- delle conoscenze, delle abilità e dell'esperienza atte a garantire la corretta applicazione delle prescrizioni sanitarie e degli interventi preventivi ed educativi per la salute;
- della metodologia e della cultura necessarie per la pratica della formazione permanente e per la didattica orientata al tutorato degli studenti Assistenti Sanitari;
- della capacità di collaborare e di integrarsi con le diverse figure professionali in ambito sanitario, psicosociale ed educativo;
- della capacità di concorrere alle iniziative dirette alla tutela dei diritti dei cittadini con particolare riferimento alla promozione della salute;
- della capacità di relazione e di comunicazione, efficace ed adeguata, con il singolo nelle diverse fasi della vita, la famiglia e la collettività;
- della capacità di collaborare alla definizione delle metodologie di comunicazione, ai programmi e alle campagne per la promozione della salute.
I laureati dovranno conoscere:
- l'organizzazione strutturale del corpo umano e i meccanismi attraverso i quali tale organizzazione si realizza nel corso dello sviluppo embrionale e del differenziamento e della modalità di funzionamento dei diversi organi del corpo umano;
- i meccanismi molecolari e biochimici alla base dei processi vitali e delle attività metaboliche connesse, dei fondamenti della chimica necessari alla comprensione della struttura della materia vivente, nonché dei composti organici di rilevante interesse per la biochimica e la farmacologia;
- i meccanismi di trasmissione e di espressione dell'informazione genetica e la conoscenza delle principali patologie;
- i fondamenti della fisiopatologia applicabili alle diverse situazioni cliniche, anche in relazione a parametri diagnostici e ai principali reperti funzionali dell'uomo sano;
- le nozioni fondamentali e della metodologia di statistica utili per identificare, comprendere ed interpretare i fenomeni biomedici;
- le modalità di identificazione e risposta ai bisogni di salute e di assistenza sanitaria della persona nelle diverse fasi e passaggi della vita, della famiglia e della collettività inquadrandoli nei rispettivi contesti e nella quotidianità;
- le norme di radioprotezione previste dalle direttive dell' Unione Europea (DL. 26 maggio 2000 n°187)
- i processi di base dei comportamenti individuali, familiari e di gruppo;
- le principali teorie psicologiche e pedagogiche di riferimento alle relazioni e ai comportamenti umani e delle metodologie attinenti;
- il diritto e della legislazione sanitaria e sociale
I laureati, inoltre, dovranno avere acquisito:
- la conoscenza dei concetti fondamentali delle scienze umane per quanto concerne l'evoluzione storica dei valori della sanità pubblica, compresi quelli etici;
- la conoscenza dei meccanismi fisiologici di difesa dell'organismo e delle cause delle malattie nell'uomo, nonché dei meccanismi patogenetici e fisiopatologici fondamentali;
- la capacità di valutare i dati epidemiologici sanitari e sociali e conoscerne l'impiego ai fini della costruzione dell'intervento preventivo-educativo e della promozione della salute nel singolo, nella famiglia e nelle comunità;
- la conoscenza dei principi su cui si fonda l'analisi del comportamento della persona e la comprensione dei processi relazionali e di apprendimento;
- la capacità di relazione e di comunicazione con gli altri operatori sanitari, psicosociali ed educativi, nella consapevolezza dei valori propri ed altrui e del proprio ruolo;
- la capacità di stabilire e mantenere relazioni interpersonali e di aiuto alla persona, famiglia, gruppo applicando i fondamenti delle dinamiche relazionali e comunicative;
- la capacità di utilizzare in modo appropriato le metodologie orientate all'informazione e all'educazione sanitaria, alimentare, sessuale e socio-affettiva;
- la capacità di riconoscere le principali patologie psichiatriche e psicologiche e le alterazioni del comportamento e dei vissuti soggettivi e di assumere i metodi e gli strumenti per l'intervento preventivo-educativo per la salute mentale, le dipendenze, la ricomposizione del disagio;
- la capacità di analizzare e rispondere ai bisogni di assistenza, valutando i rapporti tra benefici, rischi e costi, anche alla luce dei principi della medicina basata sulla evidenza;
- la capacità di affrontare con responsabilità le problematiche etiche e deontologiche che emergono nello svolgimento dell'attività professionale;
- la conoscenza dei principi delle scienze dell'alimentazione e la capacità di applicarli nelle diverse situazioni ed età della vita;
- la capacità di valutare criticamente i propri interventi all'interno della équipe di lavoro in una logica di miglioramento della qualità;
- la conoscenza delle diverse classi dei farmaci, dei tossici e delle sostanze d'abuso, i loro principali meccanismi di azione, gli impieghi terapeutici, gli effetti collaterali e la tossicità, nonché dei principi di farmaco-vigilanza e farmaco-epidemiologia;
- la conoscenza dei principi delle vaccinazioni, delle tipologie di vaccini e delle loro modalità di impiego;
- un' adeguata competenza nella assistenza sanitaria integrata e di sostegno alla famiglia, alle comunità e sul territorio, acquisita anche attraverso la formazione pratica;
- la capacità di elaborare specifici piani di prevenzione e assistenza conseguenti alla identificazione dei bisogni di salute del singolo, della famiglia e della comunità anche attraverso la conduzione di gruppi;
- le conoscenze, sotto l'aspetto preventivo, educativo e terapeutico delle principali problematiche relative allo stato di salute nell'ambito ostetrico-ginecologico, materno-infantile-pediatrico e geriatrico applicandole nelle situazioni assistenziali, anche alla luce delle differenze etnico-culturali e dei modelli di salute delle diverse popolazioni;
- la conoscenza delle principali situazioni di disagio nell'adulto e la capacità di applicare interventi mirati alla salute e al benessere;
- la conoscenza delle principali situazioni psicofisiche di handicap e la capacità di elaborare modelli operativi di prevenzione, assistenza e recupero;
- la capacità di intervenire, nell'immediatezza dell'evento, in situazioni di emergenza, di catastrofe e calamità naturali ponendo in atto, per quanto di competenza, i necessari provvedimenti di primo intervento, onde garantire la sopravvivenza e la migliore assistenza consentita;
- la capacità di sorvegliare per quanto di competenza, il livello delle condizioni igienico sanitarie nelle famiglie, nelle scuole e nelle comunità assistite e controllare l'igiene dell' ambiente ed il rischio infettivo e la capacità di collaborare, per quanto di competenza, agli interventi di prevenzione, promozione ed educazione alla salute nelle scuole di ogni ordine e grado anche attraverso la formazione e l'aggiornamento del personale scolastico; la conoscenza di principi e norme relativi all'igiene ospedaliera, alla prevenzione ed al controllo delle infezioni ospedaliere e di comunità;
- la conoscenza delle norme giuridiche, dell'igiene e dell'epidemiologia occupazionale, degli strumenti e delle pratiche atte a mantenere e promuovere la salute e prevenire le malattie e gli infortuni nei luoghi di lavoro, individuando anche le situazioni di competenza specialistica;
- la capacità di relazionare e verbalizzare alle autorità competenti proponendo soluzioni operative;
- la capacità di partecipare alle diverse attività, con funzioni di raccordo interprofessionale, e transculturale con altre figure professionali, approfondendo la conoscenza delle regole e delle dinamiche che caratterizzano il lavoro di gruppo;
- la capacità di partecipare alle iniziative di valutazione e miglioramento della qualità delle prestazioni dei servizi sanitari rilevando, in particolare, i livelli di soddisfazione degli utenti; la conoscenza dei principi generali per la valutazione dei servizi, delle prestazioni e dell'assistenza;
- la conoscenza delle norme di radioprotezione previste dalle direttive dell'Unione Europea;
- la conoscenza delle principali norme legislative nazionali ed europee che regolano l'organizzazione sanitaria e sociale e dei modelli organizzativi;
- la conoscenza delle norme deontologiche e di quelle connesse con la responsabilità professionale;
- un'adeguata esperienza nella organizzazione generale del lavoro e nella gestione delle risorse umane;
- la capacità di sviluppare un adeguato approccio operativo verso le problematiche sociosanitarie delle diverse comunità; acquisita anche attraverso esperienze dirette;
- la conoscenza dello sviluppo della società multietnica, con specifico riferimento alla varietà e diversificazione degli aspetti valoriali, culturali e religiosi;
- un'adeguata capacità di effettuare una ricerca bibliografica, nonché di leggere criticamente gli articoli scientifici e di utilizzare i risultati della ricerca nell'ambito della prevenzione, dell'assistenza sanitaria e della promozione della salute;
- la competenza informatica utile alla gestione dei sistemi informativi ;
- la conoscenza di una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, che consenta la lettura della letteratura internazionale e l'aggiornamento, nonché la comprensione diretta delle persone che non conoscono l'italiano.
Accesso senza debiti alle seguenti lauree magistrali
Il laureato Assistente Sanitario può accedere al Corso di Laurea Magistrale in Scienze delle Professioni Sanitarie della Prevenzione, Classe LM/SNT4
Al termine del percorso formativo i laureati in Assistenza Sanitaria sono in possesso di conoscenze teorico pratiche ed hanno acquisito abilità in termini di analisi e verifica di efficacia ed efficienza degli interventi di prevenzione e promozione della salute nonché abilità comunicative nella gestione routinaria ed in emergenza di implicazioni tecnico-assistenziali. Inoltre avranno acquisito le conoscenze scientifiche e tecniche necessarie a svolgere in piena autonomia professionale attività di prevenzione, promozione ed educazione per la salute. L'attività è rivolta alla persona nel suo ciclo evolutivo, alla famiglia e alla collettività e si concretizza nella individuazione dei bisogni di salute e delle priorità di intervento preventivo, educativo e di recupero.
Il titolo accademico conseguito è abilitante all'esercizio della professione.
I laureati potranno, quindi, trovare sbocchi occupazionali in strutture del Sistema Sanitario Nazionale (ospedaliere e/o ASL) e/o Agenzie regionali di Protezione ambientale, Assessorati regionali della sanità nei dipartimenti delle professioni sanitarie con responsabilità organizzative e valutative di servizi sanitari, di progettazione e realizzazione di interventi formativi per l'aggiornamento e la formazione permanente afferente alle strutture sanitarie, nonché nel contribuire alla formazione, con attività tutoriali e di coordinamento del tirocinio e di concorrere direttamente all'aggiornamento relativo al loro profilo professionale e alla ricerca. Potranno, altresì operare con le responsabilità sopraesposte nelle strutture del Ministero della salute. L'attività professionale può essere esercitata in strutture pubbliche e private, anche autorizzate secondo la normativa vigente, e nel settore no-profit, in rapporto di dipendenza o libero-professionale. I laureati potranno accedere alla laurea magistrale che rappresenta il prerequisito indispensabile per il raggiungimento di funzioni dirigenziali per coloro che già operano nell'ambito delle strutture sopramenzionate.
http://statistiche.almalaurea.it/universita/statistiche/trasparenza?cod…
La frequenza è obbligatoria per tutti i corsi di insegnamento e per le attività di tirocinio.

Elenco insegnamenti

annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Tirocinio (primo anno) 14 350 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Basi anatomofisiologiche 4 45 Italiano
- Anatomia umana2
- Fisiologia2
Biologia e biochimica 4 40 Italiano
- Biochimica2
- Biologia applicata2
Informatica 3 18 Italiano
Scienze psicopedagogiche e sociali 7 70 Italiano
- Pedagogia generale e sociale1
- Psicologia generale2
- Scienze tecniche mediche applicate1
- Sociologia generale2
- Storia della medicina1
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Accertamento di lingua inglese - livello b1 (2 CFU) 2 Italiano
Epidemiologia, prevenzione e sanità pubblica 6 60 Italiano
- Igiene generale e applicata4
- Statistica sociale2
Microbiologia e patologia 6 63 Italiano
- Medicina interna1
- Microbiologia e microbiologia clinica2
- Patologia generale3
Sociologia della salute e scienze giuridiche 6 60 Italiano
- Discipline demoetnoantropologiche2
- Istituzioni di diritto privato2
- Sociologia dell'ambiente e del territorio1
- Sociologia generale1
Regole di composizione
Elettivi - Lo studente, al primo anno, deve altresì maturare 2 CFU in attività formative a scelta.
annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Tirocinio (secondo anno) 20 500 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Biofisiologia della riproduzione, sessuologia ed andrologia 6 60 Italiano
- Endocrinologia2
- Genetica medica1
- Ginecologia e ostetricia1
- Scienze tecniche mediche applicate2
Educazione e promozione della salute 8 80 Italiano
- Didattica e pedagogia speciale1
- Igiene generale e applicata1
- Pedagogia generale e sociale2
- Psicologia generale2
- Scienze tecniche mediche e applicate2
Medicina di comunità 1 9 90 Italiano
- Igiene generale e applicata2
- Malattie cutanee e veneree1
- Malattie infettive2
- Scienze tecniche mediche applicate4
Scienze mediche 7 70 Italiano
- Farmacologia2
- Medicina interna3
- Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche1
- Scienze tecniche e dietetiche applicate1
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Salute dell'adulto e dell'anziano e salute neuropsichiatrica 6 60 Italiano
- Malattie dell'apparato locomotore1
- Medicina interna1
- Neurologia1
- Psichiatria1
- Scienze Infermieristiche, neuropsichiatriche e riabilitative1
- Scienze tecniche mediche applicate1
Salute dell'infanzia e dell'adolescenza ed educazione socio-affettiva 7 70 Italiano
- Igiene generale e applicata1
- Neuropsichiatria infantile1
- Pediatria generale e specialistica2
- Psicologia dello sviluppo e dell'educazione2
- Scienze tecniche mediche applicate1
Regole di composizione
Elettivi - Lo studente, al secondo anno, deve altresì maturare 2 CFU in attività formative a scelta.
annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Tirocinio (terzo anno) 26 650 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Igiene del lavoro ed emergenze e primo soccorso 7 70 Italiano
- Anestesiologia1
- Diagnostica per immagini1
- Medicina del lavoro1
- Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche1
- Scienze tecniche mediche e applicate2
- Sociologia generale1
Medicina di comunità 2 6 60 Italiano
- Igiene generale e applicata2
- Scienze tecniche mediche e applicate2
- Statistica medica2
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Medicina di comunità 3 4 40 Italiano
- Audiologia1
- Endocrinologia1
- Malattie dell'apparato visivo1
- Malattie odontostomatologiche1
Scienze giuridiche, deontologia professionale, tutela dei diritti 9 90 Italiano
- Diritto del lavoro1
- Economia aziendale1
- Igiene generale e applicata1
- Istituzioni di diritto privato2
- Medicina legale1
- Organizzazione aziendale1
- Scienze tecniche mediche applicate2
Attività conclusive
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Prova finale 7 Italiano
Regole di composizione
Elettivi - Lo studente, al terzo anno, deve altresì maturare 2 CFU in attività formative a scelta.
Sede
Milano
Sedi didattiche
Sede Corso di Laurea presso Dipartimento di Scienze biomediche per la salute - via Pascal, 36/38 - Milano
L'attività didattica relativa al corso di laurea in Assistenza Sanitaria si svolge presso le strutture didattiche allocate presso Città Studi o presso strutture sanitarie accreditate dal servizio sanitario nazionale ed enti convenzionati identificati dal Collegio Didattico interdipartimentale.