Scienze e tecnologie per lo studio e la conservazione dei beni culturali e dei supporti della informazione

Libri su uno scaffale in bilbioteca
Laurea triennale
A.A. 2019/2020
L-43 - Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali
Laurea triennale
180
Crediti
Accesso
Libero con test di autovalutazione obbligatorio prima dell'immatricolazione
3
Anni
Sede
Milano
Lingua
Italiano

Il laureato in Scienze e tecnologie per lo studio e la conservazione dei beni culturali e dei supporti della informazione acquisirà le competenze metodologiche, scientifiche e tecnologiche necessarie per svolgere interventi, anche a livello operativo, al fine di valutare lo stato di conservazione del bene culturale e analizzare le caratteristiche morfologico-strutturali e le proprietà dei materiali che lo compongono; acquisirà inoltre le necessarie competenze per svolgere interventi nei settori del rilevamento dei beni culturali, della valutazione dei rischi, della definizione dei progetti di intervento e di diagnostica mirati all'arresto di processi di degrado e di dissesto dei siti e dei manufatti archeologici e storico-artistici, delle collezioni museali, dei supporti dell’informazione nonché dei relativi contenuti informativi.

I laureati in Scienze e tecnologie per lo studio e la conservazione dei beni culturali e dei supporti della informazione potranno trovar lavoro presso enti preposti alla valorizzazione ed alla tutela dei beni culturali, quali sovrintendenze, musei pubblici e privati, biblioteche, archivi, nonché presso aziende ed organizzazioni professionali operanti nei settori dello scavo archeologico, del restauro, della tutela dei beni culturali, dell'informazione e dei relativi supporti.

Possono altresì proseguire la loro formazione. I ruoli che possono essere assunti fanno riferimento prevalentemente a figure professionali di recente introduzione quali:

  • Operatori geoarchelogici ed archeologi di terreno (specialisti della diagnostica in campo geoarchelogico e dello scavo archeologico);
  • operatori della conservazione (Conservation scientists) in campo storico-artistico e archeometrico;
  • operatori della conservazione (Conservation scientists) e della valorizzazione del patrimonio scientifico;
  • operatori della conservazione (Conservation scientists) dei supporti digitali ed analogici dell’informazione.

Statistiche sull'occupazione dei laureati (Almalaurea)

Accesso libero.

E' previsto un test di verifica delle conoscenze, da sostenere obbligatoriamente prima dell’immatricolazione. La verifica viene svolta attraverso il TOLC (i TOLC validi per l’iscrizione sono il TOLC-B e il TOLC-S, Test OnLine CISIA, www.cisiaonline.it/).

OFA - Obblighi formativi aggiuntivi

Lo studente che al test di ammissione ha ottenuto un risultato insufficiente nell'area di matematica, si vedrà assegnato degli obblighi formativi aggiuntivi (OFA) che dovrà colmare secondo quanto indicato nel Manifesto degli Studi.

Lingua inglese

Per conseguire i crediti relativi all'accertamento di lingua inglese si richiede una conoscenza di livello B1. Tale livello può essere attestato, al momento dell’immatricolazione, tramite l’invio di una certificazione valida e riconosciuta dall'Ateneo, oppure verificato tramite Placement test erogato dallo SLAM-Servizio Linguistico di Ateneo tra settembre e dicembre.

In caso di non raggiungimento del livello richiesto, sarà necessario seguire i corsi erogati dallo SLAM-Servizio Linguistico di Ateneo e superare il relativo test finale.

Il corso di studi offre opportunità di svolgere periodi all'estero presso università e centri di ricerca europei sia per seguire corsi e sostenere esami sia per svolgere parte del lavoro di tesi/ricerca e il tirocinio per laureandi. Per queste borse e, in generale, per lo svolgimento ed il riconoscimento dell'attività di ricerca all'estero, è fondamentale il coinvolgimento di un docente del corso che faccia da relatore o referente scientifico. Pertanto potenzialmente qualunque campo di studio nell'ambito del corso potrebbe offrire opportunità. E' possibile accedere a borse di due tipi:
Erasmus+, che permette di sostenere esami all'estero in aggiunta ad attività di ricerca (il corso è al momento inserito nel bando di scienze geologiche).

Erasmus+ Traineeship, dedicate esclusivamente ad attività di tirocinio e ricerca.
Per accedere a Erasmus+ il bando specifico per questo corso di laurea è disponibile nell'area di Geologia. In particolare si segnalano gli insegnamenti della laurea triennale/magistrale in conservazione presso TEI, Technological Educational Institute, Atene (Grecia), che ha un accordo specifico con questo corso di laurea.

Il bando per Erasmus+ Traineeship è pubblicato sul sito unimi.it e vale per tutti i corsi di laurea. Negli anni scorsi le università partner per il Traneeship sono state: Cergy-Pontoise (Francia), Poitiers (Francia), Santiago de Compostela (Spagna) e Ghent (Belgio). Peraltro, gli accordi per borse di studio per tirocini e ricerca possono essere stipulati con qualunque altra università o centro di ricerca con cui i docenti del corso abbiano relazioni di collaborazione scientifica. Il riconoscimento dell'attività svolta al di fuori degli esami nell'università straniera è calcolato in 3 CFU/mese.
L'attività che lo studente andrà a svolgere all'estero va concordata con i referenti (docenti) delle università di origine e di destinazione tramite il "learning agreement". Questo documento, insieme al certificato dei voti e/o alla relazione dell'attività di ricerca, permetterà il riconoscimento da parte del corso di laurea dell'attività svolta all'estero.

Oltre che rappresentare un'importante esperienza di vita (e portare ad apprendere bene la lingua locale), frequentare corsi e sostenere esami in università straniere permette di confrontarsi con sistemi didattici diversi ed acquisire maggiore flessibilità di approccio allo studio. Svolgere attività di ricerca/tirocinio all'estero permette spesso di accedere a facilities non presenti presso il nostro Ateneo (ad esempio, grandi strumentazioni), fare ricerca applicata in campi specifici ed interagire con gruppi di ricerca allargati.

La frequenza è fortemente consigliata.

Elenco insegnamenti

Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Accertamento di lingua inglese - livello b1 (3 CFU) 3 0 Italiano
Biologia vegetale 6 64 Italiano
Chimica generale e inorganica 6 48 Italiano
Istituzioni di diritto per i beni culturali 6 48 Italiano
Matematica generale 6 48 Italiano
Metodologia della ricerca archeologica e della storia dell'arte 12 96 Italiano
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Elementi di mineralogia e petrografia 6 64 Italiano
Fisica generale 6 48 Italiano
Informatica generale 12 96 Italiano
Metodi probabilistici e statistici 6 48 Italiano
annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Metodi di analisi per i beni culturali 9 72 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Chimica analitica 9 72 Italiano
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Microbiologia per i beni culturali 6 56 Italiano
Paleontologia e geologia stratigrafica 6 48 Italiano
Restauro dei beni culturali 6 48 Italiano
Non definito
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Tirocinio 10 0 Italiano
Attività conclusive
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Prova finale 6 0 Italiano
annuale
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Facoltativo
Elementi di ottica e fisica nucleare 9 72 Italiano
Primo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Facoltativo
Analisi non distruttive 6 48 Italiano
Antropologia 6 48 Italiano
Chimica dei materiali 6 48 Italiano
Entomologia per i beni culturali 6 48 Italiano
Metodologie della ricerca archeologica 6 48 Italiano
Museologia contemporanea 6 48 Italiano
Organizzazione e digitalizzazione di teche multimediali 6 48 Italiano
Storia della tecnica 9 72 Italiano
Secondo semestre
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Facoltativo
Archeometallurgia 6 48 Italiano
Archeozoologia 9 72 Italiano
Archivistica dei beni culturali 6 48 Italiano
Chimica organica 9 72 Italiano
Geoarcheologia e geologia del quaternario 12 96 Italiano
Metodi chimico-fisici per la conservazione dei beni culturali 9 72 Italiano
Metodi chimico-fisici per la conservazione e il restauro dei supporti informativi 8 72 Italiano
Metodi e linguaggi per il trattamento dei dati 6 48 Italiano
Metodologie con raggi x per i beni culturali 6 48 Italiano
Non definito
Attività formative Crediti Ore totali Lingua
Obbligatorio
Stage 8 0 Italiano
Regole di composizione
a - LO STUDENTE DOVRA' CONSEGUIRE 39 CFU SCEGLIENDO NON PIU' DI 5 FRA GLI INSEGNAMENTI AFFINI E INTEGRATIVI DELLA SEGUENTE TABELLA.

Nota 1: l'insegnamento di Organizzazione e digitalizzazione di teche multimediali è propedeutico all'insegnamento di Laboratorio di tecnologie informatiche per la valorizzazione dei beni culturali, attivato nel corso di laurea magistrale in Scienze per la conservazione e la diagnostica dei beni culturali.

Nota 2: "Metodi chimico-fisici per la conservazione e il restauro dei supporti informativi" e "Metodi chimico-fisici per la conservazione dei beni culturali" sono insegnamenti in alternativa.

Nota 3: l'insegnamento di Metodologie della ricerca archeologica può essere inserito nel piano degli studi solo dagli studenti immatricolati fino all'anno accademico 2018-19.
Attività formative Crediti Ore totali Lingua Periodo
Elementi di ottica e fisica nucleare 9 72 Italiano annuale
Analisi non distruttive 6 48 Italiano Primo semestre
Antropologia 6 48 Italiano Primo semestre
Chimica dei materiali 6 48 Italiano Primo semestre
Entomologia per i beni culturali 6 48 Italiano Primo semestre
Metodologie della ricerca archeologica 6 48 Italiano Primo semestre
Museologia contemporanea 6 48 Italiano Primo semestre
Organizzazione e digitalizzazione di teche multimediali 6 48 Italiano Primo semestre
Storia della tecnica 9 72 Italiano Primo semestre
Archeometallurgia 6 48 Italiano Secondo semestre
Archeozoologia 9 72 Italiano Secondo semestre
Archivistica dei beni culturali 6 48 Italiano Secondo semestre
Chimica organica 9 72 Italiano Secondo semestre
Geoarcheologia e geologia del quaternario 12 96 Italiano Secondo semestre
Metodi chimico-fisici per la conservazione dei beni culturali 9 72 Italiano Secondo semestre
Metodi chimico-fisici per la conservazione e il restauro dei supporti informativi 8 72 Italiano Secondo semestre
Metodi e linguaggi per il trattamento dei dati 6 48 Italiano Secondo semestre
Metodologie con raggi x per i beni culturali 6 48 Italiano Secondo semestre
b - Lo studente dovrà inoltre acquisire 12 CFU scegliendo liberamente tra tutti gli insegnamenti attivati dall'Ateneo, purché culturalmente coerenti con il suo percorso formativo e non sovrapponibili, nei contenuti, agli insegnamenti fondamentali e opzionali già utilizzati nel piano degli studi.
In particolare, rientrano nella scelta tutti gli insegnamenti presenti in questo Manifesto degli studi che rispondano a tali criteri e i seguenti insegnamenti attivati da altri corsi di laurea e laurea magistrale:
CORSO DI LAUREA IN SCIENZE NATURALI (classe L-32)
Biologia generale e ambientale con elementi di istologia (6 cfu)
Botanica: Botanica sistematica (6 cfu)
Geobotanica (6 cfu)
Geopedologia (6 cfu)
Zoologia: Sistematica (8 cfu)
CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GEOLOGICHE (classe L-34)
Geomorfologia e laboratorio (10 cfu)
CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI BENI CULTURALI (classe L-1)
Preistoria (9 cfu)
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOGEOSCIENZE: ANALISI DEGLI ECOSISTEMI E COMUNICAZIONE DELLE SCIENZE (classe LM-60)
Palinologia (6 cfu)
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELLA TERRA (classe LM-74)
Esplorazione geofisica a piccola profondità (6 cfu)

Gli studenti che hanno sostenuto l'esame di Biologia Vegetale potranno richiedere al Collegio Didattico il riconoscimento dei cfu relativi al pre-corso di Biologia organizzato nell'ambito di tale insegnamento.
Nel programma di ciascun corso vengono indicate, come propedeuticità consigliate, le materie delle quali è indispensabile la conoscenza prima di accedere al corso. E' responsabilità, oltre che interesse, dello studente attenersi a tali indicazioni.
Sede
Milano
Sedi didattiche
Le lezioni si svolgono nelle aule dei Settori Didattici di Città Studi.
Presidente del collegio: LUCA TROMBINO
Contatti
Costi e agevolazioni

Le tasse universitarie per gli studenti iscritti ai corsi di laurea, di laurea magistrale e di laurea magistrale a ciclo unico sono composte da due rate con modalità di calcolo e tempi di pagamento diversi:

  • la prima rata è uguale per tutti
  • la seconda rata, detta contributo onnicomprensivo, è di importo variabile in base al tipo di corso, al reddito familiare, al merito, al corso di laurea e allo stato della carriera.
    Per conoscere l’importo della seconda rata è disponibile il simulatore online. Si possono inoltre consultare gli esempi e la modalità di calcolo

Sono previste:

Maggiori informazioni alla pagina: Tasse anno corrente

L’Ateneo fornisce inoltre una serie di agevolazioni economiche a favore dei propri studenti con requisiti particolari (merito, condizioni economiche o personali, studenti internazionali) come: