Antigiuridicità e cause di giustificazione nel diritto penale: problemi vecchi e nuovi

A.A. 2019/2020
Insegnamento per
3
Crediti
15
Ore totali
Periodo
Maggio
Lingua
Italiano
Il corso si propone di approfondire un settore classico della teoria del reato, fornendo ai dottorandi l'opportunità di confrontarsi con problemi vecchi e nuovi relativi alle rationes e alle condizioni di legittimità della giustificazione dei fatti penalmente rilevanti. Dopo un inquadramento generale - che fornirà l'occasione per studiare la classica letteratura di riferimento - saranno presi in esame i principali problemi di giustificazione delle condotte criminose presenti oggi nella prassi e nel dibattito pubblico: dai limiti del consenso scriminante nell'attività medica e nelle scelte di fine vita, al bilanciamento tra diritto di manifestazione del pensiero e tutela di altri beni (onore, sicurezza pubblica, ecc), alla legittima difesa come esercizio di facoltà di autotutela, all'uso legittimo delle armi e della forza da parte della polizia o dei sanitari, nella contenzione psichiatrica, fino alla tematica del soccorso di necessità dei migranti in mare.
Non definiti
Modalità di valutazione
Giudizio di approvazione
Giudizio di valutazione
superato/non superato
Docente/i
Ricevimento:
Lunedì alle ore 14.30 (per via telematica: contattare per email il docente per un appuntamento)
Il ricevimento studenti avrà luogo per via telematica, tramite Microsoft Teams (link presente sul sito del corso di diritto penale, in Ariel). Contattare il docente con una email per avvertirlo