L'analisi delle fonti nei testi mediolatini: strumenti di ricerca e insidie interpretative

A.A. 2019/2020
Insegnamento per
2
Crediti
10
Ore totali
Periodo
Ottobre
Lingua
Italiano
Il corso mira a presentare uno dei più importanti problemi di metodo della ricerca applicata alla letteratura latina del Medioevo: la corretta identificazione delle fonti e l'interpretazione dell'uso che gli autori ne fanno. In molti generi è abituale la ripresa anche letterale di scritti precedenti, con effetti insidiosi: la moltiplicazione delle fonti possibili, poiché si replicano identiche porzioni di testo in più opere; il trascinamento di errori testuali dalle fonti stesse, da non confondere con errori di tradizione della nuova opera; il rischio di sottovalutazione dell'originalità di ogni nuova opera, che ripete sì materiali derivati ma imprimendo loro nuovi significati tramite una studiata ricomposizione. Attraverso l'esame di casi tratti dall'esegesi biblica, dalla letteratura enciclopedica e dalla storiografia si guideranno i partecipanti al corso a sperimentare in prima persona percorsi di ricerca e interpretazione delle fonti, così da sviluppare la loro conoscenza degli strumenti di lavoro e la loro consapevolezza dei metodi appropriati. A questo fine si alterneranno lezioni frontali e seminariali.
Conoscenza del latino
Modalità di valutazione
Giudizio di approvazione
Giudizio di valutazione
superato/non superato
Docente/i
Ricevimento:
martedì dalle 12 alle 15.
Sezione di Filologia Moderna, secondo piano
Ricevimento:
martedì, 15.00 - 18.00. AVVISO: Per sovrapposizione con un consiglio di Dipartimento, il ricevimento del 28 gennaio sarà posticipato a giovedì 30, dalle 9 alle 12.
Dip. Studi Letterari Filologici e Linguistici, Sezione Filologia Moderna - 2° piano