Religioni del mondo classico

A.A. 2016/2017
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-STO/06
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Conoscenze. Alla conclusione del corso lo studente avrà acquisito una conoscenza fondamentale delle caratteristiche peculiari delle religioni greca e romana (miti e riti), in particolare nei loro rapporti con gli organismi politici in cui si svilupparono (lo Stato, la città), attraverso l'analisi di alcuni esempi significativi. Lo studente sarà inoltre informato sulla storia degli studi relativi alle questioni trattate.
Capacità. Lo studente sarà in grado di ricostruire autonomamente lo sfondo mitico e rituale delle varie testimonianze (letterarie, epigrafiche, iconografiche ecc.) afferenti alla religione greca e di utilizzare i principali repertori e strumenti (bibliografici, banche dati ecc.).
Risultati apprendimento attesi
Non definiti
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Periodo
Secondo semestre
Informazioni sul programma
Argomento del corso: Lupi e uomini-lupo nel mito e nel culto in Grecia e a Roma (60 ore, 6/9 cfu)

Unità didattica A (20 ore, 3 cfu): Alcuni aspetti del politeismo
Unità didattica B (20 ore, 3 cfu): Gli uomini-lupo di Zeus Lykaios
Unità didattica C (20 ore, 3 cfu): Dalla Lupa Capitolina ai Luperci e oltre

Il corso è rivolto agli studenti dell'ordinamento quadriennale e del vecchio e nuovo ordinamento:
TRIENNIO: corso di laurea in Lettere/L10 (9 cfu).
LAUREA MAGISTRALE: Filologia, letterature e storia dell'antichità/LM15 (6 cfu). Lingue e letterature europee ed extraeuropee/LM37 (6 cfu).
Gli studenti del nuovo ordinamento dei corsi di laurea in Studi storici e Beni culturali e ambientali possono sostenere l'esame utilizzando i crediti liberi. Gli studenti del vecchio ordinamento dei suddetti corsi di laurea possono regolarmente sostenere l'esame come previsto dai loro curricula.

Presentazione del corso
Il corso si propone di esaminare alcuni miti e culti greci e romani, in cui compaiano il lupo e il licantropo, attraverso l'analisi delle fonti letterarie, iconografiche ed epigrafiche. Nella prima Unità didattica (A) verranno presi in considerazione alcuni aspetti del politeismo, utili per comprendere questa forma religiosa; nella seconda Unità didattica (B) verranno trattati il culto arcadico di Zeus Lykaios, il suo legame col mito locale e con la licantropia; nella terza Unità didattica (C) si parlerà del lupo nel mito e nel culto romano, con particolare attenzione al mito delle origini della città e alla festa dei Lupercalia.

Risultati di apprendimento
Conoscenze. Alla conclusione del corso lo studente avrà acquisito una conoscenza fondamentale delle caratteristiche peculiari del politeismo greco e romano, in particolare del modo in cui mito e culto interagiscono tra loro e con la realtà sociale e umana che li ha creati, attraverso l'analisi di alcuni esempi significativi relativi alle figure del lupo e del licantropo. Lo studente sarà inoltre informato sulla storia degli studi relativi alle questioni trattate.
Capacità. Lo studente sarà in grado di ricostruire autonomamente lo sfondo mitico e rituale delle varie testimonianze (letterarie, epigrafiche, iconografiche ecc.) afferenti alla religione greca e di utilizzare i principali repertori e strumenti (bibliografici, banche dati ecc.).

Indicazioni bibliografiche
Unità didattica A
Il corso è accessibile anche a chi non conosce il greco antico; tuttavia, in questo caso, è consigliabile che gli interessati prendano tempestivamente contatto con la docente per consigli e orientamenti. Chi non conosce il greco e/o il latino dovrà preparare in più
M. Lefkowitz, Dèi greci, vite umane. Quel che possiamo imparare dai miti greci, Novara, UTET Università 2008 (4 capitoli a scelta più il Preambolo di G. Arrigoni).
Per la preparazione dell'esame è fortemente raccomandata a tutti la consultazione dei seguenti testi:
1) P. Grimal, Enciclopedia della mitologia, Milano, Garzanti 1999.
2) A. van Kampen, Orbis terrarum antiquus. Atlante storico del mondo antico, Bergamo, Sestante Edizioni 2010.
Per tutti (esame da 6 e da 9 crediti):
A) W. Burkert, La religione greca di epoca arcaica e classica, II ed. italiana con aggiunte dell'Autore a cura di G. Arrigoni, con una Prefazione di G. Arrigoni, Milano, Jaca Book 2010: capp. III, IV, V (più un capitolo a scelta oppure la Prefazione di Arrigoni)
B) J. Scheid, Rito e religione dei Romani. Edizione italiana con correzioni e aggiunte dell'Autore a cura di G. Arrigoni, Bergamo, Sestante Edizioni 2009.

Programma per studenti non frequentanti
Il programma sarà definito personalmente durante un colloquio con la docente, con particolare riguardo al profilo dello studente.

Unità didattica B
Oltre alle indicazioni fornite per l'unità didattica A, tutti gli studenti frequentanti (esame da 6 e da 9 crediti) dovranno portare un volume a scelta fra:
1) G. Arrigoni (a cura di), Le donne in Grecia, Roma-Bari, Laterza 2008 (4 contributi a scelta e l'Introduzione)
2) G. Gatto, La fiaba di tradizione orale, Milano, LED 2006 (i triennalisti possono omettere i capitoli 8 e 10 della seconda parte). La dispensa precedente non è più valida.
3) G. Arrigoni-C. Consonni-A. Però (a cura di), Proposte per l'insegnamento della storia delle religioni nelle scuole italiane, Bergamo, Sestante Edizioni 2014 (4 contributi a scelta).
4) A. Però, Eleos. Il culto della compassione nella retorica imperiale, Bergamo, Sestante Edizioni 2017 (in corso di stampa) (Introduzione e un autore a scelta dell'antologia, in traduzione per chi non sa il greco).

Esame da 6 crediti: gli studenti frequentanti porteranno 2 moduli a scelta tra i tre del corso monografico. I materiali relativi ai moduli del corso monografico verranno forniti a lezione dalla docente.

Programma per studenti non frequentanti
Il programma sarà definito personalmente durante un colloquio con la docente, con particolare riguardo al profilo dello studente.

Unità didattica C
Esame da 9 crediti: oltre alle indicazioni fornite per le unità didattiche A e B, gli studenti frequentanti porteranno tutti e tre i moduli del corso monografico. I materiali relativi al corso monografico verranno forniti a lezione dalla docente.
Programma per studenti non frequentanti
Il programma sarà definito personalmente durante un colloquio con la docente, con particolare riguardo al profilo dello studente.

Altre informazioni per gli studenti
Si raccomanda agli studenti che non abbiano particolare familiarità con il greco e/o il latino di frequentare i laboratori su Mitologia e religione attivati dal corso di laurea in Lettere.

27/01/2017
Prerequisiti
Orale. La prova orale consiste di un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare l'acquisizione del metodo di indagine storico-religiosa della mitologia, nelle sue eventuali connessioni con il rito (consapevolezza metodologica). Oltre ai manuali, si richiede la conoscenza di un dossier di fonti testuali e iconografiche (comprensione dei testi e dei relativi contesti) che la docente fornirà nel corso delle lezioni.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
M-STO/06 - STORIA DELLE RELIGIONI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-STO/06 - STORIA DELLE RELIGIONI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-STO/06 - STORIA DELLE RELIGIONI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

(Solo CdL Filosofia e Scienze Filosofiche)

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Informazioni sul programma
Argomento del corso: Ai confini del buio. Riti e credenze dell'Oltretomba pagano

Il corso sarà articolato in 3 moduli di 20 ore ciascuno ed è rivolto agli studenti di Filosofia/L5; vale
anche per tutti gli altri corsi di laurea, purché inserito fra i crediti liberi. Gli studenti che portano il
programma da 6 crediti possono preparare una parte generale e solo due dei tre moduli proposti,
segnalando alla docente la propria decisione prima di sostenere l'esame.

Presentazione del corso
Il corso, rivolto a studenti che non possiedano o non intendano attivare le conoscenze di lingua (greca
e latina), consta di una parte generale iniziale dedicata alla presentazione dei temi di riflessione più
significativi legati alle religioni del mondo antico, attraverso l'analisi di esempi e il richiamo alle
diverse possibilità metodologiche offerte a chi si accosti ai suddetti temi (Unità didattica A: Cenni
introduttivi). Successivamente, si prenderà in esame il grande tema della ritualità connessa alla morte
nel mondo antico: riti funerari, necromanzie e catabasi, oracoli ctonii (Unità didattica B: i grandi temi).
L'ultimo modulo prevede l'approfondimento di singoli esempi significativi, con la lettura di testi (in
traduzione) e la presentazione di testimonianze iconografiche (Unità didattica C: L'Oltretomba
pagano).

Risultati di apprendimento
Conoscenze. Lo studente verrà guidato alla conoscenza delle problematiche delle religioni del mondo
antico e a una ricostruzione complessiva delle metodologie di studio a esse legate. Sarà inoltre in
grado di poter riflettere in modo organico sulla complessità dell'immaginario rituale connesso alle
cerimonie funebri e ai miti a esse legati. I testi proposti, in traduzione, andranno a completare e a
sostenere l'impianto di riflessione teorico.
Capacità. Lo studente sarà in grado di leggere la ricchezza dell'impianto religioso connesso alla morte
nel mondo antico, valorizzando il proprio patrimonio personale di conoscenze e i casestudies
proposti. Sarà altresì in grado di comprendere affinità e divergenze nella presentazione
rispettivamente letteraria e iconografica del problema.

Indicazioni bibliografiche
(Unità didattica A: Cenni introduttivi)
Lo studente è tenuto alla lettura di uno fra i due testi proposti:
1. P. Borgeaud, F.Prescendi (a cura di), Religioni antiche, Carocci Editore 2011 (edizione italiana
a cura di D. Bonanno, G. Pironti)
2. G. Filoramo, M. Massenzio, M. Raveri, P. Scarpi (a cura di), Manuale di storia delle religioni,
Laterza 1998, Parte I, capp. I-VIII, Parte IV.
È vivamente consigliata, in particolare a chi non abbia consuetudine con i miti antichi, la consultazione
di:
1. G. Guidorizzi, Il mito greco: gli dèi; id., Il mito greco: gli eroi, Mondadori (I Meridiani) 2009-2012
2. P. Grimal, Enciclopedia della mitologia, Milano, Garzanti 1999.
2
Gli studenti sono tenuti alla lettura di uno dei seguenti testi, a scelta:
1. E. Rohde, Psiche, ed. Laterza, I parte (Culto delle anime presso i Greci)
2. J.P. Vernant, L'individuo, la morte, l'amore, Cortina 2000
(Unità didattica B: i grandi temi)
Tutti gli studenti sono tenuti alla lettura di:
J.P. Vernant, La morte negli occhi. Figure dell'altro nell'antica Grecia, Il Mulino 2013
Possono, inoltre, integrare la preparazione con la lettura di:
M. Ragon, Lo spazio della morte, Guida editori 1986, pp. 7-63, 122-142.
(Unità didattica C: L'Oltretomba pagano)

Gli studenti sono tenuti alla lettura integrale (in traduzione) dell'XI canto dell'Odissea, del VI canto
dell'Eneide e del X libro della Repubblica di Platone ("Il mito di Er"). Il modulo monografico verrà
integrato con fotocopie proposte dalla docente.

Programma per gli studenti non frequentanti (moduli A, B, C)
Fatto salvo per i testi indicati nella parte generale (Modulo A), in ogni caso obbligatori, gli studenti
non frequentanti sono tenuti a concordare l'esame con la docente.

09/03/2017
Prerequisiti
Orale: La prova orale consiste di un colloquio che accerti le conoscenze di base e quelle più specifiche legate al tema monografico proposto.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
M-STO/06 - STORIA DELLE RELIGIONI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-STO/06 - STORIA DELLE RELIGIONI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-STO/06 - STORIA DELLE RELIGIONI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
martedì 14.30-17.30
In presenza, cortile della legnaia, piano terra e su Teams (su appuntamento)