Geografia politica ed economica

A.A. 2017/2018
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-GGR/02
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Non definiti
Risultati apprendimento attesi
Non definiti
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Informazioni sul programma
Argomento del corso: Le trasformazioni dello spazio politico e economico mondiale

PRESENTAZIONE DEL CORSO
Il corso, attivato nel I semestre, è destinato agli studenti della laurea triennale SUA.
La prima unità didattica dedicata alla dimensione politica della geografia, affronterà i fondamenti della disciplina quali lo spazio e la territorialità, la formazione e la trasformazione degli stati territoriali moderni, le frontiere e i confini, la collocazione e l'organizzazione del potere politico all'interno di questi e in forme di convivenza differenti, la storicità della territorialità. Conseguentemente verranno affrontate le questioni relative al rapporto stato/territorio/economia, quelle relative alla loro interazione reciproca, alla geografia emergente delle reti, alle risorse naturali e ai conflitti latenti o attuali che ne derivano. Particolare attenzione sarà dedicata alle nuove barriere, ai confini e alle ricadute in termini economici di questi (protezionismo) quali forme riemergenti sul piano globale. Verrà poi fornito un quadro geografico-politico delle maggiori regioni mondiali (emergenti o declinanti, compatte o frammentate) dell'Europa Occidentale e Orientale, dell'Asia, dell'Africa, delle Americhe e anche della regione artica, caratterizzata da dispute internazionali crescenti.
La seconda unità didattica, partendo dai temi chiave del nazionalismo e del neo-regionalismo, tratterà il rapporto fra Europa istituzionale, Occidentale e Centrale e quella Orientale, con particolare attenzione al caso delle Repubbliche Occidentali ex sovietiche, soprattutto al caso ucraino e ai conflitti etno-terrritoriali che interessano l'Europa Orientale attuale.
Nella terza unità didattica verranno presentate e discusse le basi conoscitive e i concetti interpretativi per la comprensione dello spazio geoeconomico e ambientale, le trasformazioni produttive e globalizzazione economica, le problematiche localizzative di attività economiche, la loro generazione e diffusione anche in termini di sviluppo, i comportamenti di impresa e relative organizzazioni territoriali, le geografie economiche dei trasporti e comunicazione, tecnologia e innovazione territoriale, distribuzione geografica dei flussi commerciali e finanziari, la dimensione territoriale dei processi di sviluppo in termini di approccio di sviluppo sostenibile all'economia e sviluppo locale.
ARGOMENTI DEL CORSO

UNITÀ DIDATTICA A
Istituzioni di geografia politica.
J. Painter, A. Jeffrey, Geografia politica, Torino, UTET, 2011.

UNITÀ DIDATTICA B
Europa Occidentale, UE e Europa Orientale.
A. Violante, A. Vitale, L'Europa alle frontiere dell'Unione, Milano, Unicopli, 2010.

UNITÀ DIDATTICA C
Fondamenti di geografia economica.
G. Dematteis, C. Lanza, F. Nano, A. Vanolo, Geografia dell'economia mondiale, UTET Università 1 edizione 2010, Ultima ristampa ISBN 978886008305

PROGRAMMA D'ESAME PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI
Per l'esame si richiede la conoscenza dei testi relativi alle unità didattiche A, B, C e degli argomenti trattati nelle prime 60 ore di corso.

PROGRAMMA D'ESAME PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI
Per l'esame si richiede la conoscenza dei testi relativi alle unità didattiche A, B, C.
Inoltre, a sostituzione degli appunti delle lezioni si richiede la conoscenza di un testo a scelta tra:

- W. Reinhard, Storia dello stato moderno, Bologna, il Mulino, 2010
- B. A. Raviola, L'Europa dei piccoli Stati. Dalla prima età moderna al declino dell'Antico Regime. Carocci, Roma 2008.
- J. Breuilly, La formazione dello Stato nazionale tedesco, Il Mulino, Bologna 2004.
- A. Violante, C. Fiamingo (a cura di), La Grande Muraglia è crollata, Mimesis, Milano-Udine, 2014.
- R. Coase, N. Wang, Come la Cina è diventata un paese capitalista, IBL Libri, Milano,2014.
- D. Little, Orientalismo americano. Stati Uniti e Medio Oriente dal 1945, Liberilibri, Macerata, 2007.
- S. Conti, P. Giaccaria, U. Rossi, C. Salone, Geografia economica e politica, Milano-Torino, Pearson, 2014.
- E. Bignante, F. Celata, A. Vanolo, Geografie dello sviluppo: una prospettiva critica e globale, Utet (2014).

OBIETTIVI
L'insegnamento si prefigge di fornire al discente gli strumenti per comprendere la geografia mondiale nelle sue dimensioni speculari, politica ed economica e per orientarsi nelle sue ingenti trasformazioni su basi territoriali. Questo insegnamento di Geografia Economica e Politica, che inizia con lo svolgimento di un excursus di carattere storico e metodologico sui fondamenti della disciplina nella sua accezione geografico-politica, per continuare nelle dimensioni geoeconomiche alla luce delle relazioni mondiali dei nuovi (dis)ordini mondiali delle reti e globalizzazione.
Particolare attenzione verrà dedicata alla comprensione del riproporsi di barriere "storiche" o alla creazione di sbarramenti inediti, all'edificazione di nuovi muri, responsabili sia della paralisi della libera circolazione di beni, capitali, persone, che della formazione di ben delimitati spazi del benessere e dell'esclusione. Verranno fornite nel modulo C le basi conoscitive e concetti interpretativi per la comprensione delle dinamiche e trasformazioni geoeconomiche nell'era contemporanea frutto sia del comportamento delle grandi organizzazioni che delle reti di micro organizzazioni e soggetti. Il fine è quello di fornire strumenti che consentano di comprendere e di ragionare - sulla base di un sapere critico - sui mutamenti della dimensione spaziale, politica ed economica mondiale, nella fase di globalizzazione contemporanea e nell'età delle reti, al tempo della più grande crisi seguita a quella del 1929-30, della quale verranno fornite sommariamente cause e conseguenze dal punto di vista geografico-politico.
Gli obiettivi di apprendimento sono orientati a stimolare negli studenti consapevolezza, metodiche di analisi, conoscenze e spirito critico con riguardo alle dinamiche e impatti delle attività politiche ed economiche nell'ambiente e aree geografiche alle diverse scale del Mondo.

11/10/2017
Prerequisiti
La prova d'esame consiste per il modulo A e B in un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare il grado di preparazione del candidato sui testi sopra indicati, per il modulo C in una prova scritta a domande aperte e chiuse. Si intendono verificare anche le competenze contenutistiche, espositive e metodologiche circa le tematiche del corso.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
M-GGR/02 - GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-GGR/02 - GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-GGR/02 - GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Paradiso Maria

Docente/i
Ricevimento:
lunedì 15.30-18.30
stanza 12, dip. Studi internazionali