Pedagogia

A.A. 2017/2018
10
Crediti massimi
70
Ore totali
SSD
M-PED/01 M-PSI/01
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
A)·Conoscere il quadro concettuale e epistemologico della pedagogia e della sua attualità;
·Conoscere le principali caratteristiche della relazione educativa;
·Conoscere e approfondire i principali orientamenti delle teorie relative agli apprendimenti, agli stili educativi e alle rappresentazioni della minore età (adolescenza);
·Conoscere ed essere in grado di confrontarsi sui ruoli educativi dell'insegnante;
·Acquisire competenze riguardanti i metodi e gli strumenti dell'intervento pedagogico con particolare riferimento alle metodologie dell'insegnamento / apprendimento;
·Comprendere gli strumenti attinenti la progettazione, l'osservazione, la documentazione, la valutazione, dei progetti e degli interventi, nella prospettiva della pedagogia inclusiva;
·Conoscere le strategie e gli strumenti di cui dispone la scuola per fare integrazione e promuovere inclusione;
·Essere in grado di progettare percorsi di autoformazione;
·Costruire concetti e/o idee unificanti, parole "chiave" degli oggetti di studio;
·Formulare definizioni e interpretazioni sulle prospettive storico-teoriche ed operative della didattica dell'integrazione;
·Individuare e riconoscere le differenze che comportano difficoltà negli apprendimenti ed considerare i bisogni educativi calibrando le risposte per la loro soddisfazione;
·Conoscere ed è consapevole delle differenze di ruolo e di posizione nella gestione della classe e della scuola che comporta il lavoro di rete scolastica e istituzionale;
·Riconoscere e valutare le implicazioni culturali derivanti dagli approcci e dagli orientamenti pedagogico - didattici proposti; Essere in grado di valutare la complessità scolastica a partire dalle proprie scelte educative e confrontarsi con gli esiti dell'attuale ricerca pedagogica;
·orientarsi rispetto alle dimensioni etiche dell'esperienza educativa, ai problemi di ambivalenza e paradossalità che si sviluppano al suo interno ed orientarsi rispetto alla complessità delle scelte che l'insegnate, l'educatore è chiamato di compiere.


Si affronterà la complessità e l'eterogeneità della gestione della classe, costituita dalle presenze e dalle possibilità degli alunni che la frequentano. Come saranno considerati attraverso la presentazione della prospettiva storica della pedagogia e della didattica; gli attori e le figure professionali implicati, gli strumenti e le modalità di fare insegnamento, l'articolazione della proposta dei progetti d'integrazione.

Il corso intende analizzare e comprendere, criticamente, la classe come gruppo che si organizza per accettare le sfide dell'inclusione e promuovere dinamiche di apprendimento. Particolare peso sarà dato all'utilizzo dei mediatori per istituire processi educativi con gli alunni, nella molteplicità dei bisogni educativi, influenzabili nel processo d'apprendimento da variabili affettive, psicologiche, cognitive, motivazionali e socio-culturali.

B)Preparare gli studenti affinché siano in grado:
· di coinvolgere e accompagnare gli utenti da un punto di vista psicopedagogico in tutte le fasi dell'attività motoria e sportiva sia a livello individuale che di gruppo;
· di comprendere come relazionarsi con persone differente per età, abilità, genere, condizione socio-culturale durante le varie attività motorie;
· di acquisire un linguaggio tecnicamente appropriato, con particolare attenzione allo sviluppo dell'individuo nelle varie fasce d'età;
· di gestire le motivazioni degli utenti relative all'attività motoria in genere.
Risultati apprendimento attesi
A) Il corso si propone di presentare e di riflettere i paradigmi teorici e metodologici della Pedagogia in una prospettiva inclusiva con particolare riferimento alla complessità della scolarizzazione e delle appartenenze degli alunni. Esaminando l'esistente pedagogico - scolastico e approfondendo le prassi inclusive riguardo i stili di apprendimento e le differenze presenti in classi diversificate e di multi appartenenza.

Si affronterà la complessità e l'eterogeneità della gestione della classe, costituita dalle presenze e dalle possibilità degli alunni che la frequentano. Come saranno considerati attraverso la presentazione della prospettiva storica della pedagogia e della didattica; gli attori e le figure professionali implicati, gli strumenti e le modalità di fare insegnamento, l'articolazione della proposta dei progetti d'integrazione.

Il corso intende analizzare e comprendere, criticamente, la classe come gruppo che si organizza per accettare le sfide dell'inclusione e promuovere dinamiche di apprendimento. Particolare peso sarà dato all'utilizzo dei mediatori per istituire processi educativi con gli alunni, nella molteplicità dei bisogni educativi, influenzabili nel processo d'apprendimento da variabili affettive, psicologiche, cognitive, motivazionali e socio-culturali.

B) Gli studenti saranno in possesso di conoscenze psicopedagogiche di base per poter interagire con efficacia con praticanti in funzione di età, genere, condizione sociale, sia a livello individuale che di gruppo.
Avranno interiorizzato competenze utili per intervenire nel sostegno dello sviluppo e nell'apprendimento specifico in base alle necessità dei singoli e dei gruppi.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Periodo
annuale
Programma
MODULO DI PSICOPEDAGOGIA

PROGRAMMA DEL CORSO
Il corso vuole introdurre la pedagogia come disciplina avente come oggetto la relazione educativa e i suoi elementi costitutivi. Si presenterà un modello che permette di individuare le disfunzionalità della relazione educativa in qualsiasi contesto essa si realizza. Lo studente acquisirà inoltre gli strumenti per entrare in relazione e fare gruppo in un setting funzionale al raggiungimento degli obiettivi che si pongono nella dimensione sportiva. Inoltre si affronteranno i principali approcci psicodinamici utili per impadronirsi di linguaggi e categorie che permetteranno di decodificare situazioni problematiche e migliorare la relazione coach/allievo. In particolare, sarà fondamentale entrare nel merito delle dimensioni relazionali in grado di costruire una relazione positiva (ovvero capacità di "fare rapport") all'interno di un setting dove l'attività fisica, nei vari contesti di applicazione, si eleva ad ambito privilegiato della progettualità in atto.
Prerequisiti
Orale
Materiale di riferimento
MODULO DI PSICOPEDAGOGIA

Federico Fenzio, "La relazione educativa. Un modello operativo contro il disorientamento pedagogico". Edizioni Youcanprint, Lecce 2017.
Giorgio Blandino, "Psicologia come funzione della mente. Paradigmi psicodinamici per le professioni d'aiuto.", Edizioni UTET Università, Torino 2009.
M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE
M-PSI/01 - PSICOLOGIA GENERALE
Lezioni: 70 ore
Docenti: Botturi Roberto, Fenzio Federico
Docente/i
Ricevimento:
Su appuntamento
Da concordare