Analisi dei farmaci 1 e lab. di analisi dei farmaci 1 e chimica degli alimenti

A.A. 2019/2020
Insegnamento per
12
Crediti massimi
120
Ore totali
SSD
CHIM/08 CHIM/10
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento si propone di fornire agli studenti le conoscenze delle principali metodologie analitiche e tecniche strumentali che vengono utilizzate per l'analisi quantitativa dei farmaci sia come principi attivi che nelle forme farmaceutiche finali.
Nel corso si approfondiranno i principi teorici che caratterizzano le diverse metodiche e i meccanismi che stanno alla base del funzionamento delle strumentazioni. Si analizzeranno esempi di applicazione di dosaggio dei farmaci per una concreta ed attuale comprensione delle metodiche utilizzate, e più in generale, per un esame critico degli aspetti e delle problematiche che devono essere valutati per la messa a punto e la convalida di un metodo analitico.
In particolare, l'insegnamento si prefigge non solo di trasferire allo studente la conoscenza necessaria a comprendere le metodiche analitiche e le loro applicazioni per l'analisi di farmaci secondo la vigente farmacopea ma anche di fornire gli strumenti utili per sviluppare metodi analitici quantitativi sulla base della struttura degli analiti, della matrice e della sensibilità richiesta.
Al fine di rendere comprensibili e immediatamente verificabili le nozioni esaminate nel corso, durante le esercitazioni in laboratorio verranno applicate procedure analitiche di dosaggio di farmaci che consentiranno una conoscenza concreta di diverse tecniche analitiche e del funzionamento di strumenti di analisi.
Al termine dell'insegnamento gli studenti dovranno conoscere le principali metodiche analitiche quantitative di dosaggio dei farmaci, le loro basi teoriche e per quali classi di farmaci vengono utilizzate. Dovranno conoscere tecniche strumentali di dosaggio, i principi alla base del loro funzionamento e le loro applicazioni.
Gli studenti dovranno dimostrare comprensione dei meccanismi, delle problematiche e delle valutazioni che stanno alla base della scelta di un metodo di analisi per il dosaggio di un farmaco.

Durante le lezioni frontali sarà offerta la possibilità di applicare conoscenza e comprensione attraverso la proposta di problemi che saranno risolti in classe con il coinvolgimento degli studenti.
Lo studente dovrà dimostrare di possedere la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite per mettere a punto un metodo analitico per il dosaggio di un farmaco sulla base della struttura e della matrice.
Durante le esercitazioni in laboratorio, lo studente dovrà essere in grado di analizzare un farmaco applicando la metodica analitica che gli viene proposta e di valutare i risultati ottenuti.

Struttura insegnamento e programma

Linea AK
Edizione attiva
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica: Analisi dei Farmaci 1
CHIM/08 - CHIMICA FARMACEUTICA - CFU: 0
CHIM/10 - CHIMICA DEGLI ALIMENTI - CFU: 0
Lezioni: 48 ore

Unita' didattica: Chimica degli alimenti
CHIM/08 - CHIMICA FARMACEUTICA - CFU: 0
CHIM/10 - CHIMICA DEGLI ALIMENTI - CFU: 0
Lezioni: 24 ore
Docente: Arnoldi Anna

Unita' didattica: Lab. di Analisi dei Farmaci 1
CHIM/08 - CHIMICA FARMACEUTICA - CFU: 0
CHIM/10 - CHIMICA DEGLI ALIMENTI - CFU: 0
Esercitazioni di laboratorio a posto singolo: 48 ore

STUDENTI FREQUENTANTI
Unita' didattica: Analisi dei Farmaci 1
Programma
- Introduzione ai principi dell'analisi quantitativa chimico-farmaceutica.
- Introduzione alle tecniche analitiche utilizzate per l'analisi quantitativa di sostanze iscritte nella vigente Farmacopea europea.
- Materiali, attrezzatura e tecniche di laboratorio per l'analisi quantitativa chimico-farmaceutica (la bilancia analitica, operazioni per l'uso corretto della bilancia elettronica analitica, fonti di errore nella pesata, attrezzatura e manipolazioni connesse con la pesata, essiccatori ed essiccanti, modalità di pesata, materiali per attrezzature di laboratorio, attrezzatura per analisi gravimetriche e volumetriche, taratura della vetreria volumetrica).
- Trattamento e valutazione dei dati statistici (trattamento statistico dell'errore sperimentale, errore sistematico, casuale e grossolano, accuratezza e precisione, campione e popolazione, intervalli di fiducia, t di Student, test F, test Q, analisi della varianza, uso dei fogli di calcolo nell'analisi chimica).
- Analisi volumetriche e loro applicazioni all'analisi quantitativa di sostanze iscritte nella vigente Farmacopea europea (titolazioni acido-base, titolazioni con formazione di precipitato, titolazioni redox, titolazioni complessometriche, titolazioni in solventi non acquosi, titolazioni potenziometriche).
- Polarografia, voltammetria, amperometria.
- Spettroscopia UV-Visibile e sue applicazioni all'analisi quantitativa di farmaci secondo Farmacopea europea (principi teorici, orbitali molecolari e tipi di transizioni, caratteristiche di assorbimento di composti organici, regole di selezione, strumentazione, legge dell'assorbimento, metodo dello std. interno ed esterno, metodo dell'aggiunta standard, analisi di miscele).
- Introduzione all'analisi cromatografia (cenni storici, classificazione e tecniche cromatografiche, il cromatogramma, costante di distribuzione, fattore di ritenzione, risoluzione cromatografica, teoria dei piatti, efficienza e selettività, l'equazione di Van Deemter, il problema generale della eluizione, simmetria dei picchi).
- Gas-cromatografia e sue applicazioni all'analisi quantitativa di farmaci secondo Farmacopea europea (classificazione delle tecniche gas-cromatografiche, strumentazione e fasi stazionarie, derivatizzazione, analisi quantitativa, applicazioni della GC in Farmacopea europea, solventi residui).
- Cromatografia liquida ad alte prestazioni e sue applicazioni nell'analisi quantitativa di farmaci secondo Farmacopea europea (classificazione delle tecniche HPLC, le fasi stazionarie e mobili, UHPLC e nano-HPLC, strumentazione e rivelatori, analisi quantitativa in HPLC e applicazioni in Farmacopea europea).
- Sviluppo e convalida di un metodo analitico (criteri per la scelta del metodo analitico ottimale, sviluppo e ottimizzazione del metodo strumentale, convalida del metodo analitico).
- Preparazione del campione (campionamento, preparazione e conservazione del campione, tecniche di preparazione del campione, estrazione liquido-liquido, estrazione liquido-solido, estrazione in fase solida, aspetti sperimentali e applicativi).
- I principi di Buona Pratica di Laboratorio.
Metodi didattici
Lezioni frontali in aula
Materiale didattico e bibliografia
Il materiale didattico presentato al corso è reperibile in formato pdf sul portale ARIEL di UNIMI.

Testi consigliati:
- Testo di Chimica analitica: Skoog-West: Chimica Analitica - Edises (seconda edizione)
- Testo di Chimica analitica: Harris D: Chimica analitica quantitativa - Zanichelli (seconda edizione)
- Testo di Chimica analitica: Hage e Carr: Chimica analitica e analisi quantitativa - Piccin
- Testo di analisi farmaceutica: Porretta GC: Analisi di preparazioni farmaceutiche, analisi quantitativa, Volume primo - CISU
- Testo di analisi farmaceutica strumentale: Analisi farmaceutica, Cavrini e Andrisano - Società editrice esculapio
Unita' didattica: Lab. di Analisi dei Farmaci 1
Programma
- Titolazioni acido-base: utilizzo di indicatori colorimetrici e metodi potenziometrici.
- Titolazioni con formazione di precipitato: argentometria.
- Titolazioni complessometriche: dirette e inverse.
- Titolazioni di ossido-riduzione: permanganometria, bromometria, iodimetria, iodometria.
- Titolazioni in solventi non acquosi: utilizzo di indicatori colorimetrici e metodi potenziometrici.
- Determinazioni spettrofotometriche: allestimento della retta di calibrazione mediante l'uso dello standard esterno e il metodo delle aggiunte standard.
- Trattamento statistico dei risultati: calcolo della media, mediana, deviazione standard, errore assoluto e relativo, intervalli di fiducia; applicazione del test t, test t accoppiato, test F, ANOVA.
Metodi didattici
Esercitazioni pratiche in laboratorio
Materiale didattico e bibliografia
Le procedure operative delle esercitazioni che vengono svolte in laboratorio sono reperibili in formato pdf sul portale ARIEL di UNIMI.
Unita' didattica: Chimica degli alimenti
Programma
Nutrienti organici e inorganici: macro e microelementi, zuccheri semplici, polisaccaridi, amino acidi, proteine, lipidi, componenti minori, fattori antinutrizionali.
Analisi dei componenti principali degli alimenti: acqua, ceneri, lipidi, zuccheri riducenti e non-riducenti, fibre, proteine.
Imbrunimento non enzimatico: modifiche indotte dai processi industriali e casalinghi.
Oli e grassi: composizione chimica, componenti minori, irrancidimento idrolitico e ossidativo, proprietà funzionali degli acidi grassi polinsaturi; olio di oliva, tecnologia, raffinazione; principali oli di semi ad uso alimentare; problematiche analitiche relative alla conservazione e alla sofisticazione degli oli.
Cereali: cariosside, composizione chimica; differenze tra grano tenero e grano duro, farine, preparazione di pane e pasta; riso, caratteristiche e uso; informazioni di carattere generale sui cereali minori, segale, mais, avena, orzo; intolleranza al glutine e alimenti alternativi.
Legumi: composizione, caratteristiche delle proteine vegetali, proprietà salutistiche, problematiche analitiche.
Additivi: normativa e criteri di utilizzo, problematiche tossicologiche; classi principali: conservanti, antiossidanti, gelificanti, addensanti, emulsionanti, edulcoranti, coloranti.
Contaminazione chimica degli alimenti naturali e indotta dall'uomo: metalli pesanti, PCB, IPA, diossine, agrofarmaci, micotossine, tossine da batteri.
Metodi didattici
lezioni frontali
Materiale didattico e bibliografia
Chimica degli Alimenti di P. Cabras e A Martelli, Piccin Editore, 2004.
Diapositive del corso e alla letteratura scientifica fornita dal docente attraverso il sito Ariel
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Unita' didattica: Chimica degli alimenti
Programma
Nutrienti organici e inorganici: macro e microelementi, zuccheri semplici, polisaccaridi, amino acidi, proteine, lipidi, componenti minori, fattori antinutrizionali.
Analisi dei componenti principali degli alimenti: acqua, ceneri, lipidi, zuccheri riducenti e non-riducenti, fibre, proteine.
Imbrunimento non enzimatico: modifiche indotte dai processi industriali e casalinghi.
Oli e grassi: composizione chimica, componenti minori, irrancidimento idrolitico e ossidativo, proprietà funzionali degli acidi grassi polinsaturi; olio di oliva, tecnologia, raffinazione; principali oli di semi ad uso alimentare; problematiche analitiche relative alla conservazione e alla sofisticazione degli oli.
Cereali: cariosside, composizione chimica; differenze tra grano tenero e grano duro, farine, preparazione di pane e pasta; riso, caratteristiche e uso; informazioni di carattere generale sui cereali minori, segale, mais, avena, orzo; intolleranza al glutine e alimenti alternativi.
Legumi: composizione, caratteristiche delle proteine vegetali, proprietà salutistiche, problematiche analitiche.
Additivi: normativa e criteri di utilizzo, problematiche tossicologiche; classi principali: conservanti, antiossidanti, gelificanti, addensanti, emulsionanti, edulcoranti, coloranti.
Contaminazione chimica degli alimenti naturali e indotta dall'uomo: metalli pesanti, PCB, IPA, diossine, agrofarmaci, micotossine, tossine da batteri.
Materiale didattico e bibliografia
Chimica degli Alimenti di P. Cabras e A Martelli, Piccin Editore, 2004.
Diapositive del corso e alla letteratura scientifica fornita dal docente attraverso il sito Ariel
Periodo
Secondo semestre
Linea LZ
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica: Analisi dei Farmaci 1
CHIM/08 - CHIMICA FARMACEUTICA - CFU: 0
CHIM/10 - CHIMICA DEGLI ALIMENTI - CFU: 0
Lezioni: 48 ore

Unita' didattica: Chimica degli alimenti
CHIM/08 - CHIMICA FARMACEUTICA - CFU: 0
CHIM/10 - CHIMICA DEGLI ALIMENTI - CFU: 0
Lezioni: 24 ore

Unita' didattica: Lab. di Analisi dei Farmaci 1
CHIM/08 - CHIMICA FARMACEUTICA - CFU: 0
CHIM/10 - CHIMICA DEGLI ALIMENTI - CFU: 0
Esercitazioni di laboratorio a posto singolo: 48 ore

STUDENTI FREQUENTANTI
Prerequisiti e modalità di esame
Il voto dell'insegnamento Analisi dei farmaci 1 e Laboratorio di analisi dei farmaci 1 e Chimica degli alimenti è in trentesimi. L'esame prevede una prima prova scritta relativa all'unità didattica di Analisi dei Farmaci I, seguita, dopo un periodo di tempo non superiore alle due settimane, dalla prova orale, relativa al modulo di Analisi degli alimenti speciali. Il voto relativo al modulo di Laboratorio di Analisi dei Farmaci I viene comunicato entro 3 settimane dal termine delle esercitazioni di laboratorio. Al termine della prova orale relativa al modulo di Analisi degli alimenti speciali, la commissione d'esame, costituita dai docenti delle tre unità didattiche, comunica allo studente il voto calcolato come media ponderata delle votazioni (in trentesimi) riportate nelle tre unità didattica.
La prova scritta relativa alla parte di analisi dei farmaci dura 120 minuti, è di norma articolata su 5 domande. Il punteggio della prova è espresso in trentesimi. Durante l'esame è possibile consultare la tabella periodica, i valori tabulati della t di Student, i valori tabulati critici di F, i valori di Q tabulati e i valori tabulati per la predizione del massimo di assorbimento UV-VIS (es. regole di Fieser Kuhn, Fieser e Woodward)
La prima domanda, cui vengono assegnati fino a 10 punti, prevede che lo studente descriva in modo dettagliato la messa a punto di un metodo per l'analisi quantitativa di almeno due sostanze di interesse farmaceutico, le cui strutture vengono allegate al testo della prova. Nel testo viene inoltre specificato se gli analiti sono in forma pura, in miscela o in matrice farmaceutica. Una risposta soddisfacente alla prima domanda (votazione di almeno 6 punti su 10) costituisce una condizione necessaria al superamento della prova.
La seconda domanda (fino a 5 punti) è riferita al programma di statistica applicata all'analisi farmaceutica. Lo studente deve dimostrare di essere a conoscenza dei diversi test statistici descritti durante il corso e della loro corretta applicazione per la messa a punto e validazione di metodi per l'analisi quantitativi di sostanze di interesse farmaceutico.
La terza domanda (fino a 5 punti) è un esercizio di calcolo e consiste nel determinare la percentuale di purezza di sostanze di interesse farmaceutico. Il testo della domanda contiene i risultati sperimentali necessari alla risoluzione delle stesso così come una breve descrizione del metodo analitico utilizzato.
La quarta e quinta domanda (cinque punti ciascuna) sono di norme domande di carattere generale sulle metodologie analitiche affrontate durante il corso.
La prova relativa alle esercitazioni di laboratorio e stesura delle corrispondenti relazioni, si articola in 12 esercitazioni la cui valutazione complessiva è espressa in trentesimi. Ogni esercitazione viene singolarmente valutata in base al margine di errore prestabilito (accuratezza 2%) e all'elaborato richiesto (costruzione curve di titolazione, rette di taratura e analisi statistica dei risultati).
La prova relativa alla parte di chimica degli alimenti è scritta; si tratterà di un questionario a risposta multipla. Il voto, espresso in trentesimi, viene utilizzato per determinare la votazione finale del corso integrato.
Unita' didattica: Analisi dei Farmaci 1
Programma
- Introduzione ai principi dell'analisi quantitativa chimico-farmaceutica.
- Introduzione alle tecniche analitiche utilizzate per l'analisi quantitativa di sostanze iscritte nella vigente Farmacopea europea.
- Materiali, attrezzatura e tecniche di laboratorio per l'analisi quantitativa chimico-farmaceutica (la bilancia analitica, operazioni per l'uso corretto della bilancia elettronica analitica, fonti di errore nella pesata, attrezzatura e manipolazioni connesse con la pesata, essiccatori ed essiccanti, modalità di pesata, materiali per attrezzature di laboratorio, attrezzatura per analisi gravimetriche e volumetriche, taratura della vetreria volumetrica).
- Trattamento e valutazione dei dati statistici (trattamento statistico dell'errore sperimentale, errore sistematico, casuale e grossolano, accuratezza e precisione, campione e popolazione, intervalli di fiducia, t di Student, test F, test Q, analisi della varianza, uso dei fogli di calcolo nell'analisi chimica).
- Analisi volumetriche e loro applicazioni all'analisi quantitativa di sostanze iscritte nella vigente Farmacopea europea (titolazioni acido-base, titolazioni con formazione di precipitato, titolazioni redox, titolazioni complessometriche, titolazioni in solventi non acquosi, titolazioni potenziometriche).
- Polarografia, voltammetria, amperometria.
- Spettroscopia UV-Visibile e sue applicazioni all'analisi quantitativa di farmaci secondo Farmacopea europea (principi teorici, orbitali molecolari e tipi di transizioni, caratteristiche di assorbimento di composti organici, regole di selezione, strumentazione, legge dell'assorbimento, metodo dello std. interno ed esterno, metodo dell'aggiunta standard, analisi di miscele).
- Introduzione all'analisi cromatografia (cenni storici, classificazione e tecniche cromatografiche, il cromatogramma, costante di distribuzione, fattore di ritenzione, risoluzione cromatografica, teoria dei piatti, efficienza e selettività, l'equazione di Van Deemter, il problema generale della eluizione, simmetria dei picchi).
- Gas-cromatografia e sue applicazioni all'analisi quantitativa di farmaci secondo Farmacopea europea (classificazione delle tecniche gas-cromatografiche, strumentazione e fasi stazionarie, derivatizzazione, analisi quantitativa, applicazioni della GC in Farmacopea europea, solventi residui).
- Cromatografia liquida ad alte prestazioni e sue applicazioni nell'analisi quantitativa di farmaci secondo Farmacopea europea (classificazione delle tecniche HPLC, le fasi stazionarie e mobili, UHPLC e nano-HPLC, strumentazione e rivelatori, analisi quantitativa in HPLC e applicazioni in Farmacopea europea).
- Sviluppo e convalida di un metodo analitico (criteri per la scelta del metodo analitico ottimale, sviluppo e ottimizzazione del metodo strumentale, convalida del metodo analitico).
- Preparazione del campione (campionamento, preparazione e conservazione del campione, tecniche di preparazione del campione, estrazione liquido-liquido, estrazione liquido-solido, estrazione in fase solida, aspetti sperimentali e applicativi).
- I principi di Buona Pratica di Laboratorio.
Materiale didattico e bibliografia
Il materiale didattico presentato al corso è reperibile in formato pdf, previa autenticazione mediante password, dai siti internet dei docenti del corso.

Testi consigliati:
Testi di Chimica analitica: Skoog-West:Chimica Analitica : Edises (seconda edizione); Harris D: Chimica analitica quantitativa, Zanichelli (seconda edizione); Hage e Carr: Chimica analitica e analisi quantitativa (Piccin)
Testo di analisi farmaceutica: Porretta GC: Analisi di preparazioni farmaceutiche, analisi quantitativa, volume primo, CISU
Testo di analisi farmaceutica strumentale: Analisi farmaceutica, Cavrini e Andrisano. Società editrice esculapio
Testo di analisi farmaceutica (testo in inglese): Introduction to pharmaceutical analysis, S. Honorè Hansen, Pedersen-Bjergaard, Rasmussen. Editore Wiley.
Unita' didattica: Lab. di Analisi dei Farmaci 1
Programma
- Titolazioni acido-base: utilizzo di indicatori colorimetrici e metodi potenziometrici.
- Titolazioni con formazione di precipitato: argentometria.
- Titolazioni complessometriche: dirette e inverse.
- Titolazioni di ossido-riduzione: permanganometria, iodimetria, iodometria.
- Titolazioni in solventi non acquosi: utilizzo di indicatori colorimetrici e metodi potenziometrici.
- Determinazioni spettrofotometriche: allestimento della retta di calibrazione mediante l'uso dello standard esterno e il metodo delle aggiunte standard.
- Trattamento statistico dei risultati: calcolo della media, mediana, deviazione standard, errore assoluto e relativo, intervalli di fiducia; applicazione del test t, test t accoppiato, test F, ANOVA.
Materiale didattico e bibliografia
Le procedure operative delle diverse esercitazioni vengono distribuite in laboratorio. Il materiale didattico presentato è reperibile in formato pdf, previa autenticazione mediante password, dal sito internet del docente del corso.
Unita' didattica: Chimica degli alimenti
Programma
Nutrienti organici e inorganici: macro e microelementi, zuccheri semplici, polisaccaridi, amino acidi, proteine, lipidi, componenti minori, fattori antinutrizionali.
Analisi dei componenti principali degli alimenti: acqua, ceneri, lipidi, zuccheri riducenti e non-riducenti, fibre, proteine.
Imbrunimento non enzimatico: modifiche indotte dai processi industriali e casalinghi.
Oli e grassi: composizione chimica, componenti minori, irrancidimento idrolitico e ossidativo, proprietà funzionali degli acidi grassi polinsaturi; olio di oliva, tecnologia, raffinazione; principali oli di semi ad uso alimentare; problematiche analitiche relative alla conservazione e alla sofisticazione degli oli.
Cereali: cariosside, composizione chimica; differenze tra grano tenero e grano duro, farine, preparazione di pane e pasta; riso, caratteristiche e uso; informazioni di carattere generale sui cereali minori, segale, mais, avena, orzo; intolleranza al glutine e alimenti alternativi.
Legumi: composizione, caratteristiche delle proteine vegetali, proprietà salutistiche, problematiche analitiche.
Additivi: normativa e criteri di utilizzo, problematiche tossicologiche; classi principali: conservanti, antiossidanti, gelificanti, addensanti, emulsionanti, edulcoranti, coloranti.
Contaminazione chimica degli alimenti naturali e indotta dall'uomo: metalli pesanti, PCB, IPA, diossine, agrofarmaci, micotossine, tossine da batteri.
Materiale didattico e bibliografia
Chimica degli Alimenti di P. Cabras e A Martelli, Piccin Editore, 2004.
Diapositive del corso e alla letteratura scientifica fornita dal docente attraverso il sito Ariel
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Unita' didattica: Analisi dei Farmaci 1
Programma
- Introduzione ai principi dell'analisi quantitativa chimico-farmaceutica.
- Introduzione alle tecniche analitiche utilizzate per l'analisi quantitativa di sostanze iscritte nella vigente Farmacopea europea.
- Materiali, attrezzatura e tecniche di laboratorio per l'analisi quantitativa chimico-farmaceutica (la bilancia analitica, operazioni per l'uso corretto della bilancia elettronica analitica, fonti di errore nella pesata, attrezzatura e manipolazioni connesse con la pesata, essiccatori ed essiccanti, modalità di pesata, materiali per attrezzature di laboratorio, attrezzatura per analisi gravimetriche e volumetriche, taratura della vetreria volumetrica).
- Trattamento e valutazione dei dati statistici (trattamento statistico dell'errore sperimentale, errore sistematico, casuale e grossolano, accuratezza e precisione, campione e popolazione, intervalli di fiducia, t di Student, test F, test Q, analisi della varianza, uso dei fogli di calcolo nell'analisi chimica).
- Analisi volumetriche e loro applicazioni all'analisi quantitativa di sostanze iscritte nella vigente Farmacopea europea (titolazioni acido-base, titolazioni con formazione di precipitato, titolazioni redox, titolazioni complessometriche, titolazioni in solventi non acquosi, titolazioni potenziometriche).
- Polarografia, voltammetria, amperometria.
- Spettroscopia UV-Visibile e sue applicazioni all'analisi quantitativa di farmaci secondo Farmacopea europea (principi teorici, orbitali molecolari e tipi di transizioni, caratteristiche di assorbimento di composti organici, regole di selezione, strumentazione, legge dell'assorbimento, metodo dello std. interno ed esterno, metodo dell'aggiunta standard, analisi di miscele).
- Introduzione all'analisi cromatografia (cenni storici, classificazione e tecniche cromatografiche, il cromatogramma, costante di distribuzione, fattore di ritenzione, risoluzione cromatografica, teoria dei piatti, efficienza e selettività, l'equazione di Van Deemter, il problema generale della eluizione, simmetria dei picchi).
- Gas-cromatografia e sue applicazioni all'analisi quantitativa di farmaci secondo Farmacopea europea (classificazione delle tecniche gas-cromatografiche, strumentazione e fasi stazionarie, derivatizzazione, analisi quantitativa, applicazioni della GC in Farmacopea europea, solventi residui).
- Cromatografia liquida ad alte prestazioni e sue applicazioni nell'analisi quantitativa di farmaci secondo Farmacopea europea (classificazione delle tecniche HPLC, le fasi stazionarie e mobili, UHPLC e nano-HPLC, strumentazione e rivelatori, analisi quantitativa in HPLC e applicazioni in Farmacopea europea).
- Sviluppo e convalida di un metodo analitico (criteri per la scelta del metodo analitico ottimale, sviluppo e ottimizzazione del metodo strumentale, convalida del metodo analitico).
- Preparazione del campione (campionamento, preparazione e conservazione del campione, tecniche di preparazione del campione, estrazione liquido-liquido, estrazione liquido-solido, estrazione in fase solida, aspetti sperimentali e applicativi).
- I principi di Buona Pratica di Laboratorio.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
previo appuntamento
Ricevimento:
Su prenotazione telefonica o via e-mail
Studio di via Mangiagalli 25, stanza 2043
Ricevimento:
previo appuntamento