Analisi e valutazione delle politiche

A.A. 2019/2020
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
SPS/04
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Le comparazioni internazionali sistematicamente evidenziano la scarsa incisività dei governi italiani nell'utilizzazione dei dati relativi ai problemi di rilevanza collettiva e nell'effettiva implementazione delle scelte adottate. L'analisi e la valutazione delle politiche pubbliche forniscono gli strumenti per ridurre questo gap, perché insegnano a disegnare interventi basati sulle evidenze empiriche e a monitorare da vicino la loro concreta attuazione, che si tratti di ridurre l'evasione fiscale o di valorizzare il patrimonio artistico del nostro paese. Dunque, al centro dell'insegnamento stanno non (solo) le performance individuali o di gruppo, o gli atti emanati dalle singole amministrazioni, ma i processi innescati e i risultati effettivamente conseguiti nel tentativo di risolvere, o almeno attenuare, un problema che i cittadini non possono risolvere con le loro sole forze o ricorrendo al mercato. Il primo obiettivo del corso è fornire agli studenti la preparazione metodologica necessaria per analizzare e valutare le politiche pubbliche in modo autonomo, competente e responsabile. Il secondo obiettivo riguarda la comprensione degli effetti positivi che la valutazione può dispiegare per migliorare la governance dei sistemi politici contemporanei, aumentando la loro accountability e la loro capacità di apprendere dagli errori. Infine, per preparare gli studenti ad affrontare le tensioni che coinvolgono la figura professionale del valutatore, il corso fornirà un quadro realistico delle resistenze e delle diffidenze che questi referti suscitano sia tra i policy maker, sia tra i policy taker, che, sia pure per motivi diversi, tendono a negare la legittimità di un giudizio tecnico sull'operato dei governi.
Risultati apprendimento attesi
Il corso si propone, nei confronti degli studenti, di raggiungere alcuni risultati di apprendimento, fornendo le relative abilità: a)Conoscenza e capacità di comprensione: Fornire una mappa equilibrate e coerente delle maggiori prospettive teoriche e metodologiche per il disegno, l'implementazione e la valutazione delle politiche; distinguere e integrare gli approcci allo studio del policy making di tipo prescrittivo e quelli di tipo descrittivo; b) Conoscenza e capacità di comprensione applicate: Elaborare l'analisi di uno specifico problema di policy attraverso il lavoro di gruppo; c) Autonomia di giudizio: Leggere e sottoporre a revisione critica un testo di policy analysis prodotto da un'istituzione pubblica con funzioni di watchdog; d) Abilità comunicative: Preparare una breve e concisa presentazione che contenga raccomandazioni di policy con una chiara sequenza di argomenti ben documentati.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo trimestre
Programma
Primo modulo (docente Gloria Regonini)
Caratteri distintivi dell'approccio di policy
Lo sviluppo della ricerca
Le teorie più rilevanti sul piano prescrittivo e descrittivo
Gli stadi del policy cycle
Attori e istituzioni
Tipologie riguardanti il contenuto delle politiche

Secondo modulo (docente Gloria Regonini)
L'utilizzazione della valutazione nei diversi contesti istituzionali
Quali dinamiche e quali tensioni sono generate dai processi valutativi
Quali assetti istituzionali favoriscono la valutazione svolta all'interno dei governi e dei parlamenti
Quali tensioni emergono tra l'evidence based policy making e il crescente successo delle 'post-verità'?

Terzo modulo (docente Maria Tullia Galanti)
Una mappa per l'orientamento tra i diversi tipi di valutazione
L'approccio controfattuale e la logica del metodo sperimentale
Altri metodi per valutare gli effetti delle politiche
Sfide e opportunità per la diffusione di una cultura della valutazione

Per i frequentanti, l'elenco degli argomenti e dei dei testi potrà avere aggiornamenti
Prerequisiti
E' consigliabile aver seguito questi corsi: Modelli di governance; Analisi dei dati
Metodi didattici
Lezione frontale con discussione in aula e slides pubblicate sul sito web del corso http://www.politichepubbliche.org/avanzato/corso.html
Esercitazione con metavalutazione di un rapporto valutativo prodotto da istituzioni pubbliche
Presentazione di casi concreti di valutazione delle politiche
Applicazione delle tecniche apprese attraverso la valutazione di un programma condotta con lavoro di gruppo
Materiale di riferimento
Per il primo modulo:
1. Regonini, Gloria (2001), Capire le politiche pubbliche, Il Mulino, Bologna. Una copia in formato digitale è disponibile online con le procedure specificate alla pagina http://www.politichepubbliche.org/base/capirelepolitiche.html oppure per un testo in lingua inglese Frank Fischer, Gerald J. Miller, and Mara S. Sidney (eds.) (2007), Handbook of Public Policy Analysis: Theory, Politics, and Methods, CRC Press, Taylor & Francis Group, Boca Raton, FL, reperibile per il download online

Per il secondo modulo:
1. Bundi P (2017) Parliamentarians' strategies for policy evaluations. Evaluation and Program
Planning, 69(3): 130-138 oppure Regonini, Gloria (2018), Sfiducia verso le istituzioni e policy analytical capacity: parte della soluzione o parte del problema?, in "Rivista Italiana di Politiche Pubbliche", n. 3, Dicembre, pp. 333-358, entrambi scaricabili gratuitamente dalla rivista online della biblioteca di ateneo
2. Perl, A., Howlett, M., & Ramesh, M. (2018). Policy-making and truthiness: Can existing models cope with politicized evidence and willful ignorance in a post-fact world? Policy Sciences, 51(4): 581-600, scaricabile gratuitamente dalla rivista online della biblioteca di ateneo

Per il terzo modulo:
1. Trivellato, Ugo (2009), La valutazione degli effetti di politiche pubbliche: paradigma e pratiche, Working Paper No. 2009-01, IRVAPP, https://irvapp.fbk.eu/wp-content/uploads/2017/09/FBK-IRVAPP-Working-Pap… , oppure in alternativa Stern, Elliot, Nicoletta Stame, John Mayne, Kim Forss, Rick Davies, and Barbara Befani (2012), Broadening the Range of Designs and Methods for Impact Evaluations, DFID Working Paper 38, London: Department for International Development https://www.gov.uk/government/uploads/system/uploads/attachment_data/fi…
2. Stame N. (2010), What Doesn't Work? Three Failures, Many Answers, Evaluation, 16(4) 371-387, oppure in alternativa Stame N. (2018), Strengthening the ethical expertise of evaluators, Evaluation, 24(4) 438-451, entrambi scaricabili gratuitamente dal catalogo delle riviste online della biblioteca di ateneo

Per i frequentanti, l'elenco dei testi potrà avere degli aggiornamenti.

Si raccomanda a tutti gli studenti di integrare lo studio dei testi con le slides presentate a lezioni e disponibili sul sito web del corso: http://www.politichepubbliche.org/avanzato/corso.html
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Per i frequentanti sono previste due prove intermedie senza iscrizione ai terminali Sifa, e una finale.
Il voto finale è il risultato della media ponderata dei risultati rispetto a tutte queste prove, secondo questo schema:
- prima prova: metavalutazione di una ricerca valutativa (20% del voto finale)
- seconda prova: lavoro di gruppo (30% del voto finale)
- ultima prova: discussione orale dei testi (40% del voto finale)
Il restante 10% del voto finale è basato sulla frequenza e sulla qualità della partecipazione.

L'esame per i non frequentanti consiste in una prova orale. Dettagli sul tipo di preparazione richiesta sono forniti alla pagina http://www.politichepubbliche.org/avanzato/nonfrequenta.html
SPS/04 - SCIENZA POLITICA - CFU: 9
Lezioni: 60 ore
Docente/i
Ricevimento:
martedì 7 gennaio dalle 10.30 alle 13.30; martedì 14 gennaio dalle 9.00 alle 12.00; martedì 21 gennaio dalle 9.00 alle 12.00; lunedì 27 gennaio dalle 10.30 alle 13.30
Studio 206, Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche, lato via Passione, secondo piano
Ricevimento:
Orario abituale: mercoledì, h. 14,30-16,30. Eventuali spostamenti saranno segnalati qui. Grazie
Dipartimento di scienze sociali e politiche, 2° piano, ufficio n. 206, Facolta' di scienze politiche, economiche e sociali, via Conservatorio 7, 20122 Milano