Chimica analitica

A.A. 2018/2019
6
Crediti massimi
48
Ore totali
SSD
CHIM/01
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Lo scopo principale del corso è di fornire le nozioni necessarie di chimica analitica per acquisire la capacità di risolvere un determinato quesito analitico, selezionando la tecnica più adatta, attraverso anche la consultazione delle pubblicazioni scientifiche, sviluppando la metodica in tutte le sue fasi, valutando le prestazioni della procedura e la qualità del risultato.
Programma e organizzazione didattica

Linea AK

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Programma
Trattamento e valutazione di dati statistici: errori nelle analisi chimica, trattamento statistico dell'errore, intervalli di fiducia, propagazione dell'errore e cifre significative, t test, analisi della varianza.
Campioni e metodi analitici: campionamento, standardizzazione, calibrazione, fonti e trattamento dell'errore nel processo analitico, caratteristiche di una metodica analitica (accuratezza, precisione, specificità e selettività, intervallo di linearità, robustezza).
Equilibri chimici: soluzioni acquose, soluzioni tampone, equilibri multipli
Metodi classici di analisi: analisi gravimetrica, titolazioni, titolazioni di neutralizzazione, sistemi acido/base complessi, reazioni di complessazione e precipitazione e titolazioni. Applicazioni.
Metodi elettrochimici: reazioni di ossido-riduzione, celle elettrochimiche, potenziali standard elettrodici. Calcolo dei potenziali delle celle elettrochimiche, delle costanti di equilibrio e curve di titolazioni redox. Applicazioni.
Analisi spettrochimica: radiazione elettromagnetica, assorbimento della radiazione (legge di Lambert-Beer e sue limitazioni), emissione della radiazione elettromagnetica, strumenti per spettroscopia ottica, spettroscopia molecolare di assorbimento, spettroscopia di fluorescenza molecolare, UV-visibile ed IR, spettroscopia atomica, spettrometria di massa atomica e molecolare (principi, strumentazione ed applicazioni).
Cinetiche e separazioni: metodi cinetici di analisi, separazioni analitiche mediante precipitazione, estrazione, scambio ionico, cromatografiche (cromatografia liquida e gassosa). Strumenti e rivelatori. Applicazioni.

Il corso è organizzato in lezioni frontali (48 ore) nelle quali verranno illustrati i principi teorici alla base delle tecniche di analisi qualitativa e quantitativa e delle loro applicazioni. Verranno inoltre svolti esercizi numerici relativi a problemi analitici allo scopo di approfondire i concetti teorici trattati nel corso.
Prerequisiti e modalità di esame
La verifica dell'apprendimento avviene attraverso l'esame finale, che accerta l'acquisizione delle conoscenze e delle abilità attese tramite una prova scritta che può comprendere lo svolgimento di semplici esercizi numerici. L'esame ha lo scopo di valutare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici: - conoscenza delle procedure di elaborazione e valutazione dei dati sperimentali; - conoscenza dei principali equilibri chimici in soluzione e capacità di risolvere problemi che li coinvolgono; - conoscenza dei principi di base e delle procedure delle più importanti tecniche analitiche classiche e strumentali; - capacità di stabilire la tecnica più adatta per la risoluzione di un determinato problema analitico.
Materiale didattico e bibliografia
Holler, Crouch - Fondamenti di chimica analitica di Skoog & West, - 3° Ed - EdiSES (2015); Harris - Chimica analitica quantitativa - 3° Ed - Zanichelli (2017); Holler, Skoog and Crouch - Chimica anlitica Strumentale.
CHIM/01 - CHIMICA ANALITICA - CFU: 6
Lezioni: 48 ore
Turni:
Linea unica
Docente: D'Amato Alfonsina

Linea LZ

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Programma
Trattamento e valutazione di dati statistici: errori nelle analisi chimica, trattamento statistico dell'errore, intervalli di fiducia, propagazione dell'errore e cifre significative, t test, analisi della varianza.
Campioni e metodi analitici: campionamento, standardizzazione, calibrazione, fonti e trattamento dell'errore nel processo analitico, caratteristiche di una metodica analitica (accuratezza, precisione, specificità e selettività, intervallo di linearità, robustezza).
Equilibri chimici: soluzioni acquose, soluzioni tampone, equilibri multipli
Metodi classici di analisi: analisi gravimetrica, titolazioni, titolazioni di neutralizzazione, sistemi acido/base complessi, reazioni di complessazione e precipitazione e titolazioni. Applicazioni.
Metodi elettrochimici: reazioni di ossido-riduzione, celle elettrochimiche, potenziali standard elettrodici. Calcolo dei potenziali delle celle elettrochimiche, delle costanti di equilibrio e curve di titolazioni redox. Applicazioni.
Analisi spettrochimica: radiazione elettromagnetica, assorbimento della radiazione (legge di Lambert-Beer e sue limitazioni), emissione della radiazione elettromagnetica, strumenti per spettroscopia ottica, spettroscopia molecolare di assorbimento, spettroscopia di fluorescenza molecolare, UV-visibile ed IR, spettroscopia atomica, spettrometria di massa atomica e molecolare (principi, strumentazione ed applicazioni).
Cinetiche e separazioni: metodi cinetici di analisi, separazioni analitiche mediante precipitazione, estrazione, scambio ionico, cromatografiche (cromatografia liquida e gassosa). Strumenti e rivelatori. Applicazioni.

Il corso è organizzato in lezioni frontali (48 ore) nelle quali verranno illustrati i principi teorici alla base delle tecniche di analisi qualitativa e quantitativa e delle loro applicazioni. Verranno inoltre svolti esercizi numerici relativi a problemi analitici allo scopo di approfondire i concetti teorici trattati nel corso.
Prerequisiti e modalità di esame
La verifica dell'apprendimento avviene attraverso l'esame finale, che accerta l'acquisizione delle conoscenze e delle abilità attese tramite una prova scritta che può comprendere lo svolgimento di semplici esercizi numerici.
L'esame ha lo scopo di valutare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici: - conoscenza delle procedure di elaborazione e valutazione dei dati sperimentali; - conoscenza dei principali equilibri chimici in soluzione e capacità di risolvere problemi che li coinvolgono; - conoscenza dei principi di base e delle procedure delle più importanti tecniche analitiche classiche e strumentali; - capacità di stabilire la tecnica più adatta per la risoluzione di un determinato problema analitico.
Materiale didattico e bibliografia
Holler, Crouch - Fondamenti di chimica analitica di Skoog & West, - 3° Ed - EdiSES (2015); Harris - Chimica analitica quantitativa - 3° Ed - Zanichelli (2017); Holler, Skoog and Crouch - Chimica anlitica Strumentale.
CHIM/01 - CHIMICA ANALITICA - CFU: 6
Lezioni: 48 ore
Docente/i
Ricevimento:
da concordare via email
Via L. Mangiagalli 25, First floor, room 1066