Diritto internazionale (of2)

A.A. 2019/2020
9
Crediti massimi
63
Ore totali
SSD
IUS/13
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
- Conoscenza di base e comprensione degli istituti fondamentali del diritto internazionale pubblico e privato;
- Capacità di applicare la conoscenza e la comprensione acquisite alle fattispecie concrete;
- Autonomia di giudizio nell'indagine dei fenomeni della vita giuridica internazionale e delle loro conseguenze applicative;
- Abilità comunicative e capacità di argomentare la propria rielaborazione della materia con rigore logico-giuridico e proprietà di linguaggio;
- Capacità di apprendimento, intesa come riflessione sui profili storici ed evolutivi del diritto internazionale pubblico e privato
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso lo studente che abbia proficuamente appreso la materia avrà acquisito una conoscenza approfondita delle fonti e delle principali istituzioni del diritto internazionale pubblico; delle regole che disciplinano le relazioni tra i soggetti del diritto internazionale; delle regole che disciplinano i rapporti privati di carattere internazionale
Programma e organizzazione didattica

Cognomi A-D

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
Parte I: il diritto internazionale pubblico
1. 25/09/19 Origini del diritto internazionale e sua evoluzione. Il diritto internazionale
contemporaneo
2. 26/09/19 I soggetti del diritto internazionale. Lo stato nozione e requisiti
3. 1/10/19 Effettività ed indipendenza: mancanza della. Conseguenze: gli Stati falliti
4. 2/10/19 La soggettività degli insorti. Il problema dell'autodeterminazione dei popoli interna
ed esterna
5. 3/10/19 Il riconoscimento degli stati: dichiarativo v. costitutivo. Il ruolo del riconoscimento
o non riconoscimento collettivo. Effettività e legalità
6. 8/10/19 Immunità e privilegi dello Stato. Il caso Germania Italia
7. 9/10/19 Immunità degli organi statali. Il problema dei crimini internazionali commessi da
organi dello Stato
8. 10/10/19 Le organizzazioni internazionali. Nozione e soggettività delle. Le Nazioni Unite
9. 15/10/19 La soggettività degli individui: protezione dei loro diritti e crimini internazionali
individuali
10. 16/10/19 Pace e sicurezza internazionale: le NU e il mantenimento della pace. Le misure
previste dalla Carta
11. 17/10/19 Uso centralizzato della forza (le operazioni di peacekeeping). La lotta contro il
terrorismo internazionale e le smart sanctions
12. 22/10/19 L'uso decentralizzato della forza. Nozione di legittima difesa e requisiti. La
legittima difesa collettiva. Il problema della legittima difesa preventiva
13. 23/10/19 La legittima difesa contro attori non statali. I casi controversi: intervento armato a
fini umanitari. La responsabilità di proteggere
14. 29/10/19 Le fonti del diritto internazionale: la necessità di un diritto internazionale
generale
15. 30/10/19 Gli elementi della consuetudine, sua rilevazione e codificazione
16. 31/10/19 I trattati: formazione; competenza interna a stipulare; violazione delle norme
interne
17. 5/11/19 Interpretazione dei trattati; le riserve
18. 6/10/19 La gerarchia delle fonti: lo jus cogens
19. 7/11/19 La violazione delle norme internazionali e le sue conseguenze. Elementi costitutivi
e controversi dell'illecito
20. 12/11/19 Le conseguenze dell'illecito
21. 13/11/19 Le contromisure (limiti delle)
22. 14/11/19 La violazione di interessi collettivi: la responsabilità aggravata
23. 19/11/19 Adattamento del diritto interno al diritto internazionale generale e ai trattati
24. 20/11/19 Adattamento al diritto dell'Unione Europea
Parte II: il diritto internazionale privato
25. 21/11/19 Natura, funzione e caratteri delle norme di DIPP. Pluralità di fonti
26. 26/11/19 Caratteri struttura e funzione delle norme sulla giurisdizione
27. 27/11/19 Il regolamento Bruxelles I e la giurisdizione nella legge italiana 218/95
28. 28/11/19 Le norme di conflitto e i diversi metodi per disciplinare le fattispecie
transnazionali
29. 3/12/19 Le questioni generali: qualificazione e rinvio
30. 4/12/ 19 Conoscenza ed interpretazione del diritto straniero. Limiti alla sua applicazione
31. 5/12/19 Efficacia di decisioni ed atti stranieri
Prerequisiti
sono propedeutici Istituzioni di diritto privato, Diritto costituzionale.
Metodi didattici
il corso si avvale di una pluralità di metodi didattici: lezioni frontali, metodo socratico e analisi dei principali casi decisi dalle corti internazionali
Materiale di riferimento
er la parte del diritto internazionale pubblico, uno dei seguenti manuali a scelta dello studente:
1) V. CANNIZZARO, Diritto internazionale, 4ª ed., Torino, Giappichelli, 2018;
2) A. TANZI, Introduzione del diritto internazionale contemporaneo, 5a ed., 2016, Wolters Kluver, Cedam (a esclusione della Parte Prima e dell'ultimo capitolo della Parte Quinta, che non saranno oggetto d'esame, anche se la lettura ne è consigliata).
Per la parte di diritto internazionale privato e processuale: GABRIELLA CARELLA, Fondamenti di diritto internazionale privato. Tra sovranità, cooperazione e diritti umani, Giappichelli 2018.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame si svolge in forma orale e mira a verificare le necessarie conoscenze acquisite dagli studenti sui temi principali trattati nel corso, la loro abilità a sintetizzare e descrivere con proprietà di linguaggio giuridico gli istituti e i principi che informano la materia Gli studenti frequentanti, che avranno partecipato attivamente alle discussioni e agli esercizi proposti, superando il relativo test, saranno esentati dal portare all'esame orale la corrispondente parte del programma.
IUS/13 - DIRITTO INTERNAZIONALE - CFU: 9
Lezioni: 63 ore

Cognomi E-N

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
- La comunità internazionale e il suo diritto. La specificità del diritto internazionale. Nozione di vita giuridica internazionale.
- La soggettività internazionale. Lo Stato, le organizzazioni internazionali e gli altri soggetti. La particolare condizione degli individui nel diritto internazionale.
- La consuetudine internazionale. La codificazione del diritto consuetudinario.
- I principi generali del diritto internazionale e i principi generali del diritto riconosciuti dalle nazioni civili.
- Il trattato internazionale. La stipulazione. L'interpretazione. Le riserve. Cause di nullità e di estinzione.
- L'adattamento dell'ordinamento interno al diritto internazionale, sia generale che pattizio. Le particolarità del sistema italiano.
- Le immunità.
- La responsabilità internazionale e la riparazione dell'illecito.
- Il sistema delle Nazioni Unite.
- La risoluzione delle controversie internazionali.
- La tutela internazionale dei diritti umani.
- I tribunali penali internazionali.
- Il diritto internazionale privato: il sistema italiano, le fonti sovranazionali.
- La giurisdizione in materia civile e commerciale: il sistema europeo e la legge italiana.
- Le norme italiane di diritto internazionale privato e il diritto applicabile: questioni generali.
- La circolazione internazionale delle sentenze: l'efficacia in Italia delle sentenze straniere.

PROGRAMMA INTEGRATIVO PER STUDENTI CHE HANNO SOSTENUTO ESAMI PRESSO SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI:
Corso di Istituzioni di diritto internazionale e istituzioni di diritto dell'Unione europea: esame da 12 CFU complessivi. Per ottenere il riconoscimento dell'esame come diritto internazionale corso base della laurea magistrale (LMG/01 Giurisprudenza), lo studente dovrà sostenere una prova integrativa con il docente della cattedra determinata secondo le lettere del proprio cognome (A-D, E-N, O-Z), avente ad oggetto le parti del programma di quel docente relative al diritto internazionale privato e processuale.
Corso di Diritto internazionale dei contratti e dell'impresa (6 CFU) + Corso di istituzioni di diritto internazionale e istituzioni di diritto dell'Unione europea (12 crediti): 18 CFU complessivi. Riconoscimento automatico senza necessità di integrazioni per la laurea magistrale (LMG/01 Giurisprudenza) come diritto internazionale (9 CFU).
Prerequisiti
Diritto costituzionale, Istituzioni di diritto privato
Metodi didattici
Accanto alle lezioni frontali si svolgeranno seminari di approfondimento su temi specifici, attraverso esame di sentenze della Corte internazionale di giustizia. Le indicazioni relative ai seminari vengono date a lezione.
Materiale di riferimento
Per il diritto internazionale pubblico: Carbone - Luzzatto - Santa Maria (a cura di), Istituzioni di diritto internazionale, Torino, Giappichelli, 2016, 5a ed., limitatamente alle seguenti pagine: 1-431.
Per il diritto internazionale privato: Carella, Fondamenti di diritto internazionale privato, Torino, Giappichelli, 2018.
Per i dati normativi si raccomanda la consultazione di: Codice di diritto internazionale pubblico, (a cura di Luzzatto - Pocar), Torino, Giappichelli, ultima edizione; e Legge di riforma del diritto internazionale privato e testi collegati (a cura di Clerici - Mosconi - Pocar), Milano, Giuffrè, ultima edizione.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame si svolge in forma orale e verte, con pari rilievo, sia sulla parte del corso dedicata ai temi di diritto internazionale pubblico che a quella avente ad oggetto le nozioni di diritto internazionale privato. Per gli studenti frequentanti, fatte salve le ulteriori indicazioni date a lezione e una verifica della conoscenza delle nozioni di base della materia, l'esame ha prevalentemente ad oggetto le attività seminariali alle quali lo studente ha partecipato.
IUS/13 - DIRITTO INTERNAZIONALE - CFU: 9
Lezioni: 63 ore
Docente: Fumagalli Luigi

Cognomi O-Z

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
Durante il corso saranno affrontati in modo specifico i seguenti argomenti:
Per la parte di diritto internazionale pubblico:
(a) I soggetti e gli attori nella comunità internazionale:
1. La struttura della comunità internazionale;
2. La personalità giuridica degli Stati;
3. La personalità giuridica degli enti diversi dagli Stati;
4. Le organizzazioni internazionali intergovernative;
5. La personalità giuridica degli individui.

(b) Le fonti del diritto internazionale:
1. Distinzione tra diritto internazionale generale e diritto internazionale particolare;
2. Consuetudine;
3. Principi generali di diritto;
4. Lo ius cogens;
5. Il diritto dei trattati (specialmente, la Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati).

(c) L'adattamento del diritto interno al diritto internazionale:
1. Teoria monista e teoria dualista del diritto internazionale;
2. L'adattamento del diritto generale;
3. L'adattamento del diritto particolare;

(d) Sovranità territoriale e immunità:
1. L'esclusività del potere di governo dello Stato;
2. Le immunità.

(e) Risoluzione pacifica e prevenzione delle controversie internazionali:
1. Nozione di controversia internazionale;
2. I mezzi diplomatici di risoluzione delle controversie;
3. L'arbitrato;
4. La Corte Internazionale di Giustizia;
5. I tribunali internazionali specializzati.

(f) Illecito e responsabilità internazionale:
1. La fonte della disciplina della responsabilità internazionale;
2. Gli elementi costitutivi dell'illecito internazionale;
3. Il danno nell'illecito internazionale;
4. Le circostanze di esclusione dell'illiceità;
5. Le conseguenze dell'illecito internazionale.

(g) L'uso della forza:
1. Distinzione tra ius ad bellum e ius in bello;
2. Il divieto di uso della forza;
3. Le eccezioni al divieto di uso della forza;
4. Il sistema di sicurezza collettiva dell'ONU;
5. Il Capitolo VII della Carta ONU;
6. Le misure di peace-keeping.

(h) L'individuo e la tutela internazionale dei diritti umani:
1. La distinzione tra "diritti umani" e "diritto umanitario";
2. La Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo e le Convenzioni regionali;
3. I tribunali penali internazionali.

Per la parte di diritto internazionale privato:
(a) Nozioni fondamentali in tema di diritto internazionale privato:
1. Fonti del diritto internazionale privato;
2. Terminologia;
3. Sviluppo del diritto internazionale privato.

(b) Le norme di diritto internazionale privato:
1. La norma di conflitto;
2. I criteri di collegamento;
3. Qualificazione;
4. Dépeçage.

(c) La giurisdizione internazionale:
1. Il problema della giurisdizione;
2. Il regolamento Bruxelles I-bis (nello specifico: ambito di applicazione; foro generale; fori speciali; fori a tutela della parte debole; fori esclusivi; litispendenza; connessione; provvedimenti cautelari);
3. La legge italiana.

(d) Il diritto applicabile:
1. Il rinvio;
2. La conoscenza del diritto straniero;
3. Ordine pubblico;
4. Norme di applicazione necessaria;

(e) Il riconoscimento e l'esecuzione delle decisioni giudiziarie straniere:
1. Il regolamento Bruxelles I-bis;
2. La legge italiana.
Prerequisiti
Diritto costituzionale e Istituzioni di diritto privato
Metodi didattici
60 ore di lezione
Materiale di riferimento
Per diritto internazionale pubblico:
CARBONE - LUZZATTO - SANTA MARIA (a cura di), Istituzioni di diritto internazionale, 5a ed., Torino, Giappichelli, 2016
limitatamente alle seguenti pagine: 1-431 (Capitoli da I a IX).

Per diritto internazionale privato:
MOSCONI - CAMPIGLIO, Diritto internazionale privato e processuale. Vol. I. Parte generale e obbligazioni, 8a ed., Torino, Utet, 2017
limitatamente alle seguenti parti: Capitolo I, paragrafi da 1 a 11; Capitolo II, paragrafi da 1 a 21 e da 25 a 30; Capitolo III, per intero; Capitolo IV, per intero; Capitolo V, paragrafi da 1 a 14 e da 17 a 23.

Per i dati normativi da tenere presenti si raccomanda la consultazione di:
- LUZZATTO - POCAR (a cura di), Codice di diritto internazionale pubblico, Torino, Giappichelli, ultima edizione;
- CLERICI - MOSCONI - POCAR (a cura di), Legge di riforma del diritto internazionale privato e testi collegati, Milano, Giuffrè, ultima edizione.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Interrogazione orale. L'interrogazione mira ad accertare le conoscenze acquisite dagli studenti, la loro comprensione delle problematiche sottese alla materia oggetto del corso, nonché l'acquisizione di un lessico appropriato e la loro abilità di sintetizzare concetti complessi.
Gli studenti frequentanti (almeno 80% di presenze) potranno sostenere le due parti dell'esame (diritto internazionale pubblico e diritto internazionale privato) in due appelli separati.
IUS/13 - DIRITTO INTERNAZIONALE - CFU: 9
Lezioni: 63 ore
Docente/i
Ricevimento:
Martedì alle ore 13.30; nel primo semestre martedi ore 10.15
Dipartimento
Ricevimento:
Giovedì dalle ore 15.00 in poi
Ricevimento:
Nel primo semestre, nel periodo delle lezioni: martedì, ore 10.30 - 11.30; nel resto dell'anno accademico: martedì, ore 12.00 - 13.00
Dipartimento