Farmacologia medica (5 anno)

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Didattica non formale: 15 ore
Lezioni: 8 ore
Docenti: Di Giulio Anna Maria, Gorio Alfredo
Turni:
Docenti: Di Giulio Anna Maria, Gorio Alfredo
Gruppo 1
Docente: Di Giulio Anna Maria
Gruppo 2
Docente: Gorio Alfredo
Programma
Programma del corso:
Informazioni sul programma
Programma del corso:
Principi generali di Farmacologia Settore Clinico Aspetti generali
1. Illustrare i meccanismi generali d'azione dei farmaci: recettoriali e non recettoriali; agonisti e antagonisti; individuare ove possibile i principi che collegano relazione struttura-attività Generale
2. Definire l'indice terapeutico e utilizzarlo nella valutazione del rapporto rischio/beneficio di un farmaco Generale
3. Definire gli aspetti molecolari del meccanismo d'azione dei farmaci con particolare attenzione ai fenomeni di desensibilizzazione, tachifilassi e supersensibilità; individuare ove possibile i meccanismi responsabili della perdita di efficacia dei farmaci
4. Classificare e spiegare i meccanismi delle reazioni avverse ai farmaci e delle interazioni tra farmaci, indicando le modalità della loro rilevazione nelle procedure di farmacovigilanza Generale
5. Sospettare e quando possibile individuare (in casi veri o simulati) le reazioni avverse e le interazioni tra farmaci, identificandole mediante l'uso di database internazionali e di siti internet dedicati Generale
6. Riassumere le metodologie sperimentali per il controllo della tossicità di farmaci e xenobiotici, evidenziandone vantaggi e limiti Generale
7. Interpretare sulla base delle relazioni dose-effetto e tempo-effetto le manifestazioni tossiche non idiosincrasiche da farmaci e xenobiotici Generale
8. Indicare i principi della farmacogenetica e farmacogenomica che spiegano la variabilità individuale della risposta ai farmaci Generale
9. Attuare le procedure di farmacovigilanza previste dal SSN italiano Generale
10. Individuare eventi avversi da farmaci e denuncia degli stessi Generale Farmacologia clinica Generale
11. Descrivere l'iter di registrazione dei farmaci in UE e illustrare sinteticamente le problematiche relative alla sperimentazione di farmaci, alla identificazione delle fasce di uso e alla rimborsabilità da parte del SSN italiano. Accennare al ruolo delle autorità regolatorie. Generale
12. Illustrare i principali aspetti regolatori in Italia e in UE riguardanti i farmaci inutili, desueti e sperimentali Generale
13. Definire i criteri essenziali che informano gli studi clinici controllati; spiegare il significato di end-points forti e surrogati. Generale
14. Indicare il ruolo dell'Industria, dei Governi e degli Enti di Ricerca nello sviluppo di nuovi farmaci Generale
15. Compilare una ricetta medica per la prescrizione dei farmaci, fornendo le dovute indicazioni posologiche e terapeutiche al malato e ai Colleghi Generale
16. Commentare e compilare il modulo per il consenso informato nella sperimentazione clinica dei farmaci Generale Farmacocinetica Generale
17. Illustrare il destino dei farmaci dopo somministrazione (assorbimento, distribuzione nell'organismo, metabolismo ed eliminazione) e il significato clinico dei parametri farmacocinetici e dei fattori che possono modificarli Generale
18. Indicare i criteri che indirizzano la scelta della via di somministrazione dei farmaci Generale
19. Applicare i parametri farmacocinetici nelle scelte posologiche Generale
20. Interpretare i dati di cinetica dei farmaci per somministrazione singola e ripetuta. Valutare la relazione quantitativa dose-risposta Generale
21. Farmacologia dei sistemi Generale
22. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti Generale
avversi dei farmaci con attività agonista e antagonista sul recettore colinergico (nicotinico e muscarinico).
23. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei farmaci con attività agonista e antagonista sui recettori catecolaminergici Generale Farmacologia speciale Generale Cardiologialogia e Nefrologialogia
24. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi di ACE inibitori e antagonisti dell'angiotensina II, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata. Cardiologia Nefrologia
25. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei farmaci agonisti e bloccanti del recettore alfa-adrenergico (clonidina e terazosina), discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata. Cardiologia Nefrologia
26. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei diveri tipi di diuretici (dell'ansa, tiazidici e risparmiatori di potassio, inibitori dell'anidrasi carbonica e osmotici). Cardiologia Nefrologia
27. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi di beta-bloccanti, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata. Cardiologia Nefrologia
28. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei farmaci inotropi positivi con particolare attenzione alla digitale, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata. Accennare agli inibitori della fosfodiesterasi V tipo il sildenafil. Cardiologia Nefrologia
29. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei vasodilatatori nitroderivati, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata. Cardiologia
30. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei bloccanti dei canali del calcio, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata. Cardiologia Nefrologia
31. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi degli antiaritmici delle classi I-IV, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata. Cardiologia Pneumologia
32. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei farmaci utilizzati nell'asma e nella BPCO (xantine, steroidi, anti-infiammatori, anticolinergici), discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche dell'asma. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi, e le varie modalità di somministrazione degli antagonisti dell'endotelina (Bosentan, Ambrisentan, e Sitaxentan), degli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 (Sildenafil) e delle prostacicline sintetiche (Epoprostenolo, Ilosprost, Treprostinil) nell'ipertensione polmonare discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata. Pneumologia
33. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, gli effetti avversi dei beta-agonisti, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche dell'asma e della BPCO Pneumologia
34. Indicare i farmaci antitussigeni e i fluidificanti delle secrezioni bronchiali specificandone il grado di efficacia e le modalità d'uso Pneumologia
Ematologia
35. Classificare gli antianemici (ferro, acido folico, vitamina B12, eritropoietina) in relazione al meccanismo d'azione, fornendone le indicazioni, le modalità d'uso e gli effetti indesiderati Ematologia
36. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi degli inibitori dell'aggregazione piastrinica, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata Ematologia Cardiologia Neurologia
37. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi e le modalità di monitoraggio clinico di efficacia/sicurezza degli anticoagulanti orali dicumarolici. Cardiologia Ematologia
38. Descrivere le caratteristiche farmacologiche e farmacocinetiche dei differenti tipi di eparine, collegandole con le indicazioni, le modalità d'uso e il monitoraggio dell'effetto anticoagulante, nonché con le controindicazioni e gli effetti indesiderati Cardiologia Ematologia
39. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei diversi farmaci trombolitici Cardiologia Ematologia Neurologia
40. Classificare in relazione ai meccanismi d'azione e all'efficacia terapeutica i farmaci antiemorragici Ematologia
41. Descrivere le caratteristiche farmacologiche dei farmaci analoghi della prostaciclina (Epoprostenolo, Ilosprost, Treprostinil), illustrando il loro utilizzo clinico e i loro effetti collaterali Cardiologia Ematologia Reumatologia
42. Indicare le caratteristiche, collegate al meccanismo d'azione, dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) in ordine alla loro efficacia antinfiammatoria, antidolorifica, antipiretica e agli effetti indesiderati Reumatologia
43. Illustrare il meccanismo d'azione, gli effetti avversi, le controindicazioni dei farmaci utlizzati nelle malattie reumatiche (DMARDs) delineandone le differenze farmacologiche e terapeutiche e le strategie di monitoraggio degli effetti avversi Reumatologia
44. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei corticosteroidi, proponendo l'opportuna via di somministrazione in base al rapporto tra beneficio ed effetti avversi nelle diverse patologie Reumatologia Endocrinologia Pneumologia
45. Indicare i farmaci usati nella terapia e nella prevenzione degli attacchi gottosi, in relazione al loro differente meccanismo d'azione Reumatologia
46. Confrontare i meccanismi d'azione dei diversi farmaci antiallergici (adrenergici, antistaminici, cortisonici, cromoni) collegandoli con le differenti indicazioni, modalità d'uso, le controindicazioni e i più comuni effetti indesiderati Rematologia Pneumologia
47. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, gli effetti avversi dei farmaci anti-TNFα, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata Reumatologia
48. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, gli effetti avversi dei farmaci immunosoppressori (metotrexate, azatioprina, ciclosporina e altri farmaci anti-calcineurina, bloccanti di mTOR). Reumatologia Endocrinologia
49. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi degli ipoglicemizzanti e dei normoglicemizzanti orali, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata. Endocrinologia
50. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei vari preparati a base di insulina, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione e le caratteristiche farmacocinetiche e le basi fisiopatologiche del diabete Endocrinologia
51. Illustrare il meccanismo d'azione, gli effetti avversi dei vari inibitori della Endocrinologia
captazione intestinale del glucosio, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione e le basi fisiopatologiche del diabete
52. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei vari farmaci antidisplipidemici (Resine, Fibrati, Statine, PUFA) Cardiologia Endocrinologia
53. Illustrare il meccanismo d'azione, le principali indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi degli ormoni ipotalamo-ipofisari e degli ormoni sessuali, e le loro interazioni con i meccanismi regolatori endogeni dell'asse ipotalamo-ipofisi-gonadi. Illustrare il meccanismo d'azione, le principali indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi degli ormoni tiroidei, e le loro interazioni con i meccanismi regolatori endogeni dell'asse ipotalamo-ipofisi-tiroide. Endocrinologia
54. Indicare i farmaci che regolano la produzione e l'azione degli ormoni ipotalamo-ipofisari e del surrene
55. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei farmaci che agiscono sul metabolismo fosfo-calcico e sull'osso (Vitamina D, calcio, paratormone e derivati, bifosfonati, estrogeni e modulatori dei recettori degli estrogeni, calcitonina, nuovi modulatori delle citochine attive sull'osso), discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata. Endocrinologia
56. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dell'apomorfina e degli inibitori della fosfodiesterasi V, discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata. Endocrinologia Neurologia
57. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi degli estroprogestinici, discutendo la relazione dose-effetto. Endocrinologia Gastrologiaenterologia
58. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei diversi farmaci antisecretori e Gastrologiaprotettori (bloccanti H2, inibitori della pompa protonica, antiacidi, prostagliandine), discutendo la relazione tra il meccanismo d'azione del farmaco e le basi fisiopatologiche della patologia trattata. Gastrologia
59. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei diversi farmaci antiemetici, procinetici, lassativi e antidiarroici. Accennare alle specificità dell'utilizzo degli antiemetici nelle diverse situazioni, cliniche e non, in cui è richiesto Gastrologia Neurologia Farmacologia oculare
60. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei diversi farmaci per le malattie dell'occhio in funzione anche delle loro diverse formulazioni Oculistica Neurologia
61. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei farmaci indicati nel Morbo di Parkinson e nei parkinsonismi: anticolinergici e dopaminergici, discutendone i limiti. Neurologia
62. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei farmaci indicati nelle malattie degenerative del sistema colinergico (per es. Malattia di Alzheimer), discutendone i limiti. Neurologia
63. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei farmaci antiepilettici più utilizzati, accennare ai principi su cui si basa la polifarmacoterapia antiepilettica Neurologia
64. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi degli analgesici oppiacei più utilizzati. Neurologia
65. Illustrare sinteticamente le caratteristiche farmacocinetiche e farmacodinamiche, le controindicazioni e gli effetti avversi degli anestetici generali e locali Neurologia
66. Illustrare sinteticamente il meccanismo d'azione, le proprietà farmacologiche e gli effetti avversi degli dei bloccanti gangliari e Neurologiamuscolari Neurologia
67. Accennare ai farmaci utilizzati nella sclerosi multipla (interferoni, immunosoppressori) Discutere il ruolo degli antiaggreganti piastrinici nella prevenzione dell'ictus e dei trombolitici nella sua terapia. Accennare ai farmaci utilizzati per la Neurologiaprotezione Neurologia Psichiatria
68. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei farmaci ansiolitici ed ipnotici (benzodiazepine, agonisti serotoninergici). Per le benzodiazepine, commentare con esempi la relazione tra emivita plasmatica ed effetti; inoltre accennare alle specificità di utilizzo nell'anziano e ai problemi di abuso e dipendenza. Individuare le situazioni in cui le benzodiazepine possono essere sostituite dagli anti-istaminici come ipnotici. Indicare i farmaci indicati nell'intossicazione acuta. Neurologia Psichiatria
69. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi dei farmaci antidepressivi (antidepressivi triciclici, SSRI e nuovi agonisti serotoninergici), discutere i problemi di abuso e dipendenza. Psichiatria
70. Comparare le differenti classi di farmaci antipsicotici per selettività recettoriale, indicazioni terapeutiche ed effetti indesiderati (parkinsonismo, discinesia tardiva e altre). Differenziare le indicazioni in acuto e in cronico. Commentare la relazione tra la scelta della formulazione farmaceutica e l'aderenza alla terapia da parte del paziente. Illustrare le diverse strategie di intervento compensatorio nei casi di insorgenza di effetti indesiderati severi. Psichiatria
71. Illustrare il meccanismo d'azione, il quadro dell'intossicazione acuta, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi a breve e lungo termine dei farmaci psicostimolanti (amfetamine, cocaina e derivati, LSD e derivati) e discutere i problemi di abuso e dipendenza. Psichiatria Neurologia
72. Illustrare il meccanismo d'azione, il quadro dell'intossicazione acuta, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi a breve e a lungo termine dei cannabinoidi e degli oppioidi e discutere i problemi di abuso e dipendenza. Indicare i farmaci indicati nell'intossicazione acuta. Psichiatria Neurologia 73. Illustrare il meccanismo d'azione, il quadro dell'intossicazione acuta, gli effetti avversi a breve e a lungo termine dell'etanolo e discutere i problemi di abuso e dipendenza. Indicare i farmaci utilizzati nell'ambito di un percorso di disintossicazione. Neurologia Psichiatria
74. Definire i termini: sostanza tossica, tossicologia, veleno e avvelenamento Illustrare i concetti di Dose efficace, tossica e letale (DL50, DE50, DT50), ADI (acceptable daily intake), TDI (tolerable daily intake), NOEL, indice terapeutico. Illustrare l'organizzazione e le funzioni dei Centri Antiveleni, indicare come e quando comunicare con il Centro Antiveleni di riferimento per Milano Tossicologia
75. Farmaci Antivirali, Antimicrobici, e Antitumorali
76. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, gli effetti avversi dei farmaci antivirali. Malattie Infettive
77. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, gli effetti avversi dei farmaci antiretrovirali e degli inibitori delle proteasi. Malattie Infettive
78. Classificare i farmaci antiprotozoari e antielmintici in relazione alle indicazioni terapeutiche e alle modalità d'uso. Indicare i principali effetti avversi Malattie Infettive
79. Illustrare il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni, gli effetti avversi e le modalità d'uso dei farmaci antimicotici Dermatologia
80. Classificare gli antimicrobici in base all'attività batteriostatica o battericida, al gruppo strutturale di appartenenza (beta-lattamici, aminoglicosidi, ecc.), al Malattie Infettive
meccanismo d'azione e allo spettro prevalente d'azione (gram + o - )
81. Indicare i criteri generali di scelta dei farmaci antimicrobici appartenenti alle diverse classi: sulfamidici, trimetoprim e cotrimoxazolo; penicilline, cefalosporine e altri beta-lattamici, tetracicline e cloramfenicolo, aminoglicosidi, macrolidi, lincosamine; chinoloni e antisettici delle vie urinarie, fluorochinoloni Malattie Infettive
82. Descrivere i meccanismi della resistenza ai farmaci antibatterici e fornire indicazioni su come evitarla Malattie Infettive
83. Indicare i criteri che regolano la posologia e la durata della terapia antibiotica e gli effetti indesiderati o le complicazioni che possono derivare da un uso inadeguato Malattie Infettive
84. Indicare le associazioni preferenziali di farmaci antimicrobici Malattie Infettive
85. Definire il concetto, le indicazioni e le modalità di applicazione della profilassi antibiotica Malattie Infettive
86. Classificare i farmaci antineoplastici sulla base del differente meccanismo d'azione: antimetaboliti, antibiotici, agenti alchilanti, inibitori del fuso mitotico, ormoni e loro antagonisti (con particolare attenzione agli antagonisti recettoriali e agli inibitori delle tirosinchinasi), anticorpi specifici, farmaci antiangiogenesi. Oncologia
87. Indicare schematicamente le caratteristiche farmacodinamiche e farmacocinetiche dei farmaci antiproliferativi (chemioterapici, ormonoterapici, ecc.) attualmente più usati le, gli effetti tossici acuti e cronici e le modalità per la riduzione dei danni d'organo Oncologia.
Prerequisiti e modalità di esame
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Lezioni formali e non formali.
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
Il corso si svolge nell'arco di 4 semestri. Al termine del II semestre del III anno, dedicato alla Farmacologia Medica nella Semeiotica Sistematica I, verrà effettuata una prova in itinere scritta ed obbligatoria inerente gli argomenti sino a quel momento trattati, nella forma di quiz a risposta multipla con motivazione. Lo stesso tipo di prova verrà effettuato al termine del IV anno, in cui viene trattata la Farmacologia Medica relativa alla Semeiotica Sistematica II, alla Chemioterapia Antimicrobica ed Antitumorale, ed ai farmaci Antivirali, Antimicotici, ed Antiparassitari. Il corso al I° semestre del V anno è incentrato sulla Neurologiapsicofarmacologia e sulla Tossicologia Medica. La valutazione finale sarà effettuata al termine del corso con una prova scritta della stessa tipologia delle precedenti ed incentrata per 3/5 sul programma del V anno e 2/5 sugli argomenti trattati nei due anni precedenti, eventualmente questa sarà seguita da una prova orale. Si ricorda che, come previsto dall'articolo 8 del Regolamento Didattico, l'ammissione alle prove d'esame è subordinata alla frequenza di almeno il 75% delle lezioni.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
1. Goodman & Gilman's, "Le basi farmacologiche della terapia", McGraw Hill , 12a edizione italiana, 2012
2. Goodman & Gilman's : The Pharmacological Basis of Therapeutics, McGraw Hill, 13e, 2017
3. Rang, Dale, Ritter " Farmacologia" , Casa Editrice Elsevier , 7° edizione, 2018
Periodo
Primo semestre
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi