Geografia politica ed economica

A.A. 2015/2016
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-GGR/02
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso intende illustrare i fenomeni e i processi che presiedono alla crescente dialettica tra i quadri politico-istituzionali e sociali dello stato-nazione e quelli sopranazionali determinati dalla crescente globalizzazione politica, economica e sociale. Il primo modulo del corso (lezioni e relativi testi) offrono i capisaldi concettuali e metodologici della geografia economica e politica. Il secondo modulo tratterà soprattutto della globalizzazione economica e politica attuale con particolare attenzione alle loro conseguenze sulle trasformazioni della geografia economica dell'Italia. Sarà quindi posta attenzione, nel terzo modulo, a particolari territori di frontiera dove la tensione tra il quadro nazionale e quello sovranazionale è più evidente, con particolare riguardo al fenomeno crescente delle migrazioni clandestine, ai movimenti di profughi e ai tentativi di controllare i suddetti fenomeni. Uno spazio particolare sarà dedicato all'emigrazione clandestina italiana del passato e all'attuale immigrazione irregolare in Italia. Le lezioni e i testi relativi al primo modulo intendono 1) suscitare negli studenti la conoscenza e la capacità di comprensione dei suddetti fenomeni; 2) i casi specifici illustrati circa la globalizzazione economica e i suoi effetti sulle trasformazioni territoriali dell'economia italiana intendono stimolare negli studenti capacità di comprensione applicate a specifici contesti geografici e sociali; 3) l'illustrazione del dibattito scientifico sulle vicende più controverse intendono suscitare nello studente la sua autonomia di giudizio. La contestualizzazione geografica e storica dei casi considerati, l'uso dei dati e delle fonti, le questioni di metodo e l'inquadramento teorico sono gli strumenti generali che verranno adottati in sede didattica al fine di suscitare negli studenti una capacità di lettura autonoma e critica delle realtà nazionali e internazionali affrontate. L'interazione orale con gli studenti in sede di lezione e la modalità dell'esame, quasi interamente orale, non hanno solo il fine di verificare le suddette abilità, ma anche di stimolare 4) l'abilità comunicativa dello studente e la sua 5) capacità di apprendere.
Nel corso delle lezioni e come esito degli esami, gli studenti acquisiscono la conoscenza e la comprensione dei fenomeni economici, politici e sociali globali che hanno influenza sullo specifico territorio. Sapranno riconoscere, inoltre, la capacità del singolo luogo di recepire, modificare o resistere alle influenze globali. Sul piano applicativo, acquisiscono la capacità di risalire dai segni tangibili del territorio ai fenomeni sociali, economici e politici che li hanno prodotti. Acquisiscono, inoltre, autonomia di giudizio analizzando il dibattito scientifico intorno ai temi più controversi (globalizzazione finanziaria, migrazioni internazionali, cambiamento climatico, crisi economica globale ecc..). L'insegnamento dei concetti e termini fondamentali della disciplina acuiscono, inoltre, le capacità comunicative degli studenti e, di conseguenza la loro capacità di apprendere dai testi scritti, dalle carte e dal materiale audiovisivo relativi alla disciplina.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica 1
M-GGR/02 - GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica 2
M-GGR/02 - GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica 3
M-GGR/02 - GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

STUDENTI FREQUENTANTI
Informazioni sul programma
Testi adottati
Studenti frequentanti:
Per 9 crediti: sono tenuti a riferire sugli argomenti del corso, a preparare 1 testo manualistico da scegliere fra quelli dell'Unità I. Prepareranno, inoltre, 1 testo a scelta tra quelli dell'Unità II, + 1 testo a scelta tra quelli dell'Unità III.
Per 6 crediti: preparazione del manuale a scelta, degli appunti del corso, + 1 testo a scelta tra quelli dell'Unità III.
Per 3 crediti: preparazione del manuale a scelta (Unità I).

Studenti non frequentanti:
Per 9 crediti: sono tenuti a preparare 1 manuale a scelta fra quelli dell'Unità I. Inoltre devono riferire su 1 testo a scelta tra quelli dell'Unità II, e 2 testi a scelta tra quelli dell'Unità III.
Per 6 crediti: preparazione del manuale a scelta, + 1 testo a scelta tra quelli dell'Unità II, più 1 testo a scelta tra quelli dell'Unità III.
Per 3 crediti: preparazione del manuale a scelta tra quelli dell'Unità I.

Sono previste esercitazioni cartografiche ed esercitazioni degli studenti in date da definirsi.
Propedeuticità
Nessuna
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame consisterà in un test scritto sul manuale a scelta tra i 3 proposti nel primo modulo del programma d'esame, nell'esaminazione orale degli altri testi del programma (unità 2 e 3) e nell'esaminazione orale delle lezioni per gli studenti frequentanti. La prova scritta verrà sottoposta agli studenti ad ogni appello d'esame. L'esame è comunque valido come esame orale. Sia il test scritto sul manuale (sei domande a risposta breve), sia la parte orale vanno svolte nel medesimo appello. Per le differenze di programma tra chi sostiene l'esame per 9, per 6 e per 3 crediti e per la differenza di programma tra frequentanti e non frequentanti consultare la sezione "Informazioni sul programma"
Metodi didattici
Lezioni frontali del docente, eventuali esercitazioni, consigliata la frequenza di eventuali seminari e convegni di esperti
Unita' didattica 1
Programma
I concetti fondamentali della geografia economica e politica.
La prima unità didattica è dedicata all'illustrazione di alcuni concetti centrali per la lettura dei sistemi spaziali quali popolazione, città, sistemi economici, ambiente, migrazioni, rappresentazione cartografica.
Preparazione di un manuale a scelta tra i tre segnalati per il modulo I
Materiale didattico e bibliografia
- E. H. Fouberg, A.B. Murphy e H.J. De Blij, Geografia umana. Cultura, società, spazio, Bologna, Zanichelli, 2010
- S. Conti, I territori dell'economia. Fondamenti di geografia economica, Torino, Utet, 2012.
- P. Haggett, Geografia, Bologna, Zanichelli, 2004, voll. I.
Unita' didattica 2
Programma
Aspetti e problemi della globalizzazione politica ed economica, aspetti dell'economia italiana.
La seconda unità didattica è dedicata al quadro territoriale dell'economia italiana e globale.
Materiale didattico e bibliografia
- E. Bignante, F. Celata, A. Vanolo, Geografie dello sviluppo. Una prospettiva critica globale, Torino, Utet, 2014.
- D. Harvey, L'enigma del capitale e il prezzo della sua sopravvivenza, Milano, Feltrinelli, 2011.
- M. Castells, Volgere di millennio, Egea, Milano 2008.
- C. Muscarà, G. Scaramellini, I. Talia (a cura di), Tante Italie Una Italia. Dinamiche territoriali e
identitarie. Volume IV - Nordovest da Triangolo a Megalopoli, F. Angeli, Milano 2011.
- C. Muscarà, G. Scaramellini, I. Talia (a cura di), Tante Italie Una Italia. Dinamiche territoriali e identitarie. Volume II - Mezzogiorno: la modernizzazione smarrita, F. Angeli, Milano 2011.
Preparazione degli appunti delle prime 40 ore di lezione (moduli I e II)
Unita' didattica 3
Programma
Migrazioni legali e illegali.
La terza unità didattica concerne la relazione tra frontiere nazionali, globalizzazione economica e politica e il fenomeno delle migrazioni legali e clandestine in Italia e all'estero dal secondo dopoguerra ad oggi.
Materiale didattico e bibliografia
- M. Tirabassi, A. Del Prà, La meglio Italia. Le mobilità italiane nel 21 secolo, Accademia University, Torino 2014.
- S. Rinauro, Il cammino della speranza. L'emigrazione clandestina degli italiani nel secondo dopoguerra, Einaudi, Torino 2009.
- P. Audenino e M. Tirabassi, Migrazioni italiane. Storia e storie dall'ancien régime a oggi, Bruno Mondadori, Milano 2008.
- P. Corti, M. Sanfilippo, L'Italia e le migrazioni, Laterza, Roma-Bari 2012.
- S. Gallo, Senza attraversare le frontiere. Le migrazioni interne dall'Unità a oggi, Laterza, Roma-Bari 2011.
- M. Colucci, S. Gallo, L'arte di spostarsi. Rapporto 2014 sulle migrazioni interne in Italia, Roma, Donzelli, 2014.
- P. Audenino, La casa perduta. La memoria dei profughi nell'Europa del Novecento, Bologna, Carocci, 2015.
- M. Ambrosini, Non passa lo straniero? Le politiche migratorie tra sovranità nazionale e diritti umani, Assisi, Cittadella Editrice, 2014.
- N. Petrovic, Rifugiati, profughi, sfollati. Breve storia del diritto d'asilo in Italia, F. Angeli, Milano 2013.
- P. Borgna, Clandestinità e altri errori di destra e di sinistra, Laterza, Roma-Bari 2011.
- E. Paoletti, The Migration of Power and North-South Inequalities. The case of Italy and Libya, Palgrave Macmillan, Regno Unito, 2011.
- P. Cuttitta, Segnali di confine. Il controllo dell'immigrazione nel mondo frontiera, Milano, Mimesis, 2007.
- C. Bartoli, Razzisti per legge. L'Italia che discrimina, Laterza, Roma-Bari 2012.
- M. Barbagli, Immigrazione e sicurezza in Italia, Bologna, Il Mulino, 2008.
Preparazione delle lezioni inerenti il modulo III del corso (le ultime 20 ore)
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame consisterà in un test scritto sul manuale a scelta tra i 3 proposti nel primo modulo del programma d'esame, nell'esaminazione orale degli altri testi del programma (unità 2 e 3) e nell'esaminazione orale delle lezioni per gli studenti frequentanti. La prova scritta verrà sottoposta agli studenti ad ogni appello d'esame. e consta di 6 domande semi-strutturate per 7-8 righe di risposta per ciascuna domanda. L'esame è comunque valido come esame orale. Sia il test scritto sul manuale, sia la parte orale vanno svolte nel medesimo appello. Per le differenze di programma tra chi sostiene l'esame per 9, per 6 e per 3 crediti e per la differenza di programma tra frequentanti e non frequentanti consultare la sezione "Informazioni sul programma". L'esame intende verificare la conoscenza dei concetti di base della geografia politica ed economica e degli argomenti più specifici trattati nei 3 moduli. Intende, inoltre, verificare l'acquisizione di indipendenza di giudizio e la capacità di analizzare gli specifici fenomeni territoriali trattati nelle lezioni e nei testi utilizzando i concetti e il lessico specifici della disciplina.
Unita' didattica 1
Programma
I concetti fondamentali della geografia economica e politica.
La prima unità didattica è dedicata all'illustrazione di alcuni concetti centrali per la lettura dei sistemi spaziali quali popolazione, città, sistemi economici, ambiente, migrazioni, rappresentazione cartografica.
Preparazione di un manuale a scelta tra i tre segnalati per il modulo I
Materiale didattico e bibliografia
- E. H. Fouberg, A.B. Murphy e H.J. De Blij, Geografia umana. Cultura, società, spazio, Bologna, Zanichelli, 2010
- S. Conti, I territori dell'economia. Fondamenti di geografia economica, Torino, Utet, 2012.
- P. Haggett, Geografia, Bologna, Zanichelli, 2004, voll. I.
Unita' didattica 2
Programma
Aspetti e problemi della globalizzazione politica ed economica, aspetti dell'economia italiana.
La seconda unità didattica è dedicata al quadro territoriale dell'economia italiana e globale.
Materiale didattico e bibliografia
- E. Bignante, F. Celata, A. Vanolo, Geografie dello sviluppo. Una prospettiva critica globale, Torino, Utet, 2014.
- D. Harvey, L'enigma del capitale e il prezzo della sua sopravvivenza, Milano, Feltrinelli, 2011.
- M. Castells, Volgere di millennio, Egea, Milano 2008.
- C. Muscarà, G. Scaramellini, I. Talia (a cura di), Tante Italie Una Italia. Dinamiche territoriali e
identitarie. Volume IV - Nordovest da Triangolo a Megalopoli, F. Angeli, Milano 2011.
- C. Muscarà, G. Scaramellini, I. Talia (a cura di), Tante Italie Una Italia. Dinamiche territoriali e identitarie. Volume II - Mezzogiorno: la modernizzazione smarrita, F. Angeli, Milano 2011.
Unita' didattica 3
Programma
Migrazioni legali e illegali.
La terza unità didattica concerne la relazione tra frontiere nazionali, globalizzazione economica e politica e il fenomeno delle migrazioni legali e clandestine in Italia e all'estero dal secondo dopoguerra ad oggi.
Materiale didattico e bibliografia
- M. Tirabassi, A. Del Prà, La meglio Italia. Le mobilità italiane nel 21 secolo, Accademia University, Torino 2014.
- S. Rinauro, Il cammino della speranza. L'emigrazione clandestina degli italiani nel secondo dopoguerra, Einaudi, Torino 2009.
- P. Audenino e M. Tirabassi, Migrazioni italiane. Storia e storie dall'ancien régime a oggi, Bruno Mondadori, Milano 2008.
- P. Corti, M. Sanfilippo, L'Italia e le migrazioni, Laterza, Roma-Bari 2012.
- S. Gallo, Senza attraversare le frontiere. Le migrazioni interne dall'Unità a oggi, Laterza, Roma-Bari 2011.
- M. Colucci, S. Gallo, L'arte di spostarsi. Rapporto 2014 sulle migrazioni interne in Italia, Roma, Donzelli, 2014.
- P. Audenino, La casa perduta. La memoria dei profughi nell'Europa del Novecento, Bologna, Carocci, 2015.
- M. Ambrosini, Non passa lo straniero? Le politiche migratorie tra sovranità nazionale e diritti umani, Assisi, Cittadella Editrice, 2014.
- N. Petrovic, Rifugiati, profughi, sfollati. Breve storia del diritto d'asilo in Italia, F. Angeli, Milano 2013.
- P. Borgna, Clandestinità e altri errori di destra e di sinistra, Laterza, Roma-Bari 2011.
- E. Paoletti, The Migration of Power and North-South Inequalities. The case of Italy and Libya, Palgrave Macmillan, Regno Unito, 2011.
- P. Cuttitta, Segnali di confine. Il controllo dell'immigrazione nel mondo frontiera, Milano, Mimesis, 2007.
- C. Bartoli, Razzisti per legge. L'Italia che discrimina, Laterza, Roma-Bari 2012.
- M. Barbagli, Immigrazione e sicurezza in Italia, Bologna, Il Mulino, 2008.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
venerdì 20 dicembre, ore 13.00-16.00
stanza 2, piano ammezzato basso, via Conservatorio 7, Milano