Letteratura italiana

A.A. 2017/2018
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-FIL-LET/10
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Lo studente dovrà essere in grado di esprimersi con correttezza nell'esposizione orale e scritta. Dovrà inoltre dimostrare capacità di comprensione e di analisi del testo letterario e una buona conoscenza di aspetti, questioni, linee di sviluppo della letteratura italiana dall'età di Dante all'Ottocento (con particolare riferimento agli argomenti in programma), sullo sfondo del contesto storico-culturale e delle peculiarità della storia letteraria e linguistica italiana (generi, temi, autori, opere).

Struttura insegnamento e programma

(A-L)
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso: La civiltà letteraria italiana: percorsi testuali e storico-critici

Lineamenti di storia della letteratura italiana; la politica nella Commedia di Dante.
Il corso si compone di tre unità: le prime due sono dedicate a percorsi nella storia della letteratura italiana, che concentreranno l'attenzione sulle figure, le opere, le correnti e le questioni principali dalle Origini all'Unità d'Italia. Particolare attenzione verrà prestata all'analisi di testi significativi, contenuti in una dispensa che sarà resa disponibile online.
La terza unità sarà dedicata alla Commedia di Dante Alighieri, con un'analisi incentrata sulle questioni di carattere politico e sulla lettura di alcuni dei canti più importanti sotto questo profilo.

PROGRAMMA
UNITÀ DIDATTICA A: Dalle Origini al Cinquecento: percorsi testuali (20 ore, 3 cfu)
UNITÀ DIDATTICA B: Dal Seicento all'Ottocento: percorsi testuali (20 ore, 3 cfu)
UNITÀ DIDATTICA C: La riflessione dantesca sulla politica nella Commedia (20 ore, 3 cfu)

Per la preparazione delle unità A e B sono richiesti:
1. Lettura dei testi contenuti in una dispensa che sarà scaricabile online.
2. Conoscenza degli argomenti di storia letteraria che saranno trattati a lezione e che saranno elencati in maniera dettagliata sempre online alla fine dei due moduli. Per la preparazione di questa parte si raccomanda la lettura di un buon manuale di liceo (uno tra quelli diretti da Segre-Martignoni, Hermann Grosser, Giulio Ferroni, Corrado Bologna, Claudio Giunta, Floriana Calitti) o di un profilo di storia letteraria. A puro titolo indicativo si segnalano: Giulio Ferroni, Profilo storico della letteratura italiana, Torino, Einaudi, 1992 (o successive edizioni, anche presso altri editori); Gian Mario Anselmi, Profilo storico della letteratura italiana, Firenze, Sansoni, 2001; Mario Pozzi-Enrico Mattioda, Introduzione alla letteratura italiana, Torino, Utet, 2002; Vittorio Roda, Manuale di italianistica, Bologna, Bononia University Press, 2005; Carlo Vecce, Piccola storia della letteratura italiana, Napoli, Liguori, 2009; Alberto Asor Rosa, Breve storia della letteratura italiana, Torino, Einaudi, 2013; Letteratura italiana, a cura di Andrea Battistini, Bologna, il Mulino, 2014: vol. 1, Dalle origini al Seicento; vol. 2, Dal Settecento ai giorni nostri (sono stati pubblicati anche volumi singoli: Luigi Surdich, Il Duecento e il Trecento; Riccardo Bruscagli, Il Quattrocento e il Cinquecento; Erminia Ardissino, Il Seicento; Andrea Beniscelli, Il Settecento; Riccardo Bonavita, L'Ottocento).

L'unità C prevede la lettura approfondita di alcuni canti della Commedia, con il corredo di un'edizione commentata, a scelta tra quelle a cura di Umberto Bosco e Giovanni Reggio (da ultimo Mondadori Education), di Natalino Sapegno (La Nuova Italia), di Emilio Pasquini e Antonio E. Quaglio (Garzanti), di Anna Maria Chiavacci Leonardi (Oscar Mondadori), di Giorgio Inglese (Carocci).
Al termine delle lezioni sarà fornito l'elenco dei canti e dei passi oggetto dell'esame per gli studenti frequentanti.
Gli studenti non frequentanti dovranno leggere: Inferno I, VI, X, XIX, XXVII; Purgatorio VI, XVI, XXXII, XXXIII; Paradiso VI, XV, XVII, XXVII.
Tutti gli studenti dovranno leggere inoltre:
- Giorgio Inglese, Vita di Dante. Una biografia possibile, Roma, Carocci, 2015
- Giuseppe Ledda, Leggere la "Commedia", Bologna, il Mulino, 2016 o Giorgio Inglese, Dante: Guida alla Divina Commedia, Roma, Carocci.
Gli studenti non frequentanti sono pregati di recarsi a ricevimento dal docente.

02/02/2018
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame consiste in una prova scritta preliminare e in un colloquio, entrambi obbligatori.
Con la prova scritta si intende accertare l'acquisizione e la comprensione degli argomenti affrontati nelle unità didattiche A e B. La prova si potrà sostenere in una delle tre sessioni dell'a. a. 2017-2018 (maggio, settembre, gennaio; la validità della prova è annuale). La prova verrà valutata autonomamente (ottimo, buono, discreto, sufficiente, insufficiente) e sarà considerata parte integrante dell'esame finale. Lo studente la cui prova scritta abbia avuto una valutazione negativa potrà, a sua scelta, ripetere la prova scritta oppure presentarsi all'orale; in quest'ultimo caso, il colloquio verterà anche sulla materia delle unità didattiche A e B. Se la prova non risulterà sufficiente, lo studente ripeterà scritto e orale in una successiva sessione.
Il colloquio (una volta superata la prova scritta) accerterà la conoscenza degli argomenti dell'unità didattica C, e si svolgerà nei giorni d'appello stabiliti dal calendario dell'a. a. 2017-2018.
La votazione finale risulterà dalla media ponderata fra prova scritta e colloquio.
Periodo
Secondo semestre
(M-Z)
Edizione attiva
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso : La civiltà letteraria italiana: percorsi testuali e storico-critici

Il corso si articola in due sezioni.
La prima (unità didattiche A e B), di carattere istituzionale, intende illustrare l'esperienza intellettuale e le opere principali di autori fra il Trecento e l'Ottocento. I testi esaminati nel corso delle lezioni sono raccolti in un volume (Materiali per il corso di Letteratura italiana), disponibile presso la Libreria Cortina (via Festa del Perdono) dall'inizio del corso (secondo semestre).
La seconda (unità didattica C) ha carattere monografico.

PROGRAMMA
UNITÀ DIDATTICA A: Dal Trecento al Cinquecento: percorsi testuali (20 ore, 3 cfu)
UNITÀ DIDATTICA B: Dal Seicento all'Ottocento: percorsi testuali (20 ore, 3 cfu)
UNITÀ DIDATTICA C: Giacomo Leopardi: dalla poesia civile alle "magnifiche sorti" (20 ore, 3 cfu)

Per la preparazione delle unità didattiche A e B è richiesto lo studio di:
1. Il volume (sopra citato) edito dalla Libreria Cortina, comprendente i testi che saranno illustrati a lezione.
2. Un manuale di storia letteraria. La scelta è del tutto libera e autonoma. A puro titolo indicativo si segnalano: Giulio Ferroni, Profilo storico della letteratura italiana, Torino, Einaudi, 1992 (o successive edizioni, anche presso altri editori); Gian Mario Anselmi, Profilo storico della letteratura italiana, Firenze, Sansoni, 2001; Mario Pozzi-Enrico Mattioda, Introduzione alla letteratura italiana, Torino, Utet, 2002; Vittorio Roda, Manuale di italianistica, Bologna, Bononia University Press, 2005; Carlo Vecce, Piccola storia della letteratura italiana, Napoli, Liguori, 2009; Alberto Asor Rosa, Breve storia della letteratura italiana, Torino, Einaudi, 2013.

Per la preparazione dell'unità didattica C è richiesto lo studio di:
1. Giacomo Leopardi, Canti; una qualunque edizione moderna e commentata, purché integrale (nel corso delle lezioni saranno illustrati, e costituiranno oggetto del colloquio d'esame, i seguenti testi: All'Italia, Ad Angelo Mai, L'infinito, Il risorgimento, Le ricordanze, Canto notturno di un pastore errante dell'Asia, Palinodia al marchese Gino Capponi, La ginestra o il fiore del deserto).
2. Uno dei seguenti contributi critici (la scelta è del tutto libera):
Marco Balzano, I confini del sole. Leopardi e il Nuovo Mondo, Venezia, Marsilio, 2008
Emilio Bigi, Una vita più vitale. Stile e pensiero in Leopardi, Venezia, Marsilio, 2011
Walter Binni, La protesta di Leopardi, Firenze, Sansoni, 1995
Luigi Blasucci, Leopardi e i segnali dell'infinito, Bologna, Il Mulino, 2001
Luigi Blasucci, I titoli dei "Canti" e altri studi leopardiani, Venezia, Marsilio, 2011
Andrea Campana, Leopardi e le metafore scientifiche, Bologna, Bononia University Press, 2008
Carlo Dionisotti, Appunti sui moderni. Foscolo, Leopardi, Manzoni e altri, Bologna, il Mulino, 1988 (soltanto la sezione leopardiana, pp. 103-227)
Lucio Felici, L'italianità di Leopardi e altre pagine leopardiane, Lucca, Pacini Fazzi, 2015
Lucio Felici, L'Olimpo abbandonato. Leopardi tra "favole antiche" e "disperati affetti", Venezia, Marsilio, 2005
Angiola Ferraris, L'ultimo Leopardi. Pensiero e poetica 1830-1837, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2008
Christian Genetelli, Incursioni leopardiane. Nei dintorni della "conversione letteraria", Roma-Padova, Antenore, 2003
-, Lettura dei "Canti" di Giacomo Leopardi, Novara, Interlinea, 2013
Cesare Luporini, Leopardi progressivo, Roma, Editori Riuniti, 2006
Marco Santagata, Quella celeste naturalezza. Le canzoni e gli idilli di Leopardi, Bologna, il Mulino, 1994
William Spaggiari, L'eremita degli Appennini. Leopardi e altri studi di primo Ottocento, Milano, Unicopli, 2000 (soltanto la sezione leopardiana, pp. 13-129)
Achille Tartaro, Leopardi, Roma-Bari, Laterza, 1985
Gino Tellini, Leopardi, Roma, Salerno, 2001.

Queste indicazioni valgono per gli studenti frequentanti e per quelli non frequentanti.

21/09/2017
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame consiste in una prova scritta preliminare e in un colloquio, entrambi obbligatori.
Con la prova scritta si intende accertare l'acquisizione e la comprensione degli argomenti affrontati nelle unità didattiche A e B. La prova si potrà sostenere in una delle tre sessioni dell'a. a. 2017-2018 (maggio, settembre, gennaio; la validità della prova è annuale). La prova verrà valutata autonomamente (ottimo, buono, discreto, sufficiente, insufficiente) e sarà considerata parte integrante dell'esame finale. Lo studente la cui prova scritta abbia avuto una valutazione negativa potrà, a sua scelta, ripetere la prova scritta oppure presentarsi all'orale; in quest'ultimo caso, il colloquio verterà anche sulla materia delle unità didattiche A e B. Se la prova non risulterà sufficiente, lo studente ripeterà scritto e orale in una successiva sessione.
Il colloquio (una volta superata la prova scritta) accerterà la conoscenza degli argomenti dell'unità didattica C, e si svolgerà nei giorni d'appello stabiliti dal calendario dell'a. a. 2017-2018.
La votazione finale risulterà dalla media ponderata fra prova scritta e colloquio.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Lunedì 10.45-13.45. Lunedì 21/10 il professore non terrà il ricevimento perché impegnato nell'organizzazione di un convegno. Il ricevimento si terrà giovedì 14 dalle 9.30 alle 12.30
Dipartimento di studi letterari, filologici e linguistici, sezione di Modernistica, studio prof. Berra e Mari