Letteratura italiana

A.A. 2019/2020
Insegnamento per
12
Crediti massimi
80
Ore totali
SSD
L-FIL-LET/10
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Conoscenze: conoscenza di aspetti e questioni fondamentali della letteratura italiana dalle Origini al Seicento; periodizzazione sullo sfondo di contesto storico, generi, temi e poetiche, autori e opere.
Conoscenza e affinamento degli strumenti (elementi di metrica, retorica, teoria degli stili e narratologia) e delle metodologie critiche per analizzare e interpretare i testi.
Capacità: 1) comprensione e analisi del testo letterario (aspetti tematici e formali) e sua collocazione nel contesto; 2) comprensione e utilizzo di contributi di saggistica letteraria; 3) identificazione bibliografica e prima conoscenza delle risorse bibliografiche; 4) capacità di comunicare con chiarezza e correttezza nell'esposizione orale e scritta, con uso appropriato del lessico della disciplina.

Struttura insegnamento e programma

A-DE
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica D
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Ravera Giulia

Informazioni sul programma
Argomento del corso: Storia e interpretazione del testo letterario (80 ore; 12 CFU

Unità didattica A (20 ore; 3 CFU): La letteratura italiana: dalle Origini all'età dell'Umanesimo [Prof. Gabriele Baldassari]
Unità didattica B (20 ore; 3 CFU): La letteratura italiana: dal Rinascimento al Barocco Gabriele Baldassari]
Unità didattica C (20 ore; 3 CFU): Francesco Petrarca: il Canzoniere nella sua biografia intellettuale [Gabriele Baldassari]
Unità didattica D (20 ore; 3 CFU): Elementi di retorica e di metrica esemplificati su testi della tradizione. Indicazioni bibliografiche e citazioni [Giulia Ravera]

Il corso (prima annualità) è rivolto agli studenti del triennio il cui cognome inizia con A-De del Corso di laurea in Lettere (12 CFU) e del Corso di laurea in Scienze umanistiche per la comunicazione (6 o 9 CFU)

Presentazione del corso
Nelle unità didattiche A e B verrà ripercorsa la storia della letteratura italiana dal Duecento al Seicento, soffermandosi sia sulle figure e le opere più rilevanti sia su testi ritenuti esemplari. Nella lettura di questi ultimi (che saranno raccolti in una dispensa acquistabile presso la libreria Cortina) si darà risalto alla parafrasi come passaggio preliminare necessario alla comprensione del testo, prima di soffermarsi sui principali aspetti tematici, ideologici e formali. Un elenco completo e dettagliato degli argomenti e dei testi affrontati verrà fornito alla fine di ciascuna unità sulla piattaforma ARIEL (http://ariel.unimi.it), nel sito dedicato a questo insegnamento, che gli studenti, frequentanti e non frequentanti, sono invitati a consultare spesso, per reperire tutte le informazioni (avvisi, programmi, altri materiali).
L'unità C avrà per oggetto il Canzoniere di Francesco Petrarca, prendendo in considerazione e mettendo debitamente in risalto anche altre opere e aspetti della sua figura che permettono di comprendere il progetto sottostante alla raccolta poetica. La lettura del Canzoniere si concentrerà sulle vicende compositive e sugli aspetti strutturali, sulla delucidazione della lettera del testo e sull'esame delle sue principali componenti contenutistiche e formali.
Nell'unità D gli studenti recupereranno e/o acquisiranno nozioni fondamentali di metrica e retorica attraverso l'analisi di testi esemplari proposti dal docente dell'unità e nozioni di base della citazione bibliografica.

Prerequisiti
Una buona preparazione liceale negli ambiti della lingua e della letteratura italiana e della storia (la stessa che viene verificata nel test di ingresso) è il prerequisito ideale del corso. Gli studenti del corso di laurea in Lettere che non abbiano superato il test o lo abbiano superato con un punteggio inferiore a 65 sono tenuti obbligatoriamente a frequentare percorsi specifici di recupero e sostegno (come sotto indicato e secondo quanto riportato nel sito del Corso di laurea in Lettere). Gli studenti che, indipendentemente dall'esito del test, avvertano carenze o lacune nella propria preparazione sono invitati a prendere contatto con il docente.

Risultati di apprendimento
Conoscenze: Conoscenze: conoscenza di aspetti e questioni fondamentali della letteratura italiana dalle Origini al Seicento; periodizzazione sullo sfondo di contesto storico, generi, temi e poetiche, autori e opere; conoscenza e affinamento degli strumenti (elementi di metrica, retorica, teoria degli stili e narratologia) e delle metodologie critiche per analizzare e interpretare i testi.
Competenze: 1) comprensione e analisi del testo letterario (aspetti tematici e formali) e sua collocazione nel contesto; 2) comprensione e utilizzo di contributi di saggistica letteraria; 3) identificazione bibliografica e prima conoscenza delle risorse bibliografiche; 4) capacità di comunicare con chiarezza e correttezza nell'esposizione orale e scritta, con uso appropriato del lessico della disciplina.

Indicazioni bibliografiche
Unità didattica A:
- Studio dei seguenti argomenti di storia letteraria trattati su un manuale di letteratura italiana a scelta: la Scuola Siciliana e la poesia toscana del Duecento; lo Stil novo; Dante Alighieri (con particolare riguardo per le Rime, la Vita nova, la Commedia); Giovanni Boccaccio (con particolare riguardo per il Decameron); l'Umanesimo (la scoperta dei classici, i principali centri ed esponenti); l'ambiente mediceo (Lorenzo de' Medici, Poliziano, Luigi Pulci); Matteo Maria Boiardo.
A puro titolo di esempio si segnalano i seguenti manuali e antologie:
- Giulio Ferroni, Profilo storico della letteratura italiana, 2 voll., Einaudi;
- Giancarlo Alfano, Paola Italia, Emilio Russo, Franco Tomasi, Letteratura italiana. Manuale per studi universitari, 2 voll., Mondadori Università;
- Letteratura italiana, a cura di Andrea Battistini, 2 voll., il Mulino;
- Hermann Grosser, Il canone letterario, Principato (3 voll., fino a quello su Il secondo Cinquecento. Seicento. Settecento);
- Claudio Marazzini, Simone Fornara, Dove 'l sì suona, Loescher (3 voll.: Dalle origini ai siculo-toscani; 1. Dallo stilnovo a Tasso; 2. Dal Barocco a Manzoni);
- Claudio Giunta, Cuori intelligenti, DeAgostini-Garzanti (Edizione blu: 2 voll., fino a quello su Dal Barocco al Romanticismo);
- Corrado Bologna, Rosa fresca aulentissima, Loescher (3 voll., fino a quello su Dal Barocco all'età dei Lumi).
- Lettura e analisi dei testi che saranno contenuti in una dispensa stampata dalla Libreria Cortina (comprendente anche i testi dell'unità didattica B e testi utili per il modulo C).
Alla fine del modulo sul sito Ariel verrà fornito un elenco dettagliato degli argomenti e dei testi che saranno oggetto della prova d'esame.

Unità didattica B:
- Studio dei seguenti argomenti di storia letteraria trattati su un manuale liceale di letteratura italiana a scelta: Pietro Bembo e il petrarchismo; Niccolò Machiavelli; Ludovico Ariosto (con particolare riguardo per l'Orlando furioso); trattatistica e storiografia del Cinquecento (Castiglione, Della Casa, Guicciardini); Torquato Tasso (con particolare riguardo per la Gerusalemme liberata); Giovan Battista Marino e la poesia barocca; Galileo Galilei (per possibili manuali si veda sopra, Unità didattica A).
- Lettura e analisi dei testi che saranno contenuti in una dispensa stampata dalla Libreria Cortina (comprendente anche i testi dell'unità didattica A e testi utili per il modulo C).
Alla fine del modulo sul sito Ariel verrà fornito un elenco dettagliato degli argomenti e dei testi che saranno oggetto della prova d'esame.

Unità didattica C:
- Francesco Petrarca, Canzoniere, a cura di Marco Santagata, Milano, Mondadori, 2004 (disponibile nella collana economica Oscar); lettura dei seguenti testi: 1-10, 16, 18, 22, 23, 28, 34, 35, 50, 52-53, 55, 60-62, 70-73, 77-78, 90, 125-126, 128, 132-134, 136-138, 142, 189, 211, 248, 264-269, 272, 292, 310-311, 336, 360-366 (al termine del corso verrà fornito un elenco dei testi da preparare con particolare attenzione per parafrasi e analisi puntuale).
- Lettura dei testi di altre opere che saranno contenuti nella dispensa acquistabile alla Libreria Cortina (contenente anche i testi delle unità A e B).
- Enrico Fenzi, Petrarca, Bologna, il Mulino, 2008.
(In alternativa al libro di Enrico Fenzi, gli studenti potranno leggere o il libro di Serena Fornasiero, Petrarca: Guida al Canzoniere, Roma, Carocci, o il libro di Natascia Tonelli, Leggere il Canzoniere, Bologna, il Mulino; in questi casi però dovranno affiancare a uno dei due volumi la lettura delle pagine dedicate alla biografia e alle altre opere di Petrarca in Roberto Fedi - Jenny Lucchini, Petrarca, Firenze, Cesati. Al commento al Canzoniere di Marco Santagata, si potranno affiancare, come supporto, quello di Paola Vecchi Galli, Milano, Rizzoli [BUR]; per approfondimento, quelli di Rosanna Bettarini, Torino, Einaudi, e di Sabrina Stroppa, Torino, Einaudi [collana Tascabili].)

Unità didattica D:
Si potrà fare riferimento a
- B. Mortara Garavelli, Il parlar figurato. Manualetto di figure retoriche, Laterza (per la retorica);
- P. Beltrami, Gli strumenti della poesia, Il Mulino (per la metrica)
che potranno risultare utili anche nel prosieguo degli studi.
- A fine corso verrà pubblicata su Ariel la lista dei componimenti letti a lezione.

Programma d'esame per studenti non frequentanti
Unità didattica A:
- Studio dei seguenti argomenti di storia letteraria trattati su un manuale di letteratura italiana a scelta: la Scuola Siciliana e la poesia toscana del Duecento; lo Stil novo; Dante Alighieri (con particolare riguardo per le Rime, la Vita nova, la Commedia); Giovanni Boccaccio (con particolare riguardo per il Decameron); l'Umanesimo (la scoperta dei classici, i principali centri ed esponenti); l'ambiente mediceo (Lorenzo de' Medici, Poliziano, Luigi Pulci); Matteo Maria Boiardo.
A puro titolo di esempio si segnalano si segnalano i seguenti manuali e antologie:
- Giulio Ferroni, Profilo storico della letteratura italiana, 2 voll., Einaudi;
- Giancarlo Alfano, Paola Italia, Emilio Russo, Franco Tomasi, Letteratura italiana. Manuale per studi universitari, 2 voll., Mondadori Università;
- Letteratura italiana, a cura di Andrea Battistini, 2 voll., il Mulino;
- Hermann Grosser, Il canone letterario, Principato (3 voll., fino a quello su Il secondo Cinquecento. Seicento. Settecento);
- Claudio Marazzini, Simone Fornara, Dove 'l sì suona, Loescher (3 voll.: Dalle origini ai siculo-toscani; 1. Dallo stilnovo a Tasso; 2. Dal Barocco a Manzoni);
- Claudio Giunta, Cuori intelligenti, DeAgostini-Garzanti (Edizione blu: 2 voll., fino a quello su Dal Barocco al Romanticismo);
- Corrado Bologna, Rosa fresca aulentissima, Loescher (3 voll., fino a quello su Dal Barocco all'età dei Lumi).
- Lettura e analisi dei testi che saranno contenuti in una dispensa stampata dalla Libreria Cortina (comprendente anche i testi dell'unità didattica B e testi utili per il modulo C).
- Alla fine del modulo sul sito Ariel verrà fornito un elenco dettagliato degli argomenti e dei testi che saranno oggetto della prova d'esame.
Unità didattica B:
- Studio dei seguenti argomenti di storia letteraria trattati su un manuale liceale di letteratura italiana a scelta: Pietro Bembo e il petrarchismo; Niccolò Machiavelli; Ludovico Ariosto (con particolare riguardo per l'Orlando furioso); trattatistica e storiografia del Cinquecento (Castiglione, Della Casa, Guicciardini); Torquato Tasso (con particolare riguardo per la Gerusalemme liberata); Giovan Battista Marino e la poesia barocca; Galileo Galilei (per le indicazioni di possibili manuali si veda sopra, Unità didattica A).
- Lettura e analisi dei testi che saranno contenuti in una dispensa stampata dalla Libreria Cortina (comprendente anche i testi dell'unità didattica A e testi utili per il modulo C).
- Alla fine del modulo sul sito Ariel verrà fornito un elenco dettagliato degli argomenti e dei testi che saranno oggetto della prova d'esame.
Unità didattica C:
- Francesco Petrarca, Canzoniere, a cura di Marco Santagata, Milano, Mondadori, 2004 (disponibile nella collana economica Oscar); lettura dei seguenti testi: 1*, 2*, 3*, 4*, 5*, 6-10, 16*, 18, 22*, 23, 28, 34*, 35*, 50*, 52*-53, 55*, 60*, 61*, 62*, 70-73, 77-78, 90*, 125, 126*, 128*, 132*, 133, 134, 136-138, 142, 189*, 211, 248, 264*, 265-269, 272*, 292*, 310*, 311, 336, 360, 361, 362, 363, 364, 365*, 366 (i testi contrassegnati con l'asterisco dovranno essere preparati con particolare attenzione per parafrasi e analisi puntuale).
- Lettura dei testi di altre opere che saranno contenuti nella dispensa acquistabile alla Libreria Cortina (contenente anche i testi delle unità A e B).
- Enrico Fenzi, Petrarca, Bologna, il Mulino, 2008.
- Petrarca, Chiare, fresche e dolci acque, con il commento di Stefano Carrai, Torino, Einaudi, 2014 (e-book); Gabriele Baldassari, Italia mia, da Unum in locum. Strategie macrotestuali nel Petrarca politico, Milano, Led, 2006, pp. 219-230 (il testo sarà messo a disposizione su Ariel).
(In alternativa al libro di Enrico Fenzi, gli studenti potranno leggere o il libro di Serena Fornasiero, Petrarca: Guida al Canzoniere, Roma, Carocci, o il libro di Natascia Tonelli, Leggere il Canzoniere, Bologna, il Mulino; in questi casi però dovranno affiancare a uno dei due volumi la lettura delle pagine dedicate alla biografia e alle altre opere di Petrarca in:
- Roberto Fedi - Jenny Lucchini, Petrarca, Firenze, Cesati.
Al commento al Canzoniere di Marco Santagata, si potranno affiancare, come supporto, quello di Paola Vecchi Galli, Milano, Rizzoli [BUR]; per approfondimento, quelli di Rosanna Bettarini, Torino, Einaudi, e di Sabrina Stroppa, Torino, Einaudi [collana Tascabili].)

Unità didattica D:
Gli studenti dovranno dimostrare conoscenza delle nozioni di base di retorica e metrica italiane, che potranno acquisire o approfondire avvalendosi di
- B. Mortara Garavelli, Il parlar figurato. Manualetto di figure retoriche, Laterza (per la retorica)
- P. Beltrami, Gli strumenti della poesia, Il Mulino (per la metrica).
Dovranno anche conoscere le nozioni di base della citazione bibliografica.
- A fine corso verrà pubblicata su ARIEL la lista dei componimenti letti a lezione.

Avvertenze
Gli studenti che abbiano ottenuto nel test di autovalutazione un punteggio inferiore a 55 (0-54) sono tenuti a seguire un corso di recupero, secondo un percorso specifico; con un punteggio da 55 a 64 devono obbligatoriamente frequentare un corso di sostegno e preparazione della prova scritta. Le modalità di entrambi i percorsi, obbligatori, di recupero e di sostegno saranno indicate sul sito del Corso di laurea in Lettere.
Gli studenti non frequentanti sono invitati a recarsi a ricevimento dal docente per i necessari chiarimenti sullo svolgimento dell'esame.
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.

02/08/2019
Prerequisiti e modalità di esame
Scritto preliminare + orale: L'esame consiste di una prova scritta preliminare sulle unità didattiche A e B e di una prova orale sulle unità C e D, entrambe obbligatorie, volte ad accertare le conoscenze degli studenti sugli argomenti a programma. La prova scritta si tiene nei mesi di gennaio, maggio e settembre e il suo superamento è requisito necessario per l'accesso all'esame orale; in caso di esito positivo viene valutata con un giudizio di Sufficiente, Discreto, Buono o Ottimo.
Gli studenti che sosterranno un esame da 12 CFU prepareranno tutte e quattro le unità didattiche. Gli studenti che sosterranno un esame da 9 CFU prepareranno le unità didattiche A, B e C. Gli studenti che sosterranno un esame da 6 CFU accederanno direttamente alla prova orale e prepareranno l'unità didattica A o B e l'unità didattica C.
Indicazioni dettagliate sul programma e sulla prova d'esame saranno fornite in ARIEL e specificate nelle prime lezioni del corso.
Periodo
Primo semestre
Di-N
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica D
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso: Storia e interpretazione del testo letterario (80 ore; 12 CFU)

Unità didattica A (20 ore; 3 CFU): I primi secoli
Unità didattica B (20 ore; 3 CFU): Dall'Umanesimo al Barocco
Unità didattica C (20 ore; 3 CFU): Machiavelli narratore
Unità didattica D (20 ore; 3 CFU): Esercizi di lettura

Il corso (prima annualità) è rivolto agli studenti del triennio il cui cognome inizia con DI-N del Corso di laurea in Lettere (12 CFU) e del Corso di laurea in Scienze umanistiche per la comunicazione (6 o 9 CFU).

Presentazione del corso
Le prime due unità didattiche riguardano temi ed autori della letteratura italiana dai primi secoli all'età barocca, privilegiando direttrici e percorsi "esemplari" mediante i quali si metteranno in rilievo aspetti salienti relativi sia alla continuità nella tradizione letteraria sia alle peculiarità storiche e formali. L'unità didattica C, di carattere monografico, sarà dedicata all'interpretazione e all'analisi delle modalità di scrittura, rappresentazione e racconto nell'ambito delle opere di Machiavelli, con particolare riferimento a ritratti, autoritratti e personaggi. Nell'unità didattica D si svolgeranno approfondimenti e letture di testi prevalentemente in prosa e di carattere novellistico.

Prerequisiti
Una buona preparazione liceale negli ambiti della lingua e della letteratura italiana e della storia (la stessa che viene verificata nel test di ingresso) è il prerequisito ideale del corso. Gli studenti del corso di laurea in Lettere che non abbiano superato il test o lo abbiano superato con un punteggio inferiore a 65 sono tenuti obbligatoriamente a frequentare percorsi specifici di recupero e sostegno (come sotto indicato e secondo quanto riportato nel sito del Corso di laurea in Lettere). Gli studenti che, indipendentemente dall'esito del test, avvertano carenze o lacune nella propria preparazione sono invitati a prendere contatto con la docente.

Risultati di apprendimento
Conoscenze: conoscenza di aspetti e questioni fondamentali della letteratura italiana dalle Origini al Seicento; periodizzazione sullo sfondo di contesto storico, generi, temi e poetiche, autori e opere. Conoscenza e affinamento degli strumenti (elementi di metrica, retorica, teoria degli stili e narratologia) e delle metodologie critiche per analizzare e interpretare i testi.
Competenze: 1) Comprensione e analisi del testo letterario (aspetti tematici e formali) e sua collocazione nel contesto; 2) Comprensione e utilizzo di contributi di saggistica letteraria; 3) Identificazione bibliografica e prima conoscenza delle risorse bibliografiche; 4) Capacità di comunicare con chiarezza e correttezza nell'esposizione orale e scritta, con uso appropriato del lessico della disciplina.

Indicazioni bibliografiche

Unità didattica A:
Le indicazioni e i testi relativi alle prime due unità didattiche, con l'illustrazione del programma dettagliato, saranno disponibili, a partire dall'inizio delle lezioni, sul portale Ariel (http://ariel.unimi.it), nel sito dedicato a questo insegnamento.
Si richiede l'analisi dei testi commentati e interpretati a lezione e un'attenta lettura di tutti i passi indicati nel programma. Gli argomenti svolti a lezione dovranno essere integrati con la biografia degli autori, i profili delle opere, lo studio del contesto storico e l'analisi dei movimenti culturali in cui opere e autori si inquadrano. Come manuale di riferimento si indica:
- G. Ferroni, Storia e testi della letteratura italiana, Milano, Mondadori Università.

Unità didattica B:
Si vedano le indicazioni date per l'unità didattica A.

Unità didattica C:
Testi: Indicazioni specifiche e una parziale scelta dei testi saranno presenti in Ariel.
Per quanto riguarda le lettere e la novella di Belfagor, le edizioni a cui fare riferimento sono le seguenti:
- N. Machiavelli, Lettere a Francesco Vettori e a Francesco Guicciardini, a cura di G. Inglese, Milano, Rizzoli BUR.
- N. Machiavelli, Favola: il testo riportato in F. Grazzini, Machiavelli narratore: morfologia e ideologia della novella di Belfagor, Bari, Laterza, 1990.

Bibliografia critica
- G.M. Anselmi, Leggere Machiavelli, Bologna, Pàtron, 2014, capp. I e II, pp. 9-69.
- F. Grazzini, Machiavelli narratore: morfologia e ideologia della novella di Belfagor, Bari, Laterza, 1990.
- L'introduzione di G. Inglese all'ed. sopra citata delle Lettere.
Ulteriori indicazioni bibliografiche saranno fornite a lezione e riportate in Ariel.

Unità didattica D:
La scelta dei testi sarà indicata a lezione. Per quanto riguarda il Decameron, si farà riferimento alla seguente edizione:
- G. Boccaccio, Decameron, a cura di V. Branca, Torino, Einaudi (Einaudi tascabili).

Programma d'esame per studenti non frequentanti

Unità didattica A:
Si veda il programma dell'unità A per i frequentanti.
Unità didattica B:
Si veda il programma dell'unità B per i frequentanti.
Unità didattica C:
Testi: Indicazioni specifiche e una parziale scelta dei testi saranno presenti in Ariel.
Per quanto riguarda le lettere e la novella di Belfagor, le edizioni a cui fare riferimento sono le seguenti:
- N. Machiavelli, Lettere a Francesco Vettori e a Francesco Guicciardini, a cura di G. Inglese, Milano, Rizzoli BUR.
- N. Machiavelli, Favola: il testo riportato in F. Grazzini, Machiavelli narratore: morfologia e ideologia della novella di Belfagor, Bari, Laterza, 1990.

Bibliografia critica:
- G.M. Anselmi, Leggere Machiavelli, Bologna, Pàtron, 2014, capp. I e II, pp.9-69
- F. Grazzini, Machiavelli narratore: morfologia e ideologia della novella di Belfagor, Bari, Laterza, 1990.
- L'introduzione di G. Inglese all'ed. sopra citata delle Lettere.
- J.J. Marchand, L'evoluzione della figura di Cesare Borgia nel pensiero di Machiavelli, in Studi machiavelliani, Firenze, Polistampa, 2018, vol. I, pp. 81-106.
Ulteriori indicazioni relative alla bibliografia critica saranno riportate in Ariel.

Unità didattica D:
Per i non frequentanti il programma dell'unità didattica D riguarderà letture del Decameron, in una delle seguenti edizioni:
- a cura di V. Branca, Torino, Einaudi (Einaudi tascabili)
- a cura di A. Quondam, M. Fiorilla e G. Alfano, Milano, Rizzoli BUR.
Si richiede la conoscenza generale dell'opera e in particolare la lettura puntuale del Proemio, dell'Introduzione della IV giornata, di una giornata a scelta (per intero: cornice e novelle) e di due novelle a scelta per ciascuna delle altre giornate.

Bibliografia critica:
- l'introduzione di Branca (Una chiave di lettura per il "Decameron") o di Quondam, nelle su citate edizioni del Decameron;
- L. Battaglia Ricci, Giovanni Boccaccio, Roma, Salerno ed. (i capitoli sul Decameron).

Avvertenze
Gli studenti che abbiano ottenuto nel test di autovalutazione un punteggio inferiore a 55 (0-54) sono tenuti a seguire un corso di recupero, secondo un percorso specifico; con un punteggio da 55 a 64 devono obbligatoriamente frequentare un corso di sostegno e preparazione della prova scritta. Le modalità di entrambi i percorsi, obbligatori, di recupero e di sostegno saranno indicate sul sito del Corso di laurea in Lettere.
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.

02/08/2019
Prerequisiti e modalità di esame
Scritto preliminare + orale. L'esame consiste in una prova scritta preliminare sulle unità didattiche A e B (per articolazione e modalità si vedano le indicazioni riportate in Ariel) e in una prova orale sulle unità didattiche C e D, volte ad accertare le conoscenze degli studenti sugli argomenti in programma. La prova scritta si tiene a gennaio, maggio e settembre 2020 e il suo superamento è requisito necessario per l'accesso all'esame orale.
Gli studenti che sosterranno un esame da 12 CFU prepareranno tutte e quattro le unità didattiche. Gli studenti che sosterranno un esame da 9 CFU prepareranno le unità didattiche A, B e C.
Gli studenti che sosterranno un esame da 6 CFU accederanno direttamente alla prova orale e prepareranno le unità didattiche A e C.
Indicazioni dettagliate sul programma e sulla prova d'esame saranno fornite in Ariel e specificate nelle prime lezioni del corso. Gli studenti non frequentanti sono invitati a presentarsi a ricevimento dalla docente per i necessari chiarimenti sullo svolgimento dell'esame.
Periodo
Primo semestre
O-Z
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica D
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso: Storia e interpretazione del testo letterario (80 ore; 12 CFU)

Unità didattica A (20 ore; 3 CFU): I primi secoli [Sandra Carapezza]
Unità didattica B (20 ore; 3 CFU): Dall'umanesimo al barocco [Sandra Carapezza]
Unità didattica C (20 ore; 3 CFU): La Gerusalemme liberata di Torquato Tasso [Guglielmo Barucci]
Unità didattica D (20 ore; 3 CFU): Elementi di retorica e di metrica esemplificati su testi della tradizione [Guglielmo Barucci]

Il corso (prima annualità) è rivolto agli studenti del triennio il cui cognome inizia con O-Z del Corso di laurea in Lettere (12 CFU) e del Corso di laurea in Scienze umanistiche per la comunicazione (6 o 9 CFU)

Presentazione del corso
Le unità didattiche A e B intendono riflettere - attraverso l'interpretazione storica, tematica e formale di testi esemplari - su alcuni snodi critici fondamentali nella tradizione italiana fino al Seicento. L'unità didattica C, monografica, sarà dedicata alla Gerusalemme liberata del Tasso. L'unità didattica D presenterà, attraverso esercitazioni di lettura e di analisi di testi fino a Leopardi, approfondimenti della parte istituzionale relativa alla retorica e alla metrica.

Si segnala che il corso contempla anche un sito dedicato sul portale Ariel (http://ariel.unimi.it) dal quale è possibile scaricare i materiali menzionati nel programma.

Prerequisiti
Una buona preparazione liceale negli ambiti della lingua e della letteratura italiana e della storia (la stessa che viene verificata nel test di ingresso) è il prerequisito ideale del corso. Gli studenti del Corso di laurea in Lettere che non abbiano superato il test o lo abbiano superato con un punteggio inferiore a 65 sono tenuti obbligatoriamente a frequentare percorsi specifici di recupero e sostegno (come sotto indicato e secondo quanto riportato nel sito del Corso di laurea in Lettere). Gli studenti che, indipendentemente dall'esito del test, avvertano carenze o lacune nella propria preparazione sono invitati a prendere contatto con i docenti.

Risultati di apprendimento
Conoscenze:
Conoscenza di aspetti e questioni fondamentali della letteratura italiana dalle Origini al Seicento.
Periodizzazione sullo sfondo di contesto storico, generi, temi e poetiche, autori e opere.
Conoscenza e affinamento degli strumenti (elementi di metrica, retorica, teoria degli stili e narratologia) e delle metodologie critiche per analizzare e interpretare i testi.

Competenze:
Comprensione e analisi del testo letterario (aspetti tematici e formali) e sua collocazione nel contesto. Comprensione e utilizzo di contributi di saggistica letteraria.
Identificazione bibliografica e prima conoscenza delle risorse bibliografiche.
Capacità di comunicare con chiarezza e correttezza nell'esposizione orale e scritta, con uso appropriato del lessico della disciplina.

Indicazioni bibliografiche
Unità didattica A:
I testi relativi alle unità A e B e il programma dettagliato saranno resi disponibili in Ariel (Contenuti > Materiali Didattici) all'inizio del corso. Sarà cura degli studenti scaricare integralmente e portare con sé ad ogni lezione i materiali così forniti. Non sarà prodotta nessuna dispensa cartacea.
Per la preparazione è indispensabile un sicuro inquadramento storico e culturale di autori e opere. Si consiglia di ricorrere a un buon manuale per i licei con ampia scelta antologica (per esempio Guglielmino-Grosser, Il sistema letterario, Milano, Principato; Grosser, Il canone letterario, Milano, Principato; Segre-Martignoni, Leggere il mondo, Milano, Bruno Mondadori; Alfano-Italia-Russo-Tomasi, Letteratura italiana, Milano, Mondadori).

Unità didattica B:
Vale quanto indicato per l'unità didattica A.

Unità didattica C:
Testo:
- Gerusalemme liberata, a cura di F. Tomasi, Milano, Rizzoli BUR.

È richiesta una conoscenza generale dell'intera opera (composizione, struttura, trama, temi, stile); le parti che saranno specifico argomento di esame saranno indicate a inizio corso sul sito Ariel del docente.

Ulteriori testi analizzati durante il corso saranno forniti su file distinti sempre sul sito Ariel.

Gli studenti frequentanti porteranno tre dei seguenti testi:

- E. Ardissino, Storia e frammenti in L'Aspra tragedia. Poesia e sacro in Torquato Tasso, Firenze, Olschki, 1996, pp. 15-52;
- F. Ferretti, 'Quasi un picciol mondo' dantesco: allegoria e finzione nella Liberata, in «Lettere italiane», LV, 2003, pp. 169-195;
- F. Ferretti, Sacra scrittura e riscrittura epica. Tasso, la Bibbia e la Gerusalemme liberata, in Sotto il cielo delle scritture: Bibbia, retorica e letteratura religiosa, atti del Colloquio organizzato dal Dipartimento di italianistica dell'Università di Bologna (Bologna, 16-17 novembre 2007), Firenze, Olschki, 2009, pp. 193-213;
- R. Ruggiero, Fra errore di fortuna e arte del vero. Rinaldo e Armida nel sistema letterario della Liberata, in «Schede umanistiche», XVII, 2003, pp. 47-97;
- E. Russo, A ritmo di corrieri. Sulla revisione della Liberata, in Festina lente. Il tempo della scrittura nella letteratura del Cinquecento, a cura di C. Cssiani e M.C. Figorilli, Roma, Edizioni di storia e letteratura, 2014, pp. 183-203;
- G. Scianatico, Il «meraviglioso tassiano» in L'arme pietose. Studio sulla Gerusalemme liberata, Venezia, Marsilio, 1990, pp. 113-150;
- A. Soldani, Forme della narrazione nel Tasso epico, in «Italianistica» 35 (2006), n. 3, pp. 23-44;
- E. Stoppino, "Onde è tassato l'Ariosto". Appunti sulla tradizione del romanzo nella Gerusalemme liberata, in «Strumenti critici», XVI, 2001, pp. 225-244.

Si richiede agli studenti di presentarsi all'esame con l'elenco scritto dei testi scelti.

Unità didattica D:
I testi oggetto del corso saranno preventivamente pubblicati su Ariel.

Bibliografia specifica è invece costituita da due articoli a scelta fra i seguenti quattro:
- G. Gorni, La canzone, in Metrica e analisi letteraria, Bologna, il Mulino, 1993, 15-62 (o in Letteratura italiana, a cura di A. Asor Rosa, III, Le forme del testo. I. Testo e poesia, Torino, Einaudi, 1984)
- G. Gorni, Le ballate di Dante e del Petrarca, in Metrica e analisi letteraria, Bologna, il Mulino, 1993, 219-242 (o in Letteratura italiana, a cura di A. Asor Rosa, III, Le forme del testo. I. Testo e poesia, Torino, Einaudi, 1984)
- A. Martini, Ritratto del madrigale poetico fra Cinque e Seicento, in "Lettere italiane", XXXIII, 1981, 529-548
- M. Picchio Simonelli, La sestina dantesca fra Arnaut Daniel e il Petrarca, in Figure foniche dal Petrarca ai petrarchisti, Firenze, Licosa, 1978, 1-15

Per chi volesse approfondire, utilissimi strumenti di riferimento saranno:
per la metrica:
- F. Bausi e M. Martelli, La metrica italiana. Teoria e storia, Firenze, Le Lettere, 1996 e successive.
- P. Beltrami, Gli strumenti della poesia, Bologna, Il Mulino, 1996 e successive
- G. Lavezzi, Manuale di metrica italiana, Roma, NIS, 1996 e successive.

per la retorica:
- B. Mortara Garavelli, Il parlar figurato. Manualetto di figure retoriche, Roma-Bari, Laterza, 2010 e successive

Programma d'esame per studenti non frequentanti
Unità didattica A:
Per le unità didattiche A e B il programma è invariato rispetto a quello per gli studenti frequentanti. È però vivamente consigliato un colloquio informativo nell'orario di ricevimento della docente (verificare l'orario aggiornato sul sito del Dipartimento di Studi letterari, filologici linguistici o sul sito Unimi > Chi e dove).

Unità didattica B:
Per le unità didattiche A e B il programma è invariato rispetto a quello per gli studenti frequentanti. È però vivamente consigliato un colloquio informativo nell'orario di ricevimento della docente (verificare l'orario aggiornato sul sito del Dipartimento di Studi letterari, filologici linguistici o sul sito Unimi > Chi e dove).

Unità didattica C
Testo
- Gerusalemme liberata, a cura di F. Tomasi, Milano, Rizzoli BUR.

È richiesta una conoscenza generale dell'intera opera (composizione, struttura, trama, temi, stile); le parti che saranno specifico argomento di esame saranno indicate a inizio corso sul sito Ariel del docente.

Gli studenti non frequentanti porteranno i seguenti testi:
- C. Gigante, Tasso, Roma, Salerno ed., 2007, e precisamente i capitoli III, V-VIII, corrispondenti alle pagine 76-94, 124-221.
- E. Russo, Guida alla lettura della Gerusalemme liberata di Tasso, Roma-Bari, Laterza, 2014.

Inoltre due testi a scelta tra i seguenti:

- E. Ardissino, Storia e frammenti in L'Aspra tragedia. Poesia e sacro in Torquato Tasso, Firenze, Olschki, 1996, pp. 15-52;
- G. Barucci, «Questi fia del tuo sangue» (GL X). La profezia per Solimano: una sconfitta tra storia e destino, in «Critica letteraria», XLV, 1, 174/2017, pp. 22-35;
- M. Farnetti, Clorinda, la descrizione impossibile, in Ecfrasi, Modelli ed esempi fra Medioevo e Rinascimento, a cura di G. Venturi e M. Farnetti, Bulzoni, 2004, pp. 367-90;
- F. Ferretti, 'Quasi un picciol mondo' dantesco: allegoria e finzione nella Liberata, in «Lettere italiane», LV, 2003, pp. 169-195
- F. Ferretti, Sacra scrittura e riscrittura epica. Tasso, la Bibbia e la Gerusalemme liberata, in Sotto il cielo delle scritture: Bibbia, retorica e letteratura religiosa, atti del Colloquio organizzato dal Dipartimento di italianistica dell'Università di Bologna (Bologna, 16-17 novembre 2007), Firenze, Olschki, 2009, pp. 193-213
- R. Ruggiero, Fra errore di fortuna e arte del vero. Rinaldo e Armida nel sistema letterario della Liberata, in «Schede umanistiche», XVII, 2003, pp. 47-97;
- E. Russo, A ritmo di corrieri. Sulla revisione della Liberata, in Festina lente. Il tempo della scrittura nella letteratura del Cinquecento, a cura di C. Cssiani e M.C. Figorilli, Roma, Edizioni di storia e letteratura, 2014, pp. 183-203
- G. Scianatico, Il «meraviglioso tassiano» in L'arme pietose. Studio sulla Gerusalemme liberata, Venezia, Marsilio, 1990, pp. 113-150;
- A. Soldani, Forme della narrazione nel Tasso epico, in «Italianistica» 35 (2006), n. 3, pp. 23-44.
- E. Stoppino, "Onde è tassato l'Ariosto". Appunti sulla tradizione del romanzo nella Gerusalemme liberata, in «Strumenti critici», XVI, 2001, pp. 225-244.
- S. Zatti, Il linguaggio della dissimulazione nella Gerusalemme liberata, in Forma e parola. Studi in memoria di Fredi Chiappelli, Roma, Bulzoni, 1992, pp. 423-447

Si richiede agli studenti di presentarsi all'esame con l'elenco scritto dei testi scelti.

Unità didattica D
I testi oggetto del corso saranno preventivamente pubblicati su Ariel.

Bibliografia di riferimento, per la metrica, è costituita da uno dei seguenti testi per quanto riguarda: prosodia, ballata, canzone, madrigale, ode, sestina, sonetto
- F. Bausi e M. Martelli, La metrica italiana. Teoria e storia, Firenze, Le Lettere, 1996 e successive.
- P. Beltrami, Gli strumenti della poesia, Bologna, Il Mulino, 1996 e successive
- G. Lavezzi, Manuale di metrica italiana, Roma, NIS, 1996 e successive.

Per la retorica, invece, si potrà fare riferimento a:
B. Mortara Garavelli, Il parlar figurato. Manualetto di figure retoriche, Roma-Bari, Laterza, 2010 e successive.

Gli studenti non frequentanti dovranno inoltre preparare tre articoli a scelta fra i seguenti quattro articoli:
- G. Gorni, La canzone, in Metrica e analisi letteraria, Bologna, il Mulino, 1993, 15-62 (o in Letteratura italiana, a cura di A. Asor Rosa, III, Le forme del testo. I. Testo e poesia, Torino, Einaudi, 1984)
- G. Gorni, Le ballate di Dante e del Petrarca, in Metrica e analisi letteraria, Bologna, il Mulino, 1993, 219-242 (o in Letteratura italiana, a cura di A. Asor Rosa, III, Le forme del testo. I. Testo e poesia, Torino, Einaudi, 1984)
- A. Martini, Ritratto del madrigale poetico fra Cinque e Seicento, in "Lettere italiane", XXXIII, 1981, 529-548
- M. Picchio Simonelli, La sestina dantesca fra Arnaut Daniel e il Petrarca, in Figure foniche dal Petrarca ai petrarchisti, Firenze, Licosa, 1978, 1-15

Avvertenza
Gli studenti che abbiano ottenuto nel test di autovalutazione un punteggio inferiore a 55 (0-54) sono tenuti a seguire un corso di recupero, secondo un percorso specifico; con un punteggio da 55 a 64 devono obbligatoriamente frequentare un corso di sostegno e preparazione della prova scritta. Le modalità di entrambi i percorsi, obbligatori, di recupero e di sostegno saranno indicate sul sito del Corso di laurea in Lettere.

Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.

02/08/2019
Prerequisiti e modalità di esame
Scritto preliminare + orale:
L'esame consiste in una prova scritta preliminare sulle unità didattiche A e B (per articolazione e modalità si vedano le indicazioni riportate in Ariel) e in una prova orale sulle unità didattiche C e D, volte ad accertare le conoscenze degli studenti sugli argomenti in programma. La prova scritta si tiene a gennaio, maggio e settembre 2020 e il suo superamento è requisito necessario per l'accesso all'esame orale.
Indicazioni dettagliate sul programma e sulla prova d'esame saranno fornite in Ariel e specificate nella prima lezione del corso. Gli studenti non frequentanti sono invitati a recarsi a ricevimento dai docenti per i necessari chiarimenti sullo svolgimento dell'esame.
Gli studenti che sosterranno un esame da 12 CFU prepareranno tutte e quattro le unità didattiche. Gli studenti che sosterranno un esame da 9 CFU prepareranno le unità didattiche A, B e C. Gli studenti che sosterranno un esame da 6 CFU accederanno direttamente alla prova orale e prepareranno le unità didattiche A e C.
Periodo
Primo semestre
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Lunedì 10.45-13.45. Lunedì 21/10 il professore non terrà il ricevimento perché impegnato nell'organizzazione di un convegno. Il ricevimento si terrà giovedì 14 dalle 9.30 alle 12.30
Dipartimento di studi letterari, filologici e linguistici, sezione di Modernistica, studio prof. Berra e Mari
Ricevimento:
Venerdì 14.30-17.30. Il ricevimento di venerdì 25 ottobre è anticipato alle 13.00 per limitare l'impatto dello sciopero.
Dipartimento di Studi letterari, filologici e linguistici; sez. Filologia Moderna, I piano, via Festa del Perdono.
Ricevimento:
giovedì, dalle 14 alle 17. Per gli studenti del corso 2018-19 di Storia dei generi letterari il ricevimento si terrà, a seguito di richiesta, dopo le lezioni di martedì e mercoledì. Si vedano anche Avvisi per la didattica nel sito web del Dipartimento.
Dipartimento di Studi letterari, filologici, linguistici, secondo piano
Ricevimento:
Giovedì 10.30-13.30. ATTENZIONE: il ricevimento del 21 nov. è anticipato a martedì 19 nov. h. 12.00-14.00
Dipartimento Studi letterari, filologici e linguistici; sezione modernistica, I piano - via Festa del Perdono, 7