Letteratura italiana - corso avanzato

A.A. 2015/2016
Insegnamento per
12
Crediti massimi
80
Ore totali
SSD
L-FIL-LET/10
Lingua
Italiano

Struttura insegnamento e programma

(6/9 CFU: lettere A-E; per 12 CFU: tutti gli studenti)
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica D
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Laboratori Umanistici: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso: Letteratura italiana corso avanzato

Unità didattica A (20 ore, 3 cfu): Studi danteschi
Unità didattica B (20 ore, 3 cfu): Leopardi, "Canti"
Unità didattica C (20 ore, 3 cfu): Leopardi, "Operette morali"
Unità didattica D (20 ore + 14 ore di esercitazione in aula, 3 cfu): L'elaborato finale in Letteratura italiana: questioni critiche e avviamento alla scrittura

Il corso è rivolto a tutti gli studenti di seconda annualità del corso di laurea triennale in Lettere che devono sostenere un esame da 12 crediti, e a quelli con cognome A-E che devono sostenere un esame da 6/9 crediti.
Con la medesima ripartizione alfabetica il corso è aperto agli studenti del corso di Laurea Magistrale in Lingue e letterature europee ed extraeuropee.
Per 9 crediti, unità didattiche A-B-C, per 6 crediti, A-B.

Presentazione del corso
Durante il corso verranno letti, commentati e analizzati i testi in programma, allo scopo di indagarne le fonti, gli elementi autobiografici e polemici, la componente dottrinale, il rapporto con il proprio contesto culturale, la pertinenza retorica, le ragioni linguistiche e stilistiche.

Indicazioni bibliografiche
Unità didattica A:
DANTE, Inferno, 1, 5, 10, 13, 26 e 33; Purgatorio, 1, 2, 6, 11, 16 e 24; Paradiso, 1, 3, 11, 15, 17 e 33 (edizione a scelta: si raccomandano i commenti Sapegno, La Nuova Italia; Bosco-Reggio, Le Monnier; Pasquini-Quaglio, Garzanti; Inglese, Carocci)
G. INGLESE, Dante: guida alla "Divina Commedia", Roma, Carocci
E. AUERBACH, Figura, in Studi su Dante, Milano, Feltrinelli
G. CONTINI, Dante come personaggio poeta della "Commedia", in Un'idea di Dante, Torino, Einaudi
Integrazione per non frequentanti:
DANTE, Inferno, 3, 4, 6, 32, 34; Purgatorio, 30, 31; Paradiso, 6, 12, 27

Unità didattica B:
G. LEOPARDI, Canti, a cura di N. Gallo e C. Garboli, Torino, Einaudi
W. BINNI, La protesta di Leopardi, Firenze, Sansoni
Integrazione per non frequentanti:
L. BLASUCCI, Leopardi e i segnali dell'infinito, Bologna, Il Mulino

Unità didattica C:
G. LEOPARDI, Operette morali, a cura di L. Melosi, Milano, Rizzoli
L. CELLERINO, Operette morali di G. Leopardi, in AA.VV., Letteratura italiana. Le opere. III. Dall'Ottocento al Novecento, Torino, Einaudi, pp. 303-354
S. TIMPANARO, Classicismo e illuminismo nell'Ottocento italiano (capitoli Alcune osservazioni sul pensiero del L., Il L. e i filosofi antichi e Natura, dèi e fato nel L.), Firenze, Le Lettere (oppure l'edizione originale, Pisa, Nistri Lischi)
Integrazione per non frequentanti:
L. NERI, La responsabilità della prosa. Retorica e argomentazione nelle "Operette morali" di Leopardi, Milano, LED

Unità didattica D:
Le indicazioni bibliografiche verranno fornite prima dell'inizio del corso.

11/08/2015
Prerequisiti e modalità di esame
Orale. La prova orale consiste in un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare, oltre alla conoscenza dei testi e degli studi, la capacità di argomentazione critica e la proprietà di esposizione.
Periodo
Primo semestre
(6/9 CFU: lettere F-Z)
Edizione attiva
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica D
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Laboratori Umanistici: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso: Dante e le arti

Unità didattica A (20 ore, 3 cfu): La Divina Commedia e l'arte (prof.ssa Nuvoli)
Unità didattica B (20 di ore, 3 cfu): Dante nell'Ottocento italiano (prof.ssa Nuvoli)
Unità didattica C (20 di ore, 3 cfu): Il Giorno di Giuseppe Parini (prof. Baldassari)

Il corso è rivolto agli studenti di seconda annualità del corso di Laurea triennale in Lettere che devono sostenere un esame da 6 o 9 cfu e il cui cognome sia compreso fra le lettere F-Z (gli studenti con cognome A-E, e tutti gli studenti che devono sostenere un esame da 12 cfu, devono invece frequentare il corso del prof. Mari).
Con la medesima ripartizione alfabetica il corso è aperto agli studenti del corso di Laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed extraeuropee.
Per 6 cfu devono essere preparate le unità didattiche A e B.

Presentazione del corso
Il corso, nei 750 anni della nascita del Poeta, ha l'obiettivo di mostrare la straordinaria vitalità e attualità del Poema, che ha segnato profondamente l'immaginario e la cultura del mondo occidentale. La lettura dei canti evidenzierà, le istanze ideologico-morali, le scelte linguistiche, stilistiche e metriche, il rapporto con la tradizione letteraria classica e moderna. Ma verranno messi in luce, inoltre, i rapporti che il Poema ha instaurato nel tempo con le arti figurative, la musica, il cinema. Nel secondo modulo, in particolare, verranno ricostruiti i passaggi più significativi della costruzione di Dante come Padre della Patria e Poeta nazionale, attraverso approfondimenti anche con altre forme artistiche.
Il modulo C ha per oggetto uno dei contributi più significativi della cultura milanese e lombarda alla storia della letteratura italiana, Il Giorno di Giuseppe Parini. Le lezioni, che dedicheranno molto spazio alla lettura del testo, alla sua comprensione e al suo apprezzamento, metteranno in luce gli aspetti storici e ideologici sottesi al poemetto pariniano, le problematiche filologiche che ne hanno fatto uno dei casi di studio e riflessione più importanti per la filologia italiana, gli elementi formali più significativi specie in relazione alla componente ironica e satirica dominante.

Indicazioni bibliografiche
Unità didattica A
Lettura e commento di 18 canti della Commedia dantesca:
Inferno: IV, V, XI, XIII, XXXIII;
Purgatorio: II, V, IX, X, XI, XXVI, XXVII;
Paradiso: V, X, XI, XXVII, XXX, XXXIII.
Critica: Lezioni su Dante, a cura di G. Nuvoli, Bologna, Archetipolibri, 2011 (10 saggi).
Programma per studenti non frequentanti
I testi restano gli stessi previsti per gli studenti frequentanti. È richiesta l'intera conoscenza del volume Lezioni su Dante.

Unità didattica B
Lettura e commento di passi scelti da Ugo Foscolo, Ultime lettere di Jacopo Ortis; Silvio Pellico, Francesca da Rimini; Temistocle Solera, Nabucco; Giovanni Pascoli, Minerva oscura; Gabriele D'Annunzio, Francesca da Rimini (tragedia e libretto). Visione di Inferno (1911); Vita di Dante (1965).
Critica: E. PASQUINI, Vita di Dante, Milano, Bur, 2006; G. NUVOLI, Dante nel Risorgimento, in Leggere le camicie rosse, Atti del Convegno Milano da leggere. Leggere le camicie rosse, Università degli Studi di Milano, febbraio 2011, Milano, Unicopli, 2011, pp. 81-109; G. NUVOLI, Il primo sceneggiatore: Dante, quanti film dentro una Commedia, in «Bianco e nero», maggio 2014, pp. 21-33; F. FINOTTI, Il "De vulgari eloquentia" e l'articolazione del molteplice come fondamento dell'identità italiana, in Italia allo specchio, a cura di F. Finotti e M. Johnston, Padova, 2015.
Programma per studenti non frequentanti
I testi restano gli stessi previsti per gli studenti frequentanti. Oltre ai saggi indicati, è richiesta la conoscenza di G. NUVOLI, "Vorrei raccontarti una storia .": Paolo e Francesca fra testo e rappresentazione artistica dal Trecento all'età romantica, in «Italianistica», vol. XXXVIII, fasc. 2, pp. 263-276; R. BRUSCAGLI, Pascoli critico di Dante, (2011) anche in http://www.leggeredante.it/2011/bergamasco/IntroduzionePascoli.pdf

Unità didattica C
Lettura e commento di brani del Giorno, da preparare sulla seguente edizione: Giuseppe Parini, Il Giorno. Le Odi, a cura di Giuseppe Nicoletti, Milano, Rizzoli (Bur; Nuova edizione ‒ Classici italiani), 2011. In alternativa o in aggiunta sarà possibile ricorrere a: Giuseppe Parini, Il Giorno, 2 voll., edizione critica a cura di Dante Isella, commento a cura di Marco Tizi, Parma, Fondazione Pietro Bembo / Ugo Guanda Editore, 1996.
L'elenco dei brani letti a lezione e su cui verterà specificamente l'esame sarà fornito al termine del corso.
Letture critiche: Introduzione all'ed. di riferimento sopra indicata: Giuseppe Nicoletti, Il laboratorio segreto del "primo pittor del signoril costume" e Vita e opere di Giuseppe Parini; Gennaro Barbarisi, Giuseppe Parini, in Storia della Letteratura Italiana, vol. VI. Il Settecento, Roma, Salerno Ed., 1998, pp. 569-633; Pietro Gibellini, Parini. L'officina del "Giorno", Brescia, Morcelliana, 2010 (cap. 1, L'elaborazione del "Giorno", pp. 13-49; cap. 2, La voce del Parini e il precettor d'amabil rito, pp. 51-80).
Altri materiali critici potranno essere indicati durante il corso.
Programma per gli studenti non frequentanti
Al termine delle lezione gli studenti non frequentanti sono pregati di recarsi dal docente, prof. Gabriele Baldassari, in orario di ricevimento, per il programma definitivo riguardante le parti del Giorno da preparare per l'esame ed eventuali letture critiche aggiuntive rispetto a quelle sopra indicate.

23/10/2015
Prerequisiti e modalità di esame
Orale: La prova orale consiste in un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare, oltre alla conoscenza dei testi e degli studi, la capacità di esegesi testuale e di argomentazione critica, nonché la proprietà di esposizione.
Periodo
Primo semestre
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Lunedì 10.45-13.45. Lunedì 21/10 il professore non terrà il ricevimento perché impegnato nell'organizzazione di un convegno. Il ricevimento si terrà giovedì 14 dalle 9.30 alle 12.30
Dipartimento di studi letterari, filologici e linguistici, sezione di Modernistica, studio prof. Berra e Mari
Ricevimento:
mercoledì 15.30
Filologia moderna, I piano
Ricevimento:
martedì ore 12.30 - 15.30. Per tutti i laureandi su appuntamento (il ricevimento riprenderà martedì 15 settembre)
Filologia Moderna. Studio al secondo piano.