Letteratura italiana - corso avanzato

A.A. 2019/2020
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-FIL-LET/10
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Conoscenze: 1) conoscenza della letteratura italiana dal Seicento all'Ottocento; 2) periodizzazione sullo sfondo di contesto storico, generi e poetiche, autori e opere; 3) conoscenza e approfondimento del testo della Commedia; elementi di critica dantesca; 4) conoscenze delle metodologie critiche per analizzare e interpretare i testi (teoria degli stili e dei generi).
Capacità: 1) comprensione, analisi e interpretazione del testo letterario (aspetti tematici e formali) e sua collocazione nel contesto; 2) comprensione e utilizzo di saggi di critica letteraria, consapevolezza delle differenti prospettive metodologiche; riconoscimento dei nodi problematici degli argomenti studiati; 3) utilizzo della strumentazione bibliografica; 4) capacità di argomentare con chiarezza ricorrendo con proprietà al lessico della disciplina.

Struttura insegnamento e programma

A-H
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso: Letteratura italiana corso avanzato

Unità didattica A (20 ore; 3 CFU): Studi danteschi
Unità didattica B (20 ore; 3 CFU): T. Tasso, Gerusalemme liberata
Unità didattica C (20 ore; 3 CFU): T. Tasso, Aminta e Torrismondo

Il corso è rivolto agli studenti (cognomi A-H) della seconda annualità del corso di laurea in Lettere, e agli studenti di altri corsi che abbiano già superato il primo esame di Letteratura italiana e intendano sostenere questo esame utilizzando i propri crediti a scelta.
N.B. Per 6 crediti sono da portare all'esame le unità A e B.

Presentazione del corso
Durante il corso verranno letti, commentati e analizzati i testi in programma, allo scopo di indagarne le fonti, gli elementi autobiografici e polemici, la componente dottrinale, il rapporto con il proprio contesto culturale, la pertinenza retorica, le ragioni linguistiche e stilistiche.
È previsto un laboratorio di avviamento alla stesura della tesi; il laboratorio, tenuto dalla dottoressa Maddalena La Rosa (maddalena.larosa@unimi.it) e articolato in sette incontri di due ore ciascuno, è facoltativo e non dà diritto a CFU.

Risultati di apprendimento
Conoscenze: 1) conoscenza della letteratura italiana dal secondo Cinquecento all'Ottocento; 2) Periodizzazione sullo sfondo di contesto storico, generi e poetiche, autori e opere; 3) Conoscenza e approfondimento del testo della Commedia; elementi di critica dantesca; 4) Conoscenze delle metodologie critiche per analizzare e interpretare i testi (teoria degli stili e dei generi).
Capacità: 1) Comprensione, analisi e interpretazione del testo letterario (aspetti tematici e formali) e sua collocazione nel contesto; 2) Comprensione e utilizzo di saggi di critica letteraria, consapevolezza delle differenti prospettive metodologiche; riconoscimento dei nodi problematici degli argomenti studiati; 3) Utilizzo della strumentazione bibliografica; 4) Capacità di argomentare con chiarezza ricorrendo con proprietà al lessico della disciplina.

Indicazioni bibliografiche
Unità didattica A:
- Dante, Inferno, 1, 5, 10, 13, 26 e 33; Purgatorio, 1, 2, 6, 11, 16 e 24; Paradiso, 1, 3, 11, 15, 17 e 33 (edizione a scelta: si raccomandano i commenti Sapegno, La Nuova Italia; Bosco-Reggio, Le Monnier; Pasquini-Quaglio, Garzanti; Inglese, Carocci)
- G. Inglese, Dante: guida alla "Divina Commedia", Carocci
- E. Auerbach, Figura, in Studi su Dante, Milano, Feltrinelli
- G. Contini, Dante come personaggio poeta della "Commedia", in Un'idea di Dante, Einaudi
Unità didattica B:
- T. Tasso, Gerusalemme liberata, a cura di L. Caretti, Torino, Einaudi (introduzione compresa)
- G. Getto, Nel mondo della "Gerusalemme", Firenze, Vallecchi; oppure G. Getto, Malinconia di Torquato Tasso, Roma, Liguori
Unità didattica C:
- T. Tasso, Teatro, a cura di M. Guglielminetti, Milano, Garzanti (introduzione compresa)

Programma per studenti non frequentanti
In aggiunta ai testi in programma per gli studenti frequentanti, i non frequentanti dovranno preparare le seguenti integrazioni:

Unità didattica A:
- Dante, Inferno, 3, 4, 6, 32, 34; Purgatorio, 30, 31; Paradiso, 6, 12, 2
Unità didattica B:
- F. Fortini, Dialoghi col Tasso, Torino, Bollati Boringhieri
Unità didattica C:
- T. Tasso, Il Re Torrismondo, a cura di V. Martignone, Parma, Guanda - Fondazione Bembo (Introduzione, Nota al testo e Nota biografica)

Avvertenza:
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.

02/08/2019
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame consiste in un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare, oltre alla conoscenza dei testi e degli studi, la capacità di esegesi testuale e di argomentazione critica, nonché la proprietà di esposizione.
Periodo
Primo semestre
I-Z
Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso: Letteratura Italiana - corso avanzato

Unità didattica A (20 ore; 3 CFU): "Nel mio bel San Giovanni". Motivi autobiografici nella "Commedia"
Unità didattica B (20 ore; 3 CFU): La "Vita" di Vittorio Alfieri
Unità didattica C (20 ore; 3 CFU): Scritture autobiografiche fra Sette e Ottocento

Il corso è rivolto agli studenti del secondo o terzo anno della Laurea triennale in Lettere che hanno già sostenuto l'esame di Letteratura del primo anno, ed è obbligatorio per il curriculum moderno.
È rivolto anche agli studenti di altri corsi di laurea, che abbiano già sostenuto il primo esame di Letteratura italiana e intendano accedere al corso avanzato utilizzando i propri crediti a scelta.
L'esame può conferire 6 o 9 cfu. Lo studente che intende sostenere l'esame per 6 cfu preparerà due moduli: obbligatoriamente l'unità didattica A e poi, a scelta, l'unità didattica B oppure l'unità didattica C; lo studente che intende sostenerlo per 9 cfu preparerà tutte e tre le unità didattiche.

Presentazione del corso
Nell'unità didattica A si indagheranno alcuni motivi autobiografici all'interno delle tre cantiche della Commedia dantesca.
L'unità B sarà dedicata alla "Vita di Vittorio Alfieri da Asti scritta da esso".
L'unità C rifletterà sulla scrittura autobiografica, genere ampiamente rappresentato fra Sette e Ottocento.
Durante il corso verranno analizzati e commentati i testi in programma, allo scopo di indagarne le ragioni tematiche, linguistiche e stilistiche, tenendo presenti la storia del testo e i rapporti con la tradizione, antica e moderna.

Parallelamente al corso sarà possibile partecipare al "Laboratorio di scrittura critica", facoltativo e consigliato agli studenti interessati ad avere indicazioni per la stesura dell'elaborato di laurea triennale, in particolare nell'ambito della Letteratura italiana. Informazioni più precise verranno pubblicate in Ariel all'inizio del corso.

Prerequisiti
Aver superato la prima annualità di Letteratura italiana.

Risultati di apprendimento
Conoscenze: 1) conoscenza della letteratura italiana dal Seicento all'Ottocento; 2) periodizzazione sullo sfondo di contesto storico, generi e poetiche, autori e opere; 3) conoscenza e approfondimento del testo della Commedia, con elementi di critica dantesca; 4) conoscenze delle metodologie critiche per analizzare e interpretare i testi (teoria degli stili e dei generi).

Competenze: 1) comprensione, analisi e interpretazione del testo letterario (aspetti tematici e formali) e sua collocazione nel contesto; 2) comprensione e utilizzo di saggi di critica letteraria, consapevolezza delle differenti prospettive metodologiche; riconoscimento dei nodi problematici degli argomenti studiati; 3) utilizzo della strumentazione bibliografica; 4) capacità di argomentare con chiarezza ricorrendo con proprietà al lessico della disciplina.

Indicazioni bibliografiche
Unità didattica A:
- D. Alighieri, Commedia; edizione a scelta: si raccomandano i commenti Sapegno (La Nuova Italia); Bosco-Reggio (Le Monnier); Pasquini-Quaglio (Garzanti); Chiavacci Leonardi (Mondadori); Inglese (Carocci).
La scelta dei canti e la bibliografia critica verranno pubblicate in Ariel durante il corso.

Unità didattica B:
- Edizione: Vittorio Alfieri, Vita, a cura di Marco Cerruti, Milano, BUR Classici (varie edizioni) oppure Vittorio Alfieri, Vita, a cura di Giulio Cattaneo, Milano, Garzanti (varie edizioni)
La scelta dei passi e la bibliografia critica verranno pubblicate in Ariel durante il corso.

Unità didattica C:
Tutti i testi e gli altri materiali di studio saranno resi disponibili in Ariel durante il corso.

Programma per studenti non frequentanti
Al programma indicato sopra, gli studenti non frequentanti aggiungeranno la lettura di:

Unità didattica A:
- G. Ledda, Dante, Bologna, il Mulino (capitoli III-IX).

Unità didattica B:
Il programma è identico a quello per frequentanti.

Unità didattica C:
Il programma è identico a quello per frequentanti.

Avvertenza
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.

18/10/2019
Prerequisiti e modalità di esame
Orale: La prova è un colloquio sugli argomenti del programma, volto ad accertare le conoscenze e le competenze indicate nei Risultati di apprendimento del corso (qui sopra). In particolare, saranno verificate la formazione e la preparazione degli studenti, la loro attitudine critica, la capacità di mettere a frutto le conoscenze specifiche per costruire ragionamenti autonomi, la proprietà di esposizione.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
mercoledì 15.30
Filologia moderna, I piano
Ricevimento:
Venerdì, ore 15.00-18.00.
Via Festa del Perdono, 7. Dip. di Studi letterari, filologici e linguistici. Sezione di Modernistica, 2° piano.