Letterature scandinave 2

A.A. 2014/2015
Insegnamento per
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-LIN/15
Lingua
Italiano

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-LIN/15 - LINGUE E LETTERATURE NORDICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-LIN/15 - LINGUE E LETTERATURE NORDICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-LIN/15 - LINGUE E LETTERATURE NORDICHE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Informazioni sul programma
Argomento del corso: (60 ore; 9 CFU): Dal Dr. Stockmann al Dr. Lund. Cent'anni di scienziati nelle letterature scandinave

Unità A (20 ore; 3 CFU - Camilla Storskog): Istituzioni di storia delle letterature scandinave nel Novecento
Unità B (20 ore; 3 CFU - Camilla Storskog): L'alchimista di Inferno, lo scienziato-esploratore Fridtjof Nansen e il naturalista Dr. Lund
Unità C (20 ore; 3 CFU - Camilla Storskog): Il medico Dr. Stockmann, il chimico Leo Kall e gli scienziati della spedizione danese per lo Yemen

Presentazione del corso
Il corso è rivolto agli studenti del II anno del corso di laurea triennale in Lingue e Letterature Straniere con Lingue Scandinave come Lingua A o B (unità A+B+C; 9 cfu). Gli studenti del vecchio ordinamento che sostengono l'esame di Letterature Scandinave II per 6 cfu seguiranno le unità A e C (6 CFU).
L'unità A presenterà correnti, tendenze, autori e opere principali delle letterature scandinave del Novecento. Attraverso alcuni esempi significativi, le unità B e C verteranno sulla rappresentazione di figure di scienziati e tematiche scientifiche nei cent'anni che intercorrono tra la comparsa del Dr. Stockmann in En folkefiende di Henrik Ibsen (1882) e il Dr. Lund descritto da Henrik Stangerup in Vejen til Lagoa Santa (1981). Spaziando tra testi in cui lo scienziato compare come protagonista storicamente esistito o come figura di pura invenzione letteraria, e altri ancora dove il narratore posa nella veste di scienziato o come parascienziato, si vogliono fornire spunti per riflettere sugli stereotipi dello scienziato nelle opere letterarie scandinave e sul rapporto tra letteratura, scienza e società.

LINGUA IN CUI SI IMPARTISCE L'INSEGNAMENTO: italiano

Indicazioni bibliografiche generali
Unità B e C: Roslynn Haynes (1994): From Faust to Strangelove. Representations of the Scientist in Western Literature, Baltimore & London, The Johns Hopkins University Press, 1994.
‒‒‒, (2003): From Alchemy to Artificial Intelligence: Stereotypes of the Scientist in Western Literature, "Public Understanding of Science" 12: 243-258.

Indicazioni bibliografiche sulle singole unità
Unità A: Presso la copisteria di V. dell'Unione gli studenti troveranno un'antologia di poesie e testi in prosa, che sarà utilizzata a lezione già a partire dal primo incontro e una dispensa a cura del Prof. Massimo Ciaravolo sulla storia letteraria scandinava del Novecento. Inoltre, lo studente dovrà dimostrare di saper analizzare criticamente due delle seguenti tre opere, che verranno discusse a lezione: Pär Lagerkvist, Il nano, Milano, Iperborea, 1991 [1944]; Karen Blixen, Il pranzo di Babette, preferibilmente ed. trilingue Einaudi, 1997 [1950]; Tarjei Vesaas, Gli uccelli, Milano, Iperborea, 1990 [1957].
Unità B: Fridtjof Nansen: Paa ski over Grønland: en skildring af den norske Grønlands ekspedition 1888-89, Kagge forlag, Oslo, 2003 (trad. it. di D. Sapienza, Nel cuore della Groenlandia. 1888: la prima traversata con gli sci, Milano, Galaad, 2011); August Strindberg: Inferno, in Samlade Verk 37, Stockholm, Norstedt, 1994 [1897] (trad. it. di L. Codignola in Inferno, Leggende, Giacobbe lotta, Milano, Adelphi, 1972); Henrik Stangerup, Vejen til Lagoa Santa, København, Gyldendal, 1981 (trad. it. di B. Berni, Lagoa Santa, Milano, Iperborea, 1989).
Unità C: Henrik Ibsen, En folkefiende, in Henrik Ibsens Skrifter, 7, Oslo, Universitetet i Oslo / Aschehoug, 2008 [1882] (trad. it. Un nemico del popolo, Milano, Garzanti, 1976); Karin Boye: Kallocain, Stockholm, Bonnier, 1940 (trad. it. di B. Alinei, Kallocaina, Milano, Iperborea, 1993; Thorkild Hansen, Det lykkelige Arabien. En dansk ekspedition 1961-67, København, Gyldendal, 1962 (trad. it. di D. Unfer, Arabia Felix, Milano, Iperborea, 1992).

La bibliografia critica relativa alle singole unità sarà comunicata all'inizio del corso sul sito di didattica online (Ariel) di Lingue Scandinave.

Programma per studenti non frequentanti
Indicazioni bibliografiche generali:
Le stesse indicate per gli studenti frequentanti.

Indicazioni bibliografiche sulle singole unità:
Unità A, oltre a quanto indicato per gli studenti frequentanti, gli studenti non frequentanti leggeranno tutte e tre le opere letterarie indicate.
Unità B, oltre a quanto indicato per gli studenti frequentanti, anche la lettura di: August Strindberg, I havsbandet, in Samlade Verk, 24, Stockholm, Almqvist & Wiksell, 1982 [1890] (trad. it. di F. Ferrari, Mare aperto, Saluzzo, Federico Tozzi, 2014).
Unità C, oltre a quanto indicato per gli studenti frequentanti, anche la lettura di un romanzo a scelta tra i seguenti: Peter Høeg, Kvinden og aben, København, Munksgaard-Rosinante, 1996 (trad. it. di B. Berni La donna e la scimmia, Milano, Mondadori, 1997) oppure Nikolaj Frobenius, Latours katalog, Oslo, Gyldendal, 1996 (trad. it. di A. Pertici, Il valletto di de Sade, Firenze, Ponte alle Grazie, 2000 / oppure TEA, 2004) oppure P.O. Enquist, Boken om Blanche och Marie, Stockholm, Norstedt, 2004 (trad. it. di K. De Marco, Il libro di Blanche e Marie, Milano, Iperborea, 2006).

Altre informazioni per gli studenti
Antologie, dispensa, saggi critici (se non disponibili nella Biblioteca di Lingue) ed eventuale materiale ulteriore saranno messi a disposizione degli studenti presso la copisteria di Via dell'Unione.
Gli studenti del II anno potranno scegliere se leggere la letteratura primaria in lingua scandinava (qualunque edizione, purché integrale, va bene) oppure in traduzione italiana. L'apparato critico-didattico (introduzioni, prefazioni, postfazioni, note ecc.), se presente, è da considerare parte integrante della lettura del testo.

26/08/2014
Prerequisiti e modalità di esame
Modalità dell'esame, prerequisiti, esami propedeutici:
Gli studenti dovranno dimostrare di conoscere approfonditamente i contenuti delle lezioni, di saper inquadrare le opere studiate all'interno del contesto storico-letterario e di saperne analizzare le componenti strutturali anche con l'aiuto della bibliografia critica indicata. Lo studente potrà scegliere liberamente se sostenere il colloquio d'esame in italiano o nella lingua scandinava studiata.
Per sostenere l'esame di Letterature scandinave II è necessario aver superato gli esami di lingue e letterature scandinave del I anno.
Periodo
Secondo semestre
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
In congedo per motivi scientifici nel 2019. Per informazioni: camilla.storskog@unimi.it
Piazza Sant'Alessandro 1, Germanistica