Linguistica generale

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-LIN/01 - GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Biondi Laura

Unita' didattica B
L-LIN/01 - GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Scala Andrea

Unita' didattica C
L-LIN/01 - GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Scala Andrea

Unita' didattica D
L-LIN/01 - GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Scala Andrea

Informazioni sul programma
Argomento del corso: Il linguaggio umano tra struttura e uso sociale

Il corso si propone di introdurre gli studenti allo studio delle scienze del linguaggio. In particolare verranno forniti gli strumenti per l'analisi dei vari livelli di organizzazione del linguaggio umano (Unità 1 e 2), con approfondimenti sulla variazione sociale del linguaggio (Unità 3) e sulla specificità linguistica dei gruppi marginali (Unità 4).

PROGRAMMA PER STUDENTI FREQUENTANTI

UNITÀ DIDATTICA A (prof.ssa Laura Biondi): L'architettura del linguaggio umano I (3cfu)
Appunti delle lezioni.
G. GRAFFI- S. SCALISE, Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica, Bologna, il Mulino, 2013.

UNITÀ DIDATTICA B (prof. Andrea Scala): L'architettura del linguaggio umano II (3cfu)
Appunti delle lezioni.
E. BANFI- N. GRANDI, Lingue d'Europa. Elementi di storia e di tipologia linguistica, Roma, Carocci, 2003.

UNITÀ DIDATTICA C (prof. Andrea Scala): La variazione linguistica: ricerche e riflessioni (3cfu)
Appunti delle lezioni.
Ulteriori materiali e bibliografia saranno indicati a lezione.

UNITÀ DIDATTICA D (prof. Andrea Scala): Specificità linguistiche della marginalità sociale: gerghi, romanì e altro (3cfu)
Appunti delle lezioni.
G. MARCATO, I gerghi italiani, Bologna, il Mulino, 2013.

PROGRAMMA PER STUDENTI NON FREQUENTANTI.

UNITÀ DIDATTICA A: L'architettura del linguaggio umano I (3cfu)
G. GRAFFI- S. SCALISE, Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica, Bologna, il Mulino, 2013.
P. MATURI, I suoni delle lingue, i suoni dell'italiano. Introduzione alla fonetica, Il Mulino, Bologna, 2006, pp. 1-105 (Introduzione, cap. I e cap. II).

UNITÀ DIDATTICA B: L'architettura del linguaggio umano II (3cfu)
E. BANFI- N. GRANDI, Lingue d'Europa. Elementi di storia e di tipologia linguistica, Roma, Carocci, 2003.

UNITÀ DIDATTICA C: La variazione linguistica: ricerche ed esperimenti (3cfu)
G. BERRUTO, Fondamenti di sociolinguistica, Roma-Bari, Laterza, 2003, esclusi i primi due capitoli.

UNITÀ DIDATTICA D: Specificità linguistiche della marginalità sociale: gerghi, romanì e altro (3cfu)
G. MARCATO, I gerghi italiani, Bologna, il Mulino, 2013.
G. SANGA, Gerghi, in A. A. Sobrero (a cura di), Introduzione all'italiano contemporaneo. La variazione e gli usi, Roma-Bari, Laterza, 1993, pp. 151-189.
G. SORAVIA, Rom e Sinti in . Breve storia della lingua e delle tradizioni, Pisa, Pacini, 2010.
A. SCALA, Purché la lingua non sia una sola... Trasformazione dei repertori e conservazione del plurilinguismo presso i Sinti italiani dall'Unità ad oggi, in G. Raimondi-L. Revelli-T. Telmon (a cura di), Coesistenze linguistiche nell'Italia pre- e postunitaria, Atti del 45 congresso internazionale della SLI (Società di Linguistica Italiana), Aosta-Bard-Torino, 26-28 settembre 2011, Roma, Bulzoni, 2012, pp. 393-404.

A. SCALA, "Se proprio dobbiamo scrivere, almeno facciamolo come gli altri Italiani". I Sinti dell'Italia settentrionale e la grafizzazione della loro lingua, in S. Dal Negro-F. Guerini-G. Iannaccaro (a c. di), Elaborazione ortografica delle varietà non standard. Esperienze spontanee in Italia e all'estero, Collana di "Linguistica e Filologia", Bergamo, Sestante, 2015, pp. 67-88.

A. SCALA, Gerghi storici nell'Italia settentrionale odierna, in R. Raus-L. Bălă, Sul gergo nel XXI secolo. Despre argou în secolul XXI. Sur l'argot au XXIe siècle, Collecţia Argotolog 1, Craiova, Editura Universitaria Craiova, 2016, pp. 47-58.
F. GUERINI- S. DAL NEGRO, Contatto. Dinamiche ed esiti del plurilinguismo, Roma, Aracne, 2007, pp. 87-97.

NOTE: Gli studenti non frequentanti sono tenuti a presentarsi a colloquio dal docente prima di iniziare a preparare l'esame
MODALITÀ DELLA PROVA D'ESAME
Orale: la prova orale consiste di un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare la conoscenza dei medesimi da parte del candidato. Si porrà particolare attenzione alla capacità del candidato di far interagire tra loro gli strumenti d'analisi acquisiti e di applicarli all'esame di casi concreti. È richiesta una completa consapevolezza delle entità storiche e geografiche che fanno da sfondo ai fenomeni linguistici trattati in bibliografia.
PROGRAMMA PER STUDENTI ERASMUS
UNITÀ DIDATTICA A:
A. AKMAJIAN ET ALII, Linguistics: an introduction to language and communication, Cambridge (Massachusetts)- London (England), The MIT Press , 2010.
UNITÀ DIDATTICA B:
B. KORTMANN-J.VAN AUWERA, The Languages and Linguistics of Europe. A Comprehensive Guide, Berlin-Mouton de Gruyter, 2011, pp. 3-268.
UNITÀ DIDATTICA C:
R. A. HUDSON, Sociolinguistics, Cambridge, Cambridge University Press, 1996.
UNITÀ DIDATTICA D:
J. TRUMPER, Slang and Jargons, in M. Maiden, J. Smith, & A. Ledgeway (Eds.), The Cambridge History of the Romance Languages, Cambridge: Cambridge University Press. 2010, pp. 660-681.

24/07/2017
Periodo
Primo semestre
Periodo
Primo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
I semestre: martedì 9.00-12.00. II semestre: mercoledì 9.30-12.30.
Dip. Studi Letterari, Filologici e Linguistici, Settore di Glottologia e Linguistica (I piano)
Ricevimento:
Giovedì ore 9.30-12.30 (Il ricevimento di giovedì 19 dicembre è posticipato a venerdì 20 dicembre, ore 9.15.10.45 e 14.00-15.30)
Glottologia e Orientalistica - Cortile d'onore