Malattie del sistema nervoso

A.A. 2016/2017
7
Crediti massimi
56
Ore totali
SSD
MED/26 MED/27 MED/34
Lingua
Italiano
Programma e organizzazione didattica

Policlinico Milano

Policlinico Milano
Responsabile
Prerequisiti e modalità di esame
Prova orale
Neurologia
Programma
PROGRAMMA DEL MODULO:
1. Semeiotica della motilità, del tono posturale e dei riflessi:
1.1 Paralisi: da interessamento del motoneurone superiore
(cortico-spinali-piramidali e cortico- bulbari)
da interessamento del motoneurone inferiore
diagnosi differenziale delle paralisi (monoplegia, emiplegia, paraplegia,
tetraplegia, paralisi di gruppi muscolari isolati)
1.2 Disturbi extrapiramidali
1.3 Esame della coordinazione e della stazione eretta
1.4 Sintomi cerebellari e atassie
2. Esame della sensibilità: sensibilità tattile, dolorifica, termica, propriocettiva, vibratoria, pallestesica, funzioni sensoriali discriminative.
2.1 Sindromi sensitive da: lesioni del tronco nervoso, lesioni delle radici, lesioni del midollo spinale, lesioni corticali
3. Il nervo ottico e le vie ottiche: riconoscere scotomi, emianopsie, quadrantopsie
4. Disturbi della motilità oculare e della funzione pupillare

Condizioni neurologiche:
Malattie cerebro-vascolari
Emorragia cerebrale
Infarto artero-trombotico
Attacchi ischemici transitori
Stato lacunare
Circolo carotideo
Circolo vertebro-basilare
Malattie vascolari midollari
Emorragia subaracnoidea, aneurismi, maformazioni arterovenose
Tumori cerebrali e Sindrome da ipertensione endocranica
Traumi cranio-cerebrali
Cefalee
Encefaliti e meningiti
Infezioni piogeniche del SN (in particolare meningite-tubercolare)
Infezioni virali del SN
Malattie demielinizzanti, in particolare la Sclerosi Multipla
Malattia di Parkinson (sintomatologia ed elementi di terapia), Parkinsonismi
Demenze, con particolare riferimento alla Malattia di Alzheimer ed alla Demenza Lobare
Frontotemporale
Disturbi di coscienza, epilessia (sintomatologia ed elementi di terapia)
Disturbi del linguaggio
Forme cliniche di afasia
Disturbi dell'articolazione (disartria)
Aprassia (definizione)
Agnosia (definizione)
Affezioni del Sistema Nervoso Periferico
Nevralgia del trigemino
Paralisi periferica del VII nervo cranico
Sclerosi laterale amiotrofica ed altre amiotrofie spinali
Polineuropatie
Sindrome di Guillain-Barré
Miastenia grave
Distrofie Muscolari Progressive
Miopatie
PREMESSA:
Neuroanatomia
Per raggiungere gli obiettivi del corso, lo studente deve possedere le conoscenze di base di neuroanatomia, di neurofisiologia e di patologia generale.

Lo studente dovrà quindi:
1. Spiegare le relazioni anatomiche dei componenti del nevrasse e del sistema nervoso periferico;
2. Distinguere i componenti dei compartimenti sopra e sottotentoriali (fossa posteriore);
3. Descrivere le funzioni principali delle seguenti parti del sistema nervoso (S.N.): lobo frontale, lobo parietale, lobo occipitale, lobo temporale, gangli della base, talamo, sistema reticolare, midollo spinale
4. Descrivere le vie visive: retina, disco, nervo, chiasma e tratto ottico, corpi genicolati laterali, radiazioni ottiche e corteccia occipitale;
5. Descrivere le relazioni del mesencefalo, ponte e bulbo e localizzare i nuclei dei nervi cranici nelle tre regioni del tronco;
6. Conoscere la vascolarizzazione del SNC, in particolare il circolo di Willis e la distribuzione delle arterie cerebrali anteriore, media e posteriore e delle arterie lenticolostriate;
7. Identificare le componenti del sistema ventricolare e subaracnoideo e conoscere i meccanismi della circolazione liquorale;
8. Conoscere l'anatomo-fisiologia del midollo spinale
9. Conoscere le diverse parti del sistema nervoso periferico: radici e gangli, plessi e decorso dei principali tronchi nervosi: radiale, mediano, ulnare, femorale, sciatico, tibiale, peroneale;
10. Descrivere le componenti dell'unità motoria e la giunzione neuro-muscolare;
11. Conoscere il sistema nervoso autonomo: simpatico ed i suoi rapporti con l'ipotalamo, distribuzione del parasimpatico cranio-sacrale, ruolo del sistema autonomo nelle funzioni sessuali, sfinteriche, pupillari e nella sudorazione.

OBIETTIVI DEL CORSO:
Semeiotica neurologica
Il corso si prefigge i seguenti obiettivi:
L'apprendimento dei principi generali per porre una diagnosi neurologica basata sui sintomi, sull'esame neurologico e con l'aiuto di pochi selezionati esami strumentali.
Lo studente dovrebbe essere sufficientemente preparato in anatomia per poter rispondere alla prima domanda che si pone in una diagnosi neurologica: "Dove si trova la lesione?" ed altrettanto in patologia generale ed epidemiologia per poter rispondere alla seconda domanda: "Di che natura è la lesione?".
Fondamentali, a questo scopo, sono le conoscenze di fisiopatologia e semeiotica neurologica:
1. Semeiotica della motilità, del tono posturale e dei riflessi:
1.1 Paralisi: da interessamento del motoneurone superiore
(cortico-spinali-piramidali e cortico- bulbari)
da interessamento del motoneurone inferiore
diagnosi differenziale delle paralisi (monoplegia, emiplegia, paraplegia,
tetraplegia, paralisi di gruppi muscolari isolati)
1.2 Disturbi extrapiramidali
1.3 Esame della coordinazione e della stazione eretta
1.4 Sintomi cerebellari e atassie
2. Esame della sensibilità: sensibilità tattile, dolorifica, termica, propriocettiva, vibratoria, pallestesica, funzioni sensoriali discriminative.
2.1 Sindromi sensitive da: lesioni del tronco nervoso, lesioni delle radici, lesioni del midollo spinale, lesioni corticali
3. Il nervo ottico e le vie ottiche: riconoscere scotomi, emianopsie, quadrantopsie
4. Disturbi della motilità oculare e della funzione pupillare

Condizioni neurologiche:
Malattie cerebro-vascolari
Emorragia cerebrale
Infarto artero-trombotico
Attacchi ischemici transitori
Stato lacunare
Circolo carotideo
Circolo vertebro-basilare
Malattie vascolari midollari
Emorragia subaracnoidea, aneurismi, maformazioni arterovenose
Tumori cerebrali e Sindrome da ipertensione endocranica
Traumi cranio-cerebrali
Cefalee
Encefaliti e meningiti
Infezioni piogeniche del SN (in particolare meningite-tubercolare)
Infezioni virali del SN
Malattie demielinizzanti, in particolare la Sclerosi Multipla
Malattia di Parkinson (sintomatologia ed elementi di terapia), Parkinsonismi
Demenze, con particolare riferimento alla Malattia di Alzheimer ed alla Demenza Lobare
Frontotemporale
Disturbi di coscienza, epilessia (sintomatologia ed elementi di terapia)
Disturbi del linguaggio
Forme cliniche di afasia
Disturbi dell'articolazione (disartria)
Aprassia (definizione)
Agnosia (definizione)
Affezioni del Sistema Nervoso Periferico
Nevralgia del trigemino
Paralisi periferica del VII nervo cranico
Sclerosi laterale amiotrofica ed altre amiotrofie spinali
Polineuropatie
Sindrome di Guillain-Barré
Miastenia grave
Distrofie Muscolari Progressive
Miopatie

Riconoscere e, entro un certo limite, trattare le emergenze neurologiche,:
il coma, l'aumento della pressione intracranica, lo stato di male epilettico, l'emorragia subaracnoidea, il trauma, le infezioni del sistema nervoso, la compressione della colonna vertebrale.

Riconoscere le affezioni neurologiche in corso di malattie internistiche
Per realizzare gli obiettivi sopra esposti, lo studente deve essere in grado di:
raccogliere l'anamnesi neurologica ed effettuare l'esame obbiettivo neurologico seguendo gli schemi sottoindicati:
riconoscere che l'anamnesi è la chiave della valutazione neurologica e sottolineare i seguenti aspetti
stabilire l'esordio, la progressione e le caratteristiche del disturbo, identificando tutti i sintomi collegati ed in fattori esacerbanti;
passare in rassegna i sintomi dei disturbi di personalità, memoria, cefalea, dolore, convulsioni, disturbi di coscienza, delle funzioni visive, uditive e del linguaggio, delle funzioni motorie, sensitive e vegetative.

Eseguire un esame neurologico:
1. Effettuare un esame delle funzioni mentali includendo un esame dello stato di coscienza e del linguaggio; differenziare l'afasia, la disartria e la confusione; differenziare i disturbi degli emisferi dominante e non dominante;
2. Esame dei nervi cranici; distinguere i disturbi dello sguardo da lesioni corticali o del tronco cerebrale; localizzare i disturbi visivi; distinguere la paralisi del facciale centrale e periferica; riconoscere e descrivere i disturbi da lesione del troncocerebrale;
3. Esame delle funzioni motorie: prove di forza, tono, trofismo, movimenti involontari, riflessi profondi e superficiali; distinguere le paralisi centrali e periferiche;
4. Esame della coordinazione;
5. Esame delle funzioni sensitive primarie (dolore-temperatura, posizione, pallestesia) e secondarie (stereognosia, grafestesia, discriminazione); discutere il significato di un livello sensitivo e di dissociazione sensitive; distinguere le lesioni di radici - plesso - tronco nervoso - giunzione
neuromuscolare - muscolo.
6. Esame della stazione eretta e del cammino; distinguere i disturbi da lesioni cerebellari emisferiche e vermiane;
7. Esame del meningismo ed ascoltazione dei soffi carotidei.
Metodi didattici
· Lezioni Frontali
· Discussione in gruppo di casi clinici
· Attività Formativa Professionalizzante sul paziente in Reparti/Ambulatori.
Materiale didattico e bibliografia
BIBLIOGRAFIA:
1. Hauser S.L. Harrison Neurologia Clinica Ed. McGraw-Hill, I edizione italiana 2006
2. Ropper A.H. Adams e Victor Principi di Neurologia Ed. Mc-Graw-Hill, VIII edizione italiana 2006
3. Fazio C. e Loeb E. Neurologia di Fazio Loeb Ed. Società Editrice Universo, IV edizione, ristampa 2005
Medicina fisica e riabilitativa
Programma
PROGRAMMA DEL MODULO:
Componente conscia e inconscia del movimento volontario. Movimenti riflessi. Ruolo del controllo posturale: stabilizzazione nei movimenti volontari (azioni posturali anticipatorie); pre-selezione dei movimenti riflessi in funzione di esperienza e aspettative. Il controllo sensitivo-motorio nei movimenti con controllo a feed-back e a feed-forward. Sistemi sensoriali coinvolti nel controllo dell'equilibrio. Ridondanza e conflitto fra sistemi sensoriali. Esperienze in aula di azioni posturali anticipatorie e di conflitto sensoriale (lenti prismatiche; vibrazione muscolare). Razionale per l'osservazione clinica e il trattamento riabilitativo di alterazioni del controllo posturale, della sensibilità e/o della interazione sensitivo-motoria.
Metodi didattici
3 lezioni fontali con semplici esperienze dal vivo
Materiale didattico e bibliografia
BILBIOGRAFIA:
Tesio L.Biomeccanica dell'apparato muscoloscheletrico. 2015; Cap.21. pp.231-238. In: Grassi F, Negrini D, Porro CA. Fisiologia Umana. Poletto Editore
Tesio L. Ataxia. In: Kesselring J, Comi G, Thompson A (eds.). Multiple Sclerosis. Recovery of Function and Neurorehabilitation. Cambridge University Press 2010; Ch. 23, pp. 201-213
Verrà distribuito materiale didattico che potrà essere adattato alle domande poste dagli studenti.
Moduli o unità didattiche
Medicina fisica e riabilitativa
MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore

Neurochirurgia
MED/27 - NEUROCHIRURGIA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore
Docente: Zavanone Mario

Neurologia
MED/26 - NEUROLOGIA - CFU: 5
Lezioni: 40 ore

San Donato

San Donato
Prerequisiti e modalità di esame
Esame orale
Neurologia
Programma
PROGRAMMA DEL MODULO:
· Introduzione al Corso e cenni di neuroanatomia
· Esami diagnostici di routine e nuove potenzialità diagnostiche (diagnostica neuroradiologica, medicina nucleare, diagnostica neurofisiologica, diagnostica liquorale, biopsia muscolare e test genetici biomolecolari)
· Neuropsicologia
· Semeiotica neurologica: I e II Motoneurone
· Semeiotica neurologica: sensibilità
· Semeiotica neurologica: disturbi della coordinazione
· Semeiotica neurologica: disordini delle vie ottiche e dell'oculomozione
· Semeiotica neurologica: altri nervi cranici e sindrome del troncoencefalo
· Cerebrovasculopatie
· SM e malattie demielinizzanti - Centro SM di San Donato
· Encefaliti e meningiti - Epilessia
· Parkinson, parkinsonismi e Coree
· Atassie e paraparesi
· Demenze
· MCI, Morbo di Alzheimer - Stato confusionale acuto
· Malattie del Motoneurone
· Malattie degenerative: nuova frontiera di ricerca
· Polineuropatie
· Miastenia Grave e sindromi miasteniche
· Miopatie
· Canalopatie neurologiche
· Urgenze neurologiche
· Complicanze neurologiche di malattie internistiche
· Principi di neuroriabilitazione
· Algoritmi diagnostici
Metodi didattici
· Lezioni frontali supportate da mezzi visivi e audioviusivi.
· Discussione in gruppo di casi clinici
· Attività formativa professionalizzante sul paziente in Reparti/Ambulatori
Materiale didattico e bibliografia
BIBLIOGRAFIA:
C. Ferrarese, I. Appollonio, G. Cavaletti, P. Cortelli, A. Federico, G. Mancardi, M.G. Marciani, G. Meola, P. Nichelli, E.P. Sganzerla, A. Toscano. "Core Curriculum. Malattie del Sistema Nervoso". 2e. Mc Graw Hill, 2016.
Neurochirurgia
Programma
PROGRAMMA DEL MODULO:
· Sindrome da ipertensione endocranica
· Traumi cranici e spinali
· Patologia radicolo midollare di interesse neurochirurgico
· Neoplasie cerebrali e midollari
· Emorragia subaracnoidea (ESA)
Metodi didattici
· Lezioni frontali supportate da mezzi visivi e audioviusivi.
· Discussione in gruppo di casi clinici
Attività formativa professionalizzante sul paziente in Reparti/Ambulatori
Materiale didattico e bibliografia
BIBLIOGRAFIA:
C. Ferrarese, I. Appollonio, G. Cavaletti, P. Cortelli, A. Federico, G. Mancardi, M.G. Marciani, G. Meola, P. Nichelli, E.P. Sganzerla, A. Toscano. "Core Curriculum. Malattie del Sistema Nervoso". 2e. Mc Graw Hill, 2016 (in particolare cap. 10, 11, 1 4 e 15).
Moduli o unità didattiche
Medicina fisica e riabilitativa
MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore
Docente: Corradi Alberto

Neurochirurgia
MED/27 - NEUROCHIRURGIA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore
Docente: Meola Giovanni

Neurologia
MED/26 - NEUROLOGIA - CFU: 5
Lezioni: 40 ore
Docente: Meola Giovanni

San Giuseppe

San Giuseppe
Responsabile
Prerequisiti e modalità di esame
Prova orale
Neurologia
Programma
PROGRAMMA DEL MODULO:
1. Semeiotica della motilità, del tono posturale e dei riflessi:
1.1 Paralisi: da interessamento del motoneurone superiore
(cortico-spinali-piramidali e cortico- bulbari)
da interessamento del motoneurone inferiore
diagnosi differenziale delle paralisi (monoplegia, emiplegia, paraplegia,
tetraplegia, paralisi di gruppi muscolari isolati)
1.2 Disturbi extrapiramidali
1.3 Esame della coordinazione e della stazione eretta
1.4 Sintomi cerebellari e atassie
2. Esame della sensibilità: sensibilità tattile, dolorifica, termica, propriocettiva, vibratoria, pallestesica, funzioni sensoriali discriminative.
2.1 Sindromi sensitive da: lesioni del tronco nervoso, lesioni delle radici, lesioni del midollo spinale, lesioni corticali
3. Il nervo ottico e le vie ottiche: riconoscere scotomi, emianopsie, quadrantopsie
4. Disturbi della motilità oculare e della funzione pupillare

Condizioni neurologiche:
Malattie cerebro-vascolari
Emorragia cerebrale
Infarto artero-trombotico
Attacchi ischemici transitori
Stato lacunare
Circolo carotideo
Circolo vertebro-basilare
Malattie vascolari midollari
Emorragia subaracnoidea, aneurismi, maformazioni arterovenose
Tumori cerebrali e Sindrome da ipertensione endocranica
Traumi cranio-cerebrali
Cefalee
Encefaliti e meningiti
Infezioni piogeniche del SN (in particolare meningite-tubercolare)
Infezioni virali del SN
Malattie demielinizzanti, in particolare la Sclerosi Multipla
Malattia di Parkinson (sintomatologia ed elementi di terapia), Parkinsonismi
Demenze, con particolare riferimento alla Malattia di Alzheimer ed alla Demenza Lobare
Frontotemporale
Disturbi di coscienza, epilessia (sintomatologia ed elementi di terapia)
Disturbi del linguaggio
Forme cliniche di afasia
Disturbi dell'articolazione (disartria)
Aprassia (definizione)
Agnosia (definizione)
Affezioni del Sistema Nervoso Periferico
Nevralgia del trigemino
Paralisi periferica del VII nervo cranico
Sclerosi laterale amiotrofica ed altre amiotrofie spinali
Polineuropatie
Sindrome di Guillain-Barré
Miastenia grave
Distrofie Muscolari Progressive
Miopatie

Riconoscere e, entro un certo limite, trattare le emergenze neurologiche,:
il coma, l'aumento della pressione intracranica, lo stato di male epilettico, l'emorragia subaracnoidea, il trauma, le infezioni del sistema nervoso, la compressione della colonna vertebrale.

Riconoscere le affezioni neurologiche in corso di malattie internistiche
Per realizzare gli obiettivi sopra esposti, lo studente deve essere in grado di:
raccogliere l'anamnesi neurologica ed effettuare l'esame obbiettivo neurologico seguendo gli schemi sottoindicati:
riconoscere che l'anamnesi è la chiave della valutazione neurologica e sottolineare i seguenti aspetti
stabilire l'esordio, la progressione e le caratteristiche del disturbo, identificando tutti i sintomi collegati ed in fattori esacerbanti;
passare in rassegna i sintomi dei disturbi di personalità, memoria, cefalea, dolore, convulsioni, disturbi di coscienza, delle funzioni visive, uditive e del linguaggio, delle funzioni motorie, sensitive e vegetative.

Eseguire un esame neurologico:
1. Effettuare un esame delle funzioni mentali includendo un esame dello stato di coscienza e del linguaggio; differenziare l'afasia, la disartria e la confusione; differenziare i disturbi degli emisferi dominante e non dominante;
2. Esame dei nervi cranici; distinguere i disturbi dello sguardo da lesioni corticali o del tronco cerebrale; localizzare i disturbi visivi; distinguere la paralisi del facciale centrale e periferica; riconoscere e descrivere i disturbi da lesione del troncocerebrale;
3. Esame delle funzioni motorie: prove di forza, tono, trofismo, movimenti involontari, riflessi profondi e superficiali; distinguere le paralisi centrali e periferiche;
4. Esame della coordinazione;
5. Esame delle funzioni sensitive primarie (dolore-temperatura, posizione, pallestesia) e secondarie (stereognosia, grafestesia, discriminazione); discutere il significato di un livello sensitivo e di dissociazione sensitive; distinguere le lesioni di radici - plesso - tronco nervoso - giunzione
neuromuscolare - muscolo.
6. Esame della stazione eretta e del cammino; distinguere i disturbi da lesioni cerebellari emisferiche e vermiane;
7. Esame del meningismo ed ascoltazione dei soffi carotidei.
Metodi didattici
· Lezioni Frontali
· Discussione in gruppo di casi clinici
· Attività Formativa Professionalizzante sul paziente in Reparti/Ambulatori.
Materiale didattico e bibliografia
BIBLIOGRAFIA:
1. Hauser S.L. Harrison Neurologia Clinica Ed. McGraw-Hill, I edizione italiana 2006
2. Ropper A.H. Adams e Victor Principi di Neurologia Ed. Mc-Graw-Hill, VIII edizione italiana 2006
3. Fazio C. e Loeb E. Neurologia di Fazio Loeb Ed. Società Editrice Universo, IV edizione, ristampa 2005
Medicina fisica e riabilitativa
Programma
PROGRAMMA DEL MODULO:
Componente conscia e inconscia del movimento volontario. Movimenti riflessi. Ruolo del controllo posturale: stabilizzazione nei movimenti volontari (azioni posturali anticipatorie); pre-selezione dei movimenti riflessi in funzione di esperienza e aspettative. Il controllo sensitivo-motorio nei movimenti con controllo a feed-back e a feed-forward. Sistemi sensoriali coinvolti nel controllo dell'equilibrio. Ridondanza e conflitto fra sistemi sensoriali. Esperienze in aula di azioni posturali anticipatorie e di conflitto sensoriale (lenti prismatiche; vibrazione muscolare). Razionale per l'osservazione clinica e il trattamento riabilitativo di alterazioni del controllo posturale, della sensibilità e/o della interazione sensitivo-motoria.
Metodi didattici
3 lezioni fontali con semplici esperienze dal vivo
Materiale didattico e bibliografia
BIBLIOGRAFIA:
Tesio L.Biomeccanica dell'apparato muscoloscheletrico. 2015; Cap.21. pp.231-238. In: Grassi F, Negrini D, Porro CA. Fisiologia Umana. Poletto Editore
Tesio L. Ataxia. In: Kesselring J, Comi G, Thompson A (eds.). Multiple Sclerosis. Recovery of Function and Neurorehabilitation. Cambridge University Press 2010; Ch. 23, pp. 201-213
Verrà distribuito materiale didattico che potrà essere adattato alle domande poste dagli studenti.
Moduli o unità didattiche
Medicina fisica e riabilitativa
MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore

Neurochirurgia
MED/27 - NEUROCHIRURGIA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore
Docente: Zavanone Mario

Neurologia
MED/26 - NEUROLOGIA - CFU: 5
Lezioni: 40 ore

Docente/i
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
11-12 Lunedì
Istituto Auxologio Italiano IRCCS - Piazzale Brescia no 20 - 20149 Milano
Ricevimento:
su appuntamento
Istituto Auxologico Italiano, via Mercalli 32, 20122 Milano
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail