Psicologia della comunicazione

A.A. 2018/2019
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-PSI/06
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso si propone di introdurre i concetti fondamentali, le metodologie e le tecniche elaborate dalla Psicologia della Comunicazione per comprendere, spiegare e influenzare i processi comunicativi in ambito interpersonale, di gruppo e organizzativo. Inoltre, gli studenti avranno l'opportunità di conoscere e applicare alcune delle abilità interpersonali che sono strettamente legate alla competenza comunicativa nella vita sociale e organizzativa.
Alla fine del corso, gli studenti saranno in grado di:
· Descrivere e collegare i fattori individuali, sociali e organizzativi che influenzano la comunicazione nei contesti sociali e nei luoghi di lavoro.
· Comprendere quali sono e come si applicano alcune tecniche che aumentano l'efficacia della comunicazione a livello interpersonale, di gruppo e organizzativo (ad es. tecniche di ascolto attivo, assertività, gestione costruttiva dei conflitti).
· Leggere in maniera critica la dinamica dei processi comunicativi nei contesti sociali.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo trimestre
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
Modulo 1
Quale comunicazione? Introduzione al tema e ai campi di applicazione della comunicazione. Riferimenti teorici ai principali modelli di comunicazione. Le 3 funzioni della comunicazione. Comunicazione e relazione. Stili cognitivi, problem solving e comunicazione.
Le skills della comunicazione: teoria e tecnica dell'assertività. Teoria e tecnica dell'ascolto. Gli strumenti dell'ascolto attivo. Mettersi in sintonia con l'interlocutore. La tecnica del fare domande. Cercare e dare il feedback. Come dare feedback in modo costruttivo. Rinforzare e rispecchiare l'interlocutore. Spiegare e proporre le proprie idee in modo convincente. L'arte della presentazione in pubblico. Gestire le obiezioni in modo produttivo. La gestione del conflitto: teoria, tecnica e comportamenti costruttivi e distruttivi. Gli ostacoli a una comunicazione efficace ed efficiente.
Comunicazione e ottimismo.

Modulo 2
La comunicazione in una prospettiva evolutiva e trans-culturale. La comunicazione non verbale. La Pragmatica della comunicazione: assiomi e applicazioni pratiche nei contesti sociali. L'approccio della neurolinguistica. L'analisi transazionale: concetti e applicazioni. Percezione, atteggiamento e comunicazione.
Comprendere, comunicare e gestire le emozioni nel contesto relazionale: l'intelligenza emotiva. Intelligenza emotiva al lavoro: casi di successo e casi di insuccesso.
La comunicazione come processo di influenza: tattiche e tecniche per comprendere le valute psicologiche dell'interlocutore e utilizzarle costruttivamente.
Identificare e gestire in modo strategico le psico-trappole. Comunicazione e manipolazione. I vantaggi della comunicazione scadente.
La discomunicazione: la comunicazione ironica; la comunicazione menzoniera, la comunicazione seduttiva.
La comunicazione paradossale e quella patologica.
Cenni sulla comunicazione sociale del rischio e del pericolo. L'effetto framing. La comunicazione in ambito sanitario.
I social network: gli aspetti psicologici della comunicazione con le nuove tecnologie (cenni). Molti contatti, molti amici. La solitudine nella comunicazione.

Modulo 3
Preparare e gestire la comunicazione nel colloquio di lavoro.
La comunicazione nei gruppi di lavoro. I fattori che rendono efficace il teamwork. Comunicazione e decisione nei gruppi di lavoro.
Evoluzione della leadership: come la comunicazione può smuovere le motivazioni e facilitare i cambiamenti: casi di studio.
La comunicazione tra i gruppi: opportunità, ostacoli da prevenire/superare.
L'importanza della comunicazione per impresa e istituzioni.
Costruire il senso d'appartenenza attraverso la comunicazione: idee e strumenti.
Prerequisiti e modalità di esame
Esame scritto con domande aperte e domande chiuse. Valutazione del contributo in aula.
L'esame è finalizzato a verificare:
- la conoscenza dei principali concetti e modelli teorici che spiegano i processi comunicativi interpersonali, di gruppo e socio-organizzativi.
- la capacità di comprendere i contributi applicativi dei modelli teorici;
- la capacità di utilizzare i modelli teorici e metodologici per leggere in modo critico le dinamiche della comunicazione nei contesti sociali ;
- l'appropriatezza nell'utilizzo del linguaggio disciplinare specifico.
Metodi didattici
Il corso ha un taglio teorico-pratico. E' previsto il coinvolgimento degli studenti in alcune sessioni interattive ed esercitative nel corso delle lezioni. Vengono assegnati dei mini task da svolgere a casa a supporto della didattica d'aula. Vengono utilizzati case history e filmati per supportare l'apprendimento di concetti e tecniche.
Materiale didattico e bibliografia
Lotto, L. e Rumiati, R. (a cura di ) (2013). Introduzione alla psicologia della comunicazione. Seconda edizione. Bologna: Il Mulino.
Capitoli:I, VI, VII, VIII, X
Anolli, A., Fondamenti di psicologia della comunicazione, Il Mulino-seconda edizione, 2012. . Capitoli: I, II, IV, V, VI, VII.
Consigliato per che vuole approfondire: Owen Hargie, editor, The Handbook of Communication skills, Routledge, London, 2006. Capitoli (pdf testo in internet): II, III, IV, V, VI, VII,VIII, IX, X, XI, XI, XIII, XVI.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Programma
Modulo 1
Quale comunicazione? Introduzione al tema e ai campi di applicazione della comunicazione. Riferimenti teorici ai principali modelli di comunicazione. Le 3 funzioni della comunicazione. Comunicazione e relazione. Stili cognitivi, problem solving e comunicazione.
Le skills della comunicazione: teoria e tecnica dell'assertività. Teoria e tecnica dell'ascolto. Gli strumenti dell'ascolto attivo. Mettersi in sintonia con l'interlocutore. La tecnica del fare domande. Cercare e dare il feedback. Come dare feedback in modo costruttivo. Rinforzare e rispecchiare l'interlocutore. Spiegare e proporre le proprie idee in modo convincente. L'arte della presentazione in pubblico. Gestire le obiezioni in modo produttivo. La gestione del conflitto: teoria, tecnica e comportamenti costruttivi e distruttivi. Gli ostacoli a una comunicazione efficace ed efficiente.
Comunicazione e ottimismo.

Modulo 2
La comunicazione in una prospettiva evolutiva e trans-culturale. La comunicazione non verbale. La Pragmatica della comunicazione: assiomi e applicazioni pratiche nei contesti sociali. L'approccio della neurolinguistica. L'analisi transazionale: concetti e applicazioni. Percezione, atteggiamento e comunicazione.
Comprendere, comunicare e gestire le emozioni nel contesto relazionale: l'intelligenza emotiva. Intelligenza emotiva al lavoro: casi di successo e casi di insuccesso.
La comunicazione come processo di influenza: tattiche e tecniche per comprendere le valute psicologiche dell'interlocutore e utilizzarle costruttivamente.
Identificare e gestire in modo strategico le psico-trappole. Comunicazione e manipolazione. I vantaggi della comunicazione scadente.
La discomunicazione: la comunicazione ironica; la comunicazione menzoniera, la comunicazione seduttiva.
La comunicazione paradossale e quella patologica.
Cenni sulla comunicazione sociale del rischio e del pericolo. L'effetto framing. La comunicazione in ambito sanitario.
I social network: gli aspetti psicologici della comunicazione con le nuove tecnologie (cenni). Molti contatti, molti amici. La solitudine nella comunicazione.

Modulo 3
Preparare e gestire la comunicazione nel colloquio di lavoro.
La comunicazione nei gruppi di lavoro. I fattori che rendono efficace il teamwork. Comunicazione e decisione nei gruppi di lavoro.
Evoluzione della leadership: come la comunicazione può smuovere le motivazioni e facilitare i cambiamenti: casi di studio.
La comunicazione tra i gruppi: opportunità, ostacoli da prevenire/superare.
L'importanza della comunicazione per impresa e istituzioni.
Costruire il senso d'appartenenza attraverso la comunicazione: idee e strumenti.
Prerequisiti e modalità di esame
Esame scritto con domande aperte e domande chiuse.
L'esame è finalizzato a verificare:
- la conoscenza dei principali concetti e modelli teorici che spiegano i processi comunicativi interpersonali, di gruppo e socio-organizzativi.
- la capacità di comprendere i contributi applicativi dei modelli teorici;
- la capacità di utilizzare i modelli teorici e metodologici per leggere in modo critico le dinamiche della comunicazione nei contesti sociali ;
- l'appropriatezza nell'utilizzo del linguaggio disciplinare specifico.
Materiale didattico e bibliografia
Lotto, L. e Rumiati, R. (a cura di ) (2013). Introduzione alla psicologia della comunicazione. Seconda edizione.
Capitoli:I, VI, VII, VIII, X

Anolli, A., Fondamenti di psicologia della comunicazione, Il Mulino-seconda edizione, 2012. . Capitoli: I, II, IV, V, VI, VII.
Consigliato per che vuole approfondire: Owen Hargie, editor, The Handbook of Communication skills, Routledge, London, 2006. Capitoli (pdf testo in internet): II, III, IV, V, VI, VII,VIII, IX, X, XI, XI, XIII, XVI.
M-PSI/06 - PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI - CFU: 9
Lezioni: 60 ore
Docente/i
Ricevimento:
Lunedì: 16,00 - 19,00 (consigliato appuntamento via email). Causa esami, il ricevimento del 13 gennaio è spostato al 17 genn h. 14-17
studio 11 - 2° piano palazzina nuova
Ricevimento:
Aula Seminari via Conservatorio, I piano