Sociologia delle pari opportunità e politiche di conciliazione

A.A. 2016/2017
6
Crediti massimi
40
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso intende fornire agli studenti e alle studentesse le conoscenze e gli strumenti analitici di base per comprendere in modo critico il dibattito sociologico e politologico relativo alle pari opportunità e alle politiche di conciliazione. L'insegnamento si struttura in due unità didattiche tra loro collegate:
- la prima, relativa ai temi delle differenze e diseguaglianze di genere delle pari opportunità per tutti nel lavoro a livello internazionale;
- la seconda relativa all'analisi - in prospettiva comparata - dei modelli di welfare e delle politiche di conciliazione in relazione al loro impatto in termini di genere.
Attraverso l'esame in prospettiva comparata delle diseguaglianze e delle politiche di conciliazione il corso si propone di sviluppare le conoscenze e la capacità di comprensione applicate in relazione al funzionamento delle società contemporanee.
Il corso mira, infine, a sviluppare la capacità di impiegare tali conoscenze per inquadrare in modo critico le diseguaglianze e gli sviluppi istituzionali in tema di welfare e politiche di conciliazione in relazione al loro impatto in termini di genere, anche ove questi non siano stati direttamente affrontati durante le lezioni.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo trimestre
STUDENTI FREQUENTANTI
Programma
L'Unità Didattica 1 affronterà i seguenti temi:
Introduzione alle campate delle pari opportunità negli Stati Uniti e in Italia; Il genere: significati e trasformazioni di un concetto; Intersectionality e gender mainstreaming; differenze e diseguaglianze di genere nel lavoro; pari opportunità nelle carriere e nella ricerca scientifica.
L'Unità Didattica 2 affronterà i seguenti temi:
Il welfare state in prospettiva storica e comparata: un'introduzione; Modelli di welfare e dimensione di genere: concetti chiave e nessi; Il modello nordico, il modello continentale, il modello sud-europeo, il modello anglo-sassone; L'Unione europea e le politiche di conciliazione.
Informazioni sul programma
Il primo modulo (20 ore, 3 CFU) è insegnato dalla prof.ssa Daniela Falcinelli, il secondo modulo (20 ore, 3 CFU) è insegnato dalla prof.ssa Ilaria Madama.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame si svolgerà in forma scritta. La prova includerà 5-6 domande con risposte aperte per accertare la conoscenza e le capacità di comprensione applicate.
Nelle prove scritte, attraverso le domande aperte, verrà testata anche la capacità di esprimere le conoscenze conseguite in modo adeguato e preciso, attraverso l'impiego della terminologia appresa durante il corso.
Metodi didattici
lezioni frontali
Materiale didattico e bibliografia
Beccalli, B. (1999). Donne in quota. E'giusto riservare posti alle donne nel lavoro e nella politica. (soltanto introduzione pp.1-43). (scaricabile dal sito Ariel del corso.)
Sartori, F. (2009). Differenze e disuguaglianze di genere. Bologna, Il Mulino. (Tutto tranne il capitolo V sulla partecipazione politica e la discriminazione di genere)
Esping-Andersen, G. (2011) La rivoluzione incompiuta, Bologna, Il Mulino (capitoli 1, 2, 3, 4 e 5)
Attenzione: Eventuali variazioni rispetto ai materiali per gli studenti frequentanti verranno indicate all'inizio del corso.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Programma
L'Unità Didattica 1 affronterà i seguenti temi:
Introduzione alle campate delle pari opportunità negli Stati Uniti e in Italia; Il genere: significati e trasformazioni di un concetto; Intersectionality e gender mainstreaming; differenze e diseguaglianze di genere nel lavoro; pari opportunità nelle carriere e nella ricerca scientifica.
L'Unità Didattica 2 affronterà i seguenti temi:
Il welfare state in prospettiva storica e comparata: le sfide; le politiche per la famiglia; le politiche di investimento sociale sui minori; le politiche per l'invecchiamento attivo.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame si svolgerà in forma scritta. La prova includerà 5-6 domande con risposte aperte per accertare la conoscenza e le capacità di comprensione applicate.
Nelle prove scritte, attraverso le domande aperte, verrà testata anche la capacità di esprimere le conoscenze conseguite in modo adeguato e preciso, attraverso l'impiego della terminologia appresa durante il corso.
Materiale didattico e bibliografia
Beccalli, B. (1999). Donne in quota. E'giusto riservare posti alle donne nel lavoro e nella politica. (soltanto introduzione pp.1-43). (scaricabile dal sito Ariel del corso.)
Sartori, F. (2009). Differenze e disuguaglianze di genere. Bologna, Il Mulino. (Tutto tranne il capitolo V sulla partecipazione politica e la discriminazione di genere)
Esping-Andersen, G. (2011) La rivoluzione incompiuta, Bologna, Il Mulino (capitoli 1, 2, 3, 4 e 5)
Docente/i
Ricevimento:
Via Passione 15, secondo piano
Ricevimento:
martedì, h. 10-13. martedì 14 gennaio 2020, con orario 11:00-13:00.
Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche - Stanza 17 - 2° piano (lato via Mascagni)