Sociologia dell'organizzazione

A.A. 2016/2017
Insegnamento per
6
Crediti massimi
40
Ore totali
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Conoscenza e comprensione
Il corso fornisce i principali elementi teorici per studiare in una prospettiva sociologica le organizzazioni, la pluralità delle loro strutture e le loro logiche di comportamento. Offre una rassegna critica delle scuole di pensiero e dei differenti approcci all'organizzazione, con l'obiettivo di fornire agli studenti gli strumenti indispensabili per cogliere la complessità dei processi organizzativi, sia nelle organizzazioni industriali che in quelli di servizi.
Conoscenza e capacità di comprensione applicate
Durante il corso, viene descritto il funzionamento di alcuni modelli di organizzazioni pubbliche e private, operanti nel settore industriale e dei servizi, aiutando gli studenti a sviluppare la capacità di identificare e analizzare alcune problematiche tipiche di tali organizzazioni.
Autonomia di giudizio
Il corso mira a sviluppare le competenze che permettano agli studenti di analizzare criticamente i fenomeni organizzativi, imparando così ad identificare problemi e a proporre possibili soluzioni.
Abilità comunicative
Lo studente del corso deve acquisire adeguate abilità comunicative, con particolare riguardo all'utilizzo del linguaggio specifico della teoria delle organizzazioni, tali da consentirgli di descrivere i fenomeni organizzativi, nonché discutere e argomentare le proprie opinioni e tesi in merito a temi e situazioni, proposte dalla letteratura o osservabili nella realtà, connesse a questo ambito di studi
Capacità di apprendere
Tra gli obiettivi del corso, vi è lo sviluppo di capacità di apprendimento relative ai processi e fenomeni organizzativi, in modo da consentire agli studenti di approfondire autonomamente le tematiche relative a questo ambito di studi

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Lezioni: 40 ore
Docente: Neri Stefano
Programma
Definizioni di organizzazione. La scuola classica dell'organizzazione: Taylor e Weber. I limiti della scuola classica: Merton e le conseguenze inattese della burocrazia. La critica della burocrazia di Crozier. La crisi dell'organizzazione taylor-fordista. Dal fordismo ai nuovi modelli produttivi. L'approccio istituzionalista nella sociologia dell'organizzazione: vecchio e nuovo istituzionalismo. Le teorie economiche dell'organizzazione: la teoria dei costi di transazione di Williamson; Ouchi e il concetto di clan; la teoria dell'agenzia e il fenomeno dell'azzardo morale.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame è scritto ed è volto a verificare:
- la conoscenza e capacità di comprensione delle teorie illustrate nel corso e nei testi indicati come materiale di riferimento, in modo tale da mettere in grado gli studenti di cogliere la complessità dei processi organizzativi, sia nelle organizzazioni industriali che in quelli di servizi;
- la conoscenza e capacità di comprensione applicata in riferimento al programma, con particolare riguardo alla capacità di analizzare il funzionamento e di identificare le problematiche tipiche di alcuni modelli di organizzazioni pubbliche e private;
- lo sviluppo di un'autonoma capacità di giudizio, che permetta agli studenti di analizzare criticamente i fenomeni organizzativi che si presentano nella realtà, imparando così ad identificare problemi e a proporre possibili soluzioni;
- l'acquisizione di abilità comunicative, con particolare riguardo all'utilizzo del linguaggio specifico della teoria delle organizzazioni per descrivere i fenomeni organizzativi e argomentare le proprie idee e opinioni su temi e situazioni connesse a questo ambito di studi:
- lo sviluppo di capacità di apprendimento relative ai fenomeni organizzativi, tali da consentirgli di approfondire le tematiche ad essi inerenti in modo autonomo
Metodi didattici
Lezioni frontali
Materiale didattico e bibliografia
1) Bonazzi G., Come studiare le organizzazioni, Bologna, Il Mulino, 2006, limitatamente a introduzione, capitoli 1, 2, 3, 4
2) Bonazzi G., Storia del pensiero organizzativo, Milano, Franco Angeli, 2008, ultima edizione, limitatamente ai due capitoli relativi rispettivamente al taylorismo e al modello di produzione giapponese
3) Bordogna L. (a cura di), Individuo e organizzazione. Materiali di analisi organizzativa, Bologna, Il Mulino, 2005, limitatamente ai saggi di Williamson, Ouchi, Milgrom e Roberts
Periodo
Primo trimestre
Periodo
Primo trimestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Prossimi ricevimenti: martedì 10/12, ore 17.45-19.15; lunedì 16/12, ore 17-19; mercoledì 18/12, ore 14.00-16.00
Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche - Stanza 6. Palazzina nuova (stesso edificio delle aule 10, 11, 12, 13).