Statistica ed epidemiologia

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Igiene generale e applicata
MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA - CFU: 1
Lezioni: 8 ore

Statistica medica
MED/01 - STATISTICA MEDICA - CFU: 3
Esercitazioni: 8 ore
Lezioni: 20 ore

Prerequisiti e modalità di esame
Modalità di svolgimento dell'esame di profitto:
Prove scritte e consistono di MCQ, e DRAB e prevedono una domanda filtro.
Statistica medica
Programma
Programma del modulo:
Valutazione dell'attendibilità dei metodi di raccolta e di misura di dati di interesse biomedico:
- Illustrare il concetto di attendibilità di una misura, campione, popolazione, stima e parametron.
- Fornire esempi di cause di errori sistematici ed errori casuali.
Variabilità:
- Fornire esempi di variabilità dei caratteri quantitativi entro individuo e tra individui.
Metodi descrittivi:
- Interpretare le rappresentazioni grafiche di una distribuzione;
- Illustrare i concetti di valore medio, dispersione e forma di una distribuzione;
- Calcolare i principali indici di posizione e dispersione di una distribuzione;
- Spiegare il significato degli indici di accuratezza e di precisione delle misure;
- Spiegare il significato di quantile (quartili, centili) - Limiti di riferimento;
- Correlazione e statistica Kappa.
Modello Gaussiano:
- Interpretazione di dati di popolazione mediante il modello Gaussiano;
- Descrivere le caratteristiche del modello Gaussiano di distribuzione degli errori di misura.
Test di screening:
- Definire i concetti di unione ed intersezione di eventi;
- Definire il concetto di probabilità;
- Calcolare la probabilità di un evento;
- Calcolare la probabilità dell'intersezione di eventi indipendenti, e di eventi condizionati;
- Illustrare il fondamento logico del test di screening;
- Spiegare le definizioni di esito falsamente positivo e di esito falsamente negativo rispetto ad un valore soglia del marker diagnostico;
- Definire i concetti di sensibilità e di specificità di un test diagnostico o di un sintomo;
- Calcolare e discutere il concetto di valore predittivo positivo e negative;
- Definire il rapporto di verosimiglianza per un esito positivo (o per un esito negativo) al test diagnostico;
- Definire il concetto di probabilità e odds pre-test e post-test;
- Spiegare il significato del teorema di Bayes.
Stima campionaria dei parametri della popolazione a partire dai dati espressi con varie modalità:
- Illustrare il concetto di variabilità campionaria. Distinguere i concetti di campione e popolazione;
- Distinguere i concetti di stima campionaria di un parametro e di parametro di una popolazione.
Distribuzione di campionamento:
- Illustrare il significato di distribuzione delle stime campionarie;
- Illustrare il significato di errore standard di una stima campionaria.
Intervallo di confidenza e suo significato:
- Illustrare il concetto di intervallo di confidenza e spiegarne il significato.
Test di ipotesi:
- Spiegare il significato di errore di I e di II tipo e di potenza di un test;
- Spiegare il fondamento logico del calcolo della dimensione del campione;
- Discutere la differenza tra significatività statistica e rilevanza clinica;
- Saper costruire un test statistico relativo ad ipotesi sulla media della popolazione (varianza nota);
- Test di indipendenza tra variabili: il chi-quadrato.
Modello deterministico e modello probabilistico:
- Distinguere tra modello deterministico e modello probabilistico;
- Illustrare le caratteristiche del modello di regressione lineare semplice e il significato dei parametri della regressione lineare semplice;
- Fare un test di ipotesi sui parametri del modello di regressione lineare semplice;
- Spiegare come correggere (aggiustare) per una variabile di confondimento l'associazione tra due serie di dati.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Didattica d'aula.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
M. Pagano e K. Gauvreau Biostatistica (2ª edizione)
Editore: Idelson-Gnocchi 2003 [€ 30-38];
- M. Bland Statistica medica (Idee & strumenti) http://www.deastore.com/autore/Martin Bland.html
Editore: Apogeo 2009 [€ 23-30];
- JF. Jekel, DL. Katz, JG. Elmore, DMG. Wild Epidemiologia Biostatistica e Medicina Preventiva (3ª edizione)
Editore: Masson 2009 [€ 24-50];
Igiene generale e applicata
Programma
Programma del modulo:
Significato e utilizzo del metodo epidemiologico: dall'analisi dei dati alla programmazione e valutazione nell'ambito del sistema sanitario.
- Utilizzo dei dati sanitari correnti in epidemiologia:
Caratteristiche delle fonti di dati correnti;
Principali fonti di dati sanitari;
Gli indicatori: significato e utilizzo;
Aspetti metodologici relativi all'utilizzo dei dati amministrativi per la programmazione e la ricerca;
Analisi guidata di dati sanitari correnti.
- Le misure di frequenza:
Rapporti, proporzioni, tassi;
Concetto di prevalenza, incidenza, densità di incidenza, incidenza cumulative;
Standardizzazione dei tassi;
Esercizi guidati.
- Cenni su disegni di studio e la loro applicazione per la valutazione del bisogno, l'analisi dei problemi assistenziali, la valutazione della qualità dell'assistenza:
Studi ecologici (o di correlazione) e loro applicazione: la ricerca delle differenze. Caso di studio;
Studi di prevalenza;
Studi di incidenza;
Studi caso controllo;
Studi sperimentali.
- Misure di associazione e di impatto: rischio relativo, odds ratio, rischio attribuibile come misura assoluta e come misura relative.
- Errore casuale e sistematico in Epidemiologia. Il confondimento.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso di insegnamento:
Didattica d'aula.
Materiale didattico e bibliografia
Bibliografia:
C. Signorelli, Elementi di metodologia epidemiologica. SEU - Roma.
Periodo
Secondo semestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
Si riceve su appuntamento da prendersi tramite email.
Campus Cascina Rosa, via A. Vanzetti, 5, 20133 Milano - stanza 3 - 4