Storia dei trattati e politica internazionale

A.A. 2014/2015
Insegnamento per
6
Crediti massimi
40
Ore totali
SSD
SPS/06
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso propone una riflessione critica sulla politica estera italiana fondata sull'analisi dei suoi passaggi più significativi dall'unità a oggi. Il primo obiettivo è fornire allo studente conoscenze storiografiche che gli permettano di mettere a fuoco le scelte operate dai governi in questi particolari momenti, di comprenderne le finalità, di verificarne la coerenza con gli interessi nazionali e la compatibilità con il contesto internazionale. Il secondo obiettivo è orientare lo studente a individuare le linee ispiratrici dell'azione internazionale dell'Italia e gli elementi di continuità e di rottura nei processi decisionali e diplomatici. Il terzo obiettivo è dotare lo studente di strumenti critici che gli consentano di vagliare quelli che ciclicamente nel dibattito pubblico sono evocati come vizi congeniti e peculiari della politica estera dell'Italia: l'anacronismo, il velleitarismo, la subordinazione al grande alleato, la "sindrome da presenza", l'asservimento alle esigenze della politica interna, l'incertezza degli obbiettivi e la discrepanza tra questi e i mezzi usati per raggiungerli.

Struttura insegnamento e programma

Edizione attiva
Responsabile
Moduli o unità didattiche
Unità didattica 1
SPS/06 - STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unità didattica 2
SPS/06 - STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

STUDENTI FREQUENTANTI
Informazioni sul programma
Gli studenti interessati a svolgere l'elaborato finale in questa disciplina sono sollecitati a partecipare a tutte le fasi del corso.
Propedeuticità
Storia delle relazioni internazionali.
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame è orale e consiste in un colloquio volto ad accertare le conoscenze acquisite dallo studente attraverso la partecipazione costante al corso.
Unità didattica 1
Programma
Introduzione allo studio della politica estera italiana: le fonti, la storiografia, i protagonisti, le questioni. Problemi, obiettivi e limiti dell'azione internazionale dell'Italia in epoca liberale e fascista. Con puntuali riferimenti alle diverse interpretazioni offerte dalla storiografia saranno esaminati i momenti e gli aspetti chiave della politica internazionale dell'Italia: la ricerca di alleanze, la proiezione mediterranea e le origini delle ambizioni coloniali, i rapporti con le potenze europee e il coinvolgimento nel primo conflitto mondiale, l'evoluzione della politica estera fascista, con particolare attenzione ai temi del revisionismo mussoliniano e dei rapporti con la Germania di Hitler.
Materiale didattico e bibliografia
Enrico Serra, Manuale di storia delle relazioni internazionali e diplomazia, Milano, SPAI, 2000 (cap. IX, X);
Luigi Vittorio Ferraris, "Memorialistica diplomatica e documentazione diplomatica", in Le Carte e la Storia, a. XIII, n. 2, dicembre 2007, pp. 17-31, disponibile in: http://www.mulino.it/edizioni/riviste/scheda_fascicolo.php?isbn=11669&i…;
Giuseppe Mammarella e Paolo Cacace, La politica estera dell'Italia. Dallo Stato unitario ai giorni nostri, Roma-Bari, Laterza, 2006 (e successive), cap. I, II, III, IV.
Unità didattica 2
Programma
La politica estera italiana in epoca bipolare e post-bipolare. Saranno presi in esame il difficile superamento dell'eredità fascista e il percorso che ha condotto alla scelta occidentale, declinata nella sua duplice articolazione di scelta atlantica e scelta europeista, le direttrici mediterranea e mediorientale della politica estera italiana, la "ostpolitik" condotta nei confronti dei paesi comunisti. Costante attenzione sarà posta all'interazione tra le spinte derivanti da esigenze di politica interna e le iniziative internazionali, ai fattori che hanno concorso a definire le scelte di politica estera dell'Italia repubblicana e al dibattito storiografico relativo a questi aspetti.
Materiale didattico e bibliografia
Giuseppe Mammarella e Paolo Cacace, La politica estera dell'Italia. Dallo Stato unitario ai giorni nostri, Roma-Bari, Laterza, 2006 (e successive), cap. V, VI, VII, VIII;
Pietro Pastorelli, Il ritorno dell'Italia nell'Occidente. Racconto della politica estera italiana dal 15 settembre 1947 al 22 novembre 1949, Milano, LED, 2009, cap. I-II-III-IV;
Paola Olla Brundu, "Pietro Nenni, Aldo Moro e il riconoscimento della Cina comunista", in Le Carte e la Storia, a. X, n. 2, dicembre 2004, pp. 29-51, disponibile in: http://www.mulino.it/edizioni/riviste/scheda_fascicolo.php?isbn=09706&i….
Il materiale è disponibile in consultazione presso la biblioteca di facoltà.
STUDENTI NON FREQUENTANTI
Prerequisiti e modalità di esame
L'esame è orale ed è volto ad accertare la conoscenza di tutti gli argomenti trattati nei manuali (nei capitoli indicati) e nei saggi proposti.
Periodo
Terzo trimestre
Periodo
Terzo trimestre
Modalità di valutazione
Esame
Giudizio di valutazione
voto verbalizzato in trentesimi
Docente/i
Ricevimento:
Giovedì 14,30-17,30 - N.B.: non accetto tesi su richiesta via e-mail. Lo studente che desidera fare la tesi con me, sia essa triennale o magistrale, deve fare lo sforzo di venire di persona a concordare un tema.
Via Conservatorio 7, Stanza 16, I piano.