Storia del teatro russo

A.A. 2019/2020
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-LIN/21
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso mira a fornire conoscenze e creare competenze relative alla storia del teatro russo e all'analisi del testo drammatico. Il corso è rivolto agli studenti del Corso di Laurea Triennale in Lingue e letterature straniere (a partire dal secondo anno), del Corso di Laurea Magistrale in Lingue e letterature europee ed extraeuropee, e del Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Musica e dello Spettacolo. Dopo una fase introduttiva in cui verranno descritte le linee principali di sviluppo del teatro russo dalle origini fino alla fine dell'Ottocento, si approfondirà la figura di A.P. Cechov, con particolare riguardo agli ultimi suoi lavori teatrali e all'importanza che essi hanno rivestito nella storia del Teatro d'Arte di Mosca di K. Stanislavskij e del teatro europeo del Novecento.
Risultati apprendimento attesi
Conoscenze: al termine dei moduli A e B lo studente conoscerà le linee di sviluppo essenziali della storia del teatro russo dalle origini all'inizio del Novecento e possiederà conoscenze approfondite riguardo all'opera drammaturgica di A.P. Cechov nel suo rapporto con il Teatro d'Arte di Mosca di K. Stanislavskij. Al termine del modulo C lo studente conoscerà alcune delle principali riletture delle Tre sorelle e del Giardino dei ciliegi di Cechov proposte da registi russi e italiani dagli anni Sessanta del Novecento fino ai giorni nostri.
Competenze:lo studente acquisirà la capacità di analizzare il testo drammatico e la messinscena. Sarà in grado di collocare nel tempo gli autori, le correnti e le opere principali del periodo studiato; saprà mettere in luce somiglianze e differenze tra i testi letti, ponendoli in relazione con il loro contesto storico e sociale.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
Il corso si intitola Čechov dal Teatro d'Arte di Mosca alle scene contemporanee e si compone delle seguenti tre unità didattiche, che verranno affrontate in sequenza:
a) Lineamenti generali di storia del teatro russo dalle origini a Čechov
b) Čechov e il Teatro d'Arte di Mosca
c) Čechov sulla scena

Gli studenti che intendono acquisire 6 CFU si atterranno al programma delle unità A e B; tutti gli studenti che intendono acquisire 9 CFU si atterranno al programma completo (unità A, B e C). Nell'unità A si ripercorreranno le principali tappe dello sviluppo della drammaturgia in Russia dalla fine del '600 fino al primo Novecento. Nell'unità B si approfondirà la storia della nascita del Teatro d'Arte di Mosca, con particolare riguardo alle messinscene delle opere di Čechov. Nell'unità C si prenderanno in esame alcune letture registiche che di Čechov sono state date nel corso del Novecento e fino ai giorni nostri: da Anatolij Efros a Juryj Ljubimov, da Giorgio Strehler a Oleg Efremov, fino alle recenti rappresentazioni di Andrej Končalovskij e Lev Dodin.
Prerequisiti e modalità di esame
Il corso, che si tiene totalmente in lingua italiana, i materiali e la bibliografia d'esame presuppongono delle competenze basilari di storia russa, di uso della terminologia e di analisi critica maturate almeno nel corso di Letteratura russa 1 o in un percorso di studi artistico-teatrali.
Metodi didattici
Il corso adotta i seguenti metodi didattici: lezioni frontali; lettura e commento di scene tratte dalle opere in programma; visione e commento di documentari, filmati e riprese teatrali.
Materiale didattico e bibliografia
Il corso dispone di un sito sulla piattaforma on line per la didattica Ariel (https://ariel.unimi.it/) , al quale si rimanda per altri materiali forniti dal docente. Di seguito vengono indicate le opere di lettura obbligatoria per le varie unità didattiche e le edizioni di riferimento.

Unità didattica A

A History of Russian Theatre, ed. by R. Leach e V. Borovsky, Cambridge University Press, Cambridge, 1999. Capitoli: A.D.P. Briggs, Writers and repertoires, 1800-1850; A. Altschuller, Actors and acting, 1820-1850; C. Marsh, Realism in the Russian theatre, 1850-1882; J. Benedetti, Stanislavsky and the Moscow Art Theatre 1898-1938

Tre testi di almeno due autori diversi, scelti dalla lista che segue, in qualsiasi edizione ad eccezione del testo di Griboedov:

A. S. Puškin, Boris Godunov
A. S. Puškin, Mozart e Salieri
A. S. Puškin, Il Convitato di Pietra
A. S. Griboedov, Che disgrazia l'ingegno! (ed. Marchese, 2017, traduzione di M. Caratozzolo)
N. V. Gogol', L'ispettore generale
N. V. Gogol', Il matrimonio
A. N. Ostrovskij, L'uragano
A. N. Ostrovskij, In famiglia ci si arrangia
L.N. Tolstoj, La potenza delle tenebre
M. Gor'kij, I bassifondi

Unità didattica B

Il gabbiano (qualsiasi edizione)
Zio Vanja (in qualsiasi edizione)
Le tre sorelle (qualsiasi edizione)
Il giardino dei ciliegi (qualsiasi edizione)

Gli studenti della Laurea Magistrale in Lingue e Letterature Europee ed extraeuropee dovranno leggere almeno tre dei quattro testi di Čechov in lingua originale. Materiali audiovisivi relativi alle rappresentazioni dei testi čechoviani saranno disponibili su Ariel.

Saggi critici
V. Strada, Idea di Čechov, in Le veglie della ragione : miti e figure della letteratura russa da Dostoevskij a Pasternak, Torino, Einaudi, 1986

R. Peace, Il classicismo moderno di Čechov, in Anton Čechov. Antologia critica. A cura di E. Bazzarelli e F. Malcovati, Milano, LED, 1992


Alcuni testi di difficile reperibilità saranno resi disponibili sulla pagina Ariel del corso.

Unità didattica C

I materiali relativi all'unità didattica C (slides, video) verranno resi disponibili su Ariel.

Programma d'esame per studenti non frequentanti

Come per gli studenti frequentanti, con le seguenti aggiunte:

A History of Russian Theatre, ed. by R. Leach e V. Borovsky, Cambridge University Press, Cambridge, 1999.
In aggiunta ai capitoli indicati per i frequentanti, anche i capitoli: V. Borovsky, The emergence of the Russian theatre 1763-1800; K. Sealey Rahman, Aleksandr Ostrovsky - dramatist and director;

Anton Čechov. Antologia critica. A cura di E. Bazzarelli e F. Malcovati, LED 1992.
In aggiunta ai capitoli indicati per i frequentanti, anche i capitoli: S. Baluchatyj, Il gabbiano; Z.Papernyj, Tre sorelle; Z. Papernyj, Il giardino dei ciliegi, A.M. Repellino, Zio Vanja.
Modalità esame
L'esame consiste in un colloquio individuale, che prevede domande poste dal docente, interazioni tra docente e studente e l'analisi e commento di uno o più brani tratti dalle opere in programma. Il colloquio ha durata variabile a seconda delle unità didattiche su cui si presenta lo studente, e si svolge in italiano. Gli studenti della Corso di Laurea in Lingue e letterature europee ed extraeuropee dovranno dimostrare di saper leggere e comprendere (non tradurre) almeno tre testi a scelta di Čechov in lingua russa. Il colloquio mira a verificare la conoscenza dei testi letti, la capacità di contestualizzazione di autori e opere, l'abilità nell'esposizione, la precisione nell'uso della terminologia specifica, la capacità di riflessione critica e personale sulle tematiche proposte. Infine terrà conto, per gli studenti della LM in Lingue e letterature europee ed extraeuropee, delle competenze linguistiche relative alla comprensione scritta. Il voto finale è espresso in trentesimi, e lo studente ha facoltà di rifiutarlo (in tal caso verrà verbalizzato come "ritirato").
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente. Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-LIN/21 - SLAVISTICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-LIN/21 - SLAVISTICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-LIN/21 - SLAVISTICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Ricevimenti gennaio 2020: mercoledì 15/1 h. 13,30; giovedì 23/1 h. 11,30
Sezione di Slavistica